Tra le varie professioni legate al mondo dello spettacolo, quella dell'attore pubblicitario fa gola a molti. Soprattutto agli inizi, gli aspiranti artisti che intendono diventare famosi, farsi conoscere e successivamente ottenere parti più importanti in televisione, a teatro e al cinema, intraprendono questa carriera e decidono spesso di fare casting per attori.

Affrontare un casting per la pubblicità

Per affrontare al meglio un casting, è necessario in primis uno studio lungo e approfondito; non è infatti vero che per interpretare dei ruoli di attore all'interno di una pubblicità basti poco. Bisogna essere infatti preparati tanto quanto gli attori cinematografici e teatrali e avere lo stesso talento; in molti casi un giovane attore si presta sia a parti pubblicitarie, che teatrali o cinematografiche, mescolando i vari curricula.

Peravere una parte dopo le selezioni di un casting, è importantissima la preparazione, le nozioni acquisite in precedenza e tanta forza di volontà, tali prerogative sono importantissime soprattutto per coloro che intendono lavorare nel settore e diventare qualcuno, evitando il rischio di una carriera fugace.

Lo studio degli attori

diventare attori per pubblicità

Anche l'attore delle pubblicità dunque ha anni di studio e di approfondimento alle spalle e fa una lunga e difficile gavetta. Durante una prova di questo tipo è infatti fondamentale, al pari dei provini teatrali e cinematografici, la conoscenza delle tecniche attoriali quali: modulazione e uso della voce che segua il personaggio da interpretare; adoperare il linguaggio del corpo in sincronia con quello che si dice; avere una corretta dizione; immedesimarsi nel personaggio, rilassarsi mentalmente e fisicamente prima del casting ecc.

Consigli utili

Com’è stato già detto in precedenza superare un casting pubblicitario non è un gioco da ragazzi ma bisogna avere comunque una preparazione adatta e la grinta giusta. A differenza di quanto accade nei casting per attori, in uno pubblicitario il tempo per farsi conoscere è minore, quindi bisogna cercare di giocarsi subito le carte migliori.

Oltre alla bravura però per questo genere di servizi è necessario avere le caratteristiche fisiche ed espressive richieste, infatti, mentre un film ha generalmente una durata di 120 minuti e quindi l’attore deve recitare diverse scene, uno spot pubblicitario dura pochi secondi e in questo caso le caratteristiche fisiche sono l’elemento che fa la differenza per attirare l’attenzione del pubblico al quale la pubblicità è rivolta.

Lo scopo degli spot è quello di catturare l’attenzione di chi li guarda e indurli a comprare il prodotto o il servizio pubblicizzato, quindi il messaggio di vendita sarà immediato e chiaro. La maggior parte dei casting per attori e attrici pubblicitari sono organizzati nelle città di Roma e di Milano, città italiana famosa anche per il mondo della moda. Di seguito sono elencate alcune delle più conosciute agenzie di moda e spettacolo.

  • Paola Bonelli, all’interno di questa conosciuta agenzia troverete del personale qualificato e professionale, che vi consiglierà solo i provini più adatti alle vostre personali credenziali.
  • Diberti & C. un marchio molto conosciuto nel mondo dello spettacolo che vanta la collaborazione di personale esperto e cortese.
  • Alessandro Pellegrini Management un’agenzia che ha conquistato il panorama dello spettacolo grazie alla professionalità del suo staff e alla formazione dei suoi iscritti.
  • Studio Antonangeli propone ai suoi iscritti solo i casting pubblicitari più adatti alle personali qualità fisiche e attitudinali.
  • Close Up una nota agenzia romana che vanta la presenza di uno staff professionale e cortese che accompagna il fututo attore pubblicitario in tutti gli step della sua formazione.
  • Cristiano cucchini Management un nome noto nel mondo dello spettacolo grazie alla professionalità dei suoi iscritti e dei suoi collaboratori.
  • Agenzia de Santis opera da anni nel settore della moda e dello spettacolo e offre ai suoi iscritti solo i migliori casting.


Potrebbe interessarti

Riforma del lavoro: la storia degli ultimi interventi

Immagine esemplificativa di un contratto dopo la riforma del lavoro

Il Governo Monti ha presentato, dopo delle riunioni con partiti e associazioni sindacali, la sua riforma per il lavoro. Si prevedono modifiche per l’articolo 18, ammortizzatori sociali, contratti di lavoro e cassa integrazione.

Leggi tutto...

Quota 100: tutto sul progetto rilanciato dal M5s

Imagine esemplificativa che rimanda alla quota 100

Con il termine Quota 100 si intende la proposta diretta ad anticipare l'età pensionabile dei lavoratori che sono regolarmente iscritti ai fondi di previdenza che gestisce l'assicurazione generale obbligatoria, ovvero l’AGO; alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi, alla gestione separata per i fondi sostitutivi e per quelli esclusivi dell'assicurazione generale obbligatoria. 

Leggi tutto...

Legge sulla Privacy nel Curriculum Vitae

informativa sulla privacy da inserire nel curriculum

Quando sono in cerca di personale, sempre più aziende liquidano la questione della privacy delle informazioni del curriculum del candidato con la richiesta generica di autorizzare il trattamento dei dati.

Leggi tutto...

Il contratto Co.co.pro.: tutte le caratteristiche

Il contratto co.co.pro. è nato dalla Legge Biaggi come sostituzione del contratto di collaborazione coordinata e continuativa (altrimenti detto co.co.co.).

Leggi tutto...

Mepa, cos'é e come funziona

Le pubbliche amministrazioni per poter funzionare a dovere devono ovviamente sapersi organizzare in modo strutturato, ordinato ma soprattutto in modo esauriente. I servizi che sono offerti dalle varie PA sono tantissimi ed essi si basano sulla semplice compravendita: la popolazione chiede una prestazione, un bene o un servizio e la pubblica amministrazione, mediante terzi, elargisce il tutto. 

Leggi tutto...

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Offerte di lavoro in Toscana: scopri gli annunci online

Immagine di un giornale con offerte di lavoro in Toscana

Trovare offerte di lavoro in Toscana, anche in tempi di crisi come questi, è meno difficile di quanto possa sembrare: tra le regioni più ricche di storia e cultura che ogni anno attira ogni anno moltissimi turisti, rendendo il settore terziario una fra le risorse più importanti per chi cerca un impiego.

Leggi tutto...

Lavoro ripartito: diritti e doveri

Il contratto di lavoro ripartito, anche detto Job Sharing, è stato introdotto dalla Riforma Biagi ed è disciplinato dal D. Lgs. n. 276/2003, art. 41 – 45. Con un contratto di lavoro ripartito si intende quello nel quale due lavoratori si impegnano ad adempiere solidalmente ad un'unica e identica obbligazione lavorativa.

Leggi tutto...

Turni di lavoro e del riposo settimanale: parte integrante di un piano d'Impresa

turni di lavoro

In base all’art. 1, comma 2, lett. b), D.Lgs. n. 66/2003 si intende per “periodo di riposo” qualsiasi periodo che non rientra nell’orario di lavoro (pause, riposi giornalieri, riposi settimanali, ferie). Il riposo giornaliero, in base a tale decreto legislativo, consiste nel diritto del lavoratore a 11 ore di riposo consecutivo ogni 24 ore, ad eccezione:

Leggi tutto...

Lettera di richiamo: in cosa consiste l'ammonimento scritto

La lettera di richiamo è uno dei provvedimenti disciplinari che il datore di lavoro può impugnare per far rispettare gli accordi contrattuali al proprio dipendente. Oggi daremo uno sguardo più dettagliato su uno dei provvedimenti che spesso causa delle vere e proprie diatribe sul posto di lavoro.

Leggi tutto...

Contratto nazionale edilizia: retribuzione e ferie

contratto nazionale edilizia

Il CCNL relativo ai lavoratori edili è stato rinnovato . Vediamo in sintesi quali sono le caratteristiche principali relative al contratto nazionale di questo settore, nato dall'accordo fra ANCE, Feneal UIL, Filca CISL e Fillea CIGL. Ogni triennio è prevista chiaramente una nuova riformulazione, per cui si rimanda al triennio in questione per verificare tutti gli aggiornamenti del caso.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Offerte per chi vuole lavorare nel design

lavorare nel mondo del design

Il lavoro del designer, alla lettera “progettista”, consiste nella realizzazione dal punto di vista della progettazione, di determinati artefatti utili per un utilizzo domestico, lavorativo, ecc. In Italia, dunque, chi lavora in ambito di design è una figura professionale con una serie di competenze specialistiche in grado di qualificarlo dal punto di vista della capacità e dell'attitudine alla progettazione di oggetti, principalmente per interni.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavoro nutrizionista: l'esperto del dimagrimento

Quando si intraprende una dieta è bene non fare di testa propria, affidandosi a regimi alimentari dietetici fai da te, ma rivolgersi a un bravo nutrizionista.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Colloquio di gruppo: come affrontarlo?

Il colloquio di gruppo, anche detto Assesment Center, è un tipo di selezione in cui i candidati vengono invitati alla fase di recruitment insieme ad altri allo scopo di verificarne il potenziale tecnico, ma anche psico-sociale.

Leggi tutto...
Go to Top