Logo AreaLavoro

Lavorare come promoter può rappresentare la soluzione lavorativa ideale per chi cerca un’attività non a tempo pieno. Solitamente le offerte di lavoro promoter durano qualche giorno o al massimo 1 o 2 settimane. Le offerte di lavoro promoter sono ben remunerati, circa 6 – 7 euro l’ora e la durata media di lavoro è di 8 ore al giorno.

Menu di navigazione dell'articolo

Quali sono i compiti del promoter

Il promoter ha il compito di promuovere prodotti presso Centri Commerciali o negozi specializzati. Di solito il ruolo della promoter consiste nel proporsi cortesemente ai clienti, presentando loro un determinato prodotto, informandoli su sconti o promozioni e invitandoli all'acquisto.

Le offerte di lavoro di promoter aumentano con l’avvicinarsi del periodo natalizio, quando le promozioni aumentano in occasioni delle feste. In tale momento dell’anno le agenzie interinali cercano maggiormente i promoter quindi è bene iniziare a inviare il proprio cv allegando 1 o 2 foto in autunno.

Cosa fa un Promoter?

Un promoter, nel contesto del marketing e della comunicazione, è un professionista che svolge un ruolo cruciale nella promozione e nella valorizzazione di prodotti, servizi, eventi o brand. La sua attività si colloca all'interno delle strategie di marketing volte a incrementare la visibilità e l'attrattività di ciò che viene promosso, con l'obiettivo di stimolare l'interesse del pubblico e incrementare le vendite o la partecipazione.

Ruoli e Responsabilità

Le responsabilità di un promoter possono variare in base al contesto e al tipo di prodotto o servizio promosso, ma generalmente includono:

  • Presentazione del Prodotto/Servizio: Il promoter fornisce informazioni dettagliate e vantaggi sui prodotti o servizi che promuove, utilizzando materiali dimostrativi, brochure, o esempi pratici per illustrarne le caratteristiche e i benefici.

  • Interazione con il Pubblico: Stabilisce un contatto diretto con i potenziali clienti, rispondendo alle loro domande, raccogliendo feedback e costruendo relazioni positive per migliorare l'immagine del brand.

  • Dimostrazioni: In alcuni casi, specialmente nel settore dei beni di consumo, i promoter eseguono dimostrazioni dal vivo per mostrare l'efficacia di un prodotto o il modo in cui dovrebbe essere utilizzato.

  • Distribuzione di Materiali Promozionali: Include la distribuzione di campioni gratuiti, volantini, coupon sconto, o altri materiali promozionali per attirare l'attenzione e stimolare l'acquisto.

  • Raccolta Dati: I promoter possono essere incaricati di raccogliere dati sui clienti, come contatti o feedback, che saranno poi utilizzati per future campagne di marketing o per migliorare il prodotto/servizio.

Competenze e Qualità

Un efficace promoter possiede una serie di competenze e qualità personali, tra cui:

  • Capacità Comunicative: Essere in grado di comunicare in modo chiaro, persuasivo e amichevole è fondamentale per attirare e mantenere l'attenzione del pubblico.

  • Conoscenza del Prodotto: Avere una profonda comprensione del prodotto o servizio che si sta promuovendo per rispondere in modo accurato e convincente a qualsiasi domanda.

  • Entusiasmo e Energia: Mostrare entusiasmo e passione per ciò che si promuove contribuisce a trasmettere una percezione positiva e a stimolare l'interesse.

  • Abilità nel Problem Solving: Essere in grado di gestire eventuali obiezioni o dubbi espressi dal pubblico in modo calmo ed efficace.

Ruolo nel Marketing

Il lavoro di un promoter è intrinsecamente legato alle strategie di marketing di un'azienda o di un marchio. Attraverso le attività di promozione diretta, i promoter contribuiscono significativamente all'aumento della consapevolezza del brand, alla creazione di una percezione positiva del prodotto o servizio offerto e, in ultima analisi, al raggiungimento degli obiettivi commerciali prefissati. La loro capacità di interagire direttamente con il pubblico fornisce anche preziosi insight sul mercato e sulla clientela, che possono essere utilizzati per affinare le strategie di marketing e migliorare l'offerta.

Requisiti richiesti 

I requisiti per le offerte di lavoro online sono:

  • Ottime capacità persuasive
  • Buone capacità relazionali poiché il lavoro si svolge a contatto con la gente
  • Pazienza e disponibilità. Come tutti i lavori in cui si sta al contatto con il pubblico è importante avere tali caratteristiche.

