In questa pagina cercheremo di fornirvi tante più informazioni possibili circa il codice tributo da inserire nei modelli di versamento F23 e F24. Per dichiarare e pagare le imposte e le tasse, il contribuente infatti deve identificarle attraverso il codice tributo.

Elenco dei codici

E' bene sapere che l'elenco di codice tributo è stato modificato più volte e spesso nascono dei codici nuovi relativi alla liquidazione di nuove tasse. Per tale ragione abbiamo scelto di fornirvi una guida derivante direttamente dall'Agenzia delle Entrate per poter disporre di informazioni e novità sui modelli di pagamento F23, F24 e sui codici tributi per la liquidazione di imposte e tasse sempre aggiornati.

Ecco alcuni codici:

001t, 109t, 105t, 171t, 114t, 104t, 115t, 109t, 456t 649t 674t, 678t, 778t, 741t, 731t, 741t, 806t, 886t, 806t, 907t, 941t, 964t

Accedi alla pagina dedicata alla ricerca del codice tributo per accedere ai seguenti servizi:

  • Elenco Codici tributo più ricorrenti
  • Ricerca guidata
  • Ricerca per singolo codice tributo
  • Tabelle di servizio

E' anche possibile ricercare un singolo codice tributo inserendo il numero del codice tributo da cercare nella form e visualizzando l'imposta a cui esso corrisponde. Per informazioni circa le tabelle dei codici tributo e altri codici per il modello F23, clicca su www.agenziaentrate.it



Vi suggeriamo anche: la Guida al modello F24 e la pagina dedicata al Modello F23: guida e compilazione

Tipologia di tasse che si possono pagare con l’F23

Il modello F23 è utilizzato per il pagamento di alcune particolari categorie di tasse e tributi che sono illustrati nell’elenco che segue.

  • Imposta relativa alle successioni e alle donazioni.
  • Tassa di registro, catastale e ipotecaria.
  • Sanzioni che sono state redatte da autorità amministrative e giudiziarie, come le multe.
  • Tasse dovute all’erario e al demanio, ad esempio le concessioni dei beni che appartengono al demanio marittimo.
  • preliminare compravendita
  • affitto terreno
  • atti giudiziari
  • affitto azienda
  • caparra confirmatoria
  • sanzione imposta registro

Il pagamento di questo modello può essere effettuato direttamente presso l’agente della riscossione, come Equitalia, in una banca o in ufficio postale. E’importante sapere che il versamento della somma dovuta può essere effettuato in contanti, con assegni bancari o postali, attraverso vaglia cambiari o tramite carta Bancomat. In linea di massima i dati che devono essere inseriti all’interno del modello sono quelli che appartengono a chi effettua il pagamento. In alcuni casi la documentazione arriva presso il domicilio dell’interessato, già compilata da parte dell’ente di riscossione unitamente all’atto in cui sono illustrate le motivazioni del pagamento richiesto.

Tipologie di tasse che si possono pagare con l’F24

Il modello F24 è usato da tutti quei contribuenti che devono provvedere al pagamento di contributi, tasse e premi. Coloro che sono possessori di partita Iva devono provvedere al pagamento delle somme riportate nel modello, obbligatoriamente per via telematica, ma possono affidarsi anche a intermediari come commercialisti, Caf ecc. Di seguito sono illustrati alcuni dei vari tributi che possono essere pagati con l’F24.

  • Tasse sui redditi, come Inps, Irpef ecc.
  • L’Iva.
  • Imposta sostitutiva sulle vendite immobiliari.
  • Ritenute sui redditi provenienti da lavoro o da capitale.
  • L’Irap.
  • Imposte sostitutive, ad esempio quelle sugli intrattenimenti.
  • Addizionale regionale e comunale all’Irpef.
  • Contributi e premi Inail, Enpals, Inpgi e Inps.
  • Tassa di consumo e fabbricazione.
  • L’Imu.
  • La Teres.
  • La Tari.
  • La Tasi.
  • Diritti camerali.
  • successione
  • Tasse speciali catastali e interessi.
  • Canoni di locazione Inpdap.
  • La Tarsu/Tariffa e la Tosap/Cosap.
  • Pene pecuniare.
  • Ravvedimento.
  • Autoliquidazione da dichiarazioni.
  • Controllo automatizzato e documentale della dichiarazione.
  • Avviso d’irrogazione di sanzioni.
  • Comunicazione di accertamento
  • registrazione comodato


Potrebbe interessarti

Pratica legale forense per diventare avvocato

Una volta laureato, il praticante deve iscriversi al Consiglio dell'Ordine degli Avvocati del tribunale di residenza. Questo primo step per iniziare la pratica legale è legato alla presentazione di alcuni documenti (certificato di nascita, residenza, cittadinanza, ecc..) fotografie, titoli di studio e quant'altro richiesto dall'Ordine degli Avvocati del territorio. 

