Il lavoro del pizzaiolo consente di approcciarsi con un ambiente stimolante giovanile, di stare a contatto con le persone, lavorare la sera e, alcune volte, anche di mettersi al centro dell’attenzione. Per lavorare come pizzaiolo ci vuole tanta passione e molta pazienza ma anche la voglia di imparare. Il modo migliore per farlo sarebbe quello di riuscire a carpire tutte le tecniche con la classica “gavetta” in pizzeria ma, oggi, sono nati anche molti corsi specializzati per imparare questo mestiere che hanno alcune ore dedicate alla teoria altre alla pratica.

In ogni città, in ogni quartiere e spesso anche in ogni via, c’è una pizzeria e, per chi ha una buona volontà il lavoro si può imparare. Inoltre, esiste la possibilità di andare anche all’estero per portare questa eccellenza tutta italiana nelle altre città del mondo.

L’arte di preparare buone pizze si può riconoscere soprattutto in bottega ma per coloro che desiderano ricevere una formazione maggiormente qualificata oppure sceglie di aggiornare le proprie tecniche esistono diverse scuole per pizzaioli che erogano corsi e stage.

Prima di parlarne, però, cerchiamo di conoscere meglio questa figura professionale.

La Figura del pizzaiolo

Un bravo pizzaiolo deve conoscere tutti gli strumenti per preparare la pizza ad arte: il forno, l’impastatrice planetaria, la spianatoia con il banco da lavoro e anche tutti gli ingredienti necessari alla ricetta e, soprattutto, il giusto dosaggio: farina, acqua, sale e lievito che gli consentiranno di preparare un impasto di buona qualità che soddisfi il palato dei suoi clienti. Inoltre, fra le sue competenze deve esserci anche quella di saper abbinare i condimenti della pizza e i loro tempi di cottura in base al forno che utilizza (se a gas, a legna o elettrico).

Veniamo al dunque: parliamo di corsi professionali per lavorare come pizzaiolo

I corsi perlavorare come pizzaiolo di solito sono suddivisi in due aree di competenza. Durante le prime sessioni si parlerà di tutto ciò che riguarda le materie prime che compongono la pizza andando a descrivere nello specifico i tipi di farina e di lievito ma anche le metodologie per miscelarli correttamente con acqua e sale. Si parlerà della modalità di impasto, della lievitazione e fermentazione degli stessi; po’ della cottura e quindi dei tipi di forno, nonché delle attrezzature necessarie in una pizzeria e delle norme di sicurezza relative agli impianti.

lavorare come pizzaiolo

Si passerà quindi ad una parte pratica che insegnerà la tecnica dell’impasto attraverso l’uso di diverse tipologie di impastatrici planetarie, la stesura della pasta e la sua farcitura fino ad arrivare alle varie tecniche di cottura.

Attraverso degli insegnati con specifiche conoscenze su questa figura professionale, nasce così un bravo pizzaiolo che, attraverso molte ore di esperienza, diventerà un pizzaiolo provetto.

I corsi possono essere di vario tipo: per l’avviamento alla professione, come allievo pizzaiolo oppure aiutopizzaiolo, e poi da aspirante pizzaiolo fino a pizzaiolo professionale e hanno lo scopo di preparare e inserire i giovani nel settore della ristorazione.

L’importanza di questi corsi

lavorare come pizzaiolo

Adesso vi starete chiedendo quanto costa un corso per lavorare come pizzaiolo? Certamente il costo incide molto ma è molto più quello che questi corsi danno come reale conoscenza del mondo della pitta mettendo a disposizione tutor preparati, attrezzi del mestiere, materie prime e materiale didattico.

Non esiste un prezzario unico per i corsi per lavorare come pizzaiolo ma ovviamente il costo di tutto ciò va sostenuto e l’unica alternativa è lavorare direttamente in una pizzeria come aiuto-pizzaiolo a titolo gratuito fino a che non si sono apprese le nozioni basilari di questo mestiere.

Lavorare come pizzaiolo non deve essere un mestiere fatto perché non si sa che fare nella vita ma deve essere una vocazione e un'arte culinaria da far valere e di cui essere orgogliosi.

Ecco perché fare un corso per lavorare come pizzaiolo non è solo indicato ma è fortemente consigliato!

Potrebbe interessarti

Calcolo dello stipendio netto: saper interpretare la tua retribuzione

Il calcolo del nostro stipendio (il valore netto) è un'attività da compiere in fase preventiva rispetto alla firma di un qualsiasi contratto di lavoro. Può succedere infatti che, durante il colloquio di lavoro o addirittura al momento della firma del protocollo d'intesa, i termini contrattuali non siano del tutto chiari. 

Medico della Polizia di Stato: ti spieghiamo come fare a diventarlo

Le prospettive di carriera per un laureato in medicina non si esauriscono solo nella Sanità pubblica o come medico specializzato autonomo. Una delle possibilità per i nero-laureati o specializzandi in ambito medico è quella di diventare medico della Polizia di Stato.

Pensione sociale: requisiti. Come funziona il tutto?

Immagine esemplificativa dell'assistente sociale grazie alla quale si potrà ottenere la pensione sociale

La pensione sociale corrispondeva all’impegno dello Stato di garantire un sostegno economico ai cittadini che necessitavano di mezzi concreti per la sopravvivenza. Non richiedeva requisiti assicurativi o contributivi. La pensione è stata riconosciuta (in base ai requisiti) ai cittadini che ne hanno fatto domanda entro il 1995.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Permessi retribuiti: cosa sono e i casi in cui richiederli

permessi retribuiti

Quali sono i casi in cui il lavoratore può godere dei permessi retribuiti? Scopriamolo nel nostro approfondimento.

Calcolo della quattordicesima: una guida breve ed esaustiva

Calcolo della Quattordicesima

La quattordicesima è riconosciuta al lavoratore una volta all'anno (nel periodo tra giugno, luglio e agosto. Per il giono specifico dipende dall'azienda). Il calcolo della quattordicesima si basa sulla retribuzione mensile fissa qualora il contratto di lavoro duri da almeno 12 mesi.

Agente di commercio: come specializzarsi per questa professione?

Come diventare agente di commercio

Per poter accedere a questa professione è necessario che l'interessato disponga di una serie di caratteristiche e competenze; vedremo a seguire in cosa consistono.

Leggi anche...

Creare un ufficio in casa: alcuni consigli su mobili di design

Forse già lo conoscevamo o forse ci stiamo avvicinando allo smart working solo in questo periodo, resta il fatto che se il lavoro da casa sta per noi diventando una realtà sempre più tangibile, forse è meglio adeguarsi in fretta e modificare qualcosa all'interno di casa nostra per renderci il compito più semplice, comodo e proficuo.

Leggi anche...

Contratto di stage: scopri questa guida davvero completa

Contratto di stage

Anche in Italia lo stage in azienda è una modalità per inserirsi in un contesto lavorativo rivolta agli studenti o a coloro che desiderano cambiare lavoro o reinserirsi in un contesto lavorativo dopo un periodo di pausa.