Se non avete paura di turni piuttosto lunghi e vi piace stare in mezzo alla confusione e alla gente, allora troverete di vostro gradimento l'articolo che presentiamo oggi. Partiamo subito dicendo che il lavoro di cameriere si differenzia in tante tipologie a seconda del luogo di lavoro:

  • di sala presso ristoranti e bar,
  • in hotel che si occupa anche di accompagnare i clienti in stanza e portare eventuali bagagli,
  • nelle case private,
  • a bordi di navi o crociere.

Il lavoro di cameriere è disciplinato di solito da un contratto come dipendente subordinato. Il cameriere è colui che si occupa di servire i clienti presso ristoranti, bar, hotel, navi o altro.

I compiti del cameriere: diamo uno sguardo dettagliato

Le mansioni principali del cameriere sono: preparare e riordinare le sale e i tavoli o le stanze, ricevere i clientiefarli accomodare ai tavoli o nella loro stanza; consigliare i clienti su pietanze e bevande da ordinare; prendere le ordinazioni e passarle alla cucina; il servizio ai tavoli o al bancone; ultimare la preparazione dei cibi al tavolo quando necessario (flambé, taglio porzioni, etc.); preparare e servire bibite; preparare il conto ai clienti, ricevere il pagamento; partecipare alla preparazione del menu e della lista delle bevande; partecipare alla preparazione dei buffet.

Gli orari di lavoro del cameriere: qui viene il difficile

Solitamente il lavoro di cameriere è organizzato in turni. Questi ultimi possono anche prolungarsi fino a tarda notte attraverso ore di straordinario.

I requisiti necessari a diventare cameriere: un lavoro che non è per tutti

Per svolgere tale professione è necessario un periodo di apprendistato e/o un corso di formazione specifico e/o un diploma di scuola media superiore di indirizzo alberghiero. Oltre alla formazione, sono richieste al candidato le seguenti caratteristiche: aspetto curato, cortesia, rapidità, buona memoria, buona salute, buona conoscenza delle lingue (almeno dell'inglese), capacità di lavorare in team, flessibilità negli orari di lavoro.

Offerte di lavoro “cameriere” online: date uno sguardo a questi siti web

  • Monster con più di 5000 aziende iscritte,
  • Motore Lavoro di Leonardo dove poter effettuare ricerche mirate per il lavoro di cameriere selezionando tra: cameriere bordo, cameriere mensa, cameriere piani ecc...
  • Job Crawler che consente di effettuare ricerche in base al luogo,
  • Job Rapido per consultare recenti annunci di lavoro come cameriere.

Boom di iscrizioni

Che questo lavoro stia riscuotendo più favori da parte dei giovani, alcuni dei quali convinti a accettare qualsiasi posto pur di lavorare, è testimoniata dalla notizia venuta fuori dal boom di iscrizioni registrate per camerieri e cuochi per i corsi dell’associazione “Il faro” di Susanna Agnelli. Questa associazione è no profit e offre corsi specializzati per persone che arrivano da condizioni socio-economiche precarie e se fino a qualche anno fa le richieste pervenivano solo da stranieri, ultimamente c’è stato il sorpasso degli italiani, visto che il 60% delle domande sono arrivate proprio dai cittadini del Bel Paese. La richiesta è stata talmente elevata che il sito di riferimento è andato in out e in appena dieci minuti si sono registrate più di cinquecento domande. Questi corsi, che sono gratuiti, sono rivolti a giovani tra 16 e 30 anni e in appena due mesi offrono la possibilità ai ragazzi di poter imparare un mestiere, tanto che l’80% delle persone che esce dopo aver concluso il periodo di formazione riesce a trovare in breve tempo un impiego.

Lavorare all’estero

Molti giovani sono costretti ad emigrare per via della crisi occupazionale presente in Italia e sono pronti a rimboccarsi le maniche per qualsiasi lavoro. Non è un caso quindi che sta aumentando l’attenzione dei giovani alle offerte che provengono dai Paesi esteri: recentemente la Svizzera ha pubblico un avviso per camerieri e cuochi, offrendo un posto a tempo indeterminato con possibilità di progredire durante gli anni sia come qualifica che come stipendio. Beh, si è registrato un flusso enorme di domande provenienti dall’Italia, con quasi duemila candidature arrivate dalla nostra Penisola, segno della volontà dei nostri giovani di lasciare questo Paese.

L’eldorado degli Anni Duemila: l’Australia

Quando si parla di lavorare all’estero, uno dei Paesi in cima alla lista è l’Australia. Molti giovani sono pronti a partire subito e andare dall’altra parte del mondo dove le condizioni di vita sono nettamente migliori, così come le paghe per lavorare. C’è chi dice che trovare un’occupazione in Australia sia molto più semplice rispetto in Italia e anche lo stipendio è nettamente superiore: si parla infatti di 20 dollari l’ora (tasse escluse) per chi è assunto come cameriere senza esperienza, con il salario che aumenta sensibilmente per lavori serali o durante i giorni del weekend. Diventa facile così fare il calcolo per un’intera mesata e anche se in Australia il costo della vita è alto, tuttavia si concede la possibilità alle persone di vivere più che bene. Da ricordare, tuttavia, che le regole per le persone straniere che vogliono andare in Australia sono molto rigide e ferree.



Potrebbe interessarti

Pagamento in ritardo dello stipendio: cosa fa il lavoratore?

Il diritto alla retribuzione del lavoro è disciplinato dall'art. 36 della Costituzione e dell'art. 2099 del Codice Civile. Con tali articoli si impone al datore di lavoro di rispettare i vincoli contrattuali, compresa la data di erogazione dello stipendio, imposti per legge o dai CCNL a livello nazionale o locale.

Leggi tutto...

Parliamo di Flat Tax: ecco che cos’è e come funziona!

La Flat Tax rappresenta un sistema fiscale che è caratterizzato da una, non progressiva, aliquota fissa. Essa trova applicazione in una proposta contenuta nel contratto di Governo fra M5s e Lega ed include due aliquote, di cui del 15 e del 20% per quanto riguarda i redditi da lavoro di persone fisiche, famiglie e Partite IVA; ed una, invece, fissa destinata alle imprese che reinvestono i loro utili del 15 + 5%. Inoltre, è previsto un sistema di detrazioni e deduzioni atto a garantire la progressività delle imposte.

Leggi tutto...

Master e laurea: primo o secondo livello?

Oggi la formazione post universitaria è curata da enti ed aziende pubbliche e private. La varietà dell’offerta dei master postlaurea può rendere più difficile la scelta.

Leggi tutto...

Tirocini formativi attivi: scopri i requisiti e le prove di esame

ciclo di un tirocinio formativo

La riforma d'insegnamento voluta dal Ministro Gelmini, prevede i Tirocini Formativi Attivi (TFA), utili a ottenere l'abilitazione all'insegnamento, che sarà a numero chiuso accedendovi mediante un concorso nazionale. Scopriamo cosa sono attraverso questo approfondimento.

Leggi tutto...

Colloquio motivazionale: ecco come regolarsi!

Dopo aver inviato centinaia di curriculum (per i più fortunati solo decine), è possibile che qualche azienda decida di contattarci per un colloquio motivazionale. E’ importante seguire delle piccole linee guida che possono sembrare banali per qualcuno, ma che per i tipi più ansiosi è meglio tenere a mente.

Leggi tutto...

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Il periodo di prova: conosci questa opportunità?

In un momento anteriore o contestuale all'inizio del rapporto di lavoro, le parti possono definire per iscritto un periodo di prova. Lo scopo è quello di consentire al datore di lavoro e al dipendente di valutare il rapporto di lavoro.

Leggi tutto...

Offerte lavoro in Basilicata

trovare lavoro in basilicata

Ampliamo la nostra sezione dedicata alle offerte di lavoro sul territorio nazionale, regione per regione. In questa pagina suggeriamo alcuni dei link utili per chi è interessato alle offerte di lavoro in Basilicata.

Leggi tutto...

Cos’è e come funziona il Pin INPS online

Pin per le pensioni on line

Il Pin INPS Online è un codice personale di identificazione con il quale il cittadino può accedere telematicamente ai servizi online dell’INPS. Per ottenere il codice PIN occorre seguire una procedura che trasforma il PIN ordinario e in PIN dispositivo. Cosa significa? Approfondisci la lettura per saperne di più.

Leggi tutto...

Calcolo della tredicesima per la badante

Coloro che svolgono lavori domestici, come le colf e le badanti devono essere regolarizzate, soprattutto se provenienti da Paesi esteri, per poter esercitare tale professione senza problemi.

Leggi tutto...

Licenziare un dipendente: vediamo quali sono le conseguenze per entrambe le parti

La riforma del lavoro voluta dal governo Monti intervenne in tema di licenziamenti. Grazie all'articolo 18, licenziare un dipendente non è una impresa semplice per le aziende, in quanto i lavoratori sono appunto tutelati da questa norma presente nello Statuto dei Lavoratori.

Leggi tutto...

Leggi anche...

La tessera sindacale: la voce del lavoratore

Iscriversi ad un sindacato è un diritto di tutti i lavoratori: possedere una tessera sindacale equivale ad avere una garanzia e un sostegno in tutte le difficili situazioni che si possono presentare nella vita lavorativa.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavoratori esposti amianto: conosci i benefici pensionistici?

La legge prevede degli incentivi e dei benefici per i lavoratori esposti all'amianto, ovvero per tutti quei dipendenti costretti a lavorare in edifici costruiti con polvere d'amianto e sostanze affini quali crisotilo, crocidolite, tremolite ecc.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Inps: modulistica online e attività dell'Ente

Il sito dell'Inps dispone di un'assistenza virtuale, utile a guidare l'utente tra i vari moduli Inps presenti all'interno del portale e ad aiutarlo nella compilazione degli stessi. Il servizio di modulistica Inps è molto comodo soprattutto se si è impossibilitati a recarsi presso gli uffici più vicini al luogo di residenza a recuperare i moduli cartacei.

Leggi tutto...
Go to Top