Negli ultimi due anni, il video curriculum ha modificato profondamente l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, negli USA. Anche in Italia, le grandi aziende affermano che la fase di recruiting sarà influenzata dalle nuove video-candidature. Questa nuova forma di candidatura prende spunto dallo sviluppo delle tecnologie da associare al boom dei social network: non è un caso che ne è nato uno tematico proprio sul lavoro, ossia Linkedin.

Ma cosa è un video curriculum? Dobbiamo farlo per forza in Italiano?

In realtà forse presentarsi attraverso un filmato è più semplice che redigere un cv cartaceo. Il video curriculum non è altro che una presentazione, tramite videocamera, di colui/colei che è in cerca di un impiego e vuole proporsi ad un’azienda.

E' diffuso via internet, principalmente sul portale YouTube o attraverso i siti dedicati alle offerte/domande di lavoro. Tranne alcune eccezioni, caricare il proprio filmato sul web è gratuito. Attualmente, in Italia, i candidatiallegano al video curriculum anche la forma tradizionale del cv.

I vantaggi per le aziende

video curriculum

Per ciò che riguarda la fase di selezione, visionare i filmati consente all’azienda di avere delle informazioni aggiuntive del candidato rispetto a quanto trasmesso nel cv testuale. Ovviamente oltre alle competenze del candidato, la presentazione mette in risalto anche la personalità, l’atteggiamento, la dialettica del soggetto.b

In alcuni casi poi, attraverso il filmato l’azienda recruiter può attestare anche delle competenze tecniche o pratiche e il grado di conoscenza di una lingua straniera del candidato. Tutto ciò facilita e accorcia i tempi della fase di preselezione, diminuendo il numero di colloqui “vis à vis” che l’azienda organizza nella successiva fase di selezione.

D’altra parte, molte aziende hanno iniziato ad utilizzare lo strumento video per auto-presentarsi (soprattutto nei Paesi incui il web e gli strumenti informatici sono più utilizzati come USA, Spagna e Francia). Attraverso delle presentazioni video, le aziende descrivono la loro attività, la propria organizzazione interna e illustrano le possibilità di inserimento e i requisiti di coloro che possono presentare la propria candidatura.

Esempio creativo: ecco altri consigli

Sarà sufficiente effettuare una ricerca generica sul web per reperire consigli ed esempi per creare un video curriculum vincente. Il nostro suggerimento è di evitare che “i nostri messaggi diventino veri e propri trailers dove la cura dell'immagine finisce con l'essere più importante del contenuto stesso del messaggio da trasmettere” (parole di Massimo Rosa, cacciatore di teste).

Inoltre, per avere un’idea di come potreste creare il vostro video curriculum, vi consigliamo di visionarne un po’ in modo da capire quale vorreste fosse il contenuto della vostra presentazione.

L’importanza del curriculum: come farlo?

La caratteristica del video curriculum porta alla luce un fenomeno più generale, ossia l’importanza di redigere un buon cv. Il video curriculum infatti non è altro che l’evoluzione del cartaceo attraverso lo sviluppo delle nuove piattaforme comunicative, come appunto i canali social. Per quanto riguarda invece la forma scritta, si redige un curriculum in formato europeo: le informazioni devono essere ben dettagliate e strutturate secondo un ordine preciso. Questo perchè il curriculum è la nostra prima presentazione e l’integrazione di tutte le informazioni rappresenta un primo modo per candidarci. Non è un caso che ultimamente vengono inseriti nel Cv anche i profili social che uno dispone, soprattutto Linkedin, il social network dedicato al lavoro. In questo canale, si può caricare il proprio curriculum con le nostre esperienze inserendo anche dei filmati multimediali, come la presentazione della nostra tesi di laurea o dei nostri lavori.

Periodi migliori per cercare lavoro?

Ciò che abbatte mentalmente chi è alla ricerca di un posto di lavoro è vedere la propria candidatura neanche essere valutata o letta. Quante volte abbiamo la sensazione di inviare mail al muro? Spesso infatti si inviano cv senza neanche una minima risposta, un fatto che non aumenta di certo l’autostima del candidato.
Si è parlato spesso di inviare cv in determinati periodi, come per esempio settembre, perchè è più facile avere un’assunzione. E’ un concetto troppo restrittivo (ovviamente tralasciando i lavori stagionali che sono cercati in certi lassi di tempo, come può essere l’estate nelle località turistiche) perchè la costanza e la determinazione sono due qualità che il candidato deve avere sempre in mente. Bisogna continuare a insistere anche quando sembra che nessuno ci ascolti e inviare le proprie candidature nell’arco di un anno intero. Importante poi controllare i contenuti del proprio cv, aggiornarlo alla data corrente e soprattutto inviare anche candidature spontanee, non rispondendo quindi solo agli annunci sulle bacheche di lavoro. Cercare lavoro deve essere più importante del lavoro stesso, in particolar modo in questo periodo di disoccupazione crescente, soprattutto quella a livello giovanile che supera il 40%.