Il compenso previsto per le offerte di lavoro promoter è corrisposto a 30-60-90 giorni attraverso un bonifico bancario o tramite assegno. Il lavoro è identificato come "collaborazione temporanea" e deve essere disciplinato da un contratto che ne definisce tempi, modalità di esecuzione e di pagamento.

Siti web che promuovono le offerte di lavoro promoter

lavorare come promoter: un'immagine di questa professione

Il sito Job Rapido ha una sezione interamente dedicata alle offerte di lavoro per promoter o informatori in campo alimentare, medico e delle nuove tecnologie. E’ possibile visualizzare l’annuncio e proporre la propria candidatura online, dopo essersi registrati al portale.

Il portale Italia Promoter è dedicato alle offerte di lavoro come: promoter, le hostess ed ai merchandiser. Tali figure sono ricercate all’interno di: centri commerciali, supermercati e canali specializzati (profumerie, centri telefonia, farmacie, etc.) di tutta Italia, oltre a molte le agenzie di marketing operativo (in store promotion, merchandising, eventi immagine).

Lavorare come addetto alle vendite per le onlus

Una figura come quella che abbiamo descritto finora, potrebbe essere importante anche per le onlus e le organizzazione no profit: infatti è fondamentale, soprattutto per riuscire a raggiungere gli obiettivi attraverso determinati eventi, avere a disposizione un professionista del settore.

In alcuni casi, questo professionista viene definito come dialogatore face to face, e si serve delle migliori strategie di marketing per assicurare alle organizzazioni di ottimizzare al massimo le raccolte di fondi previste.

Il Face to face è fondamentale per far conoscere al pubblico l'attività specifica delle onlus e garantire ai vari progetti di trovare la degna conclusione, in modo che le organizzazioni no profit restino al centro dell'attenzione e non rischino di dover dipendere da enti esterni in caso di mancato raggiungimento dei fondi necessari al sostentamento del progetto stesso.

Il promoter in questo caso è un elemento della massima importanza, che deve essere in grado di sensibilizzare gli interlocutori sulla gravità del problema che il progetto conta di risolvere, e deve avere come obiettivo principale quella di acquisire nel tempo nuovi sostenitori attivi che possano ogni anno contribuire attraverso donazioni “automatiche” (prelievi da carta di credito o rid bancario) alla crescita delle realtà di questo tipo.

Una figura di questo tipo, dunque, non può prescindere dal possedere, oltre alle caratteristiche fondamentali del promoter, anche la passione per le cause sociali e l'ottima dote comunicativa in grado di convincere influenti donatori a partecipare all'evento.

Quale indirizzo di studi conviene intraprendere all'Università per avere delle buone basi per il futuro lavoro di Promoter?

La carriera di un promoter, essendo al crocevia tra comunicazione, marketing e vendita, non si basa su un percorso di studi univoco. Tuttavia, esistono diversi indirizzi universitari che possono fornire le competenze e le conoscenze fondamentali per eccellere in questo settore. L'ideale è optare per corsi di laurea che offrano una solida formazione in materie come marketing, comunicazione, pubbliche relazioni, gestione aziendale, e psicologia del consumatore. Di seguito, alcuni percorsi consigliati:

1. Scienze della Comunicazione

Questo corso di laurea fornisce una comprensione approfondita dei processi comunicativi e delle tecniche di comunicazione efficace, elementi chiave per un promoter. Copre aree come la comunicazione interpersonale, i media, il marketing digitale e la pubblicità, offrendo una base teorica e pratica per interagire con il pubblico e promuovere prodotti o servizi.

2. Marketing e Strategie di Mercato

Un corso di laurea in marketing si concentra sulle strategie per analizzare e comprendere il mercato, sviluppare prodotti, gestire il brand e comunicare efficacemente con i consumatori. Questo percorso formativo è essenziale per chi aspira a diventare un promoter di successo, fornendo gli strumenti per pianificare e implementare campagne promozionali efficaci.

3. Economia e Management

Studiare economia e management può offrire una visione più ampia del mondo aziendale, inclusa la gestione delle risorse, l'analisi finanziaria, e le strategie di business. Questa formazione aiuta a comprendere il contesto economico in cui si opera, un aspetto fondamentale per poter promuovere efficacemente prodotti o servizi in diversi settori.

