L’innovazione è uno dei temi al centro dell’economia e del mercato del lavoro. Non a caso si tratta di uno degli argomenti che trovano riscontro nei fondi del Recovery Plan stanziati dall’Unione Europea i quali, hanno come fulcro temi quali la digitalizzazione, fattore che ha cambiato i paradigmi in maniera epocale, accanto all’ecologia e all’inclusione.

L’innovazione non è qualcosa che si può improvvisare ma che richiede, piuttosto, competenze importanti da parte di professionisti come manager, direttori generali, imprenditori, responsabili R&D e consulenti. Non mancano i corsi altamente qualificati, disponibili persino online secondo formule efficaci di didattica a distanza. È anche il caso del Master in Innovation Management realizzato da Lapetre, che propone un percorso formativo certificato da svolgere interamente sul web secondo lezioni virtuali e webinar e dove si trovano perfettamente bilanciate teoria e operatività. Un’opportunità quanto mai attuale per i professionisti di molti settori, in grado di preparare in maniera importante sull’innovazione.

Perché fare un Master in Innovation Management

Un Master in Innovation Management consente di aggiornarsi rispetto a come funzionano i processi aziendali dal punto di vista dell’innovazione. Perché sapere che cosa vuol dire concretamente innovazione non è affatto semplice, visto che la parola presenta sue valenze particolari in relazione a quanto disposto dagli standard internazionali ISO 56000. Sono questi a regolamentare, pertanto, la gestione dell’innovazione, inclusa la digitalizzazione dei processi aziendali.

La loro conoscenza risulta fondamentale ancora di più per quelle aziende italiane che presentano partnership con quelle europee e internazionali. Gli standard ISO 56000 si articolano secondo 7 tipologie, la cui definizione è data dalla norma ISO 56000 e dalla norma ISO 56001. Nello dettaglio sono:

  • ISO 56002.
  • ISO 56003.
  • ISO 56004.
  • ISO 56005.
  • ISO 56006.
  • ISO 56007.
  • ISO 56008.

Un master in Innovation Management si concentra in maniera particolare su tutti quegli strumenti che consentono all’azienda di implementare la gestione dell’innovazione, dando ai professionisti che scelgono di seguirlo non solo un’idea concreta di cosa vuol dire innovazione ma anche strumenti per indirizzare al meglio il “core business” per la realtà con cui collaborano.

Perché l’innovazione è sempre più cruciale nel mondo del lavoro

L’epoca attuale va veloce, è un dato di fatto. Che i cambiamenti avvengano in maniera più rapida che in passato è non meno sotto gli occhi di tutti. Si tratta di un fenomeno che richiede sempre più la dimestichezza con le pratiche della digitalizzazione ma anche un aggiornamento non meno considerevole rispetto alle norme regolative in vigore.

In un contesto come quello attuale della globalizzazione dove il minimo denominatore è il pensiero, diventato ormai un classico, “Think global, act local”, conoscere l’innovazione significa avere un vantaggio competitivo importante in un mercato che vede il confronto con le realtà di tutto il mondo. Motivo per cui aggiungere un Master in Innovation Management ai propri titoli significa mettere a disposizione skills specifiche ma anche trasversali davvero interessanti e imprescindibili per il mondo di lavoro. Indispensabili in un’ottica di breve e, ancora di più, di lungo periodo.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Pensione alle casalinghe: come ottenerla?

mamma e casalinga

In data 1 gennaio 1997 è stato realizzato uno speciale fondo di previdenza per tutti coloro che svolgono delle attività di cura di familiari e non ricevono un compenso economico, ad esempio le casalinghe che dedicano gran parte delle giornata alla cura della casa e della propria famiglia. E’ importante sapere che possono registrarsi a questo fondo di previdenza anche gli uomini, i requisiti che tutti devono possedere sono legati all’età, che può variare dai 15 ai 65 anni.

Corsi di formazione utili per trovare lavoro: sai scegliere?

i corsi di formazione per aziende e studenti

Per affrontare al meglio il mondo del lavoro, è anche necessario ampliare le conoscenze acquisite durante precedenti gli studi precedenti. Oltre a scegliere l'università giusta o il settore lavorativo adatto, è dunque indispensabile cercare nuove forme di ampliamento e aggiornamento delle competenze ed avere così maggiore probabilità di crescere tramite i corsi lavorativi. Si consiglia ovviamente di scegliere con cautela il corso (tra le centinaia di enti che erogano formazione e/o che semplicemente affittano l'aula a terzi per questo scopo).

Master in Lingue e Master Digital: scopri la nuova offerta ICOTEA

scrizione ad un master in lingue

Il mondo del lavoro è sempre più complesso. Per questo motivo, diventa necessario farsi trovare pronti con una preparazione adeguata e, soprattutto mirata alle nuove esigenze del mercato.

I più condivisi

Contratto a intermittenza: in cosa consiste esattamente?

tipologia di contratto ad intermittenza

Il contratto a intermittenza (detto anche “a chiamata” oppure “job on call”) è regolamentato dagli articoli 33-40 del decreto legislativo 276/03 modificato in parte dalla legge 92/2012. Il lavoratore si presta a offrire le proprie prestazioni per periodi specifici e stabiliti durante la settimana, il mese o l'anno, dedicandosi ad attività di natura saltuaria.

Tirocini formativi attivi: scopri i requisiti e le prove di esame

Tirocini formativi attivi

La riforma d'insegnamento voluta dal Ministro Gelmini, prevede i Tirocini Formativi Attivi (TFA), utili a ottenere l'abilitazione all'insegnamento, che sarà a numero chiuso accedendovi mediante un concorso nazionale. Scopriamo cosa sono attraverso questo approfondimento.

Guardiano del faro: un mestiere romantico e ancora oggi tanto ambito

Immagine esemplificativa della professione di guardiano del faro

Essere guardiano del faro è un sogno romantico per molte persone, si tratta di una professione che non si può svolgere senza la giusta passione da parte di chi è interessato a questo mestiere.

Leggi anche...

Concorsi per invalidi civili: tutte le possibilità elencate

Immagine esemplificativa che riguarda l'articolo Concorsi per invalidi civili: tutte le possibilità elencate in questo approfondimento!

Oggi parliamo di concorsi per invalidi civili. Per categorie protette si intende una condizione di diritto riconosciuta dal legislatore ai lavoratori disabili e altri (orfani, vedove, etc). Oltre che l’obbligo di assunzione per queste categorie di lavoratori presso aziende pubbliche e private, vi sono anche delle quote riservate per la partecipazione ai concorsi, nonché concorsi specifici.

Leggi anche...

Sviluppo Italia e il suo nuovo sito www.invitalia.it: vediamo di cosa si tratta

sviluppo italia

Invitalia, già Sviluppo Italia, è l'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa. Sviluppo Italia svolge l'incarico affidatogli dal Governo per migliorare la competitività imprenditoriale e aziendale dell'Italia e supportare nuove iniziative e progetti aziendali.