Potrebbe interessarti

Borse di studio in USA: un’occasione per crescere

Il sogno americano non è un mito, ma una realtà che resiste nel tempo. Le opportunità di ottenere borse di studio per lavorare o studiare e dottorati post laurea negli Stati Uniti sono concreti, basta saper cercare.

Leggi tutto...

Modello per il curriculum vitae: come compilarlo passo passo?

come compilare il curriculum vitae

Il curriculum vitae è composto solitamente da più sezioni le quali non differiscono poi di molto tra il formato tradizionale, quello europeo o lo schema europass (che mostreremo più avanti nel corso del nostro approfonimento).

Leggi tutto...

Codice tributo per F23: ricerca per singolo codice tributo

In questa pagina cercheremo di fornirvi tante più informazioni possibili circa il codice tributo da inserire nei modelli di versamento F23 e F24. Per dichiarare e pagare le imposte e le tasse, il contribuente infatti deve identificarle attraverso il codice tributo.

Leggi tutto...

Tirocini formativi attivi: scopri i requisiti e le prove di esame

ciclo di un tirocinio formativo

La riforma d'insegnamento voluta dal Ministro Gelmini, prevede i Tirocini Formativi Attivi (TFA), utili a ottenere l'abilitazione all'insegnamento, che sarà a numero chiuso accedendovi mediante un concorso nazionale. Scopriamo cosa sono attraverso questo approfondimento.

Leggi tutto...

Contratto a progetto: malattia e infortunio

Nei contratti a progetto, in caso di malattia o infortunio la temporanea sospensione del rapporto di lavoro non implica la proroga del contratto, il co.co.pro. comunque termina alla scadenza stabilita.

Leggi tutto...

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Lavorare all’ONU, individua se sei un potenziale funzionario!

Intraprendere una carriera nelle organizzazioni internazionali è una scelta che richiede un notevole impegno, una forte motivazione, un carattere equilibrato e forte.

Leggi tutto...

Istat, a giugno frena l'occupazione

A giugno torna a crescere la disoccupazione, in Italia, soprattutto tra i lavoratori con più di 35 anni, e si registra il record di contratti a termine. 

Leggi tutto...

Lavorare nella moda: passione, stile e guadagno

Un'attività in questo ambito prevede soprattutto un talento e una propensione creativa in grado di far emergere le proprie idee su quelle degli altri. È importante anche seguire le tendenze del momento, creandone di nuove e stare al passo con i cambiamenti e il rinnovarsi dei trend.

Leggi tutto...

Lavoratori esposti amianto: conosci i benefici pensionistici?

La legge prevede degli incentivi e dei benefici per i lavoratori esposti all'amianto, ovvero per tutti quei dipendenti costretti a lavorare in edifici costruiti con polvere d'amianto e sostanze affini quali crisotilo, crocidolite, tremolite ecc.

Leggi tutto...

Le novità di ICOTEA: la formazione professionale per utenti non vedenti e ipovedenti

Nonostante i considerevoli passi avanti compiuti dal punto di vista normativo, dell'offerta scolastico-formativa, dell'uso della tecnologia nei diversi ambiti esistenziali e della sensibilità generale alle loro problematiche, tali persone vedono il loro percorso di crescita umano e professionale non sempre privo di ostacoli concreti. Tutto ciò nonostante le loro considerevoli capacità di cui sono esempio concreto e che possono offrire e mettere a disposizione della società in generale e della realtà lavorativa in particolare.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Ape Social: l’anticipo pensionistico a carico dello Stato

Imagine sull'anticipo pensionistico

Dopo aver terminato gli studi ognuno di noi comincia l’infinito percorso lavorativo che ci trasporta dalla giovane età dei vent’anni circa alla veneranda dei sessanta e al conseguimento della famosa pensione

Leggi tutto...

Leggi anche...

Assicurazione RC professionale per architetti e ingegneri

Il 14 agosto 2013 è entrata in vigore la riforma delle professioni introdotta con la Legge 148/2011 e disciplinata dal D.P.R. 137/2012 che rende obbligatoria la stipula di un’assicurazione professionaleper esempio, un’assicurazione professionale per architetti, una per i commercialisti, ingegneri, geometri, psicologi, medici, avvocati, consulenti del lavoro e così via. L’assicurazione protegge il professionista dai rischi legati al normale svolgimento della propria attività. A titolo esemplificativo, si riportano le specifiche riguardanti una RC professionale tipo per architetti e ingegneri. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Enel Green Power: lavoro possibile?

Numerosi studi condotti dall' Istituti di Economia e Politica dell'energia e dell'Ambiente dell'Università Bocconi, è emerso che grazie all'avvento della filosofia della Green Economy, sono numerose le nuove aziende green che si stanno costituendo

Leggi tutto...
Go to Top