Con l'arrivo dell'estate, sono molti, soprattutto giovani, che decidono di affidarsi ai lavori stagionali per guadagnare qualcosa almeno durante il periodo estivo. Un lavoro molto richiesto e interessante è infatti quello della gestione di uno stabilimento balneare.

La nostra Penisola riceve ogni anno numerosi turisti da diverse parti del mondo; anche grazie ai 7.000 chilometri di costa che l'Italia possiede, sono inoltre possibili diverse zone, dove poter avviare e dedicarsi al meglio della gestione di uno stabilimento balneare.

Competenze pregresse?

La gestione di uno stabilimento balneare presenta inoltre numerosi vantaggi; non sono infatti previsti e richiesti studi particolari o competenze specifiche, per poter svolgere questo genere di lavoro. Sono però fondamentali grosse doti legate all'interazione col pubblico e tanta intraprendenza, nonché capacità di natura gestionale e imprenditoriale.

Per la gestione di uno stabilimento balneare, è inoltre importante riuscire a trovare una buona zona, nella quale avviare l'attività. Se si desidera lavorare in questo campo è possibile acquistare direttamente lo stabilimento e lavorarci e gestirlo di volta in volta nei tre mesi estivi, ogni anno. In alternativa, soprattutto se non si dispongono di soldi a sufficienza per l'acquisto, è invece possibile affittare la gestione di uno stabilimento balneare al proprietario intenzionato a farlo, anche solo per una stagione.

L'animazione al centro

Quello che bisogna offrire all'interno di uno stabilimento balneare, utile anche per la buona riuscita della gestione stessa, è: animazione; noleggio pedalò e altre imbarcazioni; ingresso alla spiaggia; parcheggio; bar; baby sitting; ristorante; promozione di giochi e attività sportive; noleggio diattrezzature varie; navette per chi abita lontano dallo stabilimento, magari con convenzioni per determinati residence o hotel.

Consigli utili

I gestori degli stabilimenti balneari devono rispettare alcuni regole stabilite dalle Capitanerie di Porto e dai Comuni, riguardo il servizio di salvamento che devono obbligatoriamente offrire ai propri clienti e la presenza di apposite aree d’accesso per i portatori di handicap. Uno stabilimento balneare deve essere in grado di offrire ai suoi clienti tutti i confort e i servizi per trascorrere una giornata all’insegna del relax e del divertimento.

Di seguito sono illustrati alcuni consigli utili su come organizzare al meglio una struttura balneare.

  • Presenza di collaboratori e personale dinamico, cortese e soprattutto allegro con i clienti.
  • Animazione per i bambini, in modo da permettere ai genitori di rilassarsi in spiaggia, nella totale sicurezza di aver lasciato i propri bambini in mani esperte e affidabili.
  • Ristorante dove è possibile gustare ottime pietanze di pesce a prezzi modici.
  • Aree pic nic con tavoli, sedie e riparate dal sole, per permettere a coloro che hanno portata il pranzo in spiaggia, di poter mangiare in totale tranquillità.
  • Bagni per disabili con la necessaria attrezzatura per permettere l’accesso e l’utilizzo ai portatori di handicap.
  • Bagni attrezzati di fasciatoio, per permettere alle mamme di cambiare i neonati.
  • Noleggio pedalò per permettere ai più avventurosi di fare una breve gita in mare, chiaramente nelle vicinanze della spiaggia.
  • Bar e chioschi dove i clienti possono acquistare bibite fresche, acqua, sandwiches, piatti freddi, gelati, frutta fresca ecc.
  • Promozione e organizzazione di attività varie, come balli di gruppo, acqua gym, giochi a premio ecc., per trascorrere una giornata all’insegna del divertimento.
  • Attrezzature igieniche costantemente pulite e attrezzate di tutto il necessario, ad esempio il sapone per lavare le mani, la carta igienica ecc.
  • Spazi dedicati ai bambini, come un parco giochi con scivoli e altelene riparati dal sole.
  • Campo da beach volley, dove i più sportivi si diletteranno a giocare a pallavolo sulla sabbia.
  • Kit del primo pronto soccorso, per poter ad esempio medicare le ferite più lievi, le punture di insetti ecc.

