La fattura elettronica è stata introdotta in Italia più di un anno fa. 

Una piaga, quella dell’evasione fiscale, che non ha mai (o quasi) accennato ad arrestarsi, o a diminuire. L’Italia è il primo degli Stati Membro dell’Unione Europea, per evasione fiscale. Un triste e spregevole primato, di cui non doversi assolutamente vantare. La pressione fiscale nel Bel Paese è abbastanza alta e gli italiani hanno sempre cercato il modo di ridurre e/o eliminare del tutto il prelievo fiscale da parte del Governo. Con raffinate tecniche legali, o addirittura violando specifiche norme fiscali, il popolo italiano si è contraddistinto nell’ingegnosità di evitare di pagare le tasse.

Questo comportamento, a lungo andare ha contribuito a far perdere allo Stato una parte non trascurabile delle entrate ad esso dovute (il così detto gettito fiscale). Ma qualcosa all’orizzonte sembra essere cambiato. La strada da percorrere sicuramente è ancora lunga e in salita, ma la direzione è quella giusta. Assieme allo scontrino elettronico, l’Italia sembra aver trovato nella fattura elettronica un rimedio alla dilagante piaga dell’evasione fiscale.

Fattura elettronica: a cosa è servita fino ad oggi

Non si tratta soltanto di uno strumento alla portata di tutti, facile e intuitivo da utilizzare, i suoi vantaggi vanno ben oltre alla sua usabilità. La fattura elettronica infatti ha saputo, in poco più di un anno, portare un po’ di equilibrio nelle casse statali. Ha fatto registrare infatti un +2,65% di aumento nelle casse comuni, pari a ben +3,306 milioni di euro. La sua introduzione e il suo impiego ha fatto inoltre aumentare i derivati dalla componente relativa agli scambi interni, totalizzando un+3%, che tradotto in numeri equivale a 122,990 milioni di euro. Si registra di più, si emettono più fatture e soprattutto si utilizza la fattura elettronica anche come valido strumento di controllo della spesa pubblica. É facile e sicura da usare, non solo grazie agli strumenti messi a disposizione dello Stato, ma anche a svariate piattaforme private che offrono il servizio di fattura elettronica. Chiunque quindi ha la possibilità di accedere ai documenti conservati da remoto, usando tra l’altro uno strumento dal basso impatto ambientale. Ha ridotto infine i costi sostenuti per la gestione degli archivi fisici.

Fattura elettronica: aggiornamenti e modifiche dal primo ottobre 

Fattura elettronica

Le ultime novità in materia di fattura elettronica riportano la data del primo ottobre 2020. Risalgono infatti agli inizi di questo mese le nuove specifiche relative al tracciato XML. Si tratta del formato utilizzato per trasmettere le fatture elettroniche al Sistema di Interscambio (SdI).

Fattura elettronica

Casi particolari di fatturazione elettronica per clienti esteri

Durante lo svolgimento della propria attivitá, potrebbero accadere dei casi particolari per l'emissione della fattura elettronica. Ad esempio, si potrebbe incorrere in un'azienda o consumatore finale che vivono e risiedono a Campione d'Italia oppure Livigno. Come regolarsi in questo caso, considerando che i residenti di queste localitá ufficialmente non sono cittadini italiani e pertanto devono essere ritenuti cittadini o soggetti stranieri o comunque usufruiscono di qualche agevolazione particolare?

E' la stessa Agenzia delle Entrate a chiarire questo dubbio. L'ente infatti stabilisce che queste due localitá (Livigno e Campione d'Italia) non fanno parte del territorio nazionale e pertanto tutte le operazioni e le attivitá effettuate con soggetti residenti e situati in tali Comuni dovranno essere considerateoperazioni transfrontaliere e rientranti di conseguenza tra quelle che dovranno essere incluse nel cosiddetto "Esterometro". Ancora l'Agenzia delle Entrate va a specificare meglio un passaggio importante a questo proposito.

