Anche nella nostra società "moderna", nella coppia la cura dei figli è affidata quasi sempre alla madre, che si trova costretta a scegliere un lavoro part-time o a rinunciare al proprio lavoro fuori casa. Per tali ragioni, sempre più spesso, le neo-mamme affidano la propria prole a nonni, famigliari o amici. Anche se a volte con non poche preoccupazioni.Durante la propria assenza, una mamma vorrebbe lasciare il proprio figlio in strutture gestite da personale specializzato particolarmente attento all’aspetto pedagogico e al rapporto con i genitori.

I vantaggi degli asili nido aziendali in Italia: rilevazione del fabbisogno e normativa

Per cercare di andare incontro alla coppia di neo-genitori, per facilitare (almeno in parte) il ruolo delle madri ed evitare l’assenteismo sul lavoro legato alla presenza dei figli, alcune aziende hanno creato dei nidi aziendali.

In questa struttura il genitore che lavora ottiene dei vantaggi:

  • Costi vantaggiosi
  • Struttura con personale qualificato
  • Orario di custodia più flessibile
  • Riduzione dello stress relativo alla "sistemazione e cura" dei figli durante l'orario di lavoro

D'altra parte, creare un nido aziendale significa vantaggi anche per l'azienda. In primis, tale iniziativa favorirà l'immagine dell'azienda anche tra i lavoratori, promuove e sostiene il lavoro femminile. Segnaliamo il sito Asilinido.biz che pubblica l'elenco delle aziende che hanno segnalato la presenza del nido aziendale.

Gli aspetti positivi

Spesso quando si parla di asili nido aziendali si considera solo il fatto che grazie alla loro presenza le mamme lavoratrici possono riprendere il proprio lavoro, nella totale sicurezza di aver lasciato il proprio bambino in mani sicure ed esperte. Ma gli aspetti positivi di un asilo nido sono molti altri, coivolgono soprattutto i bambini che li frequentano e sono illustrati nelle’elenco che segue.

  • Migliora la capacità dei bambini di relazionarsi fin da piccoli con gli altri.
  • Aiuta ad imparare a convivere con altre persone e a dividere gli spazi e gli oggetti, come i giocattoli. Quando il bambino sta a casa è libero di giocare con tutto ciò che vuole, soprattutto se non ha fratelli o sorelle, all’asilo tutto deve essere condiviso con gli altri.
  • Migliora la sicurezza in se stessi e la personale capacità di adattamento.
  • Aiuta ad essere più autonomi, indipendenti e responsabili. I bambini che frequentano un asilo nido imparano da subito che gli oggetti vanno trattati con cura, permettendo così di essere utilizzati anche dagli altri. Nel caso in cui un bambino rompe un gioco, non succede come a casa che il giorno dopo la mamma o il papà ne comprano uno uguale, il gioco rotto è ormai rovinato e viene buttato. Il bambino così impara a tenere alle cose che utilizza e a maneggiarle con cura.
  • Migliora le sue capacità cognitive e logiche grazie alla partecipazione a laboratori e attività specifiche. In un asilo nido tutte le discipline sono studiate per il benessere dei bambini, anche le simpatiche canzoncine che le insegnanti gli insegnano hanno uno scopo didattico.

Lo scopo principale delle strutture di questo genere è aiutare i bambini a crescere in salute e benessere, grazie alla partecipazione di percorsi equilibrati e studiati appositamente e alla presenza di personale qualificato e professionale. Spesso la maestra dell’asilo diventa un punto di riferimento importante sia per la mamma sia per il bambino. Inoltre la frequentazione di una struttura del genere aiuta il bambino ad imparare le prime conoscenze e a sviluppare le prime abilità, che gli saranno utili per tutta la vita e serviranno a costruire una personalità forte e dinamica.





Potrebbe interessarti

Servizi inps online: cos’è e come funziona il Pin che hai in dotazione?

Immagine esemplificativa contenuta nell'articolo Servizi online INPS: cos’è e come funziona il Pin che hai in dotazione?