Negli ultimi tempi sono sempre più numerosi gli stabilimenti balneari che offrono ai propri clienti la possibilità di prendere un aperitivo in riva al mare e che organizzano anche serate musicali dopo cena.

Potrebbe interessarti

Come presentarsi ad un colloquio di lavoro? Occhio all'abbigliamento

come presentarsi ad un colloquio

Che avvenga per email o per telefono, la prima comunicazione con l'azienda costituisce il primissimo momento della valutazione del candidato. È opportuno, durante queste comunicazioni, essere esaustivi e non dimenticare tutti i dati relativi a contatti e dati anagrafici.

Colloquio motivazionale: vi sveliamo il segreto per affrontarlo!

Immagine per colloquio motivazionale

Dopo aver inviato centinaia di curriculum (per i più fortunati solo decine), è possibile che qualche azienda decida di contattarci per un colloquio motivazionale. E’ importante seguire delle piccole linee guida che possono sembrare banali per qualcuno, ma che per i tipi più ansiosi è meglio tenere a mente.

Reddito riparametrato (equivalente): come si calcola

In periodo di iscrizione all'università, molti studenti sentono parlare la prima volta di reddito riparametrato, o detto reddito equivalente. Ma di cosa si tratta?

I più condivisi

Nido aziendale: vi sveliamo quali sono i vantaggi di questi Asili

Nido aziendali: vi sveliamo quali sono i vantaggi di questi Asili

Anche nella nostra società "moderna", nella coppia la cura dei figli è affidata quasi sempre alla madre, che si trova costretta a scegliere un lavoro part-time o a rinunciare al proprio lavoro fuori casa. Per tali ragioni, sempre più spesso, le neo-mamme affidano la propria prole a nonni, famigliari o amici. Anche se a volte con non poche preoccupazioni.Durante la propria assenza, una mamma vorrebbe lasciare il proprio figlio in strutture gestite da personale specializzato particolarmente attento all’aspetto pedagogico e al rapporto con i genitori.

Ricerca per singolo codice tributo: i modelli di versamento F23 e F24

immagine per ricerca per singolo codice tributo

In questa pagina cercheremo di fornirvi tante più informazioni possibili circa la ricerca per singolo codice tributo da inserire nei modelli di versamento F23 e F24. Per dichiarare e pagare le imposte e le tasse, il contribuente infatti deve identificarle attraverso il codice tributo.

Stipendio col contratto di apprendistato: tutte le formule possibili

Immagine d'esempio usata nell'articolo Lo stipendio con un contratto di apprendistato: tutte le formule possibili

Secondo la legge italiana, ovvero secondo il Testo Unico sull’Apprendistato (decreto legislativo 167/2011), il contratto di apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato per giovani. Si tratta quindi una forma contrattuale propedeutica, nelle intenzioni, all’assunzione. 

Leggi anche...

Creazione del Curriculum? Ti aiutano gli esperti di OnlineCV!

come scrivere un curriculum vitae

I selezionatori e gli HR impiegano in media solo 7 secondi per valutare un curriculum vitae; durante questi sette secondi, ciò che serve perché il Curriculum possa essere preso in considerazione è che metta subito in evidenza i dati e le informazioni salienti: anagrafica, contatti, esperienza e competenze linguistiche o informatiche, hobby e interessi. La creazione del Curriculum richiede anche la capacità di interpretare le esigenze dell’azienda presso cui ci si sta proponendo e di far combaciare le proprie competenze con quelle che sono le necessità di un’azienda che assume.

Leggi anche...

Finanziamenti europei a fondo perduto: come orientarsi

finanziamenti europei a fondo perduto

La prima cosa da chiarire parlando di finanziamenti europei è che l’Europa eroga fondi in base alle esigenze territoriali inoltrate dai singoli stati membri divisi nelle loro amministrazioni regionali, provinciali, comunali. La gestione dei fondi è sia diretta (bandi di gara pubblicati sulla GUCE – Gazzetta Ufficiale Commissione europea) o indiretta (attraverso enti degli Stati Membri). I finanziamenti a fondo perduto non sono quasi mai erogati nella loro totalità.