In ogni caso, per intraprendere la professione di estetista come dipendente o aprendo una propria attività professionale, serve conoscere la professione, avere esperienza, e seguire i regolamenti che impongono le varie camere di commercio di dove si vive.

I requisiti per intraprendere il lavoro come estetista

Il lavoro di estetista è dunque un tipo di attività molto richiesta.

Requisiti per intraprendere questo mestiere sono un carattere che sappia far lega con quello del cliente, una grande passione per il bello e le capacità di saper svolgere numerosi mansioni legate alla cura del corpo, alla depilazione ecc.
E' inoltre importante saper adattare la propria arte alla persona che si ha di fronte, non commettendo l'errore di replicare gli stessi trattamenti a soggetti di gusti ed età differenti.

Le scuole per estetista

Il primo passo da fare è quello di scegliere una scuola per estetista. Il percorso che solitamente propongono le scuole di estetica consiste in tre anni, in cui l’allievo frequenta delle lezioni teoriche e pratiche concernenti le tipiche materie della professione di estetista: dai massaggi alla cura delle unghie, dalla cura della pelle alla consulenza cosmetica.

Orari

Un primo consiglio nella scelta di queste scuole è scegliere in base alla disponibilità la flessibilità degli orari. Chi intraprende questa professione infatti, affianca spesso le ore di studio con quelle di lavoro, per poter imparare più velocemente il mestiere. Da questo punto di vista, molte scuole consentono di frequentare le lezioni anche in orario serale, o nel weekend, permettendo così all’allievo di non abbandonare il proprio lavoro giornaliero come aiutante estetista o comunque di mantenersi economicamente indipendente per potersi pagare gli studi nel caso svolga un altro tipo di lavoro.

Diploma

Un altro aspetto importante nella scelta di una scuola per estetisti è il rilascio di una licenza o di un diploma che consenta poi di poter intraprendere la professione in maniera agevole come dipendente o iniziare il percorso per avviare la propria attività di estetista. Come sempre, il consiglio nella scelta della scuola adatta è quello di chiedere riscontro a qualcuno dell’ambito, informarsi dalle opinioni lasciate su Internet e fare visita alla scuola stessa, per rendersi conto più da vicino dell’ambiente e dell’atmosfera.

Cosa viene insegnato nelle scuole da estetista

lavoro come estetista

Una scuola che insegni il lavoro di estetista deve introdurre l'apprendista ad un nutrito gruppo di terapie e trattamenti: si parla ad esempio dei tipi di ceretta e delle diverse tecniche di depilazione, che l'estetista deve conoscere alla perfezioni.
Visitando la sezione dedicata all'estetica e al dimagrimento, è possibile avere inoltre informazioni legate a diversi argomenti quali:

  • fanghi anticellulite
  • cerette
  • depilazione
  • linfodrenaggio e tecniche anticellulite varie
  • cura delle mani
  • cura del viso
  • chirurgia plastica, come la liposuzione
  • capelli e denti.

Come tenersi aggiornati nel lavoro di estetista (part time o full time è lo stesso)

Quanti aspirino al lavoro di estetista o siano in cerca di consigli per tenersi sempre aggiornati, possono usufruire di siti specializzati sull'argomento: un portale che esplori i vari aspetti della bellezza, tratterà di argomenti che vanno dalle idee per mantenersi in linea ai suggerimenti sulla salute, includendo naturalmente le diete più all'avanguardia (o alla moda).

L'estetista professionale potrà trovare, sempre nei siti e nelle riviste più esaustive, i cataloghi con i prodotti più innovativi ed in voga del momento: lozioni, terapie orientali, massaggi particolari e trattamenti rilassanti, infatti, si avvicendano continuamente nell'attenzione delle clienti.

 





Potrebbe interessarti

Contratto nazionale edilizia: retribuzione e ferie

contratto nazionale edilizia

Il CCNL relativo ai lavoratori edili è stato rinnovato . Vediamo in sintesi quali sono le caratteristiche principali relative al contratto nazionale di questo settore, nato dall'accordo fra ANCE, Feneal UIL, Filca CISL e Fillea CIGL. Ogni triennio è prevista chiaramente una nuova riformulazione, per cui si rimanda al triennio in questione per verificare tutti gli aggiornamenti del caso.

Colloquio motivazionale: vi sveliamo il segreto per affrontarlo!

Immagine esemplificativa di colloquio motivazionale

Dopo aver inviato centinaia di curriculum (per i più fortunati solo decine), è possibile che qualche azienda decida di contattarci per un colloquio motivazionale. E’ importante seguire delle piccole linee guida che possono sembrare banali per qualcuno, ma che per i tipi più ansiosi è meglio tenere a mente.

Il lavoro e la Legge Biagi

Ci sono alcune leggi e articoli della Costituzione italiana che sono nati appositamente per definire e regolamentare il lavoro nel nostro Paese. La Legge 30 ad esempio e l'articolo 18 sono solo alcune delle legislazioni emesse a livello lavorativo.

Portale Mepa: cos'é e come funziona, una breve guida

spiegazione del portale mepa

Le pubbliche amministrazioni per poter funzionare a dovere devono ovviamente sapersi organizzare in modo strutturato, ordinato ma soprattutto in modo esauriente. I servizi che sono offerti dalle varie PA sono tantissimi ed essi si basano sulla semplice compravendita: la popolazione chiede una prestazione, un bene o un servizio e la pubblica amministrazione, mediante terzi, elargisce il tutto. 

Tasse università a Firenze: quando, come e dove pagarle

Ecco una guida per chi desidera avere informazioni generali circa le tasse università a Firenze e nelle altre università italiane. E’ bene specificare che ogni ateneo e facoltà utilizza degli iter differenti per il pagamento delle rette universitarie. In linea generale però, le università pubbliche seguono le indicazioni riportate di seguito in questa pagina.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Trasferte di lavoro: caratteristiche e indennità di trasferta

lavoratore in trasferta con indennità di trasferta

Le trasferte di lavoro comportano un cambiamento provvisorio, rispetto a quanto scritto nel contratto, del luogo in cui il lavoratore svolge le sue mansioni.

Lavorare in ospedale: quale professione scegliere?

In ambito ospedaliero esistono diverse professionalità, dal “portantino” al medico chirurgo. Per lavorare nelle aziende ospedaliere pubbliche con contratto a tempo indeterminato è necessario superare un concorso pubblico bandito dall’azienda ospedaliera stessa per poter accedere alle graduatorie.

Tredicesima Colf: spetta davvero?

Come molti altri professionisti e lavoratori, anche le colf a contratto hanno diritto alla tredicesima mensilità durante il periodo di Dicembre.

Lavorare all’ONU, individua se sei un potenziale funzionario!

Intraprendere una carriera nelle organizzazioni internazionali è una scelta che richiede un notevole impegno, una forte motivazione, un carattere equilibrato e forte.

Doppio lavoro: quando è lecito?

svolgere un doppio lavoro

Il doppio lavoro è lecito? Un secondo lavoro si può integrare con un part-time? È sempre vietato il doppio lavoro per un dipendente nella pubblica amministrazione? In questa guida cercheremo di rispondere a tutte le domande e considerare i casi, nel pubblico e nel privato, in cui fare un secondo lavoro è lecito e non può essere impedito dal datore. 

Fondi per l’imprenditoria femminile: ecco come richiederli

fondi per l'imprenditoria femminile

La domanda per i fondi destinati all’imprenditoria femminile devono essere presentate nel periodo di apertura del bando, le cui modalità e termini sono definiti ogni volta attraverso decreti ministeriali.

Leggi tutto...

Contratto a progetto: le caratteristiche

firmare un contratto a progetto

Il contratto a progetto (co.co.pro.) sono anche detti contratti di collaborazione per programma e sono una tipologia di contratto di lavoro disciplinata dal D. Lgs. n. 276/2003, c.d. Legge Biagi. I co.co.pro. definiscono il lavoratore non come un dipendente, ma un collaboratore autonomo.

Leggi tutto...
Go to Top