Il lavoro in hotel è una delle occupazioni del settore turistico alberghiero e dell'hospitality; nella maggior parte dei casi, coloro che desiderano ottenere un impiego in questo campo devono possedere una buona conoscenza e preparazione del settore turistico.

Chi lavora negli alberghi

Tutte le strutture ricettive, che si tratti di villaggi turistici, hotel di lusso o campeggi, necessitano infatti di personale qualificato per offrire ai clienti un buon servizio di accoglienza.

I requisiti per intraprendere il lavoro in hotel

Uno dei requisiti principali per il lavoro in hotel è senz’altro il diploma alberghiero o eventuali certificazioni di corsi di formazione professionale del settore turistico. E’ necessario poi conoscere almeno una o due lingue straniere oltre al possedere delle buone capacità comunicative personali. Ogni singolo profilo ha, poi, requisiti specifici.

I profili del lavoro in hotel

• Receptionist o addetto all’accoglienza. Il receptionist deve assolutamente conoscere l’inglese e un’altra lingua. Deve avere ottime doti relazionali e capacità di problem solving (per dare risposta a tutte le eventuali difficoltà sollevate dai clienti). Deve conoscere il software Opera, uno dei programmi di gestione alberghiera più utilizzati. Esistono molti corsi che preparano a questa professione e tutti contemplano uno stage in una grande struttura.

• Addetto alla cucina. Qui rientrano gli chef, i suoi aiutanti e i camerieri. Si tratta di professionalità diverse che richiedono tutte molta competenza. Nel caso degli chef e della sua crew è fondamentale aver seguito scuole o corsi di formazione. La gavetta è di solito più lunga che rispetto altri lavori e i turni possono essere pesanti. Lo stesso dicasi dei camerieri per i quali può non essere necessaria alcuna formazione specifica (anche se di solito è richiesto almeno il diploma alberghiero) ma è d’obbligo avere un’attitudine adatta al lavoro: occorre imparare in fretta i propri compiti e ad essere professionali in qualsiasi circostanza.

• Addetti alla pulizia e ai piani. Anche per queste figure sono disponibili cosi di formazione. Gli addetti – ma si tratta soprattutto di lavoratrici – si occupano della pulizia delle stanze e dei piani e della gestione di tutte le problematiche legate. Si tratta di un lavoro che va eseguito bene a in fretta, visto che le finestre temporali dedicate a queste attività sono di poche ore al mattino.

• Manager d’hotel. Uno dei lavori più complessi che richiede alte capacità organizzative e la conoscenza dell’intera filiera alberghiera, oltre che competenze specifiche. Quella del manager è una posizione che si trova nel tempo, dopo anni di lavoro in hotel. Per raggiungerla, può essere utile una laurea in economia (in una delle sue tante declinazioni).

La retribuzione e l'avanzamento di carriera

Bisogna inoltre considerare che, a parità d’impegno e ore di lavoro, la retribuzione di coloro che lavorano nel turismo rispetto ad altri settori è più bassa, il percorso di carriera è più lungo e spesso si lavora nei periodi in cui la maggior parte delle persone è in ferie.

Mansioni e livelli

Per i lavoratori in hotel, si applicano i CCNL Turismo (contratti nazionali) e sono previste le 14 mensilità. Le mansioni sono suddivise nei seguenti livelli:

Quadri di categoria A = direttori di alberghi.

Quadri di categoria B ai quali appartengono i lavoratori con funzioni direttive, ma in strutture aziendali la cui organizzazione non è complessa o con responsabilità diverse e autonomia di gestione in determinati ambiti della struttura. I ruoli che rientrano in questo livello sono: vice-direttore di alberghi, food and beverage manager; rooms division manager; i capo settore (commerciale; amministrativo; acquisti; tecnico; capo centro edp; sedi congressuali e manifestazioni).

primo livello. Lavoratori in strutture alberghiere con funzioni ad elevato contenuto professionale, o funzioni di direzione esecutiva di carattere generale quali: il responsabile di ristorante di alberghi; il responsabile dei servizi di prenotazione di alberghi; il responsabile vendite centralizzate; il responsabile tecnico di area; l’analista sistemista; il responsabile del coordinamento dei servizi di ricevimento e portineria; il capo cuoco responsabile del coordinamento di più cucine.

secondo livello. Vi rientrano i lavoratori che svolgono mansioni di autonomia operativa, ma in applicazione delle direttive generali impartite o con funzioni di coordinamento e controllo, ispezioni di impianti, reparti e uffici. I profili professionali di secondo livello sono: capo ricevimento di alberghi; primo portiere; primo maitre d’hotel; capo cuoco; prima governante; responsabile degli impianti tecnici; capo barman; coordinatore del centro di prenotazione di alberghi; capo servizio amministrativo; capo servizio personale; capo CED (centro elaborazione dati); analista-programmatore CED;— assistente del direttore, funzionario di vendita; cassiere centrale.