Nei rapporti con tali soggetti si puó effettuare una fattura elettronica per clienti esteri. In particolare, considerando che gli abitanti di Livigno e Campione d'Italia posseggono un codice fiscale italiano, pur non avendo effettiva residenza nel nostro Paese, nel campo "Codice Destinatario" bisognerá usare il codice con i sette zeri (0000000). In seguito, si dovrá inviare al cliente/committente una copia della fattura cartacea oppure elettronica (volendo, anche in formato Pdf). In tal caso, non sará obbligatoria la trasmissione dei dati della stessa all'Esterometro.

A questo punto, avendo tutte le informazioni necessarie, è possibile eseguire la fattura elettronicaper qualsiasi tipologia di clientela estera. Tuttavia, nel caso dovessero permanere dei dubbi o si avesse la necessitá di ulteriori chiarimenti su qualche passaggio o codice da inserire, è possibile usufruire e fare riferimento ad una pagina apposita del sito internet dell'Agenzia delle Entrate, in cui sono spiegati in modo chiaro e sintetico le varie informazioni necessarie. Il tutto corredato anche da una utilissima FAQ, con le domande poste piú frequentemente.  

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Calcolo pensione Inarcassa: come fare?

calcolo della pensione inarcassa

In materia di pensione e di previdenza esistono delle strutture pensionistiche apposite chiamate casse di previdenza. Le casse di previdenza sono degli organismi ben precisi ai quali fanno riferimento specifiche categorie di lavoratori: vediamo come muoversi per il calcolo pensione Inarcassa.

Tutte le facoltà universitarie: scegli quella che fa per te!

Lista delle facoltà universitarie: ecco un'aula 

Cosa fare dopo le scuole superiori? La lista delle facoltà universitarie è lunga e questa è una domanda che milioni di studenti si pongono ogni anno: per questo motivo è opportuno offrire un'ampia panoramica delle principali facoltà presenti sul territorio, verificandone l'offerta formativa e le possibilità di accesso al mondo del lavoro.

3 Consigli per la scelta del master in fashion & luxury

La moda è una delle eccellenze del Made in Italy e rappresenta un settore che appassiona giovani da tutte le aree del mondo. Avere una laurea nel settore fashion è di per sé un buon punto di partenza, da approfondire con la scelta del giusto master post universitario. Oggi sono diverse le realtà che presentano un’offerta formativa in fashion & luxury, con proposte che vedono sempre più, accanto a lezioni in presenza, anche metodologie di studio online estremamente utili per la corretta formazione.

I più condivisi

La Bacheca lavoro a Trento: ecco di cosa si tratta e come sfruttarla

Immagine esemplificativa che riguarda l'articolo La Bacheca del lavoro a Trento: ecco di cosa si tratta e come puoi sfruttarla

Ampliamo la nostra sezione dedicata alle offerte di lavoro sul territorio nazionale, regione per regione. In questa pagina suggeriamo alcuni dei link utili per chi è interessato alle offerte di lavoro in Trentino.

Contributi in conto esercizio: ecco tutti i dettagli sull'argomento

contributi in conto esercizio

I contributi in conto esercizio sono erogati per facilitare i costi di gestione (personale, pubblicità, viaggi, locazioni immobiliari, oneri finanziari, ecc.), che le imprese devono sostenere per far fronte di un determinato progetto.

Contratto a progetto e maternità

Il rapporto di lavoro sancito da un contratto a progetto è sospeso nel caso di malattia o infortunio del lavoratore o durante la gravidanza attraverso l’aspettativa per maternità. 

Leggi anche...

Curriculum in francese: sai cosa scrivere? Ecco una guida!

Curriculum in francese

Scrivere un curriculum in francese? Attualmente sono tante le persone che cercano lavoro all'estero e necessitano di modelli di curriculum da scrivere in lingua straniera; oltre all'inglese, anche il francese è una lingua molto usata nel mondo lavorativo europeo.

Leggi anche...

Pensione di cittadinanza: scopriamo che cos’è e come funziona

La pensione di cittadinanza

Con la recente vittoria del Movimento 5 stelle nelle elezioni politiche che ci sono state il 04 marzo 2018 si è affacciata sempre di più la possibilità di richiedere la pensione di cittadinanza 2019.