Perchè inventarsi un lavoro creativo? Purtroppo il settore del lavoro è oggi in crisi; non si trova il lavoro che si desidera o quello che ci ha spinto a conseguire una laurea. Ecco perché attualmente risulta spesso necessario pensare a un lavoro nuovo e originale o affidarsi a lavori creativi e d'ingegno.

Inventare un lavoro creativo

Fra gli ambiti più appropriati scopriamo il settore artistico e delle comunicazioni. Questi favoriscono la nascita dei lavori creativi che vanno fuori dagli schemi. Lavori creativi d'esempio sono il designer o il pubblicitario, ma anche l'attore e lo scrittore; ovvero quei ruoli professionali in cui si richiede la massima creatività ed una buona capacità di reinventarsi.

Comunicazione e creatività

Inventarsi un lavoro creativo

La creatività comunque non va sottovalutata anche nelle professioni legate all'editing, oppure al montaggio di film o cartoni animati, ma anche per chi intende intraprendere una carriera nel settore turistico,specialmente se legata all'animazione.

I lavori per creare opere artigiane da e per la casa. Un percorso redditizio

Poi ci sono i lavori creativi detti per antonomasia, connessi al fai da te, a materie come il decoupage e la creazione di oggettistica per la casa o bigiotteria. In tali casi sarà possibile creare le proprie cose e venderle on line o in un negozio.

Il percorso accademico per diventare un creativo delle immagini. Non esiste un manuale unico

È bene iniziare a costruire una carriera proprio dalle basi, optando per il liceo artistico o per istituti professionali con l'indirizzo in pubblicità. Serve, difatti, sottolineare che non esiste un'univoco percorso da seguire: la cosa importante è mettersi davanti al computer avendo le giuste competenze.

Inoltre, si possono seguire dei corsi professionali organizzati dagli enti di formazione oppure anche scegliere una facoltà come quella di Scienze della Comunicazione con indirizzo Grafica Pubblicitaria. Un’altro percorso è l’Accademia delle Belle Arti e una laurea in Disegno Industriale ma anche la scuola di alta formazione dello IED.
In ogni caso risulta fondamentale seguire dei corsi che aiutano ad apprendere l’uso specialistico dei programmi di grafica. Un esempio è Photoshop ma anche l'utilizzo di Adobe, ad esempio.

Lavori per mettere in pratica l'attività sportiva

Scopriamo poi una professione interessante per la stagione estiva, ovvero il bagnino. Si tratta di una figura professionale molto cercata nel nostro Paese, specialmente perché è un'attività obbligatoria per legge presso le località balneari.

Il ruolo del Bagnino sulle spiagge

Questa particolare professione ha bisogno di tanto impegno, senso del dovere e molta responsabilità ma anche il massimo dell'attenzione per ogni particolare ed infine, estrema professionalità. Di solito i bagnini sono giovanissimi ma, la figura, comunque necessita di una lunga preparazione.

Per esercitare in spiagge e piscine, si deve disporre del brevetto conseguito dopo il percorso formativo e l'esame finale. È quindi necessario avvertire il Direttore responsabile nella Sezione Territoriale dell'S.N.S. Operativa, nell'area più vicina al prorio domicilio.

Caratteristiche del bagnino

Il lavoro creativo dell'esperto in salvataggio, prevede dunque una preparazione professionale; per iscriversi ai corsi bisogna inoltre: avere determinate caratteristiche psicofisiche; saper nuotare bene; avere un'età compresa tra i sedici e i cinquantacinque anni; possedere il permesso di soggiorno se cittadino extra-comunitario. L'esame previsto a fine corso, consiste invece in una parte teorica e una pratica, comprendente tecniche di salvataggio e primo soccorso.

Per ulteriori informazioni riguardo alla professione anche dal punto di vista legale, e sulle modalità d'iscrizione, luogo, inizio e orari dei corsi, è possibile visitare il sito della Società Nazionale di Salvamento.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Contributi da riscatto: ecco tutte le informazioni di cui hai bisogno!

Contributi da riscatto

Il sistema previdenziale italiano prevede che ai fini pensionistici sia possibile coprire, mediante i contributi da riscatto, a proprie spese, dei periodi di studio, lavoro, inattività non soggetti a obbligo assicurativo.

Master e laurea: primo o secondo livello?

Oggi la formazione post universitaria è curata da enti ed aziende pubbliche e private. La varietà dell’offerta dei master postlaurea può rendere più difficile la scelta.

Riforma pensioni 2012: novità del calcolo contributivo

Immagine usata nell'articolo Riforma pensioni 2012: novità del calcolo contributivo

La riforma pensioni varata dal Governo Monti prevede che dal 1° gennaio 2012, le anzianità raggiunte dopo il 31 dicembre 2011 saranno calcolate con il sistema di calcolo contributivo.

I più condivisi

Lavoro ripartito: diritti e doveri spiegati nel dettaglio

lavoro ripartito

Il contratto di lavoro ripartito, anche detto Job Sharing, è stato introdotto dalla Riforma Biagi ed è disciplinato dal D. Lgs. n. 276/2003, art. 41 – 45. Con un contratto di lavoro ripartito si intende quello nel quale due lavoratori si impegnano ad adempiere solidalmente ad un'unica e identica obbligazione lavorativa.

La Bacheca lavoro a Trento: ecco di cosa si tratta e come sfruttarla

Immagine esemplificativa che riguarda l'articolo La Bacheca del lavoro a Trento: ecco di cosa si tratta e come puoi sfruttarla

Ampliamo la nostra sezione dedicata alle offerte di lavoro sul territorio nazionale, regione per regione. In questa pagina suggeriamo alcuni dei link utili per chi è interessato alle offerte di lavoro in Trentino.

Attestato sulla sicurezza sul lavoro: perché frequentare dei corsi conviene?

nuovi corsi sulla sicurezza sul lavoro

I corsi per la sicurezza sul lavoro vengono proposti in tutta Italia da tantissime organizzazione e da enti sparsi sul nostro territorio: ogni percorso formativo è, solitamente, caratterizzato da una parte teorica e da un apprendimento pratico, fondamentale per comprendere alla perfezione manovre e strategie necessarie per preservare sicurezza e salute sul luogo di lavoro

Leggi anche...

Orario di lavoro notturno: quali sono i termini del tuo contratto?

L’ammontare settimanale delle ore di lavoro, compreso di eventuali straordinari, non dovrebbe superare le 48 ore. Ogni settimana devono essere previste almeno 24 ore di riposo. Nell’arco dell’anno, al lavoratore dipendente, spettano di diritto circa quattro settimane di ferie.

Leggi anche...

Globalizzazione economica: elemento positivo o negativo?

Globalizzazione economica

La globalizzazione infatti facilita il lavoro (inteso come produzione e scambio di bene e servizi) con l'uso di varia tecnologia, tuttavia, al tempo stesso, ne determina una profonda modifica, alterandone le modalità di svolgimento da Paese a Paese. In alcuni di questi portando addirittura ad uno sfruttamento della manodopera umana, al fine di una maggiore produzione di beni, sempre più richiesti, e all'ottenimento di minori tempi di consegna.