Il compito del Servizio Ispezione del Lavoro della Direzione Territoriale del Lavoro di Roma (ex ispettorato del lavoro di Roma) è anche quello di verificare, intervenire su eventuali violazioni in campo lavorativo e svolgere attività di conciliazione e consulenza. I ruoli del Servizio Ispezione del Lavoro (ex ispettorato del lavoro) hanno lo scopo di favorire il rapporto e l'accordo tra lavoratore e datore di lavoro.

Il ruolo del servizio di ispezione a Roma

Ad esempio, ci si rivolge a questo ente quando bisogna consegnare documenti relativi a richieste di permessi o ricevere sostegno per dimostrare al datore di lavoro o alla società - azienda per cui si è dipendenti nel dimostrare la giustezza delle operazioni legate a visite mediche, richieste di idoneità, periodi di aspettativa, ecc. Il compito principale è dunque quello di assicurare la massima vigilanza per quanto concerne i rapporti fra dipendenti e somministratori di lavoro.

A seconda della classe merceologica e comunque alla categoria professionale a cui si appartiene, ci si può rivolgere allo specifico ispettorato, che viene comunque regolato a livello superiore da un team di funzionari, governati da un ingegnere.

La Direzione territoriale del Lavoro e del servizio politiche del lavoro a Roma, che fino a poco tempo fa si componeva di due servizi/uffici distinti, ora vede accentrare i suoi servizi in Via dei Brighenti, 23 (Zona Portonaccio); dopo la chiusura della sede di Via Cesare De Lollis.

Attualmente, gli incarichi ed i servizi forniti dall'ente, alle strette dipendenze del Ministero del Lavoro, riguardano principalmente due aspetti, ovvero l'ambito penale e l'ambito amministrativo. Nel primo caso, vengono accertati eventuali reati commessi e l'ispettorato assume i poteri classici della polizia giudiziaria. Nel secondo caso, invece, vengono seguite tutte le norme specifiche previste dall'articolo 689/1981 e da tutte le altre leggi succesive, che orientativamente rientrano in questo ambito del diritto.

Orari e giorni di apertura

Direzione Territoriale del Lavoro di Roma
Via Maria Brighenti, 23 - 00159 Sede unica (zona Portonaccio - Tiburtina - Casalbertone)
Centralino 06 43261
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - posta certificata (Pec): Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Servizio Politiche del Lavoro
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Vertenze individuali - fax segr. 06 43261844 - Tel. 0643261633 – 064321635 - 064321651
Vertenze collettive e cambi appalti - fax segr. 06 43261666 - Tel. 0643261644 – 0643261608 – 0643261611 - 0643261637

Servizio Ispezione del Lavoro
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Fax 06 43261050

Ufficio Relazione con il Pubblico

L’ex ispettorato del lavoro di Roma ha anche un Ufficio per le Relazioni con il Pubblico (URP), sito in Via M. Brighenti n.23, Piano terra, Palazzina A, struttura preposta alla comunicazione verso i cittadini e le associazioni, che svolge il suo servizio tramite i seguenti recapiti telefonici: Fax 06/43261087 - Tel. 06/43261883 e tramite la mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Responsabile: dell’URP è la dott.ssa Giovanna Raguseo.

Sul sito del Ministero del lavoro è possibile visualizzare le notizie e le informazioni circa l'ispettorato del lavoro di Roma.

Il contatto mail della Direzione Provinciale del Lavoro di Roma è: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Nota: ci scusiamo con gli utenti per aver rettificato in ritardo i numeri di telefono aggiornati relativi all'URP.





Potrebbe interessarti

Corsi per la sicurezza sul lavoro: perché frequentarli?

nuovi corsi sulla sicurezza sul lavoro

I corsi per la sicurezza sul lavoro vengono proposti in tutta Italia da tantissime organizzazione e da enti sparsi sul nostro territorio: ogni percorso formativo è, solitamente, caratterizzato da una parte teorica e da un apprendimento pratico, fondamentale per comprendere alla perfezione manovre e strategie necessarie per preservare sicurezza e salute sul luogo di lavoro. La formazione si conclude, poi, con dei test di verifica, superati i quali è possibile ottenere delle importanti qualifiche, degli attestati da inserire come risorsa nel proprio curriculum!

Leggi tutto...

