Il Contratto per le cooperative sociali contiene tutte le informazioni necessarie relative ai contratti territoriali e nazionali con tutte le competenze e le procedure di attuazione e rinnovo. 

Nel contratto si trovano tutte le linee guida relative ai periodi di stage, durante i quali spesso si tende a fare un contratto di apprendistato, con i requisiti utili all'ammissione e le tipologie contrattuali relative ad esso. Sono inoltre riportati i canoni per il periodo di prova, per il periodo di formazione e per l'assunzione vera e propria con i requisiti del contratto per le cooperative sociali, l'età e i limiti numerici.

Il rinnovo: come funziona nel diritto?

Immagine d'esempio usata nell'articolo Contratto per le cooperative sociali: tutte le linee guida

Il rinnovo del contratto collettivo nazionale del lavoro per le lavoratrici e i lavoratori delle cooperative sociale del settore socio-sanitario, assistenziale-educativo e di inserimento al lavoro è stato redatto nel 2010 ed ha la durata di due anni; è dunque ancora in corso nel 2012.

Il rinnovo del contratto per le cooperative sociali è stato stilato dopo un accordo tra i rappresentanti sindacali di FP CGIL, FPS CISL, FISASCAT CISL E UIL FPL. 

Contributi per l'inserimento lavorativo

Le cooperative sociali sono imprese, non a scopo di lucro, che operano perseguendo l'interesse generale della comunità. Operano nei servizi alla persona e sono connotate per statuto da fini sociali.

La normativa regionale (L.R. 18/94): le nostre opinioni

Prevede la possibilità per cooperative sociali di tipo A (possono gestire esclusivamente servizi socio-sanitari ed educativi) e B (possono svolgere attività di tipo agricolo, industriale, commerciale, e di servizio, al fine di inserire, dal punto di vista lavorativo, soggetti svantaggiati) la possibilità di ottenere contributi finanziari destinati a incentivarne la crescita e lo sviluppo.

L'art. 14 della legge prevede incentivi alle cooperative sociali di tipo B sotto forma di contributi a fondo perduto per spese di investimento: acquisto di macchinari, beni, impianti, ecc.

Le cooperative sociali di tipo B

Quelle iscritte all'albo regionale appositamente istituito possono dunuqe beneficiare di contributi a fondo perduto erogati dalla Regione per spese relative ad investimenti.

Le cooperative di tipo B che intendano presentare domanda per il contributo devono redigere un progetto di sviluppo. Il contributo è pari all'80% della spesa riconosciuta ammissibile e non può superare i 50 milioni.

Gli art. 16 e 17 della legge prevedono invece finanziamenti agevolati alle cooperative sociali di tipo A e B per spese relative ad: acquisizione impianti, macchinari, realizzazione di opere murarie, ecc. Il finanziamento è concesso sino al 100% delle spese ammissibili.

Il progetto di sviluppo biennale da presentare deve indicare:

  • obiettivi sociali, occupazionali, produttivi, che non possono essere inferiori all'inserimento a tempo pieno al lavoro di almeno una persona svantaggiata (L.381/91, art. 4);
  • ipotesi di fattibilità sulla base della reale situazione presente;
  • piano finanziario che dimostri l’idoneità all’attuazione del progetto proposto, assicurando stabilità economica e corretta remunerazione del lavoro.

Le domande vanno generalmente presentate entro il 31 luglio di ogni anno.

Conosci le finalità di queste tipologie d'impresa?

Le società cooperative sono regolamentate dall'articolo 45 della Costituzione e nascono sostanzialmente per fini mutualistici; esse hanno infatti la peculiarità di nascere non per conseguire un scopo legato al guadagno, ma per l'ottenimento di servizi e beni.

Perché fondarla

La società cooperativa viene infatti fondata da individui che sentono il bisogno di avere maggiori vantaggi e sicurezze di quanti ne possano ricavare lavorando come singoli, in rapporto alle esigenze di mercato del momento.

Le tipologie di società cooperative

Esistono diversi tipi di società cooperative, che variano in base al tipo di intento che si vuole perseguire; le più comuni che si possono trovare in Italia sono:

  • di credito: sono realtà che si prefiggono come obiettivo quello di offrire un servizio più solidale verso i propri clienti, svincolandosi da una logica meramente di profitto;
  • sociali: sono enti dedicati all'inserimento nel mondo del lavoro di persone in difficoltà;
  • di edilizia: hanno lo scopo di costruire abitazioni per i soci a prezzi più accessibili rispetto alla norma.

 

I soci delle cooperative

I soci, che devono essere almeno nove, variano in base al ruolo che ricoprono: ci sono infatti quelli ordinari, che fanno parte a pieno titolo della società cooperativa lavorando per raggiungere il fine comune, e quelli volontari, che lavorano a titolo gratuito e non devono essere più della metà dei soci totali.

In alcuni casi particolari è anche prevista la presenza di individui con problemi fisici o mentali, per almeno il 30 % del totale dei lavoratori.

