In questa pagina cercheremo di fornirvi tante più informazioni possibili circa il codice tributo da inserire nei modelli di versamento F23 e F24. Per dichiarare e pagare le imposte e le tasse, il contribuente infatti deve identificarle attraverso il codice tributo.

Elenco dei codici

E' bene sapere che l'elenco di codice tributo è stato modificato più volte e spesso nascono dei codici nuovi relativi alla liquidazione di nuove tasse. Per tale ragione abbiamo scelto di fornirvi una guida derivante direttamente dall'Agenzia delle Entrate per poter disporre di informazioni e novità sui modelli di pagamento F23, F24 e sui codici tributi per la liquidazione di imposte e tasse sempre aggiornati.

Ecco alcuni codici:

001t, 109t, 105t, 171t, 114t, 104t, 115t, 109t, 456t 649t 674t, 678t, 778t, 741t, 731t, 741t, 806t, 886t, 806t, 907t, 941t, 964t

Accedi alla pagina dedicata alla ricerca del codice tributo per accedere ai seguenti servizi:

  • Elenco Codici tributo più ricorrenti
  • Ricerca guidata
  • Ricerca per singolo codice tributo
  • Tabelle di servizio

E' anche possibile ricercare un singolo codice tributo inserendo il numero del codice tributo da cercare nella form e visualizzando l'imposta a cui esso corrisponde. Per informazioni circa le tabelle dei codici tributo e altri codici per il modello F23, clicca su www.agenziaentrate.it



Vi suggeriamo anche: la Guida al modello F24 e la pagina dedicata al Modello F23: guida e compilazione

Tipologia di tasse che si possono pagare con l’F23

Il modello F23 è utilizzato per il pagamento di alcune particolari categorie di tasse e tributi che sono illustrati nell’elenco che segue.

  • Imposta relativa alle successioni e alle donazioni.
  • Tassa di registro, catastale e ipotecaria.
  • Sanzioni che sono state redatte da autorità amministrative e giudiziarie, come le multe.
  • Tasse dovute all’erario e al demanio, ad esempio le concessioni dei beni che appartengono al demanio marittimo.
  • preliminare compravendita
  • affitto terreno
  • atti giudiziari
  • affitto azienda
  • caparra confirmatoria
  • sanzione imposta registro

Il pagamento di questo modello può essere effettuato direttamente presso l’agente della riscossione, come Equitalia, in una banca o in ufficio postale. E’importante sapere che il versamento della somma dovuta può essere effettuato in contanti, con assegni bancari o postali, attraverso vaglia cambiari o tramite carta Bancomat. In linea di massima i dati che devono essere inseriti all’interno del modello sono quelli che appartengono a chi effettua il pagamento. In alcuni casi la documentazione arriva presso il domicilio dell’interessato, già compilata da parte dell’ente di riscossione unitamente all’atto in cui sono illustrate le motivazioni del pagamento richiesto.

Tipologie di tasse che si possono pagare con l’F24

Il modello F24 è usato da tutti quei contribuenti che devono provvedere al pagamento di contributi, tasse e premi. Coloro che sono possessori di partita Iva devono provvedere al pagamento delle somme riportate nel modello, obbligatoriamente per via telematica, ma possono affidarsi anche a intermediari come commercialisti, Caf ecc. Di seguito sono illustrati alcuni dei vari tributi che possono essere pagati con l’F24.

  • Tasse sui redditi, come Inps, Irpef ecc.
  • L’Iva.
  • Imposta sostitutiva sulle vendite immobiliari.
  • Ritenute sui redditi provenienti da lavoro o da capitale.
  • L’Irap.
  • Imposte sostitutive, ad esempio quelle sugli intrattenimenti.
  • Addizionale regionale e comunale all’Irpef.
  • Contributi e premi Inail, Enpals, Inpgi e Inps.
  • Tassa di consumo e fabbricazione.
  • L’Imu.
  • La Teres.
  • La Tari.
  • La Tasi.
  • Diritti camerali.
  • successione
  • Tasse speciali catastali e interessi.
  • Canoni di locazione Inpdap.
  • La Tarsu/Tariffa e la Tosap/Cosap.
  • Pene pecuniare.
  • Ravvedimento.
  • Autoliquidazione da dichiarazioni.
  • Controllo automatizzato e documentale della dichiarazione.
  • Avviso d’irrogazione di sanzioni.
  • Comunicazione di accertamento
  • registrazione comodato


Potrebbe interessarti

Pagamento in ritardo dello stipendio: cosa fa il lavoratore?

Il diritto alla retribuzione del lavoro è disciplinato dall'art. 36 della Costituzione e dell'art. 2099 del Codice Civile. Con tali articoli si impone al datore di lavoro di rispettare i vincoli contrattuali, compresa la data di erogazione dello stipendio, imposti per legge o dai CCNL a livello nazionale o locale.