Laurea in Scienze della Mediazione Linguistica: uno sbocco verso il futuro

l'importanza di avere una laure nell'ambito della mediazione linguistica

In un’epoca sempre più caratterizzato dalla multiculturalità, la conoscenza delle lingue straniere diventa sempre più una prerogativa imprescindibile per l’accesso nel mondo del lavoro.

Leggi tutto...

Voucher lavoro occasionale: scopriamo come funzionano

giovani e lavori occasionali

In questi ultimi anni, a causa della Jobs Act attuata dal Governo Renzi, si sente sempre più spesso parlare dei cosidetti voucher lavoro occasionale, chiamati anche buoni, un particolare sistema di compenso delle prestazioni di lavoro occasionale, ossia tutte quelle attività che non superano i 7.000 euro netti nella durata dell’intero anno solare.

Leggi tutto...

Calcolo età pensionabile: scopri gli strumenti necessari

La pensione sembra oramai un miraggio per milioni di lavoratori italiani. Per i giovani, invece parlare di pensione fra poco sarà alquanto anacronostico: se il lavoro un utopia, parlare di pensione equivale a parlare di metafisica.

Leggi tutto...

Come scrivere un autocertificazione e i casi in cui utilizzarla

La dichiarazione sostitutiva di certificazione può essere necessaria anche nel campo lavorativo.

Leggi tutto...

I più condivisi

Preavviso delle dimissioni per il tempo determinato

preavviso delle dimissioni

Il preavviso è il tempo, successivo alla data in cui il lavoratore ha presentato le dimissioni, in cui il dipendente continua a svolgere la propria attività lavorativa.

Leggi tutto...

Guida alla Nuova Tabella delle Pensioni

la nuova tabella per le pensioni

Il Decreto “Salva Italia” ha portato ad una sostanziale riforma di tutto il sistema della previdenza italiana. Il passaggio finale dal sistema retributivo al contributivo e l’innalzamento dell’età pensionabile hanno portato ad un rifacimento della tabella delle pensioni, che vede il tentativo di diminuire il divario tra i contributi versati e le mensilità ritirate da chi ha smesso di lavorare, di pari passo con un inasprimento delle condizioni per concludere la sua vita lavorativa.

Leggi tutto...

Mepa, cos'é e come funziona

Le pubbliche amministrazioni per poter funzionare a dovere devono ovviamente sapersi organizzare in modo strutturato, ordinato ma soprattutto in modo esauriente. I servizi che sono offerti dalle varie PA sono tantissimi ed essi si basano sulla semplice compravendita: la popolazione chiede una prestazione, un bene o un servizio e la pubblica amministrazione, mediante terzi, elargisce il tutto. 

Leggi tutto...

Ape Social: l’anticipo pensionistico a carico dello Stato

Imagine sull'anticipo pensionistico

Dopo aver terminato gli studi ognuno di noi comincia l’infinito percorso lavorativo che ci trasporta dalla giovane età dei vent’anni circa alla veneranda dei sessanta e al conseguimento della famosa pensione

Leggi tutto...

Lavoro Categorie Protette: chi ne ha diritto e le offerte online

Contratto per lavoratori delle categorie protette

Il tema del lavoro per le categorie protette è disciplinato dalla legge numero 68 del 1999. e rientra nella dinamica legata alla tutela del lavoratore. I lavoratori che fanno parte di questa dimensione hanno oltre di 15 anni d'età e non hanno ancora raggiunto l'età pensionabile.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Calcolo dello stipendio di un docente: determinazione e caratteristiche

Tutte le tipologie di lavoratori hanno diritto a ricevere periodicamente lo stipendio dovuto e che quantificato

Leggi tutto...

Leggi anche...

Turni di lavoro e del riposo settimanale: parte integrante di un piano d'Impresa

turni di lavoro

In base all’art. 1, comma 2, lett. b), D.Lgs. n. 66/2003 si intende per “periodo di riposo” qualsiasi periodo che non rientra nell’orario di lavoro (pause, riposi giornalieri, riposi settimanali, ferie). Il riposo giornaliero, in base a tale decreto legislativo, consiste nel diritto del lavoratore a 11 ore di riposo consecutivo ogni 24 ore, ad eccezione:

Leggi tutto...

Leggi anche...

Che cos'è il Job sharing?

Il termine Job Sharing indica un tipo di contratto di lavoro atipico caratterizzato dalla condivisione dell'attività lavorativa tra due o più soggetti; questi ultimi infatti si suddividono le fasce lavorative di un impiego full time.

Leggi tutto...
Go to Top