Chi è il pubblicista? Il giornalista pubblicista è la figura professionale disciplinata dalla legge 69/1963. L'art. 1 della suddetta legge afferma che “Sono pubblicisti coloro che svolgono attività giornalistica non occasionale e retribuita anche se esercitano altre professioni o impieghi”.

L'iscrizione all'albo dei pubblicisti

Il giornalista pubblicista, così come il giornalista professionista, è iscritto all'Albo e fa parte dell'Ordine professionale dei giornalisti. La differenza principale tra le due figure professionali consta nell'esclusività della professione, cioè il pubblicista può anche svolgere altre mansioni o lavori, mentre il professionista lavora a tempo pieno nel mondo dell'informazione.

Sono giornalisti professionisti coloro che “esercitano la professione giornalistica in modo esclusivo e continuativo” (ad esempio dipendenti di una testata o free – lance). Tale distinzione è stata descritta dalla sentenza n. 256 del 2 aprile 1971 della Corte di Cassazione.

La legge 69/1963 fa riferimento all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti a sua volta composto da due elenchi (uno per i giornalisti professionisti e uno dedicato ai pubblicisti.

L'albo dei giornalisti si compone dei seguenti dati: cognome, nome, data di nascita, residenza e indirizzi degli iscritti, data di iscrizione e titolo in base al quale è avvenuta (professionista o pubblicista). Al pubblicista, a seguito dell'iscrizione all'albo viene consegnato un tesserino identificativo.

L'evoluzione del giornalista pubblicista

L'attività giornalistica si è evoluta negli anni. Oggi esistono giornalisti che si occupano di: ufficio stampa, infotainment, programmi radio televisivi, telefotocineoperatori, grafici.

Anche il pubblicista,come il giornalista professionista, può essere il direttore di una testata giornalistica. La sentenza n. 98 del 1968 della Corte Costituzionale ha proprio dibattuto su questo dubbio. Per saperne di più visita il sito dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti

Come iscriversi all'albo dei giornalisti pubblicisti

Per essere iscritto all'albo dei giornalisti pubblicisti e diventare pubblicista a tutti gli effetti è necessario:

  • aver svolto un’attività giornalistica non occasionale e regolarmente retribuita per un periodo di due anni,
  • per attività giornalistica si intendono collaborazioni attraverso scritti, articoli, corrispondenze apparsi su giornali e/o periodici,
  • l'attività pubblicistica deve corrispondere alla redazione di 80 articoli di cui 65 a propria firma e 15 siglati,
  • la testata deve essere registrata (come sancito dalla legge sulla stampa e l’editoria) e diretta da un giornalista professionista o pubblicista,
  • i direttori dei giornali o dei periodici devono certificare che l'interessato abbia svolto l'attività di pubblicista regolarmente e in modo retribuito da almeno due anni,
  • la domanda per l'iscrizione all'albo dell'Ordine dei Giornalisti deve essere corredata da tutte le certificazioni (compresi lefotocopie o le pagine dei giornali riportanti gli scritti, anche non firmati, apparsi su giornali o periodici, e le ricevute di pagamento comprensive di ritenute).

Ogni anno, il pubblicista è poi obbligato ad effettuare un versamento abbastanza cospicuo, per ricevere l'abilitazione "annuale", garantita da una sorta di bollino che viene spedito direttamente all'indirizzo del titolare del tesserino.



Potrebbe interessarti

La retribuzione del contratto di apprendistato: tutte le formule possibili

Secondo la legge italiana, ovvero secondo il Testo Unico sull’Apprendistato (decreto legislativo 167/2011), il contratto di apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e all’occupazione dei giovani. Si tratta quindi una forma contrattuale propedeutica, nelle intenzioni, all’assunzione. 

Leggi tutto...

Straordinari non pagati: sai cosa fare?

In questa pagina cerchiamo di rispondere ad un nostro lettore che ci chiede delucidazioni sui Straordinari non pagati.

Leggi tutto...