Leggi tutto...

Riforma pensioni 2012: novità del calcolo contributivo

La riforma pensioni varata dal Governo Monti prevede che dal 1° gennaio 2012, le anzianità contributive maturate dopo il 31 dicembre 2011 verranno calcolate per tutti i lavoratori con il sistema di calcolo contributivo.

Leggi tutto...

Pensione alle casalinghe: come ottenerla?

mamma e casalinga

In data 1 gennaio 1997 è stato realizzato uno speciale fondo di previdenza per tutti coloro che svolgono delle attività di cura di familiari e non ricevono un compenso economico, ad esempio le casalinghe che dedicano gran parte delle giornata alla cura della casa e della propria famiglia. E’ importante sapere che possono registrarsi a questo fondo di previdenza anche gli uomini, i requisiti che tutti devono possedere sono legati all’età, che può variare dai 15 ai 65 anni.

Leggi tutto...

Dichiarazione Red per i contributi agevolati alla pensione

dichiarazione red

Esistono alcune agevolazioni pensionistiche, quali gli assegni familiari, la pensione minima, di reversibilità o invalidità, che necessitano di determinati requisiti per essere ottenute.

Leggi tutto...

Lettera di dimissioni: modulo ed iter da seguire

persona intenta a scrivere una lettera di dimissioni

Da qualche anno è entrato in vigore un decreto Interministeriale relativo alle procedure per presentare le dimissioni volontarie. 

Leggi tutto...

I più condivisi

Outplacement individuale: conosci questo strumento di supporto al lavoro?

L'outplacement è il servizio offerto da alcune imprese autorizzate che si occupano della ricollocazione professionale dei dipendenti usciti da una azienda. Si tratta quindi di uno strumento moderno di supporto per il dipendente nel passaggio da un'azienda all'altra.

Leggi tutto...

Stipendi Pa: sul portale NoiPA è on line il cedolino

portale noipa

Per quel che concerne lo stipendio dei dipendenti della Pubblica Amministrazione, ricordiamo come abbia subito delle sensibili variazioni durante gli ultimi anni (oltre che nella forma anche e soprattutto nelle modalità che riguardano l'accesso alle informazioni che lo riguardano).

Leggi tutto...

Colloquio motivazionale: ecco come regolarsi!

Dopo aver inviato centinaia di curriculum (per i più fortunati solo decine), è possibile che qualche azienda decida di contattarci per un colloquio motivazionale. E’ importante seguire delle piccole linee guida che possono sembrare banali per qualcuno, ma che per i tipi più ansiosi è meglio tenere a mente.

Leggi tutto...

La vertenza: quando e come promuoverla con l'aiuto dei sindacati

La vertenza di lavoro è anche detta denuncia di controversia di lavoro ed è l’iniziativa che intraprende il lavoratore per veder riconosciuti i propri diritti qualora il datore di lavoro non li rispetti (es: mobbing).

Leggi tutto...

Pace Fiscale 2019 e condono: ecco come funzionerà

Immagine esemplificativa che rimanda alla pace fiscale

Il condono fiscale rappresenta un dispositivo di legge che si fissa l’obiettivo di andare a sanare dei comportamenti irregolari o illeciti dei contribuenti e, in particolare, riguarda gli errori fatti nelle dichiarazioni dei redditi.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Offerte di lavoro Campania: scopri dove cercare!

trovare lavoro in campania

Continua la nostra sezione dedicata alle offerte di lavoro sul territorio nazionale, regione per regione. In questa pagina suggeriamo alcuni dei link utili per chi cerca offerte di lavoro in Campania. Di seguito la lista per le offerte di lavoro in questa regione.

Leggi tutto...

Leggi anche...

L'assunzione di lavoratori comunitari: sai come funziona?

Immagine dell'assunzione lavoratore dal mondo

Sempre più di recente nel nostro Paese, le ditte assumono i cittadini comunitari (cioè che risiedono nell'Unione Europea). Per questo motivo, in Italia vi sono degli iter per accedere al mercato del lavoro se non si ha la cittadinanza italiana. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Dipendente pubblico e Partita IVA: alcune considerazioni

Salve, mi sto preparando per un concorso al Comune di Roma ma contemporaneamente sto anche studiando per prendere il patentino di guida turista, che è la mia vera passione.

Leggi tutto...
Go to Top