Il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, noto anche con l’acronimo RLS, è una figura designata o nominata per fare da portavoce ai vari dipendenti di un’azienda su argomenti inerenti alla salute e la sicurezza sul lavoro. In parole povere, si tratta di una figura professionale che ha come scopo quello di salvaguardare il rispetto dei diritti dei lavoratori, nei luoghi di lavoro ovviamente, e di garantire la loro sicurezza.

Per avere maggiori dettagli su questa figura professionale, è consigliabile dare una lettura degli articoli 37, 47 e 50 del Decreto Legislativo n. 81 del 2008.

Chi è l’RLS?

Come già accennato, l’RLS è un soggetto che viene nominato dai rappresentanti sindacali (ovvero organi di rappresentanza a livello aziendale) oppure dagli altri lavoratori, a seguito di un’adeguata formazione, per assicurare che in una realtà aziendale vengano rispettati tutti gli obblighi espressamente previsti dal Testo Unico sulla sicurezza, e per dar voce alle esigenze dei lavoratori in caso di problemi derivanti dall’inosservanza delle norme sulla sicurezza.  Questa figura è obbligatoria per tutte le aziende con almeno un lavoratore, e a seconda del numero dei dipendenti è necessario che ve ne siano di più. Infatti, nelle realtà che impiegano dai 201 ai 1000 dipendenti, è necessario che vi siano almeno 3 rappresentanti, e il numero si raddoppia dai 1000 dipendenti in poi. Per quanto riguarda la modalità di nomina, nelle aziende fino a 15 dipendenti sono direttamente gli altri lavoratori a scegliere l’RLS, mentre nelle aziende con oltre 15 dipendenti i lavoratori eleggono i rappresentanti nell’ambito delle rappresentanze sindacali aziendali.

Differenza tra RLS ed RSPP

Spesso si tende ad assimilare la figura del Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza con quella del RSPP, ovvero il Responsabile del servizio prevenzione e protezione. Tuttavia, si tratta di figure differenti con mansioni diverse. Il RSPP, infatti, lavora direttamente con il datore di lavoro, ed ha il compito di evitare i rischi per i lavoratori, avendo cura di gestire al meglio gli strumenti per la sicurezza messi a disposizioni dall’impresa. Invece, il RLS, ha il compito di monitorare gli aspetti concernenti la sicurezza sul lavoro e di farsi portavoce degli altri lavoratori per richiedere eventuali miglioramenti. 

I compiti del RLS

Il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza ha diversi compiti che permettono di facilitare il dialogo tra l’azienda ed i dipendenti. Ad esempio, deve ascoltare le problematiche riscontrate dai dipendenti, effettuare le dovute verifiche a seguito delle segnalazioni e poi comunicarle al datore di lavoro.  A seguito di ciò, deve verificare che gli interventi necessari alla rimozione dei rischi vengano effettivamente eseguiti. Inoltre, deve indire e presenziare alle riunioni concernenti i temi della sicurezza. Rientra nei suoi compiti sicuramente anche il dovere di sorvegliare sulla qualità dell’ambiente di lavoro (ovvero l’igiene), di partecipare a tutte le fasi del processo di prevenzione dei rischi lavorativi (ed individuazione del pericolo), infine, rappresenta un punto di riferimento tra il datore di lavoro, il sindacato, le istituzioni e i soggetti lavoratori.  Infine, rientra nei compiti del RLS anche quello di collaborare con il datore di lavoro nella redazione del cosiddetto DVR ovvero, un particolare documento che individua i possibili rischi presenti in un luogo di lavoro e permette di analizzare, valutare e prevenire le situazioni di Pericolo. In parole povere, si tratta di una figura che, contrariamente a come si potrebbe pensare, svolge un ruolo cruciale sia per l’azienda che per i lavoratori.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Requisiti per il Reddito di cittadinanza: eccoli elencati in modo chiaro

La gioia di ottenere il reddito di cittadinanza

Il reddito di cittadinanza è uno strumento di sostegno economico a favore delle famiglie che hanno il reddito inferiore alla soglia di povertà. Queste famiglie, si vedranno integrare il reddito dovuto con una specifica somma che permetterà di arrivare fino alla cifra prestabilita checambia a seconda del numero di componenti del proprio nucleo familiare.

Modulistica Inpdap: vediamo come accedere facilmente a tutti i documenti

Immagine esemplificativa che riguarda l'articolo Modulistica Inpdap: vediamo tutti i documenti

L'Inpdap svolge il suo lavoro affiancandosi anche ad enti come l' ENPDEP, ENPAS, INADEL e le casse pensionistiche e gestendo tutto quello che riguarda le dinamiche creditizie, previdenziali e sociali dei suoi iscritti.

Come calcolare la pensione INPS: i criteri e l'estratto conto personale

Immagine esemplificativa di assistente sociale per calcolo pensione inps

Il calcolo pensione INPS si fa in base all'anzianità contributiva e all'età pensionabile dal lavoratore maturata al 31 dicembre 1995. I criteri per determinare la pensione INPS può essere: contributivo, retributivo o misto. Alla base di questi tre sistemi di calcolo vi è il numero di anni di contributi versati fino al 1995 e cioè più o meno di 18 anni o alcuna anzianità contributiva.

I più condivisi

La tessera sindacale: la voce del lavoratore

Iscriversi ad un sindacato è un diritto di tutti i lavoratori: possedere una tessera sindacale equivale ad avere una garanzia e un sostegno in tutte le difficili situazioni che si possono presentare nella vita lavorativa.

Autocertificazione della laurea: quando è possibile?

Immagine usata per illustrare l'articolo Autocertificazione della laurea: quando è possibile?

Soprattutto nell’ambito dei colloqui di lavoro, capita di dover fornire una serie di dati personali legati, spesso e volentieri, alla nostra esperienza professionale e ai titoli di studio da noi conseguiti.

Curriculum in francese: sai cosa scrivere? Ecco una guida!

Curriculum in francese

Scrivere un curriculum in francese? Attualmente sono tante le persone che cercano lavoro all'estero e necessitano di modelli di curriculum da scrivere in lingua straniera; oltre all'inglese, anche il francese è una lingua molto usata nel mondo lavorativo europeo.

Leggi anche...

Ecocert INPS: ecco cos'è l'estratto conto contributivo

Ecocert INPS

Prima di riscuotere la rata della pensione, è bene controllare il suo ammontare e quello che eventualmente non quadra in merito. Un lavoratore ha la possibilità di valutare la propria posizione previdenziale servendosi dell'estratto conto contributivo.

Leggi anche...

Organizzazione di un evento aziendale: 5 tips per avere successo

organizzazione-evento-aziendale.jpg

L’organizzazione di un evento aziendale è tra le attività più impegnative, su cui si creano le maggiori aspettative per coinvolgere partner commerciali, attirare nuovi clienti e valorizzare la forza lavoro.