Home Page | Network Nigiara
Email

Lavoro Commessa: il contratto, la retribuzione, le offerte online

Il lavoro di commessa è sicuramente uno dei più difficili. Non serve una formazione di studi particolare per essere assunta, ma contano molto la personalità e la predisposizione ai rapporti interpersonali.

Requisiti per diventare commessa

Per fare un lavoro del genere sono richieste: pazienza, capacità di relazione, capacità di gestire anche il cliente più esigente; oltre ad un carattere solare e una presenza ordinata e a volte piacevole.

Coloro che vengono assunte per un lavoro di commessa, hanno di solito un contratto che rientra nel CCNL Commercio Tale contratto nazionale infatti interessa i dipendenti del terziario e di: negozi, agenzie, centri commerciali, catene, aziende della new economy, telemarketing e call center.

Tipologie di contratto per le commesse

Il contratto per il lavoro di questo tipo può assumere diverse forme

  • a tempo determinato,
  • a tempo indeterminato
  • di apprendistato (dai 16 ai 24 anni),
  • di formazione lavoro.

Livelli e periodo di prova del contratto per le commesse

  • 1° livello dirigenti; periodo di prova massimo 6 mesi;
  • 2° livello dirigenti; periodo di prova massimo 60 giorni;
  • 3° livello impiegati; periodo di prova massimo 60 giorni;
  • 4° livello impiegati; periodo di prova massimo 45 giorni;
  • 5° livello impiegati; periodo di prova massimo 45 giorni;
  • 6° livello operai; periodo di prova massimo 30 giorni;
  • 7° livello operai; periodo di prova massimo 30 giorni.

L'orario per chi svolge il lavoro di commessa è di 40 ore settimanali. Il sabato è considerato giorno di lavoro, cosi come la domenica per alcuni contratti (es. commesse nei centri commerciali). Nei supermercati l’orario è di 38 ore settimanali. Il giorno di riposo è uno ogni sei di lavoro, ma può anche essere diviso in due mezze giornate anche non di domenica.

L'orario di lavoro flessibile

In particolari momenti dell’anno (Natale, Pasqua, Estate) l’azienda può aumentare l’orario settimanale sino a 44 ore alla settimana. Tale periodo con orario aumentato può essere mantenuto per un massimo di 16 settimane. I contratti aziendali di secondo livello possono prevedere orari di 44 ore per 24 settimane. In questi casi anche il monte ore relativo ai permessi aumenta.

Tutti i riposi e i giorni di ferie maturati nel corso dell'anno anche per via della flessibilità dell'orario di lavoro devono essere “goduti” entro la fine dell'anno oppure l'azienda è obbligata a pagare le ore straordinarie entro il 31 dicembre dell’anno successivo.

Ultimi aggiornamenti


Altre news

  • Sciopero Ferrovie venerdì e sabato in Emilia Romagna. Disagi su treni regionali (25-26 luglio)
    ( www.scioperoweb.com - 23/07/2014 )
  • One Direction: Where We Are – Il film concerto: ecco il trailer
    ( www.ecodelcinema.com - 23/07/2014 )




Contatti

Per contattare la redazione del sito Arealavoro scrivere all'indirizzo email arealavoro@elamedia.it

 


Iscriviti alla nostra newsletter

Abbonati ai FEED

Offerte di lavoro online





 
www.arealavoro.org di Laura Perconti - email arealavoro@elamedia.it -