Leggi tutto...

Parliamo di Flat Tax: ecco che cos’è e come funziona!

La Flat Tax rappresenta un sistema fiscale che è caratterizzato da una, non progressiva, aliquota fissa. Essa trova applicazione in una proposta contenuta nel contratto di Governo fra M5s e Lega ed include due aliquote, di cui del 15 e del 20% per quanto riguarda i redditi da lavoro di persone fisiche, famiglie e Partite IVA; ed una, invece, fissa destinata alle imprese che reinvestono i loro utili del 15 + 5%. Inoltre, è previsto un sistema di detrazioni e deduzioni atto a garantire la progressività delle imposte.

Leggi tutto...

Aprire asilo nido: conosci le normative al riguardo?

Aprire un asilo nido? Oggi l'iter burocratico per aprire quest'attività è abbastanza chiaro e significa l'inizio di una attività imprenditoriale a tutti gli effetti. In primis è bene considerare la domanda per tale tipo di servizio. Oggi in Italia si registrano più di 3000 asili nido pubblici, oltre alcune centinaia di strutture per l'infanzia convenzionate; ciò nonostante sono numerosi i bimbi sotto ai 3 anni esclusi dalla graduatoria dagli asili nido pubblici.

Leggi tutto...

Contratto a progetto: malattia e infortunio

Nei contratti a progetto, in caso di malattia o infortunio la temporanea sospensione del rapporto di lavoro non implica la proroga del contratto, il co.co.pro. comunque termina alla scadenza stabilita.

Leggi tutto...

Servizio Ispezione del lavoro a Roma

Il compito del Servizio Ispezione del Lavoro della Direzione Territoriale del Lavoro di Roma (ex ispettorato del lavoro di Roma) è anche quello di verificare, intervenire su eventuali violazioni in campo lavorativo e svolgere attività di conciliazione e consulenza.

Leggi tutto...

I più condivisi

Richiesta detrazioni figli e familiari a carico: come fare?

Nella dichiarazione dei redditi è possibile ottenere delle detrazioni per figli a carico. Il richiedente deve dichiarare annualmente i nominativi, con relativi codici fiscali, dei famigliari di cui richiede la detrazione.

Leggi tutto...

Borse di studio in USA: un’occasione per crescere

Il sogno americano non è un mito, ma una realtà che resiste nel tempo. Le opportunità di ottenere borse di studio per lavorare o studiare e dottorati post laurea negli Stati Uniti sono concreti, basta saper cercare.

Leggi tutto...

Disoccupati in Italia: statistiche dal mondo del lavoro

 

In Italia la ricerca di un lavoro, che soddisfi le esigenze del singolo e che sia conforme alle sue competenze, è davvero difficile. Mantenere inoltre lo stesso posto di lavoro risulta davvero complicato. Per non parlare poi dei tanti lavoratori che offrono le loro prestazioni senza contratto e in nero.

Leggi tutto...

Outplacement individuale: conosci questo strumento di supporto al lavoro?

L'outplacement è il servizio offerto da alcune imprese autorizzate che si occupano della ricollocazione professionale dei dipendenti usciti da una azienda. Si tratta quindi di uno strumento moderno di supporto per il dipendente nel passaggio da un'azienda all'altra.

Leggi tutto...

Il congedo matrimoniale per l'INPS: conosci questo diritto?

ottenere il congedo matrimoniale

La legge prevede che in occasione del matrimonio, alcune categorie di lavoratori, abbiano diritto al congedo matrimoniale e dell’assegno ad esso relativo. Il congedo matrimoniale corrisponde ad un periodo di astensione al lavoro di 15 giorni consecutivi che non possono essere goduti durante il periodo delle ferie o nel preavviso del licenziamento.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Ufficio di collocamento a Milano: iscrizione al centro per l'impiego

Il centro per l'impiego (CPI) è l'ufficio pubblico con cui le Province si gestiscono, controllano il mercato del lavoro al livello locale. Eroga e promuove, inoltre, offerte lavorative delle aziende pubbliche e private, mettendo in contatto domanda e offerta in un mercato sempre più ramificato e complesso.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Contributi per l’imprenditoria giovanile: a chi rivolgersi?

Non è facile ottenere dei contributi per un giovane imprenditore, ma è fattibile se si ha la tenacia di mantenersi informati e un’idea in cui credere, competitiva e convincente.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Ccnl chimici: il contratto di lavoro per il settore chimico-farmaeutico

Il Ccnl per i chimici – contratto collettivo nazionale del lavoro per il settore chimico-farmaceutico – è presente in Italia per ogni categoria lavorativa e aiuta a delineare i rapporti di lavoro tra il datore e il lavoratore stesso, nonché le dinamiche legate alle attività da svolgere con annesse modalità contrattuali e di retribuzione.

Leggi tutto...
Go to Top