Come scegliere la piattaforma di e-commerce più adatta al proprio negozio on line? Prima di iniziare e avviare un business sul web, occorre prestare attenzione ad alcuni fattori per scegliere al meglio la piattaforma più adatta. Vediamo insieme come orientarsi nella scelta e poter creare facilmente il proprio negozio on line.

Aspetti chiave per il proprio business on line

Prima di cimentarsi nella scelta della piattaforma e-commerce da utilizzare nel proprio business, occorre considerare alcuni aspetti chiave. È fondamentale avere una strategia di business chiara e coerente per poter avere successo on line. Gli aspetti da valutare sono:

  1. Conoscere il mercato on line;
  2. studiare i processi di acquisto di clienti, sia online che offline;
  3. sapere quali e quante risorse interne si hanno a disposizione per la gestione di un business sul web;
  4. avere un budget iniziale da poter investire;
  5. saper trovare sempre nuove soluzioni ed aggiornarsi continuamente.

Una volta considerati questi aspetti si potrà passare alla creazione pratica del negozio on line e, quindi, alla scelta della piattaforma più adatta per avviare il proprio canale di vendita. Non tutte le piattaforme sono, chiaramente, uguali e adatte a tutti i tipi di esigenze. In generale, diciamo che le funzionalità che deve garantirvi una buona piattaforma di e-commerce sono:

  • Tempo di caricamento;
  • Semplicità di utilizzo;
  • Flessibilità in fase di progettazione;
  • Strumenti SEO;
  • Sistema di gestione dei contenuti;
  • Integrazioni ed app.

WooCommerce e Shopify: quale scegliere?

ecommerce.jpg

Tra le maggiori piattaforme di e-commerce troviamo WooCommerce e Shopify. Entrambe consentono la creazione di negozi on line e la gestione dei pagamenti, elaborazione dei nuovi ordini e l’aggiunta di contenuti sempre nuovi.
WooCommerce funziona utilizzando WordPress. Si tratta, in questo caso, di una piattaforma di self-hosted open source, questo significa che la gestione dei programmi e della sicurezza è demandata all’utilizzatore della piattaforma.
Con Shopify la piattaforma gestisce l’hostig web e la sicurezza. In questo caso, bisognerà solo registrarsi sulla piattaforma, ottenere il nome di dominio e iniziare a creare l’e-commerce. Per saperne di più.

Vediamo nel dettaglio le caratteristiche di entrambi i sistemi.

  • WooCommerce. Piattaforma utile se bisogna implementare e-commerce e siti affiliati. Vengono proposti temi dal design originale e integrazioni per il marketing. È richiesta, però, un po’ di pratica e competenze tecniche per poter utilizzare al meglio questa piattaforma. Inoltre, non sempre il supporto clienti è all’altezza e i vari problemi in fase di creazione e gestione dell’e-commerce potrebbero trovare una soluzione non immediata.
  • Shopify. Non ha rivali per la vendita multicanale e il dropshipping. Se si ha intenzione di affidarsi a social media come Facebook e Instagram per la vendita dei propri prodotti, questa piattaforma è sicuramente la scelta più giusta. Rispetto a WooCommerce è adatto ai principianti e a chi non ha conoscenze tecniche nella creazione e gestione di siti. Di contro, i temi gratuiti non sono moltissimi e permette di avere un prodotto meno personalizzabile rispetto all’altra piattaforma di e- commerce. Ottimo, invece, il supporto telefonico, integrato anche da una comoda chat per il servizio clienti.

Potrebbe interessarti

Sedi sindacati Roma: CGIL CISL e UIL

In questa pagina riportiamo la testimonianza di una nostra lettrice. Salve, mi chiamo Loredana, ho 31 anni , sono stata assunta a parole tramite un annuncio che avevo inserito a maggio su un portale di annunci di lavoro, io vengo da Palermo, la persona che mi ha contattata mi ha chiesto di trasferirmi a settembre.

Mobilità nelle Scuole: i corsi di perfezionamento per ottenere punteggio

mobilità del personale scolastico

Negli ultimi mesi si è discusso a lungo per il rinnovo del contratto sulla mobilità che interessa più di un milione di lavoratori tra docenti e personale ATA. A febbraio si è giunti, finalmente, alla sottoscrizione di un accordo tra MIUR e sindacati che ha visto la proroga integrale del Contratto sulla mobilità 2017/18 per l’anno scolastico 2018/19.

Calcolo della pensione Inpdap: come farlo e come richiederla?

calcolo pensione inpdap

Calcolo della pensione Inpdap? Dalla riforma sul sistema previdenziale italiano, pure l'Inpdap si è conformata alla differenziazione fra la previdenza obbligatoria e la previdenza complementare.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Mobilità dei lavoratori: disciplina e normative

La mobilità è disciplinata dalla legge 223/91 e rappresenta un particolare tipo di allontanamento dall'attività lavorativa che riguarda un gruppo di lavoratori. La Riforma Fornero, tuttavia, prevede una modifica della normativa: dal 2016, quest'istituto sarà sostituito dall'Assicurazione Sociale per l'Impiego (Aspi) che tenta di livellare tutte le distinzioni fra i vari livelli di tutela sul lavoro.

Ufficio di collocamento a Milano: iscrizione al centro per l'impiego

Il centro per l'impiego (CPI) è l'ufficio pubblico con cui le Province si gestiscono, controllano il mercato del lavoro al livello locale. Eroga e promuove, inoltre, offerte lavorative delle aziende pubbliche e private, mettendo in contatto domanda e offerta in un mercato sempre più ramificato e complesso.

Regime fiscale “forfettino”: tutti i vantaggi!

 

Il regime fiscale agevolato riconosciuto ai possessori di Partita IVA è anche detto forfettino.

Leggi anche...

Oberlo per il dropshipping: scopriamo come funziona

Oberlo

Parlare di un’applicazione come Oberlo senza prima parlare del dropshipping, risulterebbe fuorviante e poco contestualizzante, motivo per cui, se siete interessati a conoscere i meccanismi sottostanti all’e-commerce, questo articolo fa assolutamente per voi.

Leggi anche...

Contratto di stage: scopri questa guida davvero completa

Contratto di stage

Anche in Italia lo stage in azienda è una modalità per inserirsi in un contesto lavorativo rivolta agli studenti o a coloro che desiderano cambiare lavoro o reinserirsi in un contesto lavorativo dopo un periodo di pausa.