| Master e Università | Stage e tirocini | Aziende Lavoro | Offerte di lavoro online | Offerte lavoro regione
  Home | Imprenditoria giovanile | Imprenditoria femminile | Società | Professionisti | Partita Iva e Redditi Archivio | Email | Arealavoro







Cerca nel sito





Contributi volontari

I lavoratori dipendenti che decidono di porre fine alla loro attività lavorativa possono continuare a versare i contributi volontari, al fine di raggiungere i requisiti per la pensione o aumentarne l'importo. Per pagare i contributi volontari, è necessario che la domanda venga accettata dall'Ente di previdenza.

Possono versare tali contributi i lavoratori che hanno maturato almeno 5 anni di contributi effettivi o almeno tre anni di contributi nei 5 anni che precedono la domanda di contribuzione volontaria. Sono esclusi i lavoratori part time, gli stagionali o i parasubordinati, che hanno versato soltanto un anno di contributi nei 5 anni precedenti.

È comunque possibile richiedere all'Ente di previdenza il permesso di versare i contributi volontari nei seguenti casi:

  • se si è lavoratori parasubordinati e si vuole continuare a versare i contributi nei periodi in cui si smette di lavorare;
  • quando ci si astiene dal lavoro tra i tre e gli otto anni di vita del bambino;
  • quando si usufruisce di permessi come allattamento o assenza per malattia del bambino quando questi ha tra i tre e gli otto anni.

I contributi volontari da pagare vengono stimati in base a quanto si è guadagnato nel periodo precedente di attività lavorativa e in base alla categoria a cui si appartiene.

I requisiti minimi necessari a versare i contributi volontari sono:

  • cinque anni di contributi;
  • tre anni di contributi nei cinque anni precedenti la domanda di autorizzazione (per gli operai agricoli 279 contributi giornalieri per gli uomini e 186 per le donne ed i giovani; 65 contributi settimanali per chi svolge lavori stagionali per una durata inferiore ai sei mesi; 156 contributi settimanali per i collaboratori domestici);
  • un anno di contributi nei cinque anni precedenti la domanda per i lavoratori subordinati;
  • un anno di contributi nei cinque anni precedenti la domanda per i lavoratori a tempo parziale;
  • un anno di contributi nei cinque anni precedenti la domanda per i lavoratori dipendenti su base stagionale, temporanea e discontinua.

L'autorizzazione a versare i pagamenti volontari non viene concessa nel caso in cui: l'interessato svolga ancora un'attività di lavoro dipendente o autonomo; sia iscritto all'INPS o ad altre forme di previdenza obbligatoria; sia titolare di pensione diretta.

Anche i titolari dell'assegno di validità e gli iscritti alle assicurazioni estere possono usufruire dei contributi volontari.

Pagine correlate Contributi volontari

Contributi volontari





Contatti

Per contattare la redazione del sito Arealavoro scrivere all'indirizzo email arealavoro@elamedia.it

 


Iscriviti alla nostra newsletter

Info pensione

Rinvio pensione

Dichiarazione Red

Previdenza sociale

Cumulo lavoro

Causa di servizio

Equo indennizzo

Casse di Previdenza

Cessione quinto

Contributi pensione

previdenziali

volontari

di riscatto

Recupero

Totalizzazione

Ricongiungimento

Estratto conto contributivo

Estratto conto assicurativo

Contributivo Inarcassa

Aliquote cassa commercialisti




Abbonati ai FEED

Tipologie Pensione


  portale di Laura Perconti (LAVORO) pagina pubblicata in 0 secondi
Note Legali: questo sito web è di proprietà di Laura Perconti a cui va la piena e unica responsabilità dei contenuti testuali e grafici pubblicati sul sito - email arealavoro@elamedia.it -
dati e generalità del proprietario del presente dominio sono disponibili pubblicamente presso l'ente internazionale di registrazione domini.
Alcune foto presenti sul sito sono state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio
Per chiedere la rimozione di foto o contenuti scrivere alla redazione del sito - Il network a cui il sito è affiliato non è responsabile dei contenuti pubblicati sui singoli siti.