4. Pubbliche Relazioni e Organizzazione Eventi

Un indirizzo focalizzato sulle pubbliche relazioni e sull'organizzazione di eventi prepara a gestire la comunicazione tra aziende e il loro pubblico, a sviluppare e mantenere immagine e reputazione del brand, e a organizzare eventi promozionali, competenze utili per un promoter, specialmente in ambiti dove gli eventi dal vivo sono una componente chiave della strategia di marketing.

5. Psicologia

Anche se non strettamente legata al marketing, una formazione in psicologia può fornire preziose intuizioni sulla mente umana e sul comportamento dei consumatori, permettendo di sviluppare strategie promozionali che colpiscono efficacemente il target di riferimento.

Competenze Trasversali e Specializzazioni

Oltre alla formazione accademica, per un promoter è fondamentale sviluppare competenze trasversali come la capacità di comunicazione, il problem solving, la flessibilità e la capacità di lavorare in team. Molte università offrono anche corsi di specializzazione o master in aree specifiche del marketing e della comunicazione che possono arricchire il percorso formativo e offrire un vantaggio competitivo nel mercato del lavoro.

In conclusione, la scelta del percorso di studi universitari per aspirare a una carriera di promoter dipende dagli interessi personali, dalle inclinazioni e dalle specifiche aree del marketing e della comunicazione che si desidera esplorare. Un approccio multidisciplinare, che integri conoscenze teoriche con esperienze pratiche, come stage o progetti, può fornire una preparazione solida e versatile.

FAQ

Che cos'è un promoter?

Un promoter, anche noto come rappresentante promozionale o brand ambassador, è una persona che lavora per aumentare la consapevolezza del brand e stimolare le vendite di un prodotto o servizio. Lo fa attraverso varie attività come la partecipazione a eventi, la distribuzione di campioni gratuiti, la dimostrazione di prodotti, e la comunicazione diretta con i potenziali clienti. I promoter possono lavorare in una varietà di settori, tra cui alimentare, cosmetico, tecnologico, e molti altri.

Quali sono i compiti tipici di un promoter?

I compiti di un promoter possono variare in base al settore e al prodotto o servizio che stanno promuovendo, ma in generale, potrebbero includere: organizzare e partecipare a eventi promozionali, dimostrare l'uso del prodotto, distribuire campioni o brochure, rispondere alle domande dei clienti sul prodotto, raccogliere feedback dei clienti, e reportare informazioni al team di vendita o di marketing dell'azienda. Inoltre, devono mantenere un atteggiamento positivo e professionale, poiché rappresentano il brand di fronte ai clienti.

Quali competenze sono necessarie per diventare un promoter?

Essere un promoter richiede una serie di competenze. Le competenze di comunicazione sono fondamentali, poiché il lavoro implica un sacco di interazione con il pubblico. Un promoter dovrebbe essere in grado di parlare in modo chiaro e convincente del prodotto o servizio che sta promuovendo. Anche le competenze di vendita possono essere utili, poiché l'obiettivo è spesso stimolare l'interesse e le vendite. Inoltre, un promoter dovrebbe essere resistente, energico e in grado di gestire il feedback dei clienti. Infine, la conoscenza del prodotto e la passione per il brand che rappresentano possono fare una grande differenza nell'efficacia di un promoter.

Qual è la differenza tra un promoter e un venditore?

Sebbene entrambi i ruoli abbiano l'obiettivo di incrementare le vendite, ci sono alcune differenze chiave tra un promoter e un venditore. Un venditore lavora direttamente per un'azienda o per un negozio e si occupa della vendita di prodotti o servizi ai clienti. D'altro canto, un promoter si concentra più sull'aumento della consapevolezza del brand e sull'interesse del prodotto o del servizio. Questo viene fatto attraverso attività promozionali come eventi, dimostrazioni e distribuzione di campioni. Inoltre, mentre un venditore può lavorare in un ambiente di vendita fisso come un negozio, un promoter può lavorare in vari luoghi, come centri commerciali, eventi esterni, o anche online.

Autore: Laura Perconti

Immagine di Laura Perconti

Laureata in lingue nella società dell’informazione presso l'Università di Roma Tor Vergata, Laura Perconti segue successivamente un Corso in Gestione di Impresa presso l'Università Mercatorum e un Master di I livello in economia e gestione della comunicazione e dei nuovi media presso l'Università di Roma Tor Vergata.