L'agente di commercio è un intermediario fra le imprese manifatturiere e le organizzazioni della distribuzione.
Per poter accedere a questa professione è necessario che l'interessato disponga di una serie di caratteristiche e competenze; vedremo a seguire in cosa consistono.

Le mansioni principali

Il lavoro di un agente di commercio comporta di:

  • visitare le imprese commerciali proponendo l'acquisto di prodotti per conto di varie imprese o di grossisti; stipulare contratti di vendita;
  • recepire gli ordini; riscuotere i crediti;
  • occuparsi della consegna della merce;
  • ricercare il committente e definire il contratto;
  • assistere la clientele e dare consulenza in merito alle più idonee modalità di pagamento (leasing, rate, ecc.);
  • valutare reclami da parte dei clienti;
  • collaborare con il produttore per lo studio delle tendenze di sviluppo del mercato.

Le caratteristiche del buon agente di commercio

Le caratteristiche necessarie per svolgere la professione di agente di commercio sono:

  • la conoscenza approfondita dei prodotti;
  • il possesso di nozioni informatiche e di contrattualistica commerciale;
  • capacità relazionale;
  • ambizione professionale;
  • conoscenza delle strategie di Customer Service e del software di CRM (Customer Relationship Management).

Le tipologie di agente di commercio

In Italia, la figura professionale dell'agente di commercio è regolata da un proprio ruolo all'interno della camera di commercio alla quale l'agente si iscrive. Gli agenti di commercio in Italia si distinguono tra Monomandatari, che rappresentano una sola azienda (hanno un solo mandato di agenzia), e Plurimandatari (hanno un mandato di agenzia da parte di più aziende).

I guadagni relativi alla provvigione

L'azienda che viene rappresentata dall'agente di commercio compensa l'agente mediante “Provvigione", stabilita a priori e contrattualizzata nel mandato di agenzia che è proporzionale al fatturato che sviluppa l'agente. L'agente matura la provvigione nel momento in cui l'ordine viene processato dall'azienda.

I requisiti

L'agente di commercio deve iscriversi presso la camera di commercio al ruolo degli agenti di commercio, dimostrando di:

  • aver conseguito un diploma presso un Istituto Tecnico Commerciale;
  • aver conseguito una laurea presso una facoltà di Economia e Commercio;
  • aver esercitato, per un periodo di due anni, l'attività di venditore piazzista;
  • aver esercitato, per un periodo di due anni, l'attività di addetto alle vendite in un'impresa commerciale;
  • aver sostenuto un esame di abilitazione presso un ente accreditato dalla Regione di appartenenza.

I corsi per diventare un professionista nel settore

Esisto corsi in merito che vengono organizzati periodicamente dagli enti locali e da scuole specializzate; hanno una durata minima di 80 ore e trattano materie di base per l'esercizio dell'attività quali: il diritto commerciale e tributario, la disciplina previdenziale, le norme contrattuali e delle basi di tecniche di vendita.

Aspiranti agenti di commercio privi di titoli di studio

Gli aspiranti agenti che non siano in possesso del titolo di studio o non abbiano ancora l'esperienza lavorativa che possa abilitarli, dovranno dunque rivolgersi a questo tipo di strutture.
Infine l'agente di commercio dovrà iscriversi all'INPS e alla fondazione ENASARCO, l'istituto previdenziale degli agenti di commercio.



Potrebbe interessarti

Dichiarazione Red per i contributi agevolati alla pensione

dichiarazione red

Esistono alcune agevolazioni pensionistiche, quali gli assegni familiari, la pensione minima, di reversibilità o invalidità, che necessitano di determinati requisiti per essere ottenute.

Leggi tutto...

Formazione permanente: perché è importante?

La formazione permanente (detta anche Lifelong learning) è l'insieme dei processi di apprendimento che si verificano dopo la prima fase di formazione scolastica, all'università o sul lavoro, atti ad arricchire le competenze, migliorando le qualifiche professionali.

