L'applicazione dell'intelligenza artificiale al marketing rappresenta la sfida più impegnativa e importante che coinvolge Salesforce, che mette a disposizione delle aziende - a prescindere dalle loro dimensioni - un assortimento molto ampio di tool che coinvolgono le diverse aree di business. La messa a punto di nuovi prodotti è finalizzato al raggiungimento di tale obiettivo, e lo stesso dicasi per il rilascio di funzionalità innovative nei vari cloud. La tool di Marketing Cloud, in particolare, presenta un interessante ventaglio di aggiornamenti, destinati a garantire benefici concreti agli utenti.

Le novità più recenti in casa Salesforce

Salesforce poche settimane fa ha acquisito Tableau, una piattaforma di analisi dei dati che offre l'opportunità di migliorare in modo significativo le capacità analitiche di Salesforce. In virtù di questa acquisizione, il primo CRM al mondo diventa protagonista di un matrimonio prezioso con la prima piattaforma di analisi. L'implementazione di Tableau serve, tra l'altro, ad aumentare e velocizzare la capacità di assicurare il successo della clientela: merito di una visione unificata dei vari dati.

Le caratteristiche di Marketing Cloud

Passando a Salesforce Marketing Cloud, questo tool cloud di marketing permette di implementare un livello di personalizzazione molto elevato in virtù di un customer journey cross-channel. Lo strumento della suite di Salesforce, in pratica, consente di usufruire di una strategia di marketing customer-centric, rendendo disponibili gli strumenti che servono per far sì che i clienti beneficino delle esperienze a cui mirano. Il funzionamento è garantito sia in ottica business to consumer che in ottica business to business: di conseguenza le aziende hanno la possibilità di configurare e modificare le proprie impostazioni a seconda dell'ambiente di lavoro. 

Advertising Studio

Grazie all'aggiornamento più recente di Advertising Studio, le varie informazioni che riguardano gli annunci social diventano disponibili in Marketing Cloud. Ciò significa dire addio alla consultazione delle metriche delle campagne pubblicitarie di Journey Builder attraverso Facebook Campaign Manager: il miglioramento che ne deriva è evidente, in quanto l'andamento delle campagne può essere tenuto sotto controllo con più facilità, e anche il return of investment che si ottiene può essere calcolato e monitorato senza problemi. I Playbook, invece, sono stati eliminati e hanno smesso di funzionare, mentre sono stati introdotti i nuovi moduli Trailhead di Marketing Cloud, per mezzo dei quali è più semplice diventare più bravi ed esperti nelle certificazioni Salesforce.

Journey Builder

Cambiamenti in vista anche per Journey Builder, che con il nuovo aggiornamento permette di realizzare e salvare dei Template dei Journey che poi possono essere condivisi con le varie aree aziendali. I template si rivelano utili per le organizzazioni attive a livello internazionale, dal momento che contribuiscono a standardizzare le campagne, il workflow di messaggi di posta elettronica e tutti gli altri strumenti digital, sia tra le varie unità aziendali che tra i vari mercati. 

Marketing Cloud Connect

Degno di attenzione è anche il più recente aggiornamento di Marketing Cloud Connect, grazie a cui le informazioni di Parent Account possono essere condivise con Account Child che fanno parte dello stesso ecosistema. In effetti, uno dei benefici di maggior rilievo che derivano dal ricorso a Salesforce, o comunque a uno strumento CRM di questo tipo, è rappresentato dal fatto che tutti i dati sono integrati in una piattaforma sola. Marketing Cloud Connect, in altri termini, rende più semplice ed efficace la condivisione di informazioni, a beneficio dei clienti che possono vivere le esperienze che vogliono. La tool dispone di tale funzionalità già da tempo, ma adesso è stata attivata per tutte le applicazioni: di conseguenza, i processi di configurazione sono più snelli in presenza di una struttura gerarchica costruita per condividere le informazioni.