Trovare lavoro non è un’impresa facile, soprattutto perché la concorrenza al giorno d’oggi è alta: perché allora non investire nella propria formazione e aumentare le proprie conoscenze per risaltare in mezzo a tanta altra gente?

Con l’aumento della digitalizzazione, sempre più aziende stanno approdando su internet, aprono pagine sui social network e gestiscono siti dove forniscono informazioni sul loro lavoro e tengono aggiornati i possibili clienti. Sono necessarie, perciò, sempre più figure specializzate in grado di gestire queste risorse: sviluppatori, programmatori, manager, editor.

Se si vuole investire, quindi, in un lavoro promettente, duraturo e proficuo, una delle migliori strade è quella di intraprendere una carriera proprio nel settore delle tecnologie e dell’informatica. Il vantaggio infatti sta nel fatto che questo mondo è in continua espansione ed in continuo aggiornamento: ogni giorno ci sono delle nuove funzionalità, nuove piattaforme, nuove informazioni. Per questo sono disponibili migliaia di percorsi lavorativi differenti e stimolanti. Un ulteriore punto a favore di questo ambiente, è che non bisogna per forza avere una laurea, un master e un dottorato in informatica. Quello che le aziende e i responsabili delle assunzioni cercano sono soprattutto la voglia di imparare e le famose soft skills, ovvero le competenze trasversali. È molto richiesta, infatti, l’abilità di sapersi adattare e di coniugare due settori che a prima vista potrebbero sembrare del tutto scollegati. Per questo motivo saper programmare e costruire un sito web dal nulla potrebbe portarti a lavorare per qualsiasi azienda in qualsiasi settore. Perciò non resta altro che avvicinarsi al mondo della programmazione.

Come imparare a programmare se non si hanno le basi? Si può partire da zero? 

Assolutamente sì. Digitando semplici parole come “corso per programmatori” o “imparare a programmare dal nulla” in un qualsiasi motore di ricerca, si trovano numerose opportunità, diversi corsi che di distinguono per metodo di insegnamento, durata, linguaggio di programmazione e obiettivo finale. Per diventare sviluppatore web, quindi, c’è davvero l’imbarazzo della scelta: tra gli istituti formativi che ci sentiamo di segnalare per affidabilità e qualità dell’offerta, c’è aulab, che vanta un ottimo numero di assunzioni post-corso. 

Ma se su internet si trovano tante risorse gratuite, tanti video, tante informazioni, perché scegliere di frequentare un corso? Sicuramente, se si hanno le condizioni economiche, è meglio seguire un percorso guidato da insegnanti, tutor ed esperti qualificati che hanno già esperienza nel campo della programmazione. Loro possono darti consigli e suggerimenti su come risolvere dei problemi, aiutarti quando ti blocchi e far sviluppare le tue abilità e i tuoi ragionamenti. E questo può fare la differenza.

In fin dei conti, però, il vero ed unico metodo per avanzare nel mondo della programmazione è la pratica. Studiare pagine e pagine di codice dai libri, senza mai applicare le regole apprese non servirà a niente. L'unico modo efficace per imparare bene e velocemente è proprio quello di provare, provare e ancora provare. Sembra una frase fatta, ma in questo campo “imparare dai propri errori” è quasi una filosofia di vita: senza esercitarsi e senza commettere sbagli, non si impara e non si cresce. 

formazione-lavoro.jpg

Un altro fattore importante, però, è la pazienza: scrivere un codice all’inizio potrebbe richiedere ore ed ore, ma non bisogna scoraggiarsi subito. Del resto, come ogni altra cosa, scrivere un codice richiede i suoi tempi. Dopo aver fatto un po’ di esperienza e dopo aver preso mano con il linguaggio di programmazione, il lavoro sarà molto più semplice. 

Armandosi di pazienza, voglia di imparare, di mettersi in gioco e in discussione, le porte del lavoro si apriranno se saprai applicare le conoscenze apprese nel tuo percorso di formazione, e le tue possibilità aumenteranno se non smetterai mai di imparare.

Potrebbe interessarti

Corsi singoli: la nuova offerta Icotea

I corsi singoli sono un’opportunità messa a disposizione di chi, per motivi di aggiornamento culturale e professionale, intende seguire insegnamenti universitari, senza però iscriversi ad un corso di laurea.

Ecocert INPS: ecco cos'è l'estratto conto contributivo

Ecocert INPS

Prima di riscuotere la rata della pensione, è bene controllare il suo ammontare e quello che eventualmente non quadra in merito. Un lavoratore ha la possibilità di valutare la propria posizione previdenziale servendosi dell'estratto conto contributivo.

CO CO PRO: tutte le caratteristiche di questo tipo di contratto

CO CO PRO

Il contratto co.co.pro. è nato dalla Legge Biaggi come sostituzione del contratto di collaborazione coordinata e continuativa (altrimenti detto co.co.co.).

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Requisiti per aprire un asilo nido: conosci le normative al riguardo?

aprire un asilo nido

Aprire un asilo nido? Oggi l'iter burocratico per aprire quest'attività è abbastanza chiaro e significa l'inizio di una attività imprenditoriale a tutti gli effetti. In primis è bene considerare la domanda per tale tipo di servizio. Oggi in Italia si registrano più di 3000 asili nido pubblici, oltre alcune centinaia di strutture per l'infanzia convenzionate; ciò nonostante sono numerosi i bimbi sotto ai 3 anni esclusi dalla graduatoria dagli asili nido pubblici.

Calcolo pensione Inarcassa: come fare?

calcolo della pensione inarcassa

In materia di pensione e di previdenza esistono delle strutture pensionistiche apposite chiamate casse di previdenza. Le casse di previdenza sono degli organismi ben precisi ai quali fanno riferimento specifiche categorie di lavoratori: vediamo come muoversi per il calcolo pensione Inarcassa.

Quanto guadagna un chimico: tante opportunità in tutto il mondo!

immagine per Quanto guadagna un chimico

Che lavoro fa e quanto guadagna un chimico? La chimica può essere considerata, così come la fisica, una delle branche della scienza più significative, in quanto tutto ciò che esiste nel mondo, sia esso naturale o artificiale, è costituito da prodotti chimici. 

Leggi anche...

Curriculum vitae: esempio pratico. Ecco come compilarlo passo passo

come compilare il curriculum vitae

Il curriculum vitae è composto solitamente da più sezioni le quali non differiscono poi di molto tra il formato tradizionale, quello europeo o lo schema europass (che mostreremo più avanti nel corso del nostro approfonimento).

Leggi anche...

Manovra anti-coronavirus: ecco le norme del decreto a sostegno dell'Italia

manovra anti-coronavirus

La manovra anti-coronavirus è stata approvata oggi a seguito di un’importante riunione del Consiglio dei Ministri. È stata infatti finalmente approvato il decreto denominato "Cura Italia". In esso sono contenute le norme a sostegno dell’Italia e le misure economiche necessarie a rispondere all'emergenza dovuta al coronavirus.