Preavviso delle dimissioni per il tempo determinato

preavviso delle dimissioni

Il preavviso è il tempo, successivo alla data in cui il lavoratore ha presentato le dimissioni, in cui il dipendente continua a svolgere la propria attività lavorativa.

Leggi tutto...

Esclusione per gli studi di settore

Gli studi di settore sono strumenti statistici realizzati in funzione dei diversi fattori economici riguardanti l’attività di alcune categorie di lavoratori autonomi. 

Leggi tutto...

Pratica legale forense per diventare avvocato

Una volta laureato, il praticante deve iscriversi al Consiglio dell'Ordine degli Avvocati del tribunale di residenza. Questo primo step per iniziare la pratica legale è legato alla presentazione di alcuni documenti (certificato di nascita, residenza, cittadinanza, ecc..) fotografie, titoli di studio e quant'altro richiesto dall'Ordine degli Avvocati del territorio. 

Leggi tutto...

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Aliquota tassazione TFR: caratteristiche, imposte

Bisogna sottolineare che la tassazione e l'aliquota sul TFR è differente rispetto ad altre forme di pagamento, come ad esempio quello di natura retributiva ordinaria. La grande novità è il progetto del Governo Renzi che vuole trasferire questa somma all’interno della busta paga mensile: una misura che serve ad incentivare i consumi, dando più soldi freschi ai cittadini, vessati da una crisi economica che ha fortemente ridotto le spese e di conseguenza la crescita generale in Italia.

Leggi tutto...

I livelli del contratto dei metalmeccanici

Per assumere un lavoratore le suddette imprese devono rispettare quanto stabilito dalla legge e dal CCNL Metalmeccanici.

Leggi tutto...

Bacheca lavoro Trento

Ampliamo la nostra sezione dedicata alle offerte di lavoro sul territorio nazionale, regione per regione. In questa pagina suggeriamo alcuni dei link utili per chi è interessato alle offerte di lavoro in Trentino.

Leggi tutto...

Ecco la verità sul Condono 2019

Per coloro che sono impegnati in un contenzioso di natura tributaria o fiscale con lo Stato italiano, negli ultimi mesi si è affacciata la possibilità di poterlo chiudere in maniera definitiva e senza considerevoli esborsi di natura economica. Infatti, le autorità governative, all'interno della prevista Legge di Bilancio 2019, hanno predisposto il Decreto Legge 119/2018, la cosiddetta "Pace Fiscale", cioè una sorta di condono nel 2019 e che, tra le altre cose, consentirà anche, almeno in teoria, ulteriori entrate allo Stato.

Leggi tutto...

Corsi per la sicurezza sul lavoro: perché frequentarli?

I corsi per la sicurezza sul lavoro vengono proposti in tutta Italia da tantissime organizzazione e da enti sparsi sul nostro territorio: ogni percorso formativo è, solitamente, caratterizzato da una parte teorica e da un apprendimento pratico, fondamentale per comprendere alla perfezione manovre e strategie necessarie per preservare sicurezza e salute sul luogo di lavoro. La formazione si conclude, poi, con dei test di verifica, superati i quali è possibile ottenere delle importanti qualifiche, degli attestati da inserire come risorsa nel proprio curriculum!

Leggi tutto...

Leggi anche...

Interdizione anticipata per maternità: quanto ne sai?

quando si rimane incinta si puo richiedere l'interdizione anticipata per maternità

La lavoratrice madre ha per legge diritto ad essere tutelata durante la gravidanza e i primi anni di vita del bambino. Per la tutela della sua salute non può eseguire lavori pericolosi dall’inizio della gravidanza e fino al settimo mese di età del figlio, né lavori notturni (dalle 24 alle 6).

Leggi tutto...

Leggi anche...

Età pensionabile: i nuovi requisiti e criteri della riforma

Riportiamo le modifiche dell'età pensionabile derivanti dalla riforma pensionistica e i nuovi limiti e requisiti per presentare la domanda.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavoro Receptionist: accoglienza e professionalità

Il lavoro di receptionist nel campo del turismo è una figura importante. Il ruolo del personale della receptionist è fondamentale perché sono i primi ad accogliere i clienti.

Leggi tutto...
Go to Top