In una realtà in cui molteplici imprese lavorano nello stesso settore, l'identità aziendale è ciò che le contraddistingue le une dalle altre; questo concetto, di per sé piuttosto vasto, include le politiche dell'attività, i suoi rapporti con elementi quali dipendenti e fornitori e la sua cultura lavorativa. Esploreremo, nell'articolo che segue, le varie sfaccettature che compongono il tessuto d'impresa.

Il concetto base

Un’identità definita serve a essere conosciuto, riconosciuto e differenziato, aspetti fondamentali per il successo sul mercato. La Corporate Identity, l’identità di un’azienda, è quindi uno strumento per:

  • Rappresentare i valori e far parlare il marchio in modo distintivo;
  • Supportare le scelte di business e accompagnare il cambiamento dell’organizzazione interna;
  • Raccontare le specificità e gli aspetti immateriali del proprio marchio;
  • Introdurre un linguaggio visivo e uno stile di comportamento univoco e condiviso.

Come realizzare la propria identità aziendale

Un’azienda può lasciare che siano gli altri a modellare la percezione di sé oppure decidere di gestire la propria immagine attraverso un programma strutturato di comunicazione, affidandosi a esperti nel settore della comunicazione.

I vantaggi di una forte identità aziendale

Una identità aziendale forte e ben comunicata agisce su 3 fronti:

  • Mercato clienti: rassicura i clienti e favorisce nuove opportunità di business;
  • Finanza/Investitori: trasferisce fiducia e affidabilità al mercato finanziario e ai risparmiatori;
  • Interno/Dipendenti: crea spirito di appartenenza, responsabilità e condivisione nei dipendenti.

La costituzione di una propria identità

Ogni brand di un certo peso ha fatto proprio un valore o un attributo specifico su cui ha costruito la propria identità; questa deve fondarsi sui valori propri dell’azienda, può essere perciò costruita, ma non inventata.
E' necessario pertanto analizzare la storia e la cultura dell’azienda per estrapolarli dall’interno dell’organizzazione, della cultura e delle persone e comunicarlo, infine, tramite gli strumenti di comunicazione a disposizione dell’azienda e tutti i target di riferimento.

Identità aziendale: come si comunica in modo efficace

La comunicazione a terzi della propria identità aziendale deve avvenire secondo passaggi ben delineati; questi punti non vanno intesi in senso gerarchico ma devono essere sviluppati parallelamente:

  • Definire il posizionamento: come voglio far percepire l’azienda nella mappa concettuale di chi guarda.
  • Comunicare il posizionamento per far convergere l’insieme delle percezioni di tutti i target
  • Dare visibilità: attraverso tutti gli strumenti comunicazione dell’azienda
  • Mantenere la coerenza: (evitare messaggi contraddittori) tra:
    • identità e posizionamento
    • posizionamento e comunicazione (intesa come mix di messaggi, linguaggio e media adottati)
    • tuttigli strumenti attivati

L'identità visiva di un'azienda

L’identità di un’azienda si costruisce attraverso tutte le leve di marketing e comunicazione ma è soprattutto l’identità visiva a suggerire al pubblico la coerenza del messaggio che si intende comunicare.
Un’identità visiva coerente e costante nel tempo:

  • aumenta la riconoscibilità del brand;
  • comunica efficienza, chiarezza, organizzazione, leadership;
  • elimina il rischio (e i costi) di iniziative estemporanee e contingenti.

La gestione documentale: un’importante innovazione aziendale

Negli ultimi tempi, uno dei metodi migliori per archiviare documenti gestionali e amministrativi aziendali è quello della gestione documentale.

Essa rappresenta una soluzione ideale che permette di snellire tutto il processo di trasmissione delle informazioni anche all’interno dell’impresa: un documento in formato digitale può essere condiviso in tempo reale su internet, e grazie ai modernissimi cloud, più di un dipendente ha la possibilità di lavorare sullo stesso e apportarvi modifiche e rielaborarlo.
Qualora risultasse necessario inoltre, questo può anche essere condiviso simultaneamente anche con il cliente.

All’interno di un’azienda, vengono prodotti giornalmente una quantità notevole di documenti e la gestione documentale rappresenta pertanto un ottimo rimedio per organizzarli e avvantaggiarne anche la consultazione.

L’eccellenza dell’archiviazione è efficace sia in termini di costi, che sono minori rispetto alla produzione cartacea, che di tempestività.

Attorno alla conservazione e archiviazione digitale si è sviluppato un vero e proprio business: molte imprese offrono il servizio di passaggio dal documento cartaceo a quello digitale, affiancando i propri clienti in un processo di dematerializzazione.

Quello che il sistema innovativo propone, è in un certo senso il miglioramento e anche la riorganizzazione in termini di lavoro all’interno dell’ufficio, riduzione dei tempi in termini di passaggio delle informazioni, tra un’unità e l’altra, diminuzione dei costi per la carta e anche dell’energia, basti pensare all’uso di stampanti e fotocopiatrici.

Grazie alla gestione documentale è possibile snellire anche processi burocratici, come per esempio quelli relativi alla fatturazione, oltre a organizzare i dati in maniera ordinata all’interno dei CRM e ERP aziendali, e analizzare le informazioni relative ai clienti.

L’ordine all’interno del database permette di creare anche un tipo di comunicazione personalizzata per la clientela in modo da proporre offerte sempre più mirate e su misura, che possano portare alla fidelizzazione del cliente.



Potrebbe interessarti

La Comunicazione di Licenziamento della Colf

comunicazione di licenziamento alla colf

I lavoratori addetti ai servizi domestici sono denominati colf, ovvero collaboratori familiari. Possono svolgere varie mansioni presso il datore di lavoro domestico: camerieri, badanti, cuochi, giardinieri, baby sitter, precettori.

Leggi tutto...

Concorso Docenti 2018: come acquisire i 24 CFU

Secondo quanto stabilito nel D. Lgs. n. 59 del 2017, gli aspiranti insegnanti di scuola secondaria dovranno sostenere un nuovo concorso che sarà bandito per l’anno 2018. Per accedervi, si richiede il possesso di 24 CFU (Crediti Formativi Universitari) nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.

Leggi tutto...

Scopri la carta ILA e come ottenerla!

La carta ILA (Individual Learning Account) è una carta di credito formativa prepagata nata per finanziare la formazione professionale. La carta è un buono utile a finanziare un iter formativo mirato e adatto alle esigenze e alle aspirazioni professionali di chi la richiede.

Leggi tutto...

Lettera di dimissioni: modulo ed iter da seguire

persona intenta a scrivere una lettera di dimissioni

Da qualche anno è entrato in vigore un decreto Interministeriale relativo alle procedure per presentare le dimissioni volontarie. 

Leggi tutto...

Calcolo pensione Inarcassa: come fare?

calcolo della pensione inarcassa

In materia di pensione e di previdenza esistono delle strutture pensionistiche apposite chiamate casse di previdenza. Le casse di previdenza sono degli organismi ben precisi ai quali fanno riferimento specifiche categorie di lavoratori: vediamo come muoversi per il calcolo pensione Inarcassa.

Leggi tutto...

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Inoccupato: cosa significa e cosa lo differenzia dallo stato di disoccupazione

Ci si trova spesso a dover compilare dei moduli, per l'iscrizione al Centro per l'Impiego, nella domanda per partecipare ai corsi di formazione finanziati dal fondo sociale europeo, in cui sia richiesto se si è: disoccupato o inoccupato.

Leggi tutto...

Formazione scuola: ICOTEA triplica i vantaggi

Oggi più che mai il settore dell’istruzione risulta il contesto strategico su cui investire e la formazione professionale continua del personale scolastico è il punto da cui partire per rilanciare l’intero sistema educativo italiano.

Leggi tutto...

Diventare medico: l'iter formativo in Italia

Essere medico è un sogno per tanti giovani e giovanissimi. L'iter formativo da seguire è abbastanza complesso e probabilmente solo se si è spinti da una grande passione si porta a termine il percorso di studi entro i tempi prefissati. 

Leggi tutto...

L'Ufficio di Collocamento dello Spettacolo di Roma

Fino all'anno 2008, i romani che avessero aspirato a lavorare come attori professionisti o semplici comparse, avrebbero dovuto registrarsi presso l'Ufficio di Collocamento dello Spettacolo di Roma: superato l'iter burocratico il richiedente si sarebbe ritrovato iscritto in un'apposita lista unica.

Leggi tutto...

Lavoro serale: caratteristiche e offerte al caso tuo!

Il lavoro serale è una delle strade percorse da tutti coloro che hanno bisogno, specialmente in questo periodo di crisi, di una soluzione alternativa e spesso più remunerativa rispetto al normale lavoro in orario diurno.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Come scrivere un autocertificazione e i casi in cui utilizzarla

La dichiarazione sostitutiva di certificazione può essere necessaria anche nel campo lavorativo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

La tredicesima prevista per le pensioni

Bisogna sapere che oltre alla tredicesima classica che si percepisce per determinate prestazioni lavorative e che varia proprio in in base al tipo e alla durata del lavoro svolto, esiste anche la tredicesima sulle pensioni.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Diritti del lavoratore: un approfondimento da non perdere

Nel contratto di lavoro le parti dichiarano e definiscono gli accordi presi specificando diritti e doveri del datore di lavoro e del lavoratore. Ulteriore elemento del contratto è un insieme di norme che disciplinano il lavoro e tutelano il lavoratore sotto il profilo economico, fisico e morale, garantendole la dignità e la salute.

Leggi tutto...
Go to Top