Gli organi

Una società cooperativa prevede un consiglio di amministrazione con presidente, nominato dai soci, ed eventualmente un comitato esecutivo che agisce, sotto delega, in materia di variazione del capitale e del bilancio.

E' indispensabile inoltre che vi sia un controllo sulla società affidato al collegio sindacale, composto da tre o cinque persone che possono anche non essere socie della cooperativa.

L'assemblea della società cooperativa

L'assemblea della società cooperativa viene deliberata, previa comunicazione cartacea, circa 15 giorni prima del giorno stabilito per la convocazione; essa è di natura totalitaria, quindi regolare, unicamente se vi partecipano tutti i componenti della società, nonché gli appartenenti al collegio sindacale e gli amministratori.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Corsi singoli: la nuova offerta Icotea

I corsi singoli sono un’opportunità messa a disposizione di chi, per motivi di aggiornamento culturale e professionale, intende seguire insegnamenti universitari, senza però iscriversi ad un corso di laurea.

Contributi previdenziali: un approfondimento che non puoi perderti

contributi previdenziali

I contributi previdenziali sono pagamenti obbligatori che in Italia si effettuano all'INPS (Settore privato) e all'INPDAP (settore pubblico), al fine di successivamente una prestazione pensionistica.

Previdenza sociale: quali e quanti soggetti deve tutelare?

previdenza sociale

Il conseguimento di una buona pensione è un aspetto importante e molto considerato da tutti i lavoratori italiani. Per tutelare il lavoratore in materia di pensione e invalidità; esiste infatti la previdenza sociale.

I più condivisi

Taglio del cuneo fiscale: ecco in cosa consiste davvero

taglio del cune fiscale

Il cuneo fiscale, parlando ovviamente di lavoro, analizza gli effetti delle tasse che gravano sui lavoratori e sull'occupazione in generale. Viene rappresentato da un indicatore percentuale che corrisponde al rapporto tra le tasse appunto che gravano sui dipendenti e il costo del lavoro complessivo.

Marketing Cloud di Salesforce: gli aggiornamenti più recenti

Le ultime novità di Salesforce Marketing Cloud: gli aggiornamenti più recenti

L'applicazione dell'intelligenza artificiale al marketing rappresenta la sfida più impegnativa e importante che coinvolge Salesforce, che mette a disposizione delle aziende - a prescindere dalle loro dimensioni - un assortimento molto ampio di tool che coinvolgono le diverse aree di business. La messa a punto di nuovi prodotti è finalizzato al raggiungimento di tale obiettivo, e lo stesso dicasi per il rilascio di funzionalità innovative nei vari cloud. La tool di Marketing Cloud, in particolare, presenta un interessante ventaglio di aggiornamenti, destinati a garantire benefici concreti agli utenti.

Come aprire una tipografia?

Prima di aprire una tipografia è necessario valutare con la massima attenzione i costi e gli oneri economici che possono essere connessi a un'attività imprenditoriale di questo tipo. L'evoluzione tecnologica del settore ha indotto i professionisti di questo ambito a mettere da parte i vecchi macchinari a inchiostro per fare posto a strumentazioni digitali che promettono risultati decisamente migliori anche dal punto di vista della velocità di esecuzione.

Leggi anche...

Medicina del Lavoro: cos’è e di cosa si occupa

medicina del lavoro

La medicina del lavoro è un ambito medico che si interessa e si rivolge alla prevenzione, diagnosi e cura delle patologie derivanti dalle attività lavorative; come evidenziato da Soterikon.it la medicina del lavoro si specializza nell’individuazione dei sintomi e delle malattie causate dall’esposizione dei lavoratori a determinati fattori di rischio: dagli agenti chimici, fisici, biologici ai fattori psico-sociali e lo stress lavorativo.

Leggi anche...

Doppio lavoro: quando è lecito integrarlo ad un part-time?

svolgere un doppio lavoro

Il doppio lavoro è lecito? Un secondo lavoro si può integrare con un part-time? È sempre vietato il doppio lavoro per un dipendente nella pubblica amministrazione? In questa guida cercheremo di rispondere a tutte le domande e considerare i casi, nel pubblico e nel privato, in cui fare un secondo lavoro è lecito e non può essere impedito dal datore. 

Ti diamo il benvenuto. Chiediamo il tuo consenso per utilizzare i tuoi dati personali per annunci e contenuti personalizzati, valutazione degli annunci e del contenuto, osservazioni del pubblico e sviluppo di prodotti. Archiviare e/o accedere a informazioni su un dispositivo. I tuoi dati personali verranno elaborati da fornitori terzi e le informazioni raccolte dal tuo dispositivo (come cookie, identificatori univoci e altri dati del dispositivo) possono essere condivise con questi ultimi, da loro visualizzate e memorizzate, oppure essere usate nello specifico da questo sito o questa app. Alcuni fornitori potrebbero trattare i tuoi dati personali sulla base dell'interesse legittimo, al quale puoi opporti gestendo le tue opzioni qui sotto. Cerca nella parte inferiore di questa pagina o nelle nostre norme sulla privacy un link che ti permette di ritirare il consenso.