Lavorare come corriere espresso è un impiego caratterizzato principalmente da: una buona paga, orari di lavoro diurni o notturni, mansioni di responsabilità (in relazione al carico che si trasporta), flessibilità, possibilità di trasferte. Molti lavoratori scelgono di lavorare come corriere espresso come seconda occupazione, numerosi giovani ne apprezzano la flessibilità per conciliare il lavoro con lo studio.

Aziende che offrono questo tipo di impiego

A seconda della tipologia di azienda con cui si collabora, lavorare come corriere espresso può avere caratteristiche differenti. Le grandi aziende che si occupano di spedizione merci (Bartolini, TNT, DHL, SDA tra le tante) offrono ai propri clienti la possibilità di spedire beni in Italia (in alcuni casi all’estero) assicurando il contenuto della spedizione.

Jobrapido il motore di ricerca propone aggiornate offerte per lavorare come corriere espresso. Cerca lavoro tra tutte le offerte pubblicate su tutti i siti di annunci di lavoro.

JobisJob. Cerca lavoro tra tutte le offerte e gli annunci in Italia. Possibilità di iscriversi al sito e accedere a selezioni mirate per trovare lavoro.

Jobrapido propone offerte per lavorare come corriere espresso sul territorio nazionale. Possibilità di iscriversi al sito e pubblicare il proprio curriculum vitae.

Monster offre la possibilità all’utente di inserire il proprio curriculum ed essere informato su tutte le possibilità di lavoro in Italia e all’estero. E’ possibile effettuare delle ricerche mirate compilando un’apposita form.

Altri siti di offerte di lavoro

Infojobs è un portale dove ricercare posizioni per lavorare come corriere espresso veramente molto semplice, basta inserire la località dove si vuole effettuare la prestazione lavorativa, l’impiego e la categoria desiderata. Il sito offre agli interessati la possibilità di mettere le offerte lavorative in ordine di data, numero di curriculum iscritti e rilevanza.

Subito.it contiene annunci di società di piccole, medie e grandi dimensioni che hanno bisogno di personale. Sul sito è presente un filtro che divide gli annunci per regione e dove sono illustrati i requisiti che devono possedere gli eventuali candidati.

Trovalavoro.it è un portale dove è possibile consultare numerosi annunci di lavoro e offre anche agli interessati la possibilità d’inserire il proprio curriculum vitae, che può essere la carta vincente per essere contattati direttamente dal datore di lavoro che ha bisogno di una prestazione lavorativa. Per accedere ai diversi servizi del sito l’utente deve effettuare la registrazione, inserendo all’interno di un’apposita area il proprio nome e l’indirizzo di posta elettronica o un contatto telefonico.

Stepstone.it è un portale che è diviso in quattro sezioni distinte, che sono: it e telecomunicazioni, area tute blu, area primo lavoro e diversity. Utilizzare questo portale è veramente molto semplice e consente di trovare l’impiego ideale.

Indeed.it è un sito che può essere consultato in ben 26 lingue e in circa cinquanta paesi, ospita al suo interno circa 300.000 offerte di lavoro. All’interno è presente un filtro che permette di inserire la mansione lavorativa che si desidera svolgere e la regione. Terminata la ricerca sarà possibile consultare una lista che riporta tutte le aziende che ricercano quella specifica mansione.

Oggilavoro.com contiene numerosi annunci di lavoro ed è provvisto di un’area nella quale sono contenuti dei consigli utili su come scrivere un eccellente curriculum vitae, la lettera di presentazione e i trucchi per sostenere al meglio un colloquio lavorativo.

Helplavoro è un portale dove è possibile effettuare una ricerca mirata della prestazione lavorativa che si desidera svolgere e la regione. All’interno dell’area blog sono contenuti dei consigli per internazionalizzare il proprio curriculum.

La nascita di questo mestiere

immagine per lavorare come corriere espresso

Oggi più che mai, ricevere un oggetto nel minor tempo possibile è diventato una gara. L’esigenza di spedire merci, oggetti e messaggi, è molto più antica di quanto non si creda. Primitivi esempi di spedizioni possono trovarsi nella realtà dell’impero romano: a quei tempi c’era l’esigenza di realizzare un servizio postale capace di far comunicare tra loro province distanti. Il cavallo era il vecchio scooter, ed era l’unico riferimento per garantire la realizzazione del collegamenti tra le città distanti. Molti secoli a seguire, nella dimensione collettiva e in numerosi film western, nasceva il mito della diligenza: la fine dell’800 segna una velocizzazione incredibile e, le immense praterie americane cominciano ad essere invase da pacchi e lettere.

Purtroppo al tempo la spedizione non era sicura come lo è oggi, perché minacciosi banditi accusavano di non far arrivare i pacchi a destinazione. In tempi più vicini a noi invece e, soprattutto, grazie all’era industrializzata, il corriere è finito con l’assumere una fondamentale importanza, fino a diventare un punto focale per l’attuale economia, fondata sul sempre più annullamento delle distanze e sulla globalizzazione. Oggi, nel terzo millennio, il corriere espresso ricopre due ruoli: quello personale, costituito da colui che materialmente guida un mezzo di trasporto, ritira pacchi e consegna a destinazione, e quello più generale, per cui ci si occupa delle effettive spedizioni aziendali.

All’interno della nostra nazione esistono tanti corrieri espressi, in quanto il raggio copre dalle piccole aziende di spedizione con pochi dipendenti, fino al raggiungimento delle multinazionali i cui marchi compaiono in tutti i continenti. La concorrenza è veramente spietata e, tra i diversi spedizionieri, insieme all’introduzione del web, si sono ridotti notevolmente i costi delle spedizioni, dando la possibilità a tutti di accedere ad un servizio di spedizione senza limitazioni economiche. I servizi di spedizione che si sono ottimizzati nel tempo, hanno portato ad un’estrema comodità: chiunque può spedire un pacco e non ha necessariamente bisogno di andare da un corriere, perché tutto può risolversi in pochi e semplici click.

Per quanto riguarda invece i servizi di spedizione online, oggi è consentito pianificare una spedizione in pochi minuti, mantenendosi comodamente a casa o stando seduti sulla poltrona della propria postazione di lavoro. I servizi che la tecnologia ci offre oggi sono veramente all’avanguardia e, finiscono con l’accorparsi all’affidabilità dei corrieri espressi: direttamente dal sito web di riferimento infatti è possibile spedire buste, pacchi e pallet, compreso di ritiro e consegna a domicilio. Effettuato l’ordine online basterà poi attendere un corriere espresso che ritirerà direttamente all’indirizzo del mittente, per poi condurre il pacco in pