In ogni azienda, la scelta di un software contabilità adeguato alle proprie esigenze è in capace di garantire dei vantaggi clamorosi specialmente sotto l'aspetto del business. I principali  benefici di cui si può godere hanno a che fare da una parte con la semplificazione delle procedure e dall'altra con il risparmio.

Tramite un programma di questo tipo, infatti, gli amministratori hanno la certezza di lavorare in tempi più rapidi, e ciò si traduce in un risparmio di tempo non indifferente. Quasi tutti i processi possono essere digitalizzati, il che significa che si consuma meno materiale cartaceo: di conseguenza, non solo si spende di meno, ma si consuma meno, in un'ottica di sostenibilità ambientale e c'è più spazio a disposizione.

I vantaggi della digitalizzazione

Immagine esemplificativa utilizzata all'interno dell'articolo Come scegliere il software contabilità migliore

Nel momento in cui si ricorre a un software contabilità, si può contare su una panoramica chiara e completa di tutti i documenti di cui si ha bisogno: ciò permette di controllare con più facilità le informazioni. Mentre i processi vengono semplificati, la produttività aumenta e lo stress per i lavoratori si riduce, perché ci sono meno passaggi da seguire, meno procedure burocratiche da gestire, meno scartoffie da tenere sotto controllo. Naturalmente, affinché tutti questi benefici siano concreti e tangibili, è opportuno essere in grado di sfruttare in modo appropriato le funzioni che il software propone. Proprio la selezione delle funzioni è uno dei parametri a cui si dovrebbe ricorrere nella scelta del programma da comprare. Prima di cimentarsi nell'acquisto, è essenziale mettere bene a fuoco il modus operandi dell'azienda, anche per capire quali necessità devono esssere soddisfatte, soprattutto sul piano della contabilità e per ciò che concerne l'amministrazione.

Qual è il programma di contabilità migliore?

Le forme di attività aziendali sono gli elementi principali a partire dai quali deve essere orientata la scelta del software contabilità, le cui funzioni devono riuscire ad andare incontro alle necessità operative dell'impresa. Alcune delle proposte che si possono trovare in commercio richiedono un investimento di carattere economico di non poco conto, ma meritano comunque di essere valutate con attenzione perché garantiscono una completa e rapida ottimizzazione dei processi. Tutto dipende, quindi, dal livello di supporto di cui si ha bisogno.

Per avere un quadro di insieme affidabile è bene procedere a un'analisi delle relazioni con l'esterno e dei processi interni: questo è il punto di partenza da cui si deve iniziare per trovare un programma adeguato. Un software per le fatture elettroniche è più che sufficiente se la sola necessità che si presenta è quella relativa all'emissione delle fatture, mentre un programma per la gestione dell'inventario può tornare utile quando c'è bisogno di monitorare gli articoli di magazzino e gli elenchi dei clienti. Non di rado, le soluzioni con poche funzioni sono disponibili perfino gratuitamente.

La scelta del pacchetto

Nella maggior parte dei casi i software gestionali sono proposti in pacchetti differenti: quello base e quello premium. Il primo è quasi sempre gratuito, mentre il secondo è a pagamento, in quanto offre un numero più elevato di funzioni. I pacchetti premium sono modulari, nel senso che possono essere composti e modificati sulla base delle specifiche necessità. Ciò permette di capire come i programmi in questione possano essere considerati soluzioni su misura, da valutare anche a seconda delle dimensioni aziendali. 

Meglio il pacchetto premium? Non è detto

Non è sempre detto che il pacchetto scalabile a pagamento sia la soluzione più appropriata, perché a volte ci possono essere funzioni di cui non si ha bisogno e per cui si paga inutilmente. Questa è la ragione per la quale - come si diceva in precedenza - prima di procedere a un acquisto occorre valutare con precisione le ragioni per cui si ha bisogno del software e quali esigenze esso dovrà andare a risolvere.

Contabilità in cloud: ecco i vantaggi nella gestione

La contabilità in cloud può essere pensata e come una vera e propria rivoluzione pensata per essere vicino ai clienti ed aiutarli attraverso la semplificazione del lavoro.
Per contabilità in cloud si intende un sistema di archiviazione personale basato interamente sul web  che può essere utilizzato a qualsiasi ora del giorno e della notte e, soprattutto, in qualsiasi luogo, facendo venir meno lentezza e scarsa elasticità nell’amministrazione della propria attività.
I vantaggi di una gestione online sono i seguenti:

  • Costi: data la possibilità di accedervi solo attraverso un dispositivo con accesso ad internet, vengono meno i costi relativi ad installazione o manutenzione da parte di terzi;
  • Aggiornamento automatico: grazie al cloud non dovrete installare periodicamente alcun aggiornamento che avverrà, invece, direttamente, pertanto avrete sempre l’ultima versione del software a disposizione;
  • Mobilità: come abbiamo già detto, potrete accedervi in qualunque momento tramite un dispositivo come pc o Smartphone e questo vi permetterà di gestire le attività velocemente e contemporaneamente;
  • Sicurezza dei dati: il sistema in cloud vi garantisce una disponibilità immediata del dai e ne previene la perdita, adottando sistemi di sicurezza accurati, nella più totale riservatezza;
  • Nessuna installazione: trattandosi di cloud non dovrete installare alcun programma sul vostro dispositivo ma sarà sufficiente connettersi ad internet ed effettuare l’accesso nella piattaforma come se si trattasse della vostra e-mail (quindi attraverso le apposite credenziali);

La contabilità, per definizione, richiede attenzione e ordine ed è un ottimo punto di partenza per il successo della propria azienda, quindi è importante imparare ad utilizzare alcuni di questi software al fine di ottenere dei vantaggi inaspettati ma reali.
Sappiate che vi sono disponibili piattaforme che consentono l’accesso a più utenti contemporaneamente e quindi tutti coloro che si occupano di svolgere attività di gestione del business possono connettersi in qualunque momento dal proprio pc o cellulare e occuparsi delle proprie attività, revisionando e condividendo i documenti in tempo reale.
Con alcuni software potrete, inoltre, effettuare, inviare e/o ricevere fatture elettroniche, regolare gli incassi e i pagamenti, gestire i vostri progetti e le vostre vendite, oppure organizzare il vostro magazzino.
Insomma potrete dire definitivamente addio alla limitazione delle funzionalità e agli svantaggi tipici della contabilità tradizionale: ognuno di voi potrà imparare facilmente ad utilizzarli e trovare il software più adatto alle proprie esigenze e a quelle dell’azienda.
Naturalmente il fatto che si tratti di strumenti facilmente utilizzabili ciò non significa che dobbiate buttarvici a capo fitto perché si sa, informarsi è sempre meglio!





Potrebbe interessarti

Lettera di licenziamento: indicazioni ed esempi da seguire

Lettera di licenziamento: indicazioni ed esempi da seguire

Il decreto legge n°112 del 25 giugno 2008 sancisce che non è più necessario dare le dimissioni online, il lavoratore deve solo comunicare le dimissioni attraverso una lettera di licenziamento scritta e rispettare i termini di preavviso (dopo aver concordato il TFR con il proprio datore di lavoro).

Codice tributo per F23: ricerca per singolo codice tributo

In questa pagina cercheremo di fornirvi tante più informazioni possibili circa il codice tributo da inserire nei modelli di versamento F23 e F24. Per dichiarare e pagare le imposte e le tasse, il contribuente infatti deve identificarle attraverso il codice tributo.

Le novità di ICOTEA: la formazione professionale per utenti non vedenti e ipovedenti

Nonostante i considerevoli passi avanti compiuti dal punto di vista normativo, dell'offerta scolastico-formativa, dell'uso della tecnologia nei diversi ambiti esistenziali e della sensibilità generale alle loro problematiche, tali persone vedono il loro percorso di crescita umano e professionale non sempre privo di ostacoli concreti. Tutto ciò nonostante le loro considerevoli capacità di cui sono esempio concreto e che possono offrire e mettere a disposizione della società in generale e della realtà lavorativa in particolare.

Contributi da riscatto: tutte le informazioni!

