Aprire un e-commerce in drop shipping rappresenta una soluzione molto utile per coloro che vogliono avviare un'attività online. Difatti, con questa modalità ti possono vendere i propri prodotti su internet ma senza dover gestire un magazzino e la spedizione delle merci.

Che cos’è il drop shipping?

Per spiegare meglio di cosa si tratta possiamo definire il drop shipping come una tipologia di business destinata al commercio elettronico che si fonda su una collaborazione fra venditori e fornitori.

Permette di aprire un e-commerce, ovvero un'attività di vendita sulla rete senza appunto preoccuparsi della gestione della merce oppure degli ordini che arrivano ho ancora delle spedizioni. Chi vende con il drop shipping, infatti, non ha necessità di un negozio fisico, né di un magazzino ma dovrà soltanto individuare il fornitore ideale. In sostanza attraverso le attività tutti possono rendere online facendo un solo investimento ovvero aprire un e-commerce con sito vetrina.

Per capire come funziona, un proprietario dello shop online non entra in possesso fisicamente dei prodotti dropshipping che vende e, il suo e-commerce è solamente un sito vetrina attraverso il quale un cliente può vedere il prodotto e scegliere di comprarlo. Quindi, di chi sono questi prodotti in vendita? Del drop shipper, cioè l’azienda fornitrice legata al venditore. Infatti, sarà il drop shipper stesso a pensare alla gestione degli ordini e alla consegna delle merci al cliente finale.

Si potrebbe quasi definire come un gioco di squadra in cui il fornitore produce le merci e gestisce il magazzino e le consegne, invece il venditore promuove i prodotti per venderli. Questa modalità di business, infatti, è conosciuta anche come “commercio triangolare”, proprio perché composto da tre figure principali:

  • Il venditore che è colui che decide di aprire un e-commerce e vendere i prodotti;
  • Il drop shipper rappresentata dall’azienda che si occupa di produrre e fornire la merce, nonché di gestire l’ordine del cliente;
  • Il cliente finale che acquista i prodotti sull’e-commerce e lo riceve a casa propria.

Vediamo adesso perché aprire un e-commerce in dropshipping, come funziona, come avviare l’attività e che vantaggi vi sono.

La vendita senza magazzino

Immagine per aprire un e-commerce

Prima di iniziare a vendere su internet senza magazzino, è indispensabile vedere come funziona veramente un e-commerce in dropshipping.

L’ordine da parte da un utente, che acquista il prodotto da sito vetrina pagando direttamente online. Appena riceve l’ordine, questo, viene inviato all’azienda fornitrice dal venditore. Qui, il drop shipper si occuperà della gestione dell’ordine e di tutto il servizio logistico. Il drop shipper, infatti si occuperà di imballare e spedire del prodotto e poi consegnarlo al consumatore finale. Inoltre, proprio da contratto, il pacco non potrà recare segni grafici identificativi dell’e-commerce presso il quale il cliente ha fatto l’acquisto.

Il venditore prende una percentuale su ogni vendita che effettua. Dal prezzo di acquisto dei prodotti, infatti, il venditore detrarrà una percentuale da versare a drop shipper. I guadagni della vendita, quindi, si dividono quindi fra azienda fornitrice ed e-commerce.

Realizzare il sito vetrina

Per aprire un e-commerce in dropshipping è necessario realizzare un sito di vendita, cioè un e-commerce in cui presentare le merci e ricevere l’ordine dal cliente. Per crearlo si può optare per affidarsi a un programmatore o utilizzare una piattaforma per e-commerce open source del tipo di Shopify o WordPress. Un CMS open source rappresenta un’economica alternativa ad un esperto informatico tanto che molti imprenditori lo preferiscono. Aprire un e-commerce con relativo sito vetrina è l’unica spesa iniziale vera per il venditore. Il passo successivo sarà poi quello di promuoverlo con iniziative di marketing e di comunicazione.

Vantaggi del business

Ecco quali sono i principali vantaggi del venditore con il dropshipping:

  • Niente problematiche di gestione del magazzino e logistica;
  • Ridotti costi di avvio dell’attività.

Per l’azienda fornitrice invece i vantaggi sono:

  • Un aumento della visibilità dei propri prodotti online;
  • Un notevole risparmio sulle strategie di promozione delle merci;
  • La possibilità di concentrarsi sulle attività di produzione.




Potrebbe interessarti

Il calcolo dei ratei tredicesima:ecco le informazioni necessarie!

I lavoratori subordinati con contratto a tempo determinato o indeterminato percepiscono una mensilità definita tredicesima che viene calcolata seguendo criteri ben precisi e che varia a seconda della tipologia di lavoro e di contratto.

Ultimissime novità sulle pensioni di anzianità e sulla quota 96

le nuove normative sulle pensioni di anzianità

Ultimissime novità sulla pensione di anzianità: negli scorsi anni rispetto a quella di vecchiaia, veniva percepita indipendentemente dall'età pensionabile. Si ottiene prima del raggiungimento dell'età pensionabile, o del limite massimo di anzianità di servizio, e in presenza di determinati requisiti assicurativi e anagrafici.

Tutte le facoltà universitarie: scegli quella che fa per te!

Lista delle facoltà universitarie: ecco un'aula 

Cosa fare dopo le scuole superiori? La lista delle facoltà universitarie è lunga e questa è una domanda che milioni di studenti si pongono ogni anno: per questo motivo è opportuno offrire un'ampia panoramica delle principali facoltà presenti sul territorio, verificandone l'offerta formativa e le possibilità di accesso al mondo del lavoro.

La tredicesima prevista per le pensioni

Bisogna sapere che oltre alla tredicesima classica che si percepisce per determinate prestazioni lavorative e che varia proprio in in base al tipo e alla durata del lavoro svolto, esiste anche la tredicesima sulle pensioni.

Pratica legale forense per diventare avvocato

Una volta laureato, il praticante deve iscriversi al Consiglio dell'Ordine degli Avvocati del tribunale di residenza. Questo primo step per iniziare la pratica legale è legato alla presentazione di alcuni documenti (certificato di nascita, residenza, cittadinanza, ecc..) fotografie, titoli di studio e quant'altro richiesto dall'Ordine degli Avvocati del territorio. 

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Inps: modulistica online e attività dell'Ente

Il sito dell'Inps dispone di un'assistenza virtuale, utile a guidare l'utente tra i vari moduli Inps presenti all'interno del portale e ad aiutarlo nella compilazione degli stessi. Il servizio di modulistica Inps è molto comodo soprattutto se si è impossibilitati a recarsi presso gli uffici più vicini al luogo di residenza a recuperare i moduli cartacei.

Giorni ex festività: quali sono? Come fruirne?

Immagine d'esempio usata nell'articolo Giorni ex festività: quali sono? Come fruirne?

Ai sensi delle previsioni contrattuali vigenti (artt. 50 e 16, rispettivamente, dei CCNL 8/12/2007 per i quadri direttivi e le aree professionali e 10/01/2008 per i dirigenti) ai lavoratori spetta annualmente un numero di permessi giornalieri retribuiti corrispondente alle giornate che (indicate come festività dagli art. 1 e 2 della Legge 27 maggio 1949, n. 260) non siano più riconosciute come tali, per conseguenti disposizioni di legge. Ecco alcune informazioni da sapere sui permessi ex festività.

Come fare una busta paga: gli elementi da indicare sul cedolino

immagine esemplificativa di come fare una busta paga

Se volete sapere come fare una busta paga, sappiate che l’intestazione dei dati dell’azienda e l’intestazione dei dati del lavoratore, la posizione INPS e la posizione INAIL, dovranno essere riportati nella parte superiore o testa del documento.

Licenziamento illegittimo: quali sono i casi in cui se ne parla?

uomo soggetto a licenziamento illegittimo

L’articolo 18 e i casi di licenziamento illegittimo rappresentano in Italia un tabù: dall’approvazione dello Statuto dei lavoratori del 1970 sono state molte le discussioni su questo tema, ritenuto talmente sensibile che ogni progetto di riforma è naufragato.

Richiamo disciplinare sul lavoro: quando si rischia?

I provvedimenti disciplinari del lavoro rappresentano gli atti che il datore di lavoro può compiere e i procedimenti da impugnare qualora il lavoratore adotti dei comportamenti scorretti. Vediamo cosa può realmente fare il nostro datore di lavoro per "punirci".

Leggi anche...

Tipi di contratti di lavoro: vediamo in quest'articolo quali sono!

immagine esemplificativa di tipi di contratto di lavoro

I tipi di contratti di lavoro sono vari ma la definizione di contratto è una sola, ovvero si tratta di un negozio giuridico. quindi “una manifestazione di volontà destinata a produrre effetti giuridici ammessi dall’ordinamento giuridico”.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Il duro lavoro del manager può essere alleggerito dalla tecnologia?

Essere manager vuol dire prendere delle decisioni volte al raggiungimento di determinati obiettivi attraverso delle azioni, delle soluzioni che portino un miglioramento e mettere in atto le politiche aziendali. Ne consegue che quello del manager non è un lavoro affatto semplice. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Voucher lavoro occasionale: scopriamo come funzionano

giovani e lavori occasionali

In questi ultimi anni, a causa della Jobs Act attuata dal Governo Renzi, si sente sempre più spesso parlare dei cosidetti voucher lavoro occasionale, chiamati anche buoni, un particolare sistema di compenso delle prestazioni di lavoro occasionale, ossia tutte quelle attività che non superano i 7.000 euro netti nella durata dell’intero anno solare.

Leggi tutto...
Go to Top