La Flat Tax rappresenta un sistema fiscale che è caratterizzato da una, non progressiva, aliquota fissa. Essa trova applicazione in una proposta contenuta nel contratto di Governo fra M5s e Lega ed include due aliquote, di cui del 15 e del 20% per quanto riguarda i redditi da lavoro di persone fisiche, famiglie e Partite IVA; ed una, invece, fissa destinata alle imprese che reinvestono i loro utili del 15 + 5%. Inoltre, è previsto un sistema di detrazioni e deduzioni atto a garantire la progressività delle imposte.

Matteo Salvini, il leader della Lega, è colui che si batte maggiormente per l’introduzione, in Italia, della flat tax. Infatti, insieme alla coalizione di centrodestra e al M5s, egli punta a sostituire l’attuale sistema della tassazione Irpef per scaglioni e aliquote con la tassa piatta uguale per tutti.

Allo stato odierno, in questa situazione di stallo nel mondo dell’economia, si torna a parlare proprio della proposta di Salvini e, il capogruppo dei 5stelle al Senato, Danino Toninelli, si dichiara favorevole a questa flat tax, purché non penalizzi le categorie più povere.

La proposta non è nuova al nostro Paese: pro e contro

In realtà la proposta della flat tax non è una novità per l’Italia, infatti questo è uno dei temi più cari ai partiti del centrodestra fin dal 1994, anno in cui Berlusconi provò a proporla per la primissima volta.

La possibilità di introdurre la flat tax sia per le imprese che per le famiglie permetterebbe di fare abbassare, l’attualmente troppo elevata, pressione fiscale nel nostro Paese; si tratta, infatti, di una fra le più alte nel mondo e ci sarebbe anche il vantaggio, a parere di alcuni, di ridurre notevolmente il fenomeno negativo dell’evasione fiscale.

Per quanto riguarda i contro, invece, c’è chi ritiene non sarebbe affatto produttiva in Italia l’introduzione di una flat tax con aliquota unica. Questa fazione si concentra sul fatto che tale proposta è in netto contrasto con il principio di progressività che ha l’imposizione fiscale e, cancellando la tassazione Irpef per aliquote e scaglioni si andrebbe incontro ad un crollo a carico delle entrate tributarie.

Capiamo come funziona la misura

Per capire meglio come funziona la flat tax è utile, però, fare degli altri ragionamenti, infatti, anche se comprendere il funzionamento della flat tax è abbastanza semplice, è opportuno essere a conoscenza del fatto che essa, rispetto al sistema di tassazione di redditi Irpef per aliquote e scaglioni attualmente in uso, questa imposta fissa ad aliquota unica è davvero molto semplice da applicare ma potrebbe nascondere anche qualche insidia.

Le imposte sui redditi con una flat tax verrebbero pagate da ogni contribuente in misura fissa quindi il prelievo fiscale sul reddito da lavoratore dipendente, da pensione e da impresa verrebbe completamente uniformato. La proposta attuale è quella di introdurre un’aliquota fissa del 15% oppure del 23% a seconda che la proposta arrivi dalla Lega o, come detto prima, da Forza Italia.

Per quanto riguarda le insidie, c’è chi ritiene che la tassazione con l’aliquota fissa potrebbe essere svantaggiosa per il nostro Paese a causa di due principali motivazioni, quali:

  • Come anticipato, la flat tax sarebbe contraria al principio di progressività di imposizione fiscale che viene stabilito dall’articolo 53 della Costituzione;
  • Il nostro Paese si troverebbe a dover fare i conti con entrate minori nel “bilancio statale”.

Il primo punto in esame è quello sul quale, innanzitutto, ci si deve concentrare con attenzione in sede di analisi della proposta che riguarda la sostituzione della tassazione Irpef per aliquote e scaglioni con una flat tax, pace fiscale e condono.

La flat tax, però, sulla base della proposta di legge che è stata presentata dalla Lega alla Camera introduce insieme all’aliquota fissa del 15%, anche un sistema di deduzioni proporzionale di 3.000 euro per ogni componente del nucleo familiare da calcolare, però, sulla base del reddito complessivo.

Vediamo quindi come ci siano favorevoli e contrari alla flat tax ma nonostante la fondatezza di pro e contro alla tassazione con aliquota fissa, quello che si evince senza ombra di dubbio è che l’Italia ha una più che urgente necessità di avviare una riforma della tassazione sui redditi.





