Il compito del Servizio Ispezione del Lavoro della Direzione Territoriale del Lavoro di Roma (ex ispettorato del lavoro di Roma) è anche quello di verificare, intervenire su eventuali violazioni in campo lavorativo e svolgere attività di conciliazione e consulenza. I ruoli del Servizio Ispezione del Lavoro (ex ispettorato del lavoro) hanno lo scopo di favorire il rapporto e l'accordo tra lavoratore e datore di lavoro.

Il ruolo del servizio di ispezione a Roma

Ad esempio, ci si rivolge a questo ente quando bisogna consegnare documenti relativi a richieste di permessi o ricevere sostegno per dimostrare al datore di lavoro o alla società - azienda per cui si è dipendenti nel dimostrare la giustezza delle operazioni legate a visite mediche, richieste di idoneità, periodi di aspettativa, ecc. Il compito principale è dunque quello di assicurare la massima vigilanza per quanto concerne i rapporti fra dipendenti e somministratori di lavoro.

A seconda della classe merceologica e comunque alla categoria professionale a cui si appartiene, ci si può rivolgere allo specifico ispettorato, che viene comunque regolato a livello superiore da un team di funzionari, governati da un ingegnere.

La Direzione territoriale del Lavoro e del servizio politiche del lavoro a Roma, che fino a poco tempo fa si componeva di due servizi/uffici distinti, ora vede accentrare i suoi servizi in Via dei Brighenti, 23 (Zona Portonaccio); dopo la chiusura della sede di Via Cesare De Lollis.

Attualmente, gli incarichi ed i servizi forniti dall'ente, alle strette dipendenze del Ministero del Lavoro, riguardano principalmente due aspetti, ovvero l'ambito penale e l'ambito amministrativo. Nel primo caso, vengono accertati eventuali reati commessi e l'ispettorato assume i poteri classici della polizia giudiziaria. Nel secondo caso, invece, vengono seguite tutte le norme specifiche previste dall'articolo 689/1981 e da tutte le altre leggi succesive, che orientativamente rientrano in questo ambito del diritto.

Orari e giorni di apertura dell'Ispettorato del lavoro

Direzione Territoriale del Lavoro di Roma

Via Maria Brighenti, 23 - 00159 Sede unica (zona Portonaccio - Tiburtina - Casalbertone)
Centralino 06 43261
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - posta certificata (Pec): Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Servizio Politiche del Lavoro

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Vertenze individuali - fax segr. 06 43261844 - Tel. 0643261633 – 064321635 - 064321651
Vertenze collettive e cambi appalti - fax segr. 06 43261666 - Tel. 0643261644 – 0643261608 – 0643261611 - 0643261637

Servizio Ispezione del Lavoro
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Fax 06 43261050

Ufficio Relazione con il Pubblico

Ispettorato del lavoro a Roma

L’ex ispettorato del lavoro di Roma ha anche un Ufficio per le Relazioni con il Pubblico (URP), sito in Via M. Brighenti n.23, Piano terra, Palazzina A, struttura preposta alla comunicazione verso i cittadini e le associazioni, che svolge il suo servizio tramite i seguenti recapiti telefonici: Fax 06/43261087 - Tel. 06/43261883 e tramite la mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Responsabile: dell’URP è la dott.ssa Giovanna Raguseo.

Sul sito del Ministero del lavoro è possibile visualizzare le notizie e le informazioni circa l'ispettorato del lavoro di Roma.

Il contatto mail della Direzione Provinciale del Lavoro di Roma è: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nota: ci scusiamo con gli utenti per aver rettificato in ritardo i numeri di telefono aggiornati relativi all'URP.

Potrebbe interessarti

Il patto di prova: orientamento della giurisprudenza

Immagine di patto di prova

Il patto di prova è il F precedente al vero e proprio inizio del contratto di lavoro. In questo periodo entrambe le parti hanno la possibilità di recedere dal contratto. 

CCNL per i settori edili: retribuzione e ferie

contratto nazionale edilizia

Il CCNL relativo ai lavoratori edili è stato rinnovato . Vediamo in sintesi quali sono le caratteristiche principali relative al contratto nazionale di questo settore, nato dall'accordo fra ANCE, Feneal UIL, Filca CISL e Fillea CIGL. Ogni triennio è prevista chiaramente una nuova riformulazione, per cui si rimanda al triennio in questione per verificare tutti gli aggiornamenti del caso.

Riforma pensioni 2012: novità del calcolo contributivo

Immagine usata nell'articolo Riforma pensioni 2012: novità del calcolo contributivo

La riforma pensioni varata dal Governo Monti prevede che dal 1° gennaio 2012, le anzianità raggiunte dopo il 31 dicembre 2011 saranno calcolate con il sistema di calcolo contributivo.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Contributi in conto impianti: di cosa si tratta? Ecco una piccola guida

Immagine usata nell'articolo Contributi in conto impianti: di cosa si tratta? Ecco una piccola guida

I contributi in conto impianti vengono erogati per ridurre i costi di acquisizione di beni ammortizzabili; non producono ricavi o sopravvivenze attive, pur concorrendo alla formazione del reddito per competenza.

Previdenza sociale: quali e quanti soggetti deve tutelare?

Immagine esemplificativa che riguarda l'articolo Previdenza sociale: quali e quanti soggetti deve tutelare?

Il conseguimento di una buona pensione è un aspetto importante e molto considerato da tutti i lavoratori italiani. Per tutelare il lavoratore in materia di pensione e invalidità; esiste infatti la previdenza sociale.

Finanziamenti della Regione Lazio: progetti per le imprese locali

finanziamenti per la regione lazio

La Filas, acronimo per finanziaria locale di sviluppo, è una delle società strumentali che la Regione Lazio ha creato per supportare i processi di di sviluppo e di innovazione del settore imprenditoriale laziale.

Leggi anche...

Come scrivere un autocertificazione e i casi in cui utilizzarla

La dichiarazione sostitutiva di certificazione può essere necessaria anche nel campo lavorativo.

Leggi anche...

Nido aziendali: vi sveliamo quali sono i vantaggi di questi Asili

Nido aziendali: vi sveliamo quali sono i vantaggi di questi Asili

Anche nella nostra società "moderna", nella coppia la cura dei figli è affidata quasi sempre alla madre, che si trova costretta a scegliere un lavoro part-time o a rinunciare al proprio lavoro fuori casa. Per tali ragioni, sempre più spesso, le neo-mamme affidano la propria prole a nonni, famigliari o amici. Anche se a volte con non poche preoccupazioni.Durante la propria assenza, una mamma vorrebbe lasciare il proprio figlio in strutture gestite da personale specializzato particolarmente attento all’aspetto pedagogico e al rapporto con i genitori.

Leggi anche...

Lavoro parasubordinato: caratteristiche di questa tipologia di contratto

caratteristiche di un contratto parasubordinato

Il rapporto di lavoro subordinato è disciplinato dall’articolo 2094 del Codice Civile: “è prestatore di lavoro subordinato chi si obbliga mediante retribuzione a collaborare nell’impresa, prestando il proprio lavoro intellettuale o manuale alle dipendenze e sotto la direzione dell’imprenditore.”