Leggi tutto...

Dichiarazione redditi: 730 o modello Unico? Scopri le differenze

La dichiarazione dei redditi è lo strumento fiscale con cui il contribuente dichiara i propri redditi e ne corrisponde i tributi al fisco. In base al D.P.R. 600/73, la dichiarazione redditi è un atto pubblico che può essere consultato gratuitamente. 

Leggi tutto...

Modello curriculum tedesco: per chi cerca lavoro in Germania

bandiera tedescaCome scrivere un curriculum? Quanti di voi si pongono questa domanda? Non è difficile scrivere un curriculum vitae se si tengono a mente delle semplici regole di base, la difficoltà sta nel saper comunicare di essere la persona ideale per la posizione ricercata, esprimere il proprio interesse e far emergere le proprie competenze attraverso un foglio. Scrivere un buon curriculum, questo è difficile.

Leggi tutto...

Ape Social: l’anticipo pensionistico a carico dello Stato

Imagine sull'anticipo pensionistico

Dopo aver terminato gli studi ognuno di noi comincia l’infinito percorso lavorativo che ci trasporta dalla giovane età dei vent’anni circa alla veneranda dei sessanta e al conseguimento della famosa pensione

Leggi tutto...

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Il distacco del lavoratore: conoscere le norme

il distacco del lavoratore

Il distacco del lavoratore è, in modo molto semplice, “il prestito” di un lavoratore da un’azienda ad un altro datore di lavoro. Le parti sono cosi denominate:

Leggi tutto...

I 20 anni di ICOTEA: le ultime novità

Acquisire esperienza nel settore della formazione online è un traguardo tanto impegnativo quanto importante. Con l’espansione dell’offerta in ambito FAD (Formazione a Distanza) non è facile trovare un ente che conosca a fondo il know how e sappia andare incontro alle esigenze degli studenti 2.0, individui che hanno voglia di studiare, non tempo da perdere.

Leggi tutto...

Concorso interno: vediamo di cosa si parla

La ricerca di un lavoro è spesso lunga e difficile. È necessario infatti munirsi di tanta pazienza e di buona volontà in primis per mettersi a cercare l'offerta di lavoro più adatta alle proprie competenze e agli studi precedentemente acquisiti.

Leggi tutto...

Scadenza della dichiarazione dei redditi

Le date per la scadenza della dichiarazione dei redditi differiscono nei termini a seconda di quale documento si intenda presentare; vedremo a seguire quali siano queste date e in che modo vadano consegnati il Modello 730 (e 730-1) e il Modello Unico, specificando fin da subito che ogni anno possono essere suscettibili di deroghe e posticipazioni previste solo all'ultimo momento in base ad esigenze specifiche.

Leggi tutto...

Licenziamento collettivo: scopri le ragioni

il licenziamento collettivo

Anche chi possiede un lavoro e uno stipendio sicuro potrebbe correre il rischio di essere licenziato a causa di motivazioni esterne alla sua volontà e al suo operato. Questo succede spesso all’interno di aziende o imprese, che sono spesso a rischio di fallimento o di crisi.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Il CCNL per l'industria: un approfondimento

La presenza di un Ccnl, ovvero di un Contratto collettivo nazionale del Lavoro e di settore, è fondamentale per regolare al meglio le dinamiche di lavoro e le direttive di una determinata categoria lavorativa.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Reddito riparametrato (equivalente): come si calcola

In periodo di iscrizione all'università, molti studenti sentono parlare la prima volta di reddito riparametrato, o detto reddito equivalente. Ma di cosa si tratta?

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavorare nella moda: passione, stile e guadagno

Un'attività in questo ambito prevede soprattutto un talento e una propensione creativa in grado di far emergere le proprie idee su quelle degli altri. È importante anche seguire le tendenze del momento, creandone di nuove e stare al passo con i cambiamenti e il rinnovarsi dei trend.

Leggi tutto...
Go to Top