Home Page |
Email

Contributi volontari: sai di che si tratta?

I lavoratori dipendenti che decidono di porre fine alla loro attività lavorativa possono continuare a versare i contributi volontari, al fine di raggiungere i requisiti per la pensione o aumentarne l'importo. Per pagare i contributi volontari, è necessario che la domanda venga accettata dall'Ente di previdenza.

Possono versare tali contributi i lavoratori che hanno maturato almeno 5 anni di contributi effettivi o almeno tre anni di contributi nei 5 anni che precedono la domanda di contribuzione volontaria. Sono esclusi i lavoratori part time, gli stagionali o i parasubordinati, che hanno versato soltanto un anno di contributi nei 5 anni precedenti.

È comunque possibile richiedere all'Ente di previdenza il permesso di versare i contributi volontari nei seguenti casi:

  • se si è lavoratori parasubordinati e si vuole continuare a versare i contributi nei periodi in cui si smette di lavorare;
  • quando ci si astiene dal lavoro tra i tre e gli otto anni di vita del bambino;
  • quando si usufruisce di permessi come allattamento o assenza per malattia del bambino quando questi ha tra i tre e gli otto anni.

I contributi volontari da pagare vengono stimati in base a quanto si è guadagnato nel periodo precedente di attività lavorativa e in base alla categoria a cui si appartiene.

I requisiti minimi necessari a versare i contributi volontari sono:

  • cinque anni di contributi;
  • tre anni di contributi nei cinque anni precedenti la domanda di autorizzazione (per gli operai agricoli 279 contributi giornalieri per gli uomini e 186 per le donne ed i giovani; 65 contributi settimanali per chi svolge lavori stagionali per una durata inferiore ai sei mesi; 156 contributi settimanali per i collaboratori domestici);
  • un anno di contributi nei cinque anni precedenti la domanda per i lavoratori subordinati;
  • un anno di contributi nei cinque anni precedenti la domanda per i lavoratori a tempo parziale;
  • un anno di contributi nei cinque anni precedenti la domanda per i lavoratori dipendenti su base stagionale, temporanea e discontinua.

L'autorizzazione a versare i pagamenti volontari non viene concessa nel caso in cui: l'interessato svolga ancora un'attività di lavoro dipendente o autonomo; sia iscritto all'INPS o ad altre forme di previdenza obbligatoria; sia titolare di pensione diretta.

Anche i titolari dell'assegno di validità e gli iscritti alle assicurazioni estere possono usufruire dei contributi volontari.

Moduli per la richiesta della totalizzazione

La totalizzazione dei contributi consente di avere un'unica pensione di anzianità raccogliendo i contributi provenienti da diversi enti previdenziali; è necessario però un periodo contributivo di 3 anni, perché al di sotto di esso è possibile il ricongiungimento a pagamento.

La domanda per richiedere la totalizzazione dei contributi va consengnata all'ente previdenziale presso il quale sono stati versati gli ultimi contributi. Mediante totalizzazione di contributi è possibile ottenere una pensione di vecchiaia, se si hanno almeno 65 anni d'età e 20 anni di anzianità contributiva, o una di anzianità, per i 40 anni di anzianità contributiva.

È inoltre possibile acquisire una pensione di inabilità o indiretta ai superstiti; la totalizzazione è anche prevista per coloro che hanno il diritto a una pensione autonoma.

La pensione e la totalizzazione contributi

Per la pensione di inabilità, il dipendente ha diritto alla totalizzazione dei contributi se non è in grado di svolgere nessuna attività lavorativa; i requisiti necessari per ottenere la totalizzazione dei contributi, sono quelli disciplinati dell'ente previdenziale al quale il lavoratore è registrato al momento dell'accaduto e non è previsto il periodo contributivo di 3 anni.

Per ottenere la totalizzazione dei contributi, il lavoratore non deve inoltre avere una pensione emessa da uno degli enti ai quali richiede tale procedura.

È infine possibile una totalizzazione CE per e i dipendenti pubblici dell'Inps o Inpadap in Italia e i lavoratori con regimi assicurativi speciali negli Stati membri dell'Unione Europea.



Ultimi aggiornamenti




Contatti

Per contattare la redazione del sito Arealavoro scrivere all'indirizzo email arealavoro@elamedia.it

 


Iscriviti alla nostra newsletter

Info pensione

Rinvio pensione

Dichiarazione Red

Previdenza sociale

Cumulo lavoro

Contributi pensione

previdenziali

volontari

di riscatto

Recupero

Totalizzazione





Iscriviti alla nostra newsletter

 
www.arealavoro.org di Laura Perconti - email arealavoro@elamedia.it -