Logo AreaLavoro

Secondo quanto stabilito nel D. Lgs. n. 59/2017, gli aspiranti docenti di scuola secondaria devono sostenere un concorso per docenti che verrà bandito per il 2018. Per accedere, si richiedono 24 CFU ( i Crediti Formativi Universitari) nelle materie antropo-psico-pedagogiche e in metodologia e tecnologia didattica. Per acquisire questi crediti ICOTEA, e-learning Institute che è accreditato al MIUR, dà l’opportunità di optare fra diversi Master o Corsi singoli volti alla formazione completa per passare il concorso per docenti.

I Master proposti da ICOTEA sono così suddivisi

Stretta di mano dopo un concorso docenti 2018

  • Pedagogia e Scuola

60 CFU – 50 ECM – 20 CFP – monte ore 1500 http://bit.ly/2FOxEGY

  • E.S. – Bisogni Educativi Speciali

60 CFU – 50 ECM – 20 CFP – monte ore 1500 http://bit.ly/2pJ4UaC

  • Metodologie Didattiche, Digitali e Nuovi Ambienti di Apprendimento

60 CFU – 20 CFP – monte ore 1500 http://bit.ly/2pnEhWf

  • S.A. – Disturbi Specifici dell’Apprendimento

60 CFU – 50 ECM – 35 CFP - monte ore 1500 http://bit.ly/2B3IMJp

I Corsi singoli, invece, sono:

  • Pedagogia, Pedagogia Speciale e Didattica dell’inclusione

(M-PED) – 6 CFU – monte ore 150 http://bit.ly/2rfDN8d;

  • Psicologia

(M-PSI) – 6 CFU - monte ore 150 http://bit.ly/2FKPJlt;

  • Antropologia

(M-DEA/01 – M-FIL/03 – L-ART/08) – 6 CFU - monte ore 150 http://bit.ly/2EPm891;

  • Metodologie e Tecnologie Didattiche Generali

(M-PED/03 – M-PED/04) – 6 CFU- monte ore 150 http://bit.ly/2rkzHf4;

  • Pedagogia Speciale e Didattica dell’Inclusione (M-PED) + Psicologia (M-PSI) + Antropologia (M-DEA/01 – M-FIL/03 – L-ART/08) + Metodologie e Tecnologie Didattiche Generali (M-PED/03 – M-PED/04) – monte ore 600 –24 CFU http://bit.ly/2FMlv1i.

Le lezioni e gli esami si svolgono a distanza, attraverso una piattaforma e-learning, attiva 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Al termine di ogni percorso formativo, ICOTEA rilascerà la certificazione dei 24 CFU convalidata anche presso l’Università e-Campus e valida per accedere al Concorso per Docenti 2018.

Per chi si iscrive entro il 30/04/18 potrà usufruire del Voucher Formativo Finanziato, compatibile anche con la Carta del Docente, che offre una copertura parziale dell’intero importo del percorso formativo.

Per conoscere nel dettaglio tutte le proposte formative di ICOTEA visitate il sito www.icotea.it.

Concorso per docenti 2020/2021: come partecipare

Quest’anno, anche il concorso per docenti pubblici ha subito delle importanti variazioni. L’ultimo decreto firmato dal nostro Premier Giuseppe Conte al fine di far fronte all’emergenza sanitaria in cui ci troviamo, ha previsto la sospensione temporanea di tutti i concorsi pubblici, di conseguenza, anche il concorso per docenti che riguarda l’istruzione e la possibilità di diventare insegnanti presso la scuola dell’infanzia o le scuole secondarie.

Si tratta di un bando che prevede l’assunzione di 45.000 nuovi insegnanti, che ovviamente si chiedono quando potranno dare prova della loro professionalità e lavorare nell’ambito in cui si sono specializzati per anni.

Le domande previste per il concorso per docenti riguardante la scuola primaria sono circa 76.000, mentre quelle per il bando di scuola secondaria sono ben 430.00, si tratta di 500.000 persone che, attualmente, vedono il proprio futuro appeso ad un filo.

Il ministro Azzolina, aveva provato a fissare la data per il concorso per docenti al 16 novembre 2020, ma i nuovi avvenimenti e le nuove restrizioni che il governo ha dovuto attuare, fino al 3 dicembre, per contenere la diffusione della pandemia, faranno slittare il concorso per docenti al 2021.

Anche la scuola ne risente

Purtroppo, anche la scuola subisce le conseguenze di questa crisi all’interno del sistema del concorso per docenti pubblici. Sempre più spesso, infatti, non si riesce a trovare un docente in grado di ricoprire il ruolo scoperto e gli alunni si trovano per mesi senza il docente previsto per quella determinata materia.

Purtroppo, i ragazzi si trovano in una situazione in cui la loro formazione rischia di non essere completa, tra lezioni online e la mancanza del personale adeguato. La speranza è quella di ricevere notizie più chiare ed ufficiale nei prossimi giorni, in modo da poter capire quando, le scuole italiane potranno nuovamente essere complete al 100% per quanto riguarda la presenza di tutti gli insegnanti necessari.

Autore: Enrico Mainero LinkedIn

Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog (assieme alla Redazione di ElaMedia).