La Flat Tax rappresenta un sistema fiscale che è caratterizzato da una, non progressiva, aliquota fissa. Essa trova applicazione in una proposta contenuta nel contratto di Governo fra M5s e Lega ed include due aliquote, di cui del 15 e del 20% per quanto riguarda i redditi da lavoro di persone fisiche, famiglie e Partite IVA; ed una, invece, fissa destinata alle imprese che reinvestono i loro utili del 15 + 5%. Inoltre, è previsto un sistema di detrazioni e deduzioni atto a garantire la progressività delle imposte.

Matteo Salvini, il leader della Lega, è colui che si batte maggiormente per l’introduzione, in Italia, della flat tax. Infatti, insieme alla coalizione di centrodestra e al M5s, egli punta a sostituire l’attuale sistema della tassazione Irpef per scaglioni e aliquote con la tassa piatta uguale per tutti.

Allo stato odierno, in questa situazione di stallo nel mondo dell’economia, si torna a parlare proprio della proposta di Salvini e, il capogruppo dei 5stelle al Senato, Danino Toninelli, si dichiara favorevole a questa flat tax, purché non penalizzi le categorie più povere.

La proposta non è nuova al nostro Paese: pro e contro

In realtà la proposta della flat tax non è una novità per l’Italia, infatti questo è uno dei temi più cari ai partiti del centrodestra fin dal 1994, anno in cui Berlusconi provò a proporla per la primissima volta.

La possibilità di introdurre la flat tax sia per le imprese che per le famiglie permetterebbe di fare abbassare, l’attualmente troppo elevata, pressione fiscale nel nostro Paese; si tratta, infatti, di una fra le più alte nel mondo e ci sarebbe anche il vantaggio, a parere di alcuni, di ridurre notevolmente il fenomeno negativo dell’evasione fiscale.

Per quanto riguarda i contro, invece, c’è chi ritiene non sarebbe affatto produttiva in Italia l’introduzione di una flat tax con aliquota unica. Questa fazione si concentra sul fatto che tale proposta è in netto contrasto con il principio di progressività che ha l’imposizione fiscale e, cancellando la tassazione Irpef per aliquote e scaglioni si andrebbe incontro ad un crollo a carico delle entrate tributarie.

Capiamo come funziona la misura

Per capire meglio come funziona la flat tax è utile, però, fare degli altri ragionamenti, infatti, anche se comprendere il funzionamento della flat tax è abbastanza semplice, è opportuno essere a conoscenza del fatto che essa, rispetto al sistema di tassazione di redditi Irpef per aliquote e scaglioni attualmente in uso, questa imposta fissa ad aliquota unica è davvero molto semplice da applicare ma potrebbe nascondere anche qualche insidia.

Le imposte sui redditi con una flat tax verrebbero pagate da ogni contribuente in misura fissa quindi il prelievo fiscale sul reddito da lavoratore dipendente, da pensione e da impresa verrebbe completamente uniformato. La proposta attuale è quella di introdurre un’aliquota fissa del 15% oppure del 23% a seconda che la proposta arrivi dalla Lega o, come detto prima, da Forza Italia.

Per quanto riguarda le insidie, c’è chi ritiene che la tassazione con l’aliquota fissa potrebbe essere svantaggiosa per il nostro Paese a causa di due principali motivazioni, quali:

  • Come anticipato, la flat tax sarebbe contraria al principio di progressività di imposizione fiscale che viene stabilito dall’articolo 53 della Costituzione;
  • Il nostro Paese si troverebbe a dover fare i conti con entrate minori nel “bilancio statale”.

Il primo punto in esame è quello sul quale, innanzitutto, ci si deve concentrare con attenzione in sede di analisi della proposta che riguarda la sostituzione della tassazione Irpef per aliquote e scaglioni con una flat tax, pace fiscale e condono.

La flat tax, però, sulla base della proposta di legge che è stata presentata dalla Lega alla Camera introduce insieme all’aliquota fissa del 15%, anche un sistema di deduzioni proporzionale di 3.000 euro per ogni componente del nucleo familiare da calcolare, però, sulla base del reddito complessivo.

Vediamo quindi come ci siano favorevoli e contrari alla flat tax ma nonostante la fondatezza di pro e contro alla tassazione con aliquota fissa, quello che si evince senza ombra di dubbio è che l’Italia ha una più che urgente necessità di avviare una riforma della tassazione sui redditi.