Potrebbe interessarti

Concorso Docenti 2018: come acquisire i 24 CFU

Stretta di mano dopo un concorso docenti 2018

Secondo quanto stabilito nel D. Lgs. n. 59/2017, gli aspiranti docenti di scuola secondaria devono sostenere un concorso che verrà bandito per il 2018. Per accedere, si richiedono 24 CFU ( i Crediti Formativi Universitari) nelle materie antropo-psico-pedagogiche e in metodologia e tecnologia didattica.

Leggi tutto...

La vacanza studio Inpdap: scopri come parteciparvi!

Grazie alle vacanze studio Inps (ex Inpdap), aumentano di anno in anno i ragazzi che si recano all'estero in soggiorni rivolti all'apprendimento di una lingua specifica o all'acquisizione di particolari competenze tecnico-teoriche.

Leggi tutto...

Formazione scuola: ICOTEA triplica i vantaggi

Immagine che rimanda alla formazione scolastica

Oggi il settore dell’istruzione è il contesto strategico sul qual investire e la formazione professionale del personale è il punto di partenza per rilanciare il sistema educativo italiano.

Leggi tutto...

Livello CCNL: tutto quello che devi sapere!

Ciascun CCNLsi basa su l’accordo di diversi soggetti in merito a determinate materie. In base al livello del CCNL vengono prese decisioni diverse, ma significative per la contrattazione stessa.

Leggi tutto...

Pace Fiscale 2019 e condono: ecco come funzionerà

Immagine esemplificativa che rimanda alla pace fiscale

Il condono fiscale rappresenta un dispositivo di legge che si fissa l’obiettivo di andare a sanare dei comportamenti irregolari o illeciti dei contribuenti e, in particolare, riguarda gli errori fatti nelle dichiarazioni dei redditi.

Leggi tutto...

I più condivisi

Contratto a tempo determinato e maternità: quali procedure?

In caso di scadenza del contratto di lavoro (a tempo determinato), una lavoratrice ha diritto all’indennità INPS per la maternità anticipata o obbligatoria, in base a quanto sancito con la circolare ministeriale del 1 dicembre 2004.

Leggi tutto...

La cassa previdenza per i commercialisti: aliquote e modalità d'iscrizione

In materia di pensione, previdenza e assistenza legata ai lavoratori professionisti e ai lavoratori autonomi esistono casse di previdenza speciali create appositamente per queste categorie lavorative.

Leggi tutto...

Il calcolo dei ratei tredicesima:ecco le informazioni necessarie!

I lavoratori subordinati con contratto a tempo determinato o indeterminato percepiscono una mensilità definita tredicesima che viene calcolata seguendo criteri ben precisi e che varia a seconda della tipologia di lavoro e di contratto.

Leggi tutto...

Come diventare agente di commercio?

L'agente di commercio è un intermediario fra le imprese manifatturiere e le organizzazioni della distribuzione.
Per poter accedere a questa professione è necessario che l'interessato disponga di una serie di caratteristiche e competenze; vedremo a seguire in cosa consistono.

Leggi tutto...

Diventare medico: l'iter formativo in Italia

Essere medico è un sogno per tanti giovani e giovanissimi. L'iter formativo da seguire è abbastanza complesso e probabilmente solo se si è spinti da una grande passione si porta a termine il percorso di studi entro i tempi prefissati. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Tesi master universitario: struttura, obiettivi e contenuti

Si denomina Tesi o report, il dattiloscritto finale che va solitamente redatto alla fine di un master universitario. Il lavoro di una tesi richiede molto tempo, pazienza e ricerca accurata delle fonti.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Cerco lavoro call center: ecco le offerte

lavorare in un call centre

Le offerte di cerco lavoro call center si riferiscono al lavoro di telemarketing svolto da operatori e operatrici telefoniche. Le aziende che operano in questo settore svolgono solitamente l'attività di customer service. Ultimamente si è arrivato però a un servizio forse troppo invasivo: nelle abitazioni arrivano decine e decine di telefonate e non è un caso che molte famiglie rispondano stizzite all’ennesima chiamata, anche se capiscono che dall’altro lato della cornetta ci sono persone che lavorano.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Modello aziendale: quale scegliere?

scegli il modello aziendale che adatto alla tua attività

Il modello aziendale viene scelto in base a numerosi parametri (mercato, prodotto, risorse) ma, qualunque sia la scelta effettuata quello che conta è l'efficienza della struttura selezionata: un'impresa inefficiente è un'impresa in perdita.

Leggi tutto...
Go to Top