Lavoro dell'impiegato è un rapporto di lavoro subordinato. Il lavoro degli impiegati infatti è legato soprattutto alle attività di tipo amministrativo.

La suddivisione del lavoro degli impiegati: le diverse tipologie

In base al tipo di prestazione svolta il lavoro possono esistere:

  • impiegati di concetto
  • impiegati d'ordine
  • impiegati amministrativi
  • impiegati tecnici

I primi si occupano della gestione delle pratiche e, in parte, del contatto coi clienti. Sostanzialmente devono sapere usare molto bene dei software particolari per la gestione dei dati (e ogni azienda, in questo campo, fa le sue scelte) oltre che posta elettronica, Excel e tutta la suite di Microsoft Office.

Inoltre dev'essere in grado di gestire i clienti, dalla telefonata all'email, dalla lamentela al reclamo. Possono occuparsi – se l'azienda non ha una figura distaccata – di alcuni elementi di contabilità e si preferisce, infatti, precedente esperienza nel ruolo.

Lavoro dell'impiegato Tecnico e commerciale

L'impiegato tecnico, invece, ha un lavoro più legato ad una o più macchine. Si preoccupa infatti della gestione di una parte del processo produttivo della sua azienda e della gestione degli operai preposti a quel settore. Deve avere ottime capacità tecniche – che implicano, quindi, studi precisi – ma anche capacità organizzativa.

Oltre a questi, si possono citare queli commerciali, che si occupano del clienti e degli ordini in un'azienda. È una figura complessa, che dev'essere in grado di svolgere la funzione dell'impiegato amministrativo concentrandosi molto di più sul cliente. Spesso, infatti, gli impiegati commerciali hanno un bacino di clienti definito e limitato del quale occuparsi.

Il lavoro può anche essere svolto in ambito pubblico. L'impiegato statale svolge le sue mansioni nella Pubblica Amministrazione sia centrale che periferica. Ad esempio in: Ministeri, Regioni, Province, Comuni, Tribunali, Scuole, Università, Ospedali, Forze dell'ordine.

I compiti dipendono espressamente dal tipo di ente presso il quale lavora, ma sicuramente deve conoscere la materia del diritto amministrativo e altre branche della giurisprudenza. A queste somma tutte le conoscenze visto sino ad adesso.

Per poter svolgere il lavoro di impiegato pubblico è necessario superare il concorso pubblico ad esso relativo e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

In cosa consiste?

Il lavoro dell'impiegato è soprattutto di natura amministrativa ed include il controllo dei movimenti delle risorse produttive e la loro registrazione principalmente tramite PC. Le sue mansioni possono comprendere: battitura di testi e immissione di dati al computer utilizzando programmi di videoscrittura, calcolo e altri programmi specifici; utilizzo di macchine fotocopiatrici, telefono, fax, posta elettronica.

I requisiti principali per il lavoro impiegato

  • diploma di scuola media superiore o laurea
  • capacita di analisi,
  • capacita di lavorare in team,
  • problem solving e precisione,
  • affidabilità e discrezione poiché si trattano anche dati sensibili dell'impresa.

Può anche essere svolto in ambito pubblico. L'impiegato statale svolge le sue mansioni nella Pubblica Amministrazione sia centrale che periferica. Ad esempio in: Ministeri, Regioni, Province, Comuni, Tribunali, Scuole, Università, Ospedali, Forze dell'ordine.

Per poter svolgere il lavoro di impiegato pubblico è necessario superare il concorso pubblico ad esso relativo e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

Tuttavia è difficile stilare un elenco di requisiti esaustivo: ogni tipologia di impiegato richiede poi differenti capacità a seconda del luogo dove presta la sua attività.

Se si tratta di uno studio contabile, ad esempio, la sua competenza in materia rivestirà sicuramente un'importanza maggiore. Se lavora in un'azienda di produzione, dovrà conoscere i processi produttivi più tutte le informazioni riguardo il prodotto, comprese le strategie di marketing e di comunicazione.



Potrebbe interessarti

Licenziamento a tempo indeterminato: conosci i casi e le procedure per attivarlo?

Prima di parlare del licenziamento a tempo indeterminato è necessario ricordare che il contratto a tempo indeterminato è disciplinato dall'art. 2094 del Codice Civile che, all’Art. 2094, definisce questo tipo di lavoratore come “prestatore di lavoro subordinato chi si obbliga mediante retribuzione a collaborare nell'impresa, prestando il proprio lavoro intellettuale o manuale alle dipendenze e sotto la direzione dell'imprenditore”.

