Con i vari cambiamenti e le riforme politiche, il lavoro dei giovani nella Capitale ha definito la sua presenza decisiva tra le priorità del Governo, sempre più fermo nell’abilitare nuovi stratagemmi per aiutare gli italiani, partendo da quelli della capitale. Vediamo quindi come può aiutare in questa situazione un Centro per l'impiego a Roma.

La disoccupazione (dai 18 ai 30 anni) è intorno al 40 % e si fa molta fatica a trovare un impiego davvero dignitoso. I ragazzi vogliono costruirsi un futuro: invece di vedersi proposte delle opportunità, sono sempre criticati come oggetto di “fallimento della società”.

Imprenditoria, concorsi e fisco: qualche chance in più

“Quello che agevola i meno maturi, giova alla nazione. Ciò che rende difficoltoso il futuro dei giovani, segna inesorabilmente il futuro del Paese” ha dichiarato Mario Monti, parlando del lavoro dei meno maturi, sottolineando le gravi difficoltà che incombono su di loro e sui loro coetanei in tutto il Paese. Ormai la crisi è nella sua fase più acuta, e l’Italia sta tentando di riprendersi grazie alla “politica giovanile”.

Le possibilità imprenditoriali per i meno maturi

immagine per Centro per l'impiego a Roma

Si dà spazio all’imprenditoria agevolata per i ragazzi entro i 35 anni, dove la costituzione di una società comporta finanziamenti di diverso tipo, anche a fondo perduto, fornendo tranquillità nell’avvio di una propria impresa. Un limite però che è stato annunciato è che sarà necessaria la dimissione di un socio quando viene superata l’età di 35 anni. Il lavoro dei giovani è altresì favorito da un più rapido accesso alle professioni: i tirocini saranno di breve durata ed una parte di essi può essere effettuata durante parte finale degli studi. Anche le banche dovrebbero favorire i ragazzi, proponendo dei mutui per i ragazzi sotto i 35 anni, con agevolazioni su tassi e concessioni. inoltre vi è sempre la possibilità di rivolgersi ad un Centro per l'impiego a Roma.

Tempo determinato agli sgoccioli e l’apprendistato

Il ministro Fornero ha dichiarato che l’apprendistato sarà il contratto di lavoro dei ragazzi con buone possibilità di diventare un ingresso standard nelle aziende. E' un contratto a tempo indeterminato indirizzato alla formazione ed alla permanenza nell’impresa: prevede una qualifica riconosciuta in diverse forme (apprendistato ad alta formazione e ricerca o professionalizzante) ed è vantaggioso per la ditta che può anche contattare i candidati rivolgendosi ha chi ha lasciato i propri dati presso un Centro per l'impiego a Roma.

Le parole del ministro Fornero

Si dà così inizio alle innovazioni di impiego: battaglia agli stessi tempi determinati e alle collaborazioni e partite IVA irregolari. Tra le novità è stato istituito anche un “premio di stabilità” per le imprese che trasformano i contratti precari in stabili.

Portali per la ricerca di lavoro nella Capitale

Cerchi un lavoro nella Capitale? Vuoi approfittare di tutte le offerte che la capitale mette a disposizione? Oltre alla possibilità di rivolgersi presso un Centro per l'impiego a Roma, Eco di Roma ha raccolto i migliori siti che si occupano di offerte e proposte lavorative. Non ti resta che scegliere.

Roma On Line

Offerte di lavoro Capitale e provincia, annunci di impiego a tempo indeterminato e part time nel Lazio per diplomati e laureati. L’ideale per chi cerca lavoro nella capitale.

Roma Forever

La sezione di questo sito che vi presentiamo si occupa di cerca lavoro, promuovendo le migliori offerte e i migliori annunci. Cerca con JobCrawler il tuo lavoro: forum lavoro.

Lavoro a

Un sito specializzato perchè specifico per ogni territorio. Nello specifico propone alcune offerte molto interessanti.

Clicca Lavoro

Lavoro, offerte e annunci vari. Di questo si occupa questo sito web. Chi cerca una occupazione in città potrà avere una grande quantità di scelta a disposizione.

Porta Portese

Il rinomato periodico romano si occupa di assistenza per chi vuole lavorare da anni. Da sempre propone iinteressante offerte e grandi opportunità per chi cerca di stabilizzarsi nel mondo lavorativo. 

Job your life

E’un portale dove sono raccolti numerosi annunci di lavoro riguardanti la capitale ma anche diverse province italiane. Sono illustrati anche i requisiti fisici e attitudinali che l’interessato deve possedere, il titolo di studio, l’età massima, esperienze nel settore precedenti, la retribuzione, la tipologia di contratto e le modalità di presentazione della propria candidatura.

Facile.it

E’un sito dedicato alla vendita di articoli di vario genere che ospita però anche numerose richieste di occupazione da parte di piccole e medie aziende ma anche singoli privati. Sono elencati anche i requisiti richiesti e le modalità di presentazione della domanda.

Help lavoro

Offre opportunità interessanti nella capitale, specificando per ogni richiesta l’età massima che il candidato deve avere, i requisiti, il titolo di studio, eventuali esperienze maturate nel settore negli anni precedenti e dei consigli su come presentare un’allettante candidatura.

Corriere Lavoro

Ospita oppurtunità di lavoro richieste da imprese e privati su tutto il territorio italiano, specifica anche il titolo di studio che l’interessato deve aver conseguito, in alcuni casi la votazione minima di quest’ultimo, la tipologia di contratto, la retribuzione e le precedenti esperienze lavorative nel settore. 

Career Jet

E’un portale che raccoglie annunci nella Capitale e nell’intera nazione, le caratteristiche che deve possedere il candidato, come l’età, il titolo di studio ecc. e le modalità di presentazione della propria domanda. Nel sito ci sono anche diversi annunci che permettono di partecipare a dei corsi di formazione e dei suggerimenti su come sostenere al meglio un colloquio di lavoro.

Monster Italia

E’il più noto portale che ospita un database di tutto rispetto nel quale inserire il proprio curriculum vitae e leggere annunci di lavoro che provengono da tutto il mondo. All’interno del sito è possibile scoprire anche i segreti per scrivere un curriculum vitae vincente, come sostenere un colloquio lavorativo e un colloquio di gruppo.

Kijiji

E’un sito dove è veramente semplice consultare le varie opportunità lavorative della capitale e trovare diverse opportunità di guadagno.

Opportunità di lavoro nel turismo a Roma e nel Lazio

immagine per Centro per l'impiego a Roma

Oggi il settore del turismo offre numerose opportunità di lavoro, visto che è un settore molto dinamico e sempre in crescita e moltri ragazzi offreno le loro qualifiche presso un Centro per l'impiego a Roma. Le opportunità di lavoro nel turismo sono molte, basti pensare a tutte le strutture alberghiere, alle numerose agenzie di turismo e ai divertenti animatori turistici dei villaggi. Altrimenti la Capitaleconcede opportunità di lavoro nel turismo offrendovi direttamente la possibilità di aprirvi una personale agenzia di viaggio.

In alternativa, se conoscete bene le lingue straniere vi consigliamo l’opportunità di lavorare nella Capitalecome guida turistica, oppure di cementarvi nel mondo degli albergatori. Nel Lazio poi le opportunità di lavoro nell’ambito del turismo sono abbondanti, visto che ricercano guide turistiche per Latina, Roma e il Lazio.

Invece per chi desidera mettere in pratica le proprie capacità comunicative potrà interessarsi all’opportunità di lavoro presso le agenzie turistiche nella Capitale e anche in tutto il Lazio. Soffermandoci alle opportunità di lavoro nel turismo, nel Lazio, altre occasioni arrivano da un’importante tour operator che si trova a Frosinone il quale cerca, per ampliamento organico, consulenti di vendita.

Chi può iscriversi?

Si dice che il lavoro nobilita l’uomo. Se siete alla ricerca di un’occupazione, è importante sapere come procedere per iscriversi al centro per l’impiego di Roma. Ecco chi contattare.

Fino al 2003 i centri per l’impiego si chiamavano uffici di collocamento. Poco è cambiato, l’obiettivo è sempre quello: far incontrare domanda e offerta. Per effettuare l’iscrizione al Centro per l'impiego a Roma è necessario essere cittadini italiani oppure stranieri ma con valida documentazione per soggiornare in Italia. E’ un requisito, inoltre, avere almeno 16 anni di età ed essere inoccupati o disoccupati. Per inoccupato s’intende colui che non abbia mai svolto un lavoro retribuito di nessun tipo; il disoccupato è invece chi, per vari motivi, perde il lavoro.

Dallo scorso anno, è possibile iscriversi in qualsiasiCentro per l'impiego a Roma Capitale, senza vincoli relativi al proprio domicilio.

Come effettuare l’iscrizione

L’iscrizione al Centro per l'impiego a Romanon può essere effettuata online, ma bisogna recarsi di persona al centro scelto, portando con sé un valido documento d’identità e il codice fiscale. Dopo aver dato la disponibilità immediata al lavoro (altro requisito), si affronterà un colloquio finalizzato alla compilazione della scheda personale, che andrà poi nella banca dati.

I cittadini non italiani devono presentare il permesso di soggiorno (in originale) o il cedolino di rinnovo dello stesso.

I contatti e gli orari 

Ogni Centro per l'impiego a Roma segue i seguenti orari:

  • Lunedì – mercoledì – venerdì: 9:00 – 12:30
  • Martedì - giovedì: 9:00 – 12:30 e 14:45 – 16:45

Per la lista completa dei centro per l'impiego a Roma è possibile visitare il sito di RomaLabor. Su questo sito troverete diversi indirizzi mail, poiché ci troviamo in una “fase di transazione”. Si sta procedendo al cambio delle caselle mail ed al momento sono attivi entrambi i domini, provincia.roma.it e cittametropolitanaroma.gov.it. Il secondo andrà a sostituire il primo, quindi con gli indirizzi mail sotto elencati andate sul sicuro.

Non esiste un solo Centro per l'impiego a Roma ma vari. Li elenchiamo di seguito, con numeri di telefono ed orari di apertura. Ricordiamo che è presente un Centro per l'impiego a Roma anche all’interno delle università La Sapienza, Roma Tre, Tor Vergata e LUISS. Per contattarli, rimandiamo al sito citato in precedenza.

Primavalle

Il Centro per l'impiego a Roma di Primavalle si trova in via Decio Azzolino 7, nei pressi di via di Boccea.

Come arrivare: per raggiungere il centro, è possibile prendere il Grande Raccordo Anulare fino all'uscita 2, via di Boccea.

Telefono: 06/61662682

Indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Torre Angela

Il Centro per l'impiego a Roma di Torre Angela, zona est della Capitale, è in via Jacopo Torriti 7.

Come arrivare: dal GRA, prendere l'uscita 17 per Tor Bella Monaca o la numero 18, Casilina (procedendo verso fuori città). 

Telefono: 06/2017542

Indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tiburtino

L'indirizzo del cCentro per l'impiego a Roma Tiburtino è via Scorticabove, 77.

Come arrivare: se prendete il Raccordo, la vostra uscita è la numero 13, direzione centro. Altrimenti, scegliete la Tiburtina. Via Scorticabove si trova infatti a pochi metri dalla consolare. La fermata metro più vicina è quella di Rebibbia, capolinea della linea B.

Telefono: 06/45614901

Indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cinecittà

Il Centro per l'impiego a Roma di Cinecittà è sicuramente il più frequentato. Si trova in via Rolando Vignali, 14.

Come arrivare: dal Raccordo, prendere l'uscita 21, Tuscolana in direzione Centro.

Telefono: 06/67668278

Indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Quanti disoccupati ci sono in Italia?

immagine per Centro per l'impiego a Roma

Secondo le statistiche, a febbraio 2015 in Italia la disoccupazione era al 12,7% (dal sito dell’Istat). Tanto per parlare di disoccupazione giovanile, sappiate che, sempre a febbraio 2015, il dato era al 10,8%. Quindi, di tutti i giovani tra i 15 e i 24 anni presenti in Italia, il 10% era disoccupato. Quello che mi chiedo è (e parlo da ignorante): a 15 anni un giovane non sta ancora a scuola? E se tutto va bene, non finisce l’università intorno ai 23-24 anni? 

A questo proposito ho trovato un interessante articolo su Borse.it dell’8 gennaio 2015. A parlare era Primo Mastrantoni dell’Aduc (Associazione per i diritti degli utenti e consumatori), che sottolineava come il dato di disoccupazione giovanile del 43,9% non fosse veritiero. Il dato vero, sosteneva Mastrantoni, era di 12,9%. Si sarebbe raggiunto il tasso più alto solo se si fossero considerati come disoccupati anche gli studenti delle scuole superiori o delle università (leggi l’articolo).

E il lavoro in nero?

D’altra parte, sempre per il periodo di febbraio 2015, gli occupati sono 22.240.000. E il lavoro non regolare, il famigerato “sommerso”? In quale statistica rientra?

Stando ad un articolo pubblicato sul sito della CGIA di Mestre nel 2011, i lavoratori in nero ammontavano a 3 milioni e producevano (per così dire) una cifra pari al 6% del PIL nazionale. Per farsi un’idea di quant’era l’evasione fiscale, basti pensare a questo: ognuno di noi, in media, stava evadendo 700 € all’anno.

Adesso, che il lavoro in nero e la conseguente evasione fiscale siano un danno, potremmo starne a discutere per ore. Sono fresche le notizie di cronaca che ci hanno raccontato (in parte) dove vanno a finire i nostri soldi: Mose, Mafia Capitale, Expo ecc. Il circolo vizioso è ben avviato e non sappiamo quando riusciremo ad uscirne.

Non sono laureata in economia, quindi non ho le competenze per dare un giudizio assoluto. E’ chiaro che lo scenario ideale sarebbe una tassazione più bassa (per imprese e singoli) e niente sprechi. Tutti pagano e i soldi vengono investiti in opere realmente utili alla società. E’ altrettanto chiaro che la situazione attuale è lontana anni luce da questo scenario.

Voglio concludere, quindi, ricordando quello che disse Milton Friedman, Premio Nobel per l’economia nel 1976: l'Italia si regge ancora grazie al mercato nero e all'evasione. 

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Astensione obbligatoria: un diritto delle mamme lavoratrici

astensione obbligatoria

In caso di parto prematuro, la legge 53/2000 stabilisce che l’astensione obbligatoria debba comunque essere di 5 mesi. Quindi se la lavoratrice- mamma non ha goduto del periodo pre-parto di 2 mesi, potrà aggiungere ai tre mesi post-parto i giorni non goduti prima del parto, nel limite massimo di cinque mesi. In caso di parto prematuro la lavoratrice dovrà presentare il certificato attestante la data del parto entro un mese dal lieto evento.

Tabella pensionamento: una guida completa dell'argomento

Immagine d'esempio usata nell'articolo sulle tabelle di pensionamento

Il Decreto “Salva Italia” ha portato ad una sostanziale riforma di tutto il sistema della previdenza italiana. Il passaggio finale dal sistema retributivo al contributivo e l’innalzamento dell’età pensionabile hanno portato ad un rifacimento della tabella delle pensioni, che vede il tentativo di diminuire il divario tra i contributi versati e le mensilità ritirate da chi ha smesso di lavorare, di pari passo con un inasprimento delle condizioni per concludere la sua vita lavorativa.

Corsi di formazione utili per trovare lavoro: sai scegliere?

i corsi di formazione per aziende e studenti

Per affrontare al meglio il mondo del lavoro, è anche necessario ampliare le conoscenze acquisite durante precedenti gli studi precedenti. Oltre a scegliere l'università giusta o il settore lavorativo adatto, è dunque indispensabile cercare nuove forme di ampliamento e aggiornamento delle competenze ed avere così maggiore probabilità di crescere tramite i corsi lavorativi. Si consiglia ovviamente di scegliere con cautela il corso (tra le centinaia di enti che erogano formazione e/o che semplicemente affittano l'aula a terzi per questo scopo).

I più condivisi

La maternità nel CCNL Contratto di Commercio: come muoversi

Il CCNL Contratto di commercio, rinnovato dal 1 gennaio 2011 fino al 31 dicembre 2013, dedica un intero titolo alla disciplina della maternità, definendone l’intero quadro normativo in termini di diritti, retribuzione, permessi e astensione dalla prestazione lavorativa.

Aprire la partita IVA: tutte le informazioni necessarie per farlo in modo consapevole

L’obbligo di apertura subentra nel momento in cui una specifica attività non viene più svolta occasionalmente, ma abitualmente, ovvero quando la durata della prestazione supera i 30 giorni e quando il compenso sfora i 5.000 euro.

Le migliori app per organizzare il lavoro: veloci ed efficienti

La gestione e l’organizzazione del lavoro può essere facilitata dall’uso di alcune app da scaricare comodamente sul cellulare. Ormai, lo Smart Working è una realtà sempre più diffusa: c’è chi sceglie di lavorare a casa e chi invece si ritrova a doverlo fare su ordini del capo in ufficio. Smaltire il lavoro da casa, però, potrebbe non essere così immediato. Che cosa fare? Quali sono gli strumenti più utili per evitare di causare ritardi e non raggiungere gli obiettivi? Iniziamo dai grandi classici della tecnologia.

Leggi anche...

Incubatore d'impresa: supporto per nuovi imprenditori

Immagine di incubatore di impresa

L’incubatore d’impresa comprende lo spazio fisico nel quale sono offerti diversi beni o servizi a delle neo imprese locali.

Leggi anche...

Cosa fa una web Agency: ecco qual è il lavoro di chi si occupa di internet

web designer

Nell’ultimo decennio anche in Italia il numero di aziende che operano sul web è fortemente aumentato. In questa occasione non stiamo parlando delle aziende che usano il web per promuovere o vendere i propri prodotti, ma soprattutto di quelle che gravitano attorno al mondo del web, come le web agency.

Ti diamo il benvenuto. Chiediamo il tuo consenso per utilizzare i tuoi dati personali per annunci e contenuti personalizzati, valutazione degli annunci e del contenuto, osservazioni del pubblico e sviluppo di prodotti. Archiviare e/o accedere a informazioni su un dispositivo. I tuoi dati personali verranno elaborati da fornitori terzi e le informazioni raccolte dal tuo dispositivo (come cookie, identificatori univoci e altri dati del dispositivo) possono essere condivise con questi ultimi, da loro visualizzate e memorizzate, oppure essere usate nello specifico da questo sito o questa app. Alcuni fornitori potrebbero trattare i tuoi dati personali sulla base dell'interesse legittimo, al quale puoi opporti gestendo le tue opzioni qui sotto. Cerca nella parte inferiore di questa pagina o nelle nostre norme sulla privacy un link che ti permette di ritirare il consenso.