Il colloquio di gruppo, anche detto Assesment Center, è un tipo di selezione in cui i candidati vengono invitati alla fase di recruitment insieme ad altri allo scopo di verificarne il potenziale tecnico, ma anche psico-sociale.

Il colloquio di gruppo è di solito organizzato nel seguente modo. Innanzitutto i candidati vengono valutati in più giorni e la caratteristica principale del colloquio di gruppo è la simulazione.

Come funziona il colloquio in gruppo

Ai candidati vengono presentati dei case study o dei test psicologici, entrambi volti a porre in evidenza caratteristiche ritenute importanti per ricoprire una posizione o per intraprendere una carriera. Il case study implica la discussione di un tema, di solito un caso aziendale e va a verificare le capacità del singolo di: lavorare in team, problem solving.

Solitamente ci sono tre esaminatori per un gruppo di dieci persone. I reclutatori prendono appunti per l’intera durata dell'incontro soprattutto note di carattere psicologico di ciascun candidato.

Quali sono gli obiettivi di questa prassi

Lo scopo del colloquio di gruppo non è la risoluzione del caso studio, ma verrà invece sondata dagli esaminatori:

  • la capacità di lavorare in team,
  • la capacità di negoziazione per raggiungere l’obbiettivo,
  • la comunicazione verbale e non verbale del candidato,
  • la capacità di gestire e rispettare i termini di tempo fissati per la prova,
  • la capacità di ascoltare le opinioni altrui e saper adeguare le proprie; così come la capacità di leadership,
  • la capacità di analizzare il caso.

In questa pagina cercheremo di suggerire delle regole pratiche per chi affronta i colloqui di gruppo. La selezione di questo tipo si basa sulla tecnica del role playing (gioco delle parti), al fine di osservare i candidati in situazioni (case history) il più possibile vicine alla vita reale, o realmente accadute, attraverso delle simulazioni. E’ proprio il realismo di tali simulazioni, l’ingrediente in grado di fare emergere le competenze e le caratteristiche del candidato.

Regole per i colloqui di gruppo

Di seguito forniamo dei consigli per districarsi al meglio durante un’eventuale fase di autopresentazione in occasione dei colloqui di gruppo:

  • nessun atteggiamento forzato e finto, in ogni caso mantenete la calma e sorridete,
  • evitare di prevaricare (magari alzando la voce) sulle opinioni degli altri, anzi cercate di mediare tra le parti e guidare il gruppo senza esagerare. Non sempre gli esaminatori cercano un leader.
  • quando dovrete dire la vostra “motivazione/soluzione” agli altri componenti del gruppo cercate di usare termini semplici, siate diretti e motivate la vostra idea.
  • ascoltare i pensieri degli altri, gli esaminatori non valutano negativamente chi, partendo da considerazioni altrui, cambi idea. L’importante è aver ben chiaro il ragionamento alla base delle proprie motivazioni e non essere contraddittori.
  • eseguire la prova con serietà ed impegno, leggere il testo e la documentazione relativa con attenzione, non uscire dal tema principale.
  • Attenzione al tempo. Sia che si tratti di un’autopresentazione che del vostro turno nel dare la vostra opinione circa il case study, considerate che di solito non bisogna impiegare più di un paio di minuti. E’ bene esercitarsi a parlare per un tempo definito, in modo di gestire al meglio il tempo a disposizione.

     



Potrebbe interessarti

Calcolo dello stipendio netto: saper interpretare la tua retribuzione

Il calcolo del nostro stipendio (il valore netto) è un'attività da compiere in fase preventiva rispetto alla firma di un qualsiasi contratto di lavoro. Può succedere infatti che, durante il colloquio di lavoro o addirittura al momento della firma del protocollo d'intesa, i termini contrattuali non siano del tutto chiari. 

Leggi tutto...

L'assunzione di lavoratori comunitari: sai come funziona?

Sempre più spesso nel nostro Paese, le imprese assumono cittadini comunitari (ovvero risiedenti nell'Unione Europea). Per tale ragione, in Italia ci sono degli iter specifici per accedere al mercato del lavoro qualora non si abbia la cittadinanza italiana. 

Leggi tutto...

Perfezionarsi nella metodologia ABA

Il corso di perfezionamento Metodo ABA che viene erogato da ICOTEA, ha l’obiettivo di fornire un approfondimento e gli strumenti per l’applicazione dello stesso in contesti educativi, sociali e di sviluppo. Le tecniche che compongono il metodo ABA si basano sull’utilizzo dei principi della Scienza del Comportamento con lo scopo di modificare delle condotte non adeguate o anche di imparare delle nuove abilità.

Leggi tutto...

Il congedo matrimoniale per l'INPS: conosci questo diritto?

ottenere il congedo matrimoniale

La legge prevede che in occasione del matrimonio, alcune categorie di lavoratori, abbiano diritto al congedo matrimoniale e dell’assegno ad esso relativo. Il congedo matrimoniale corrisponde ad un periodo di astensione al lavoro di 15 giorni consecutivi che non possono essere goduti durante il periodo delle ferie o nel preavviso del licenziamento.

Leggi tutto...

Master/Diploma di Specializzazione Biennale: scopri i Master ICOTEA

La laurea oggi è diventato un titolo non sufficiente quando  si ha la necessità di acquisire competenze e conoscenze nuove in qualsiasi settore. Per far fronte a questa esigenza, quindi, si è resa necessaria la creazione dei Master, ovvero un percorso formativo post-laurea, solitamente connesso ad una o più materie specifiche,  col fine di trattare e approfondire tematiche della stessa.

Leggi tutto...

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Lavoro tempo indeterminato: tutto su contratti e licenziamenti

La ricerca di un posto di lavoro è sempre complicata. È necessario valutare diversi fattori, quali attitudini personali e percorso di formazione di colui che lo sta cercando. È inoltre importante conoscere a fondo i tipi di contratto presenti in Italia al fine di evitare errori.

Leggi tutto...

Richiamo disciplinare sul lavoro

I provvedimenti disciplinari del lavoro rappresentano gli atti che il datore di lavoro può compiere e i procedimenti da impugnare qualora il lavoratore adotti dei comportamenti scorretti. Vediamo cosa può realmente fare il nostro datore di lavoro per "punirci".

Leggi tutto...

Il contratto a intermittenza: in cosa consiste questo contratto?

tipologia di contratto ad intermittenza

Il contratto di lavoro a intermittenza (detto anche “a chiamata” oppure “job on call”) è regolamentato dagli articoli 33-40 del decreto legislativo 276/03 modificato in parte dalla legge 92/2012. Il lavoratore si presta a offrire le proprie prestazioni per periodi specifici e stabiliti durante la settimana, il mese o l'anno, dedicandosi ad attività di natura saltuaria.

Leggi tutto...

Stipendi tesoro: come vengono emessi e riscossi

Lo stipendio rappresenta dunque l'ammontare di denaro che deve essere pagata al lavoratore dal datore di lavoro per l'attività lavorativa svolta presso la propria struttura. Spetta di diritto al lavoratore; è infatti un dovere e un obbligo imprescindibile del datore di lavoro.

Leggi tutto...

Il contratto collettivo nazionale per i pubblici servizi

Il Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro dei Pubblici Servizi è un documento fondamentale che definisce i rapporti lavorativi tra datori di lavoro, lavoratori e categorie sindacali che operano in questo settore.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Offerte lavoro per professionisti in grafica pubblicitaria

Con il termine di grafico si intende una figura professionale nota anche come graphic designer. In sostanza, un grafico si occupa del settore delle arti visive, ed il suo mestiere è quello di creare una serie di prodotti destinati alla comunicazione visiva, ovvero con l'obiettivo di comunicare un messaggio attraverso un mezzo che sia: la stampa, la pubblicazione cartacea, la pubblicazione elettronica.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Il contratto a intermittenza: in cosa consiste questo contratto?

tipologia di contratto ad intermittenza

Il contratto di lavoro a intermittenza (detto anche “a chiamata” oppure “job on call”) è regolamentato dagli articoli 33-40 del decreto legislativo 276/03 modificato in parte dalla legge 92/2012. Il lavoratore si presta a offrire le proprie prestazioni per periodi specifici e stabiliti durante la settimana, il mese o l'anno, dedicandosi ad attività di natura saltuaria.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Eataly: lavora con noi è il loro motto!

lavorara con Eataly

L'apertura di Eataly Roma ha avuto una duplice valenza: la possibilità di attirare ancor più turisti e riuscire in un periodo così delicato ad offrire lavoro ad oltre duecento persone.

Leggi tutto...
Go to Top