Home Page | Network Nigiara
Email

Domande colloquio: quali aspettarsi dal selezionatore

Durante un incontro motivazionale, l’esaminatore tende a fare numerosissime domande al suo interlocutore. A volte ci si chiede se alcune siano domande per un colloquio di lavoro? Non si tratta di conoscere la vostra vita privata o cose banali, l’obiettivo è quello di far emergere dalle domande la personalità oltre al profilo del candidato.

Ci sono diverse tipologie di domande in base all’argomento trattato possiamo per semplificazione definirle:

Quelle relative al percorso formativo

Tale tipo di domande può comprendere delucidazioni su:

  • studi effettuati,
  • materie preferite,
  • relazioni con i compagni o gli insegnanti.

Se si è svolto anche un percorso universitario le domande potrebbe vertere sulle difficoltà incontrate o sulle modalità di studio e preparazione agli esami.

Quelle relative alle esperienze lavorative

Solitamente il selezionatore pone domande circa l’azienda in cui si è lavorato precedentemente, il tipo di lavoro svolto e a volte anche sul tipo di contratto e la retribuzione percepita. Nel caso si stia ancora lavorando, con molte probabilità il reclutatore vi chiederà il perché vorreste cambiare.

Informazioni personali esposte in maniera chiara

Una delle domande che maggiormente mette in difficoltà i candidati è quella relativa ai propri pregi e i propri difetti. Riconoscere i propri difetti è molto importante perché mostra una consapevolezza del proprio io, al contempo è bene spiegare come si sta tentando di migliorare; è importante far sapere di aver già individuato gli strumenti per migliorarsi.

Le domande di colloquio personali includono anche i propri desideri e le proprie aspirazioni lavorative. Pensateci e rispondete in modo pronto e sincero. Dimostrare di avere fiducia nell’interlocutore significa sapersi raccontare.

Anche il candidato deve fare domande

Dal momento che lo scopo di un colloquio conoscitivo è anche quello di avere maggiori informazioni circa il lavoro che si andrebbe a svolgere, è bene chiedere delucidazioni relative a ciò che non è ancora chiaro. Porre domande non è un difetto, anzi mostra un reale interesse per la posizione aperta.

Prima di congedarvi, chiedete anche quale saranno i tempi per conoscere l’esito della selezione e se verrete contattati anche in caso non veniste scelti per la posizione.

Il lavoro nella ricerca del personale: chi c'è dall'altra parte?

In un momento storico nel quale la ricerca del posto di lavoro rappresenta la prima preoccupazione per sempre più persone, le (poche) aziende che in cerca di nuovi dipendenti sono nella condizione di poter scegliere elementi anche estremamente qualificati, scelti tra un grandissimo numero di richiedenti.
Poiché, come detto, le richieste di lavoro all'interno delle aziende aumentano ogni giorno, è divenuta prassi che le imprese si affidino a figure professionali specifiche che si occupino della selezione e della ricerca del personale lavoro.

Come anticipato, la ricerca del personale di lavoro viene svolta da agenzie specifiche che si occupano di dare consulenza e di trovare particolari lavoratori richiesti dalle aziende, valutando tra diverse proposte le candidature più adatte alle esigenze e ai ruoli che servono alle imprese.

Questo tipo di indagine è dunque importante per le aziende che necessitano di nuovo organico e può essere svolta anche utilizzando il web e i siti dedicati a questo genere di selezione.
I professionisti che operano in questo campo iniziano le loro indagini studiando, in primis, l'organizzazione lavorativa dell'impresa che richiede tale prestazione, cercando anche di individuare le reali necessità dell'azienda stessa.
E' solo in un tempo successivo che l'agenzia inizierà a pianificare la ricerca delle candidature, determinando i criteri da utilizzare durante la selezione, per poi procedere all'effettiva valutazione di tutti i candidati, per cercare il più idoneo al ruolo professionale richiesto.

Capire anzitutto quale sia la cultura aziendale, quali scopi abbia e come intenda perseguirli, rappresenta non un "di più" ma un elemento essenziale dell'indagine dei periti selettori: trascurare questo aspetto potrebbe portare a colloqui di lavoro nei quali si ricerchino aspetti differenti da quelli realmente necessari all'impresa, con conseguenze assai negative sia a breve che a lungo termine.

Gli stage di formazione

La ricerca del personale lavoro prevede spesso anche periodi di formazione dei candidati mediante attività formative mirati al tipo di lavoro richiesto. L'agenzia dovrà inoltre occuparsi di dare assistenza durante la fase di inserimento lavorativo dei candidati selezionati.
Ciò può avvenire solo a seguito di un'eccellente interazione con l'impresa che ha richiesto i servigi dei periti selettori, ponendola pertanto non solo come una cliente ma come entità cooperante nel progetto.

Avvalersi di un'organizzazione dedicata può, in definitiva, essere un ottimo modo per rendere l'azienda più efficiente e altamente qualificata, con personale specifico, mirato e tecnicamente valido, agevolando anche la produzione della stessa.

Ultimi aggiornamenti


Altre news

  • Come fare un sito web in CSS
    ( www.lapaweb.com - 27/07/2014 )
  • IL Sanda WTKA pronto e tu?
    ( www.mondomarziale.org - 27/07/2014 )




Contatti

Per contattare la redazione del sito Arealavoro scrivere all'indirizzo email arealavoro@elamedia.it

 


Iscriviti alla nostra newsletter

Abbonati ai FEED

Colloquio

Colloquio motivazionale

Domande colloquio

Come vestirsi al colloquio

Colloquio di gruppo

Test selezione personale

Indicatori test MBTI

Tecniche di comunicazione

Trucchi colloquio






 
www.arealavoro.org di Laura Perconti - email arealavoro@elamedia.it -