E' ormai un dato certo il passaggio del testimone dell'abilitazione all'insegnamento da SISS al TFA: si parla dei tirocini formativi attivi, ovvero il corso che va ad abilitare l'insegnamento nelle scuole di 1 e 2 grado. Il tirocinio annulla definitivamente le Scuole di Specializzazione dell'Insegnamento Secondario, non più funzionanti dall'anno di corso 2008/2009.

Il bando TFA per abilitare gli insegnanti alla scuola secondaria

L'evoluzione dei corsi di abilitazione all'insegnamento TFA permette a quanti siano laureati la possibilità di ottenere l'abilitazione e l'inserimento nelle graduatorie di istituto di seconda fascia (ma non in quelle permanenti).

Il Tirocinio Formativo Attivo è a numero chiuso con 20.067 posti disponibili, dei quali 4.275 riservati alla scuola secondaria di primo grado e i restanti 15.792 dedicati a quella di secondo.
Il costo per l'iscrizione al TFA è totalmente a carico dell'aspirante docente e va dai 2.500 ai 3.000 euro, una cifra non indifferente alla quale vanno sommate le spese vive derivate da un anno di corso.

Come iscriversi ai corsi per l'abilitazione ad insegnare

Come scegliere un master di abilitazione insegnamento scuola secondaria

Possono accedere alle selezioni per il corso di abilitazione all'insegnamento:

  • i possessori di una laurea del vecchio ordinamento che abbiano superato l'esame per l'insegnamento, se richiesto dal loro corso di studi;
  • quanti abbiano conseguito una laurea specialistica o magistrale del nuovo ordinamento e che abbiano maturato gli eventuali crediti formativi necessari per l'insengamento;
  • i titolari di un diploma ISEF, limitatamente al tirocinio per l'insegnamento dell'educazione fisica;

Il programma dei corsi di abilitazione TFA

Gli idonei vincitori che partecipino al corso per diventare insegnanti dovranno sostenere una prova finale al termine di:

  • un anno di formazione sull'educazione e la pedagogia presso un istituto universitario;
  • 475 ore di tirocinio svolto presso un tutor a scuola, diviso in una fase di osservazione e in una di insegnamento diretto;
  • insegnamenti in laboratorio atti a stabilire un nesso tra l'approccio disciplinare e quello didattico.

Aggiornamento sui programmi TFA

Per quanto riguarda le ultime novità sul tfa per il nuovo anno, il test si svolgerà da metà luglio: sono già stati ufficializzati i calendari e le location dove si svolgeranno gli esami, mancano ancora le indicazioni sulle sedi ufficiali da raggiungere per sostenerli.

Inizieranno a sostenere le prove per l'ammissione alle discipline previste il 14 luglio le classi AA46, A038, A058, A074, A031 e A032. Da qui alla fine del mese gli aspiranti insegnanti per materie quali lingue orientali e fisica inizieranno l'iter che poi li potrebbe condurre alla fase finale dell'esame, da sostenersi durante il periodo autunnale.

Nella terza settimana di luglio inizieranno le prove di ammissione per altre materie più ambite, come matematica, latino, storia e filosofia. Il tirocinio Formativo attivo si concluderà dunque ufficialmente il 31 luglio 2014; tutte le prove saranno sostenute, a seguito della convocazione dei candidati, in sedi di istituti superiore oppure universitari, principalmente nei capoluoghi delle regioni indicate dal calendario.

Sedi esami tfa

Attualmente sono state confermate le principali città in cui verranno svolte le prove: si tratta in prevalenza di capoluoghi del nord Italia, a causa dell'ampio numero di domande arrivate al MIUR da quelle zone. Confermate dunque le sedi di Milano, Brescia, Pavia, Lecco, Varese e Bergamo. In Liguria, meno scelta: saranno due istituti superiori di Genova a ospitare i candidati, ovvero lo Scientifico Cassini ed il tecnico nautico S. Giorgio.
Per quanto riguarda la regione Puglia, invece, si tratterà del Campus Universitario di Bari, scelto come luogo ufficiale per chi vorrà sostenere le prove.

La sfida all'ultimo posto da docente sarà effettuata fra circa 150 mila candidati, che si giocheranno i meno di 30mila posti messi a disposizione dal Miur. I test estivi saranno dunque il primo banco di prova per scremare i meno idonei al ruolo. Per superare questa prima fase, i candidati dovranno rispondere correttamente ad almeno 21 domande delle 30 previste in sede di esame.