terzo livello. Lavoratori con mansioni di concetto e con particolari conoscenze tecniche nonché esperienza e lavoratori altamente specializzati: impiegati in amministrazione (addetti al personale e al controllo amministrativo); corrispondente in lingue estere; segretario ricevimento cassa o amministrazione; portiere unico; segretario o addetto alla prenotazione; prima guardarobiera consegnataria; dietologo diplomato; infermiere diplomato professionale; fisiochinesiterapista diplomato; coordinatore reparto cure sanitarie; cuoco unico; sotto capo cuoco; governante unica; capo operaio; primo barman; barman unico; maitre; capo centralinista; economo e/o magazziniere; portiere di notte; operaio specializzato provetto; programmatore CED.

quarto livello. Lavoratori che - in autonomia esecutiva - svolgono mansioni specialistiche di varia natura (amministrativa, tecnico-pratica o di vendita): segretario; addetto a macchine elettrocontabili; guardarobiera unica consegnataria; portiere di alberghi; cuoco capo partita; chef de rang, sala, piani, vini, trinciatore; seconda governante; barman; capo lavandaio dispensiere, cantiniere e caffettiere; centralinista lingue estere; capo garage; capo giardiniere; operaio specializzato; addetto fango terapista; massoterapista; infermiere; estetista; istruttore di nuoto con brevetto; istruttore di ginnastica correttiva; operatore CED; conducente di automezzi pesanti.

quinto livello. I lavoratori che svolgono compiti esecutivi di natura tecnico pratica quali: centralinista; telescriventista; magazziniere; assistente ai bagnanti; addetto all’amministrazione del personale con mansioni d’ordine (controllo amministrativo, prenotazioni di hotel, ricevimento cassa, segreteria, controllo merci e movimento personale); cassiere bar ristorante; conduttore con conoscenza lingue; autista; giardiniere; pulitore, lavatore a secco; lavandaio unico; capo stiratrice, cucitrice, rammendatrice o unica; caffettiere, dispensiere o cantiniere; facchino di notte e/o guardiano di notte anche con compiti di controllo alla porta e movimento clienti; guardia giurata; cameriera sala e piani; conducente automezzi leggeri; operaio qualificato; demi chef de rang laddove il servizio di sala sia organizzato in ranghi; cuoco, cameriere, barista; operatore macchine perforatrici e/o verificatrici o meccanografico; addetto alle operazioni di trasporto del fango; addetto alle inalazioni; assistente di portineria.

sesto livello super. Lavoratori che eseguono lavori di normale complessità: commis di cucina, sala e piani, bar, diplomato o che abbia comunque acquisito pluriennale esperienza o pratica di lavoro, nella esecuzione delle relative mansioni; addetto ai servizi di camera negli esercizi a strutture complesse dove le operazioni tradizionali di riassetto e pulizia dei piani e delle camere siano attribuiti a un unico operatore.

sesto livello. Lavoratori le cui funzioni richiedono conoscenze pratiche ed elementari: addetto alla cucina con compiti di sostegno alla preparazione dei cibi e di pulizia dell’ambiente di lavoro; addetto al self-service, tavola calda, banco bar e sala non diplomato; addetto portineria di alberghi; lavandaio; conduttore; garagista; rammendatrice, cucitrice, stiratrice; facchino ai piani, ai saloni, ai bagagli; cameriera ai piani; cameriera villaggi turistici; addetto mensa personale; vetturiere; aiuto reparto cure sanitarie.

settimo livello. Lavoratori con mansioni semplici anche con l’utilizzo di macchinari: personale di fatica e/o pulizia addetto alla sala, cucina, office, magazzino e relative dotazioni; vestiarista; addetto alla stiratura con apparecchi automatici; commissioniere.

Le stagioni del lavoro alberghiero

Esattamente come gli altri impieghi nel settore turistico, anche quelli relativi al lavoro d’hotel seguono l’andamento stagionale. Molte strutture, infatti, hanno un funzionamento ciclico che concentra l’attività o nelle stagioni invernali o in quelle estive.

Le professionalità sono sempre le stesse, ma possono esserci della variazioni: un hotel di montagna può richiedere maestri di sci, come hotel vicini al mare possono aver bisogno di animatori per bambini, un particolare lavoro stagionale molto richiesto soprattutto nel periodo estivo; tra le numerose possibilità di lavoro stagionale le offerte di lavoro come animatore turistico sono quelle più frequenti in quanto l'animatore di per sè è una figura molto ricercata nelle strutture ricettive come villaggi, hotel ecc.
In realtà è difficile creare una tassonomia completa dei profili che può ricercare un manager: molti grandi gruppi necessitano anche di figure amministrative, come contabili, addetti alla comunicazione, esperti di diritto del lavoro.

In ogni caso la formula stagionale è scelta soprattutto dai giovani che ne apprezzano la possibilità di poter avere un impiego per un arco temporale di qualche mese, spesso coincidente con le vacanze estive.

Si consiglia a chi cerca un lavoro in hotel una ricerca su Google. Sono disponibili anche possibilità lavorative nel settore in numerose città europee, come Londra o Dublino, per chi è disposto a trasferirsi.

Lavorare in albergo in Italia

L'Italia è un paese turistico per eccellenza, dunque non risulta difficoltoso trovare delle offerte di lavoro stagionale presso: servizi alberghieri, ristoranti, bar, gelaterie, fiere e congressi ecc., mentre il settore dell'agricoltura propone offerte di lavoro stagionale per i periodi di raccolta della frutta e degli ortaggi.

Chi è interessato alle offerte di lavoro stagionale in hotel, dovrebbe proporre la propria candidatura per il periodo estivo tra gennaio ad aprile e tra settembre a novembre per la stagione invernale.





Potrebbe interessarti

Previdenza sociale: quali soggetti deve tutelare

Il conseguimento di una buona pensione è un aspetto importante e molto considerato da tutti i lavoratori italiani. Per tutelare il lavoratore in materia di pensione e invalidità; esiste infatti la previdenza sociale.

Astensione obbligatoria: un diritto delle mamme lavoratrici

Futura mamma lavoratrice: l'astensione obbligatoria

L’astensione obbligatoria è un diritto a tutela delle lavoratrici in “dolce attesa”.

Libretto Formativo del cittadino: scopriamo cos'è

Il Libretto Formativo del cittadino raccoglie e documenta le diverse esperienze di apprendimento e le competenze dei cittadini lavoratori, acquisite in ambito lavorativo e scolastico.

L'Ammortizzatore sociale: tutto sulla riforma che cambia l'Italia

Immagine esemplificativa di ammortizzatore sociale

Secondo quanto previsto dall'attuale Governo, i nuovi ammortizzatori sociali entreranno a regime non più nel 2015, ma molto più probabilmente la transizione sarà effettuata a partire dal 2017. Attualmente, il sistema di ammortizzatori sociali, all'analisi del Governo per la riforma, mostra una serie di disomogeneità fra i vari settori del lavoro, per quanto riguarda la tutela e le tipologie contrattuali.

La vacanza studio Inpdap: scopri come parteciparvi!

Grazie alle vacanze studio Inps (ex Inpdap), aumentano di anno in anno i ragazzi che si recano all'estero in soggiorni rivolti all'apprendimento di una lingua specifica o all'acquisizione di particolari competenze tecnico-teoriche.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Curriculum vitae in inglese: le caratteristiche, le differenze e i modelli da prendere come esempio

scrivere un curriculum in inglese

Nel mondo ormai globalizzato del lavoro sempre più spesso si invia il proprio curriculum vitae in lingua. Sono numerose le aziende con sede legale o con l'ufficio human resource all'estero. Da qui la necessità di inviare un curriculum in inglese o in un'altra lingua straniera.

Legge imprenditoria femminile

La legge che disciplina l’imprenditoria femminile è la legge 215/92. Norma attraverso la quale il Ministero dell’Industria propone delle agevolazioni all’imprenditoria femminile.

Lavorare nel cinema: scopri tutte le opportunità!

Al giorno d'oggi sono tantissimi i giovani che desiderano lavorare nel mondo del cinema ed entrare a far parte di un giro che ha confidenza con la macchina cinematografica (a pieno titolo).

AppLavoro: la Startup che rivoluziona il mondo del lavoro

La tecnologia e Internet sono strumenti di cui non si può fare a meno, al giorno d'oggi, per trovare un lavoro soddisfacente e in linea con le proprie aspettative. Un valido esempio in merito proviene da AppLavoro, che permette a tutti gli iscritti di mettere in risalto la propria professionalità e le proprie competenze per riuscire a individuare una mansione appropriata.

Le novità di ICOTEA: la formazione professionale per utenti non vedenti e ipovedenti

Nonostante i considerevoli passi avanti compiuti dal punto di vista normativo, dell'offerta scolastico-formativa, dell'uso della tecnologia nei diversi ambiti esistenziali e della sensibilità generale alle loro problematiche, tali persone vedono il loro percorso di crescita umano e professionale non sempre privo di ostacoli concreti. Tutto ciò nonostante le loro considerevoli capacità di cui sono esempio concreto e che possono offrire e mettere a disposizione della società in generale e della realtà lavorativa in particolare.

Agopuntore: chi è, cosa fa, quanto guadagna e come lo si diventa?

Tra tutte le professionalità legate alla medicina alternativa, una tra le più celebri è sicuramente quella dell’agopuntore, il professionista medico che pratica l’antica tecnica della medicina tradizionale cinese: l’agopuntura

Leggi tutto...

Diventare medico: l'iter formativo in Italia

Essere medico è un sogno per tanti giovani e giovanissimi. L'iter formativo da seguire è abbastanza complesso e probabilmente solo se si è spinti da una grande passione si porta a termine il percorso di studi entro i tempi prefissati. 

Leggi tutto...
Go to Top