Il Pin INPS Online è un codice personale di identificazione con il quale il cittadino può accedere telematicamente ai servizi online dell’INPS. Per ottenere il codice PIN occorre seguire una procedura che trasforma il PIN ordinario e in PIN dispositivo. Cosa significa? Approfondisci la lettura per saperne di più.

Dichiarazione redditi: 730 o modello Unico? Scopri le differenze

La dichiarazione dei redditi è lo strumento fiscale con cui il contribuente dichiara i propri redditi e ne corrisponde i tributi al fisco. In base al D.P.R. 600/73, la dichiarazione redditi è un atto pubblico che può essere consultato gratuitamente. 

Pensione parasubordinati e autonomi

Con la legge n.98 del 26 luglio 2010, anche i parasubordinati, gli autonomi occasionali, i lavoratori con contratti co.co.co. e gli associati in partecipazione, possono richiedere la pensione all'Inps; che ha creato gestioni separate (Legge 8 agosto 1995 n. 335) apposite per regolare tali categorie di lavoratori.

Reddito riparametrato (equivalente): come si calcola

In periodo di iscrizione all'università, molti studenti sentono parlare la prima volta di reddito riparametrato, o detto reddito equivalente. Ma di cosa si tratta?

Mobilità Scuola 2018/19: i corsi di perfezionamento per ottenere punteggio

mobilità del personale scolastico

Negli ultimi mesi si è discusso a lungo per il rinnovo del contratto sulla mobilità che interessa più di un milione di lavoratori tra docenti e personale ATA. A febbraio si è giunti, finalmente, alla sottoscrizione di un accordo tra MIUR e sindacati che ha visto la proroga integrale del Contratto sulla mobilità 2017/18 per l’anno scolastico 2018/19.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Buonuscita per il licenziamento: chi ne ha diritto?

Definita anche “trattamento di fine rapporto” (o TFR), la buonuscita per il licenziamento è una retribuzione alla quale ha diritto il lavoratore dipendente alla fine della prestazione lavorativa, a prescindere dalla sua ragione.

Aprire un'officina: scopri come cominciare!

lavorare come meccanico in officina

Una professione che certamente non avrà mai problemi di carenza di lavoro è sicuramente quella del meccanico per auto o per moto.

Come aprire una tipografia?

Prima di aprire una tipografia è necessario valutare con la massima attenzione i costi e gli oneri economici che possono essere connessi a un'attività imprenditoriale di questo tipo. L'evoluzione tecnologica del settore ha indotto i professionisti di questo ambito a mettere da parte i vecchi macchinari a inchiostro per fare posto a strumentazioni digitali che promettono risultati decisamente migliori anche dal punto di vista della velocità di esecuzione.

CCNL Artigianato: un approfondimento che non ti puoi perdere

Il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) è riservato a tutti i tipi di lavoratori delle aziende appartenenti ai settori legati al commercio e al terziario.

Il contratto a intermittenza: in cosa consiste questo contratto?

tipologia di contratto ad intermittenza

Il contratto di lavoro a intermittenza (detto anche “a chiamata” oppure “job on call”) è regolamentato dagli articoli 33-40 del decreto legislativo 276/03 modificato in parte dalla legge 92/2012. Il lavoratore si presta a offrire le proprie prestazioni per periodi specifici e stabiliti durante la settimana, il mese o l'anno, dedicandosi ad attività di natura saltuaria.

Lavorare nell’agenzia di comunicazione: di cosa si occupa un centro media

L’agenzia di comunicazione è anche definita centro media ed è un intermediario tra impresa e media ed ha il compito di ideare, ottimizzare e monitorare il media planning dell’impresa o dell’istituzione.

Leggi tutto...

Eataly: lavora con noi è il loro motto!

lavorara con Eataly

L'apertura di Eataly Roma ha avuto una duplice valenza: la possibilità di attirare ancor più turisti e riuscire in un periodo così delicato ad offrire lavoro ad oltre duecento persone.

Leggi tutto...
Go to Top