Quando ci si dedica alla progettazione e alla realizzazione di biglietti da visita personalizzati, è molto importante puntare sulla professionalità del risultato, perché anche il più banale errore rischia di disorientare e ingannare i destinatari di quei biglietti. Al giorno d'oggi è davvero semplice provvedere alla stampa dei biglietti in completa autonomia grazie alle tipografie online, ma è fondamentale essere attenti e meticolosi per non incappare in gravi sbagli.

Tipografie online: sì o no?

Non si deve aver paura di affidarsi alle tipografie online, che offrono ai propri clienti molteplici vantaggi: a fronte di tariffe convenienti, infatti, assicurano livelli decisamente elevati per la qualità della stampa. Occorre, in ogni caso, conservare un layout che risulti il più possibile leggibile: la semplicità è, da questo punto di vista, una dote da non sottovalutare. Per altro, è bene tener presente che i biglietti da visita personalizzati non sono come i manifesti o i volantini, nel senso che non nascono con l'intento di catturare l'attenzione. Non c'è alcun bisogno che essi risultino appariscenti o pieni di colori, dal momento che essi servono soprattutto a fornire indicazioni utili e informazioni di base.

Come deve essere fatto un biglietto da visita

Quali sono, allora, le buone pratiche che devono essere rispettate per la creazione di un biglietto da visita? In primo luogo è fondamentale che siano riportati i contatti dell'azienda o del professionista che lo diffonde: il nome e il cognome nel caso di una persona, insieme con i contatti dei profili sui social network e l'indirizzo del sito web. Per il resto, niente è veramente indispensabile, e ogni aggiunta in più rischia di apparire superflua. I template preimpostati che vengono messi a disposizione dai software delle tipografie online sono estremamente comodi: tutto quel che bisogna fare è inserire il testo e le eventuali immagini sulla base delle istruzioni fornite, senza che ci si debba preoccupare dei crocini e dei margini.

Il formato

Per quel che riguarda la scelta del formato, si tratta di una decisione più importante di quel che si possa pensare, visto che un biglietto da visita deve, prima di tutto, essere pratico: quando le dimensioni sono eccessive, il rischio che non possa entrare nel taschino della giacca o nel portafogli è molto elevato. Sono due i formati standard a cui si fa riferimento di solito: 90 x 50 mm oppure 85 x 55 mm. La carta, a sua volta, deve essere caratterizzata da uno spessore abbastanza consistente, intorno ai 350 grammi, per far sì che i biglietti siano resistenti nel tempo e non si usurino con facilità.

Le finiture speciali

Se è vero che un biglietto da visita non nasce con l'intento di attirare l'attenzione, è pur vero che esso deve fare di tutto per rendersi memorabile e per rendere memorabile il messaggio di cui è latore. Questo vuol dire che, in pochi caratteri e con uno stile grafico semplice, si deve essere in grado di stupire chi quel biglietto dovrà maneggiarlo. Le finiture speciali sono alquanto preziose in tal senso: la goffratura in rilievo è un esempio di soluzione a cui si può ricorrere per ottenere una personalizzazione efficace. Ovviamente, se si sceglie di affidarsi a queste finiture, è indispensabile modificare il budget da investire, perché i costi saranno più alti.

Quanto costa stampare i biglietti da visita

Come si è detto, se per la stampa ci si rivolge a una tipografia online si può essere ben certi di risparmiare - e non poco - sulla spesa complessiva. In molti casi, poi, con l'aumentare del numero di prodotti ordinati il prezzo diminuisce in proporzione: per questo motivo è consigliabile calcolare in anticipo e con una certa precisione di quanti biglietti si avrà bisogno per ottenere uno sconto da non trascurare.





Potrebbe interessarti

Curriculum vitae in spagnolo: come scriverlo?

Tra le varie località europee molto in voga per la ricerca del lavoro molti italiani, negli ultimi 15-20 anni, si sono avventurati nella penisola iberica in cerca di una occupazione: chi ancora volesse tentare questa esperienza, deve naturalmente concentrarsi al momento di stilare il Curriculum in spagnolo.

Riforma del lavoro: la storia degli ultimi interventi

Immagine esemplificativa di un contratto dopo la riforma del lavoro

Il Governo Monti ha presentato, dopo delle riunioni con partiti e associazioni sindacali, la sua riforma per il lavoro. Si prevedono modifiche per l’articolo 18, ammortizzatori sociali, contratti di lavoro e cassa integrazione.

Accredito dello stipendio: ecco la procedura da seguire

Molto spesso, presi da mille impegni lavorativi e quotidiani, non si riesce a trovare il tempo per recarsi presso gli sportelli della Banca e delle Poste a riscuotere o a versare il proprio stipendio. Per evitare inconvenienti spiacevoli, è possibile farsi accreditare sul proprio conto corrente bancario o postale il proprio stipendio.

Calcolo della pensione contributiva: chi ne ha diritto? A quale età?

Il precedente tipo di calcolo, basato su una formula retributiva, considerava unicamente la media delle somme versate negli ultimi 5-10 anni di attività lavorativa (solitamente le più alte), ha portato come risultato alla messa in crisi del meccanismo, con la collettività che si è trovata a sostenere spese difficilmente quantificabili.

Autocertificazione della laurea: quando è possibile?

Soprattutto nell’ambito dei colloqui di lavoro, capita di dover fornire una serie di dati personali legati, spesso e volentieri, alla nostra esperienza professionale e ai titoli di studio da noi conseguiti.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Come diventare agente di commercio?

L'agente di commercio è un intermediario fra le imprese manifatturiere e le organizzazioni della distribuzione.
Per poter accedere a questa professione è necessario che l'interessato disponga di una serie di caratteristiche e competenze; vedremo a seguire in cosa consistono.

Contratto nazionale edilizia: retribuzione e ferie

contratto nazionale edilizia

Il CCNL relativo ai lavoratori edili è stato rinnovato . Vediamo in sintesi quali sono le caratteristiche principali relative al contratto nazionale di questo settore, nato dall'accordo fra ANCE, Feneal UIL, Filca CISL e Fillea CIGL. Ogni triennio è prevista chiaramente una nuova riformulazione, per cui si rimanda al triennio in questione per verificare tutti gli aggiornamenti del caso.

I livelli del contratto dei metalmeccanici

Per assumere un lavoratore le suddette imprese devono rispettare quanto stabilito dalla legge e dal CCNL Metalmeccanici.

Regime fiscale “forfettino”: tutti i vantaggi!

 

Il regime fiscale agevolato riconosciuto ai possessori di Partita IVA è anche detto forfettino.

Legge sulla Privacy nel Curriculum Vitae

informativa sulla privacy da inserire nel curriculum

Quando sono in cerca di personale, sempre più aziende liquidano la questione della privacy delle informazioni del curriculum del candidato con la richiesta generica di autorizzare il trattamento dei dati.

Fatturazione elettronica 2019: una svolta o una condanna per l’Italia?

Adesso esiste la fatturazione elettronica

Tra poco più di un mese, con l’ingresso del 2019, diverse cose cambieranno: una di questa è la metodologia di emissione, trasmissione e conservazione di tutte le fatture che a differenza di ciò che succedeva in passato verranno elaborate per via elettronica consentendo l’abbandono definitivo di ogni supporto cartaceo e abbattendo le spese di spedizione e/o di conservazione.  

Leggi tutto...

Come scegliere un master: una guida per trovare il più adatto!

Come scegliere un master? Considerata la durata e il costo di un master, scegliere quello sbagliato può significare perdere tempo e denaro.

Leggi tutto...
Go to Top