Il sistema previdenziale italiano prevede che ai fini pensionistici sia possibile coprire, mediante i contributi da riscatto, a proprie spese, dei periodi di studio, lavoro, inattività non soggetti a obbligo assicurativo.

ICOTEA: la formazione innovativa in risposta al mondo del lavoro

Inserirsi nel mondo del lavoro oggi non è facile. Per essere assunti il diploma di laurea sembra non bastare più, ma occorrono sempre più esperienze e competenze extra scolastiche che formino una figura professionale versatile e adattabile a diversi contesti lavorativi.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

LA REDAZIONE CONSIGLIA

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Curriculum vitae in inglese: le caratteristiche, le differenze e i modelli da prendere come esempio

scrivere un curriculum in inglese

Nel mondo ormai globalizzato del lavoro sempre più spesso si invia il proprio curriculum vitae in lingua. Sono numerose le aziende con sede legale o con l'ufficio human resource all'estero. Da qui la necessità di inviare un curriculum in inglese o in un'altra lingua straniera.

Lettera di accompagnamento al curriculum: sai come scriverla?

lettera di accompagnamento

La lettera di accompagnamento del curriculum è un documento che viene inviato in allegato, o addirittura precede, il CV. In un mercato del lavoro che si fa sempre più competitivo e nel quale i titoli di studio iniziano ad essere inflazionati, attirare l’interesse del perito selettore con una nota personale può significare la differenza tra un colloquio positivo ed uno negativo.

Modulistica Inpdap: vediamo come accedere facilmente a tutti i documenti

Immagine esemplificativa che riguarda l'articolo Modulistica Inpdap: vediamo tutti i documenti

L'Inpdap svolge il suo lavoro affiancandosi anche ad enti come l' ENPDEP, ENPAS, INADEL e le casse pensionistiche e gestendo tutto quello che riguarda le dinamiche creditizie, previdenziali e sociali dei suoi iscritti.

Redditi diversi: normativa e caratteristiche qui in Italia

Immagine usata per illustrare l'articolo Redditi diversi: normativa e caratteristiche

Il TUIR è il Testo Unico delle Imposte sui Redditi, emanato con il D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 e successive modifiche. Il TUIR comprende gli articoli tra il 67 e il 71 dedicati alla voce Redditi Diversi.

Realizzare biglietti da visita personalizzati per il proprio lavoro

Immagine d'esempio usata nell'articolo Realizzare biglietti da visita personalizzati per il proprio lavoro

Quando ci si dedica alla progettazione e alla realizzazione di biglietti da visita personalizzati, è molto importante puntare sulla professionalità del risultato, perché anche il più banale errore rischia di disorientare e ingannare i destinatari di quei biglietti. Al giorno d'oggi è davvero semplice provvedere alla stampa dei biglietti in completa autonomia grazie alle tipografie online, ma è fondamentale essere attenti e meticolosi per non incappare in gravi sbagli. 

Leggi anche...

Contratto a progetto: le caratteristiche nel dettaglio

firmare un contratto a progetto

Il contratto a progetto (co.co.pro.) sono anche detti contratti di collaborazione per programma e sono una tipologia di contratto di lavoro disciplinata dal D. Lgs. n. 276/2003, c.d. Legge Biagi. I co.co.pro. definiscono il lavoratore non come un dipendente, ma un collaboratore autonomo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Diventare barman di professione: alcuni consigli su cosa cercare

come diventare barmban

La tendenza al lavoro autonomo è in crescita e tra le professioni più avviate ci sono le attività commerciali, in genere, e gli esercizi di ristorazione in particolare: ristoranti, bar, street food, pasticcerie, tea-room, forni e catering e tutto quanto riguardi gli aspetti della ristorazione creativa o industriale.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Estratto conto contributivo

come ottenere l'estratto conto contributivo

Prima di riscuotere la rata della pensione, è bene controllare il suo ammontare e quello che eventualmente non quadra in merito. Un lavoratore ha la possibilità di valutare la propria posizione previdenziale servendosi dell'estratto conto contributivo.

Leggi tutto...
Go to Top