Leggi tutto...

Pensione sociale: oggi sostituita dall'assegno

La pensione sociale corrispondeva all’impegno dello Stato di garantire un sostegno economico ai cittadini che necessitavano di mezzi concreti per la sopravvivenza. Non richiedeva requisiti assicurativi o contributivi. La pensione è stata riconosciuta (in base ai requisiti) ai cittadini che ne hanno fatto domanda entro il 1995.

Leggi tutto...

Master in Lingue e Master Digital: scopri la nuova offerta ICOTEA

Il mondo del lavoro è sempre più complesso. Per questo motivo, diventa necessario farsi trovare pronti con una preparazione adeguata e, soprattutto mirata alle nuove esigenze del mercato.

Leggi tutto...

Finestre Pensioni: le nuove norme introdotte

La riscossione della pensione è una delle cose più importanti per un lavoratore, soprattutto per vivere, anche dopo la fine del periodo di lavoro, comodamente.

Leggi tutto...

Riforma del lavoro: la storia degli ultimi interventi

Il Governo Monti ha presentato, dopo delle lunghe riunioni con partiti e associazioni sindacali, la propria riforma per il lavoro. Sono previste modifiche per l’articolo 18, ammortizzatori sociali, contratti di lavoro e cassa integrazione.

Leggi tutto...

I più condivisi

Aprire un'officina: scopri come cominciare!

Una professione che certamente non avrà mai problemi di carenza di lavoro è sicuramente quella del meccanico per auto o per moto.

Leggi tutto...

Lavoro interinale: normativa e giurisprudenza

contratto di lavoro interinale

Le Agenzie per il lavoro sono imprese private dedicate alla somministrazione di lavoro interinale, ovvero prestazioni lavorative di carattere temporaneo. Questa tipologia è stata introdotta in Italia nel 1977; la normativa per il lavoro interinale ha subito svariate modifiche sino alla cosiddetta Legge Biagi . La L. 30/2003, inoltre, è quella che autorizza proprio queste agenzie.

Leggi tutto...

Contratto di stage: una guida davvero completa

Con il termine “stage in azienda” si indica un’esperienza lavorativa svolta all’interno di un’azienda con obiettivo formativo. Lo stage in azienda consente allo stagista di essere inserito in una realtà aziendale che gli permetterà di apprendere maggiormente e più facilmente.

Leggi tutto...

Pratica legale forense per diventare avvocato

Una volta laureato, il praticante deve iscriversi al Consiglio dell'Ordine degli Avvocati del tribunale di residenza. Questo primo step per iniziare la pratica legale è legato alla presentazione di alcuni documenti (certificato di nascita, residenza, cittadinanza, ecc..) fotografie, titoli di studio e quant'altro richiesto dall'Ordine degli Avvocati del territorio. 

Leggi tutto...

Calcolo della Quattordicesima: come funziona?

La quattordicesima è riconosciuta al lavoratore una volta all'anno (nel periodo tra giugno, luglio e agosto. Per il giono specifico dipende dall'azienda). Il calcolo della quattordicesima si basa sulla retribuzione mensile fissa qualora il contratto di lavoro duri da almeno 12 mesi.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Inps: modulistica online e attività dell'Ente

Il sito dell'Inps dispone di un'assistenza virtuale, utile a guidare l'utente tra i vari moduli Inps presenti all'interno del portale e ad aiutarlo nella compilazione degli stessi. Il servizio di modulistica Inps è molto comodo soprattutto se si è impossibilitati a recarsi presso gli uffici più vicini al luogo di residenza a recuperare i moduli cartacei.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavoro nutrizionista: l'esperto del dimagrimento

Quando si intraprende una dieta è bene non fare di testa propria, affidandosi a regimi alimentari dietetici fai da te, ma rivolgersi a un bravo nutrizionista.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Contratto a tempo determinato e maternità: quali procedure?

In caso di scadenza del contratto di lavoro (a tempo determinato), una lavoratrice ha diritto all’indennità INPS per la maternità anticipata o obbligatoria, in base a quanto sancito con la circolare ministeriale del 1 dicembre 2004.

Leggi tutto...
Go to Top