Potrebbe interessarti

Riforma pensioni 2012: novità del calcolo contributivo

La riforma pensioni varata dal Governo Monti prevede che dal 1° gennaio 2012, le anzianità contributive maturate dopo il 31 dicembre 2011 verranno calcolate per tutti i lavoratori con il sistema di calcolo contributivo.

Leggi tutto...

Calcolo ISEE: come richiederlo online?

il calcolo dell'isee è possibile richiederlo on line

L’acronimo ISEE significa "Indicatore di Situazione Economica Equivalente". Con il calcolo ISEE si definisce la condizione economica di un singolo o di un nucleo familiare. 

Leggi tutto...

Reddito riparametrato (equivalente): come si calcola

In periodo di iscrizione all'università, molti studenti sentono parlare la prima volta di reddito riparametrato, o detto reddito equivalente. Ma di cosa si tratta?

Leggi tutto...

Master e laurea: primo o secondo livello?

Oggi la formazione post universitaria è curata da enti ed aziende pubbliche e private. La varietà dell’offerta dei master postlaurea può rendere più difficile la scelta.

Leggi tutto...

Mobilità Scuola 2018/19: i corsi di perfezionamento per ottenere punteggio

mobilità del personale scolastico

Negli ultimi mesi si è discusso a lungo per il rinnovo del contratto sulla mobilità che interessa più di un milione di lavoratori tra docenti e personale ATA. A febbraio si è giunti, finalmente, alla sottoscrizione di un accordo tra MIUR e sindacati che ha visto la proroga integrale del Contratto sulla mobilità 2017/18 per l’anno scolastico 2018/19.

Leggi tutto...

I più condivisi

Lavorare in asilo, tutte le opportunità: dalle maestre alle tagesmutter

Nutrire una sana propensione per la cura dei bambini, passione e predisposizione per l’educazione infantile non è sufficiente per convincere un genitore ad affidare la propria prole a mani estranee.

Leggi tutto...

Il distacco del lavoratore: conoscere le norme

il distacco del lavoratore

Il distacco del lavoratore è, in modo molto semplice, “il prestito” di un lavoratore da un’azienda ad un altro datore di lavoro. Le parti sono cosi denominate:

Leggi tutto...

Scopri la carta ILA e come ottenerla!

La carta ILA (Individual Learning Account) è una carta di credito formativa prepagata nata per finanziare la formazione professionale. La carta è un buono utile a finanziare un iter formativo mirato e adatto alle esigenze e alle aspirazioni professionali di chi la richiede.

Leggi tutto...

Guida alla Nuova Tabella delle Pensioni

la nuova tabella per le pensioni

Il Decreto “Salva Italia” ha portato ad una sostanziale riforma di tutto il sistema della previdenza italiana. Il passaggio finale dal sistema retributivo al contributivo e l’innalzamento dell’età pensionabile hanno portato ad un rifacimento della tabella delle pensioni, che vede il tentativo di diminuire il divario tra i contributi versati e le mensilità ritirate da chi ha smesso di lavorare, di pari passo con un inasprimento delle condizioni per concludere la sua vita lavorativa.

Leggi tutto...

Offerte di lavoro nella professione di architetto: progetta il tuo futuro!

progetto disegnato da un architetto

La creatività e l'ingegno va spesso a braccetto anche con la realizzazione e la costruzione di case e interni per le stesse. Esistono infatti figure professionali che si occupano proprio di questo, ovvero di realizzare progetti per le vostre abitazioni seguendo i vostri gusti e le vostre esigenze.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Concorso interno: vediamo di cosa si parla

La ricerca di un lavoro è spesso lunga e difficile. È necessario infatti munirsi di tanta pazienza e di buona volontà in primis per mettersi a cercare l'offerta di lavoro più adatta alle proprie competenze e agli studi precedentemente acquisiti.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Controversie sul lavoro

I compiti principali della Direzione Generale del Ministero del Lavoro si basano sul garantire e tutelare le condizioni di lavoro e sul mediare nelle situazioni di crisi d’impresa e nelle vertenze nazionali di lavoro.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Permesso parentale: tutte le informazioni di cui hai bisogno

Il permesso parentale è un diritto che viene dato ad entrambi i genitori per ogni bimbo. Si tratta in definitiva della possibilità di astenersi dal lavoro.

Leggi tutto...
Go to Top