Colloquio di gruppo: come affrontarlo?

Il colloquio di gruppo, anche detto Assesment Center, è un tipo di selezione in cui i candidati vengono invitati alla fase di recruitment insieme ad altri allo scopo di verificarne il potenziale tecnico, ma anche psico-sociale.

Il colloquio di gruppo è di solito organizzato nel seguente modo. Innanzitutto i candidati vengono valutati in più giorni e la caratteristica principale del colloquio di gruppo è la simulazione.

Come funziona il colloquio in gruppo

Ai candidati vengono presentati dei case study o dei test psicologici, entrambi volti a porre in evidenza caratteristiche ritenute importanti per ricoprire una posizione o per intraprendere una carriera. Il case study implica la discussione di un tema, di solito un caso aziendale e va a verificare le capacità del singolo di: lavorare in team, problem solving.

Solitamente ci sono tre esaminatori per un gruppo di dieci persone. I reclutatori prendono appunti per l’intera durata dell'incontro soprattutto note di carattere psicologico di ciascun candidato.

Quali sono gli obiettivi di questa prassi

Lo scopo del colloquio di gruppo non è la risoluzione del caso studio, ma verrà invece sondata dagli esaminatori:

  • la capacità di lavorare in team,
  • la capacità di negoziazione per raggiungere l’obbiettivo,
  • la comunicazione verbale e non verbale del candidato,
  • la capacità di gestire e rispettare i termini di tempo fissati per la prova,
  • la capacità di ascoltare le opinioni altrui e saper adeguare le proprie; così come la capacità di leadership,
  • la capacità di analizzare il caso.

In questa pagina cercheremo di suggerire delle regole pratiche per chi affronta i colloqui di gruppo. La selezione di questo tipo si basa sulla tecnica del role playing (gioco delle parti), al fine di osservare i candidati in situazioni (case history) il più possibile vicine alla vita reale, o realmente accadute, attraverso delle simulazioni. E’ proprio il realismo di tali simulazioni, l’ingrediente in grado di fare emergere le competenze e le caratteristiche del candidato.

Regole per i colloqui di gruppo

Di seguito forniamo dei consigli per districarsi al meglio durante un’eventuale fase di autopresentazione in occasione dei colloqui di gruppo:

  • nessun atteggiamento forzato e finto, in ogni caso mantenete la calma e sorridete,
  • evitare di prevaricare (magari alzando la voce) sulle opinioni degli altri, anzi cercate di mediare tra le parti e guidare il gruppo senza esagerare. Non sempre gli esaminatori cercano un leader.
  • quando dovrete dire la vostra “motivazione/soluzione” agli altri componenti del gruppo cercate di usare termini semplici, siate diretti e motivate la vostra idea.
  • ascoltare i pensieri degli altri, gli esaminatori non valutano negativamente chi, partendo da considerazioni altrui, cambi idea. L’importante è aver ben chiaro il ragionamento alla base delle proprie motivazioni e non essere contraddittori.
  • eseguire la prova con serietà ed impegno, leggere il testo e la documentazione relativa con attenzione, non uscire dal tema principale.
  • Attenzione al tempo. Sia che si tratti di un’autopresentazione che del vostro turno nel dare la vostra opinione circa il case study, considerate che di solito non bisogna impiegare più di un paio di minuti. E’ bene esercitarsi a parlare per un tempo definito, in modo di gestire al meglio il tempo a disposizione.

Pagina aggiornata il

Scrivi il tuo commento sulla pagina
'Colloquio di gruppo: come affrontarlo? '


 

Colloquio motivazionale

Domande colloquio

Come vestirsi al colloquio

Colloquio di gruppo

Test selezione personale

Tecniche di comunicazione






ElaMedia Group SRLS Partita IVA: 12238581008 - Tel.06/99922584
www.arealavoro.org di Laura Perconti - email enr.mainero@gmail.com -