Potrebbe interessarti

Dichiarazione Red per i contributi agevolati alla pensione

dichiarazione red

Esistono alcune agevolazioni pensionistiche, quali gli assegni familiari, la pensione minima, di reversibilità o invalidità, che necessitano di determinati requisiti per essere ottenute.

Come scrivere una lettera di presentazione

stesura di una lettera di presentazione

Per aiutare tutti coloro che si domandano: come scrivere una lettera di presentazione? Suggeriamo alcune regole di base da seguire per scrivere la lettera di presentazione.

Borse di studio in USA: un’occasione per crescere

Il sogno americano non è un mito, ma una realtà che resiste nel tempo. Le opportunità di ottenere borse di studio per lavorare o studiare e dottorati post laurea negli Stati Uniti sono concreti, basta saper cercare.

Come scrivere un autocertificazione e i casi in cui utilizzarla

La dichiarazione sostitutiva di certificazione può essere necessaria anche nel campo lavorativo.

Livello CCNL: tutto quello che devi sapere!

Ciascun CCNLsi basa su l’accordo di diversi soggetti in merito a determinate materie. In base al livello del CCNL vengono prese decisioni diverse, ma significative per la contrattazione stessa.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Cassa integrazione: ecco come funziona davvero

Immagine esemplificativa di soldi della cassa integrazione

La cassa integrazione è un intervento dello Stato richiesto dalle aziende o dalle società che hanno gravi difficoltà finanziare e si concede per un periodo di tempo limitato. Il fine della cassa integrazione è quello di aiutare il titolare dell'azienda a risanare la sua situazione economica, in maniera da evitare la chiusura dell’attività e una conseguente perdita del lavoro, di coloro che avevano impiego nell’azienda. Esistono 2 differenti tipi di cassa integrazione, l'ordinaria e la straordinaria.

Giorni ex festività: quali sono? Come fruirne?

Ai sensi delle previsioni contrattuali vigenti (artt. 50 e 16, rispettivamente, dei CCNL 8/12/2007 per i quadri direttivi e le aree professionali e 10/01/2008 per i dirigenti) ai lavoratori spetta annualmente un numero di permessi giornalieri retribuiti corrispondente alle giornate che (indicate come festività dagli art. 1 e 2 della Legge 27 maggio 1949, n. 260) non siano più riconosciute come tali, per conseguenti disposizioni di legge. Ecco alcune informazioni da sapere sui permessi ex festività.

Master e laurea: primo o secondo livello?

Oggi la formazione post universitaria è curata da enti ed aziende pubbliche e private. La varietà dell’offerta dei master postlaurea può rendere più difficile la scelta.

Permessi retribuiti: cosa sono e i casi in cui richiederli

Prima specifica da fare relativa ai permessi retribuiti è che questi sono differenti dalle ferie. Il diritto di ogni dipendente di godere di alcuni giorni di ferie ogni anno è sancito dalla Costituzione, la misura in cui essi sono maturati e possono essere goduti è fissato dai CCNL; mentre la misura e la modalità in cui si possono utilizzare i permessi retribuiti sono dettati dai contratti collettivi.

Il calcolo per la ritenuta d'acconto: una guida completa

Lavorare come hostess richiede il pagamento attraverso ritenuta d'acconto

Cosa deve utilizzare un lavoratore dipendente per dichiarare le sue ritenute fiscali? Quali sono i moduli che deve presentare? Per il diritto tributario italiano, e quindi in area fiscale, il termine ritenuta d'acconto identifica una trattenuta fatta dallo Stato su un compenso assoggettato a tassazione, che viene corrisposto dal sostituto di imposta verso un altro soggetto, chiamato percipiente. Ecco una guida dettagliata sul metodo per calcolare e dichiarare la ritenuta d'acconto.

Il distacco del lavoratore: conoscere le norme

il distacco del lavoratore

Il distacco del lavoratore è, in modo molto semplice, “il prestito” di un lavoratore da un’azienda ad un altro datore di lavoro. Le parti sono cosi denominate:

Leggi tutto...

Prestiti per giovani imprenditori

La legge prevede per chi volesse mettersi in proprio, aprire una piccola attività o un franchising delle agevolazioni sotto forma di prestiti d'onore. La legge 608 1996 ha introdotto delle agevolazioni per incentivare l'apertura di nuove piccole imprese.

Leggi tutto...
Go to Top