In un momento nel quale molte imprese lavorano sullo stesso settore, quella dell'identità aziendale è la caratteristica che contraddistingue una dall'altra. Tale concetto, di suo è piuttosto vasto: comprende le politiche dell'attività, i rapporti con i dipendenti e i fornitori e la cultura lavorativa dell'azienda. Analizzeremo, nell'articolo seguente, le diverse sfaccettature che comprendono il tessuto d'impresa.

Il concetto base

Un’identità definita serve a essere conosciuto, riconosciuto e differenziato, aspetti fondamentali per il successo sul mercato. La Corporate Identity, ovvero l’identità dell'azienda, rappresenta quindi lo strumento per:

  • Impersonare i valori e far esaltare il marchio in maniera distintivo;
  • Supportare le decisioni di business e avviare il cambiamento dell’organizzazione interna;
  • Espletare le specificità e le caratteristiche immateriali del marchio;
  • Introdurre un linguaggio visivo e uno stile di comportamento univoco e condiviso.

Come realizzare la propria immagine

l'importanza dell'identità aziendale

Un’azienda può lasciare che siano gli altri a modellare la percezione di sé oppure decidere di gestire la propria immagine attraverso un programma strutturato di comunicazione, affidandosi a esperti nel settore della comunicazione.

I vantaggi di una personalità forte 

Una identità aziendale forte e ben comunicata agisce su 3 fronti:

  • Mercato clienti: rassicura i clienti e favorisce nuove opportunità di business;
  • Finanza/Investitori: trasferisce fiducia e affidabilità al mercato finanziario e ai risparmiatori;
  • Interno/Dipendenti: crea spirito di appartenenza, responsabilità e condivisione nei dipendenti.

La costituzione di una figura personale

E' necessario analizzare la storia e la cultura dell’azienda per estrapolarli dall’interno del modello organizzativo aziendale, della cultura e delle persone e comunicarlo, infine, tramite gli strumenti di comunicazione a disposizione dell’azienda e tutti i target di riferimento.

Identità aziendale: come si comunica in modo efficace

La comunicazione a terzi della propria identità aziendale deve avvenire secondo passaggi ben delineati; questi punti non vanno intesi in senso gerarchico ma devono essere sviluppati parallelamente:

  • Definire il posizionamento: come voglio far percepire l’azienda nella mappa concettuale di chi guarda.
  • Comunicare il posizionamento per far convergere l’insieme delle percezioni di tutti i target
  • Dare visibilità: attraverso tutti gli strumenti comunicazione dell’azienda
  • Mantenere la coerenza: (evitare messaggi contraddittori) tra:
    • identità e posizionamento
    • posizionamento e comunicazione (intesa come mix di messaggi, linguaggio e media adottati)
    • tuttigli strumenti attivati

L'identità visiva di un'azienda

L’identità dell'azienda si costruisce mediante le leve di marketing e di comunicazione ma è specialmente l’identità visiva a dire al pubblico quanto sia coerente il messaggio che si vuole comunicare.
Un’identità visiva coerente e costante nel tempo:

  • aumenta la riconoscibilità del brand;
  • comunica efficienza, chiarezza, organizzazione, leadership;
  • elimina il rischio (e i costi) di iniziative estemporanee e contingenti.

La gestione documentale: un’importante innovazione aziendale

Negli ultimi tempi, uno dei metodi migliori per archiviare documenti gestionali e amministrativi aziendali è quello della gestione documentale.

Essa rappresenta una soluzione ideale che permette di snellire tutto il processo di trasmissione delle informazioni anche all’interno dell’impresa: un documento in formato digitale può essere condiviso in tempo reale su internet, e grazie ai modernissimi cloud, più di un dipendente ha la possibilità di lavorare sullo stesso e apportarvi modifiche e rielaborarlo.
Qualora risultasse necessario inoltre, questo può anche essere condiviso simultaneamente anche con il cliente.

All’interno di un’azienda, vengono prodotti giornalmente una quantità notevole di documenti e la gestione documentale rappresenta pertanto un ottimo rimedio per organizzarli e avvantaggiarne anche la consultazione.

L’eccellenza dell’archiviazione è efficace sia in termini di costi, che sono minori rispetto alla produzione cartacea, che di tempestività.

Attorno alla conservazione e archiviazione digitale si è sviluppato un vero e proprio business: molte imprese offrono il servizio di passaggio dal documento cartaceo a quello digitale, affiancando i propri clienti in un processo di dematerializzazione.

Quello che il sistema innovativo propone, è in un certo senso il miglioramento e anche la riorganizzazione in termini di lavoro all’interno dell’ufficio, riduzione dei tempi in termini di passaggio delle informazioni, tra un’unità e l’altra, diminuzione dei costi per la carta e anche dell’energia, basti pensare all’uso di stampanti e fotocopiatrici.

Grazie alla gestione documentale è possibile snellire anche processi burocratici, come per esempio quelli relativi alla fatturazione, oltre a organizzare i dati in maniera ordinata all’interno dei CRM e ERP aziendali, e analizzare le informazioni relative ai clienti.

L’ordine all’interno del database permette di creare anche un tipo di comunicazione personalizzata per la clientela in modo da proporre offerte sempre più mirate e su misura, che possano portare alla fidelizzazione del cliente.





Potrebbe interessarti

Requisiti per aprire un asilo nido: conosci le normative al riguardo?

aprire un asilo nido

Aprire un asilo nido? Oggi l'iter burocratico per aprire quest'attività è abbastanza chiaro e significa l'inizio di una attività imprenditoriale a tutti gli effetti. In primis è bene considerare la domanda per tale tipo di servizio. Oggi in Italia si registrano più di 3000 asili nido pubblici, oltre alcune centinaia di strutture per l'infanzia convenzionate; ciò nonostante sono numerosi i bimbi sotto ai 3 anni esclusi dalla graduatoria dagli asili nido pubblici.

Turni di lavoro e del riposo settimanale: parte integrante di un piano d'Impresa

turni di lavoro

In base all’art. 1, comma 2, lett. b), D.Lgs. n. 66/2003 si intende per “periodo di riposo” qualsiasi periodo che non rientra nell’orario di lavoro (pause, riposi giornalieri, riposi settimanali, ferie). Il riposo giornaliero, in base a tale decreto legislativo, consiste nel diritto del lavoratore a 11 ore di riposo consecutivo ogni 24 ore, ad eccezione:

Il calcolo dei ratei tredicesima:ecco le informazioni necessarie!

I lavoratori subordinati con contratto a tempo determinato o indeterminato percepiscono una mensilità definita tredicesima che viene calcolata seguendo criteri ben precisi e che varia a seconda della tipologia di lavoro e di contratto.

Calcolo pensione Inarcassa: come fare?

calcolo della pensione inarcassa

In materia di pensione e di previdenza esistono delle strutture pensionistiche apposite chiamate casse di previdenza. Le casse di previdenza sono degli organismi ben precisi ai quali fanno riferimento specifiche categorie di lavoratori: vediamo come muoversi per il calcolo pensione Inarcassa.

Astensione obbligatoria: un diritto delle mamme lavoratrici

Futura mamma lavoratrice: l'astensione obbligatoria

L’astensione obbligatoria è un diritto a tutela delle lavoratrici in “dolce attesa”.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Contributi in conto impianti: di cosa si tratta? Ecco una piccola guida

Immagine usata nell'articolo Contributi in conto impianti: di cosa si tratta? Ecco una piccola guida

I contributi in conto impianti vengono erogati per ridurre i costi di acquisizione di beni ammortizzabili; non producono ricavi o sopravvivenze attive, pur concorrendo alla formazione del reddito per competenza.

Nido aziendali: vi sveliamo quali sono i vantaggi di questi Asili

Nido aziendali: vi sveliamo quali sono i vantaggi di questi Asili

Anche nella nostra società "moderna", nella coppia la cura dei figli è affidata quasi sempre alla madre, che si trova costretta a scegliere un lavoro part-time o a rinunciare al proprio lavoro fuori casa. Per tali ragioni, sempre più spesso, le neo-mamme affidano la propria prole a nonni, famigliari o amici. Anche se a volte con non poche preoccupazioni.Durante la propria assenza, una mamma vorrebbe lasciare il proprio figlio in strutture gestite da personale specializzato particolarmente attento all’aspetto pedagogico e al rapporto con i genitori.

Offerte lavoro per call center: ecco come trovare qualcosa di interessante

lavorare in un call centre

Le offerte di cerco lavoro call center si riferiscono al lavoro di telemarketing svolto da operatori e operatrici telefoniche. Le aziende che operano in questo settore svolgono solitamente l'attività di customer service. Ultimamente si è arrivato però a un servizio forse troppo invasivo: nelle abitazioni arrivano decine e decine di telefonate e non è un caso che molte famiglie rispondano stizzite all’ennesima chiamata, anche se capiscono che dall’altro lato della cornetta ci sono persone che lavorano.

Permesso parentale: tutte le informazioni di cui hai bisogno

Permesso parentale

Il permesso parentale è un diritto che viene dato ad entrambi i genitori per ogni bimbo. Si tratta in definitiva della possibilità di astenersi dal lavoro.

Modulo Social Card: tutte le informazioni in un approfondimento dedicato

Immagine esemplificativa presente nell'articolo Modulo Social Card: tutte le informazioni in un approfondimento dedicato 

La social card (o Carta Acquisti) prevede 40 euro al mese per un anno; funziona come una qualsiasi carta ricaricabile e viene ricaricata ogni due mesi di 80.00 euro, per un massimo di 480.00 euro.
 La domanda di ammissione alla classe di cittadini beneficiari può essere presentata direttamente alle poste.

Leggi anche...

Contratto a progetto: malattia e infortunio

Nei contratti a progetto, in caso di malattia o infortunio la temporanea sospensione del rapporto di lavoro non implica la proroga del contratto, il co.co.pro. comunque termina alla scadenza stabilita.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Busta paga Inail: il prospetto indispensabile per i lavoratori

La busta paga Inail è un documento necessario per tutti i dipendenti, che attesta la retribuzione netta e lorda del lavoratore e serve per verificare lo stipendio percepito e la sua congruità con quanto stabilito nel contratto di lavoro.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Come creare il tuo "ufficio" in casa con mobili di design

Forse già lo conoscevamo o forse ci stiamo avvicinando allo smart working solo in questo periodo, resta il fatto che se il lavoro da casa sta per noi diventando una realtà sempre più tangibile, forse è meglio adeguarsi in fretta e modificare qualcosa all'interno di casa nostra per renderci il compito più semplice, comodo e proficuo.

Leggi tutto...
Go to Top