Ai candidati che hanno inviato il curriculum vengono presentati dei case study o dei test psicologici, entrambi volti a porre in evidenza caratteristiche ritenute importanti per ricoprire una posizione o per intraprendere una carriera. Il case study implica la discussione di un tema, di solito un caso aziendale e va a verificare le capacità del singolo di: lavorare in team, problem solving.

Solitamente ci sono tre esaminatori per un gruppo di dieci persone. I reclutatori prendono appunti per l’intera durata del colloquio soprattutto note di carattere psicologico di ciascun candidato che ha inviato il curriculum.

Quali sono gli obiettivi di questa prassi per trovare lavoro

Lo scopo del colloquio di gruppo non è la risoluzione del caso studio, ma verrà invece sondata dagli esaminatori:

  • la capacità di lavorare in team,
  • la capacità di negoziazione per raggiungere l’obbiettivo,
  • la comunicazione verbale e non verbale del candidato,
  • la capacità di gestire e rispettare i termini di tempo fissati per la prova,
  • la capacità di analizzare il caso. 

Regole utili per fare una buona impressione al colloquio di gruppo del personale

Di seguito forniamo dei consigli per districarsi al meglio durante un’eventuale fase di autopresentazione in occasione dei colloqui di lavoro di gruppo:

  • nessun atteggiamento forzato e finto, in ogni caso mantenete la calma e sorridete,
  • Esponete le vostre idee in maniera chiara e diretta al colloquio di gruppo, senza grandi giri di parole, in modo tale da trasmettere sicurezza e far comprendere di essere in grado di gestire anche situazioni di tensione;
  • Motivate le vostre posizioni concretamente e costantemente, senza aver paura di essere giudicati per questo, chi vi esamina osserva la vostra sicurezza e capacità di sostenere le proprie convinzioni;
  • Cercate di non gesticolare troppo, potrebbe essere associato ad insicurezza;
  • Cercate di mantenere un tono di voce medio-basso per essere tanto sicuri quanto discreti, senza voler sembrare saccenti;
  • Evitate di essere polemici in caso di disappunto da parte degli altri individui del gruppo;
  • Evitate di risultare aggressivi nei confronti degli altri durante un colloquio di gruppo;
  • Cercate di sostenere lo sguardo di chiunque si rivolga a voi, senza sembrare superiori, ma allo stesso tempo senza apparire insicuri;
  • Non isolatevi e non mettetevi in disparte, apparireste incapaci di collaborare, elemento di analisi principale per chi sceglie di attuare un colloquio di gruppo anziché uno singolo;
  • Non perdere mai di vista l’obiettivo di ciò che vi è stato richiesto, risultando certi di rispettare i tempi di esecuzione che hanno richiesto.

Naturalmente sembra facile leggere questi consigli e cercare di metterli in pratica una volta immersi nella situazione, ma durante il colloquio di gruppo il pensiero principale che assilla ogni candidato è sicuramente il risultato perché si sa, si viene analizzati in gruppo, ma solo uno verrà assunto.
Per questo è importante imparare a gestire le proprie emozioni e quindi cercare di emergere in maniera tale da superare l’eventuale selezione.
Per prima cosa occorre riconoscere il tipo di colloquio di gruppo a cui si dovrà partecipare, esso può essere:

  • A ruoli liberi;
  • A discussione libera;
  • A ruoli assegnati;
  • In basket.

Immagine per Colloquio di gruppo

Ognuna delle tipologie ha delle regole e delle finalità ben specifiche e conoscerle potrà aiutarvi a concentrarvi su alcuni aspetti piuttosto che su altri.
Infine due piccoli consigli extra riguardano la necessità di non rispondere troppo in fretta alle domande, quindi, come abbiamo già accennato, di riflettere con attenzione e non essere istintivi: anche la risposta che vi sembra perfetta, in realtà, può non esserlo perché non avete ascoltato bene la domanda.
Evitate, qualsiasi sia la tipologia di colloquio di gruppo, di prendere il sopravvento sugli altri e ricordate sempre che la vostra attitudine è il primo elemento che viene analizzato e tenuto in considerazione.
Speriamo di avervi dato i consigli giusti e che possiate affrontare il prossimo colloquio di gruppo con maggiore sicurezza.

Il test e i consigli su come affrontare un colloquio di gruppo per trovare lavoro

Immagine per Colloquio di gruppo

In procinto di un colloquio di gruppo, essere rispettosi e propositivi non guasta: bisogna esibire una voce e un’impostazione decisa, senza però risultare impositivo. Nella misura in cui viene richiesto di pronunciarsi, bisogna farlo, ricordando di non bloccare altre persone e finendo con il risultare troppo competitivi.

Un altro consiglio utile per quanto riguarda il superamento del colloquio, riguarda l’ascolto: ascoltare attentamente ciò che propongono i selezionatori è estremamente importante. Impara i nomi dei selezionatori e dei candidati, perché ciò metterà in risalto le tue qualità di ascolto.

Un altro punto a favore di una considerazione positiva, potrebbe essere il mostrarsi leader. Bisogna saper infatti condurre un gruppo e, un modo adeguato per farlo è quello di prendere appunti. Infine ricorda sempre di essere te stesso, senza false costrizioni e non fingerti spavaldo laddove invece godi di una posizione riservata.

A dei buoni consigli però si accosta anche un’ottima presentazione personale. Proprio in quest’ultima si ha una parte attiva e protagonistica, perché tutta l’attenzione della giuria è incanalata nei tuoi confronti. Solitamente, durante i colloqui di gruppo, i selezionatori chiedono chi voglia presentarsi per primo: non è indispensabile che tu ti proponga, potrebbe cambiare nulla o poco. Probabilmente è meglio non essere i primi, ma ascoltare un paio di candidati che precedono la selezione.
Alla luce di questi consigli però, come funziona effettivamente il test? Solitamente questo si struttura in quattro fasi:

  1. La discussione tra tutti i candidati relativamente a un problema aziendale. In questa prima fase ogni candidato è chiamato a esporre il suo punto di vista e, se ci si anima di carta e penna il successo è assicurato.
  2. Il Role play. In questa parte del colloquio di gruppo si viene chiamati in stanza con un selezionatore e bisognerà simulare una vicenda aziendale. Di solito si tratta di problemi gravissimi (per esempio il migliore dipendente che si dimette proprio nel periodo di maggiore affluenza). Questo test è molto importante, perché i selezionatori guarderanno il tuo self control, la capacità del candidato di mantenere il giusto equilibrio tra etica e autorevolezza.
  3. La prova scritta. Nella prova scritta ti chiederanno cosa pensi dell’azienda per la quale ti stai candidando, perché vuoi lavorare con loro, come pensi di aver dato un valore al gioco di gruppo.
  4. Colloquio individuale. I colloqui di gruppo si concludono solitamente con una certezza collettiva, ovvero che tutti i candidati avranno una risposta, a prescindere dalla positività dell’esito. Un’azienda seria si occuperà in modo personale di comunicare ai partecipanti del colloquio di gruppo il risultato dell’esito.

Potrebbe interessarti

Vacanze studio Inpdap: scopri come parteciparvi!

Grazie alle vacanze studio Inps (ex Inpdap), aumentano di anno in anno i ragazzi che si recano all'estero in soggiorni rivolti all'apprendimento di una lingua specifica o all'acquisizione di particolari competenze tecnico-teoriche.

Diventare partner ICOTEA: scopri tutti i vantaggi

Acquista sempre più importanza la formazione. Oggi ancora di più e riguarda sia coloro i quali sono alla ricerca di un lavoro che, soprattutto i lavoratori, dipendenti o liberi professionisti che vogliono accrescere le proprie competenze.

Licenza per tabacchi: consigli su come aprire questa attività?

immagine per licenza per tabacchi

Quanti desiderino richiedere una licenza per tabacchi si ha necessità di questo certificato grazie al quale sarà quindi possibile svolgere un mestiere sicuramente ben retribuito e dotato di una notevole indipendenza.

I più condivisi

Nuovi impieghi “ecosostenibili” per professionisti: l'evoluzione del mercato

L'ecosostenibilità e in generale le energie rinnovabili sono un tema molto caldo sia da un punto di vista ideologico sia lavorativo. Le figure professionali che vengono assorbite oggi in questo settore sono molto più varie rispetto al passato e richiedono competenze sempre più specifiche.

Congedo matrimoniale per l'INPS: conosci questo diritto?

ottenere il congedo matrimoniale

La legge prevede che in occasione del matrimonio, alcune categorie di lavoratori, abbiano diritto al congedo matrimoniale e dell’assegno ad esso relativo. Il congedo matrimoniale corrisponde ad un periodo di astensione al lavoro di 15 giorni consecutivi che non possono essere goduti durante il periodo delle ferie o nel preavviso del licenziamento.

Metodologia ABA: ecco in cosa consiste e come perfezionarsi

Perfezionarsi nella metodologia aba

Il corso di perfezionamento di Metodologia ABA, erogato da ICOTEA, ha come obiettivo quello di approfondire e fornire gli strumenti per l’applicazione di tale metodo in vari contesti sociali, educativi e di sviluppo. Il metodo ABA è composto da tecniche che si basano sull’uso dei principi relativi alla Scienza del Comportamento con il fine di cambiare delle condotte non proprio adeguate o di imparare nuove abilità.

Leggi anche...

Lavorare nella comunicazione: le evoluzioni, gli obiettivi e gli strumenti

lavorare nella comunicazione

Tutti i soggetti partecipanti al mercato comunicano. La comunicazione è di per sé un fattore di costo ma le imprese e anche le organizzazioni no profit decidono di comunicare: per questa ragione trovare un lavoro nella comunicazione può rivelarsi una scelta efficace a patto che si seguano delle linee guida sicure.

Leggi anche...

Tipi di contratti di lavoro: vediamo in quest'articolo quali sono!

immagine esemplificativa di tipi di contratto di lavoro

I tipi di contratti di lavoro sono vari ma la definizione di contratto è una sola, ovvero si tratta di un negozio giuridico. quindi “una manifestazione di volontà destinata a produrre effetti giuridici ammessi dall’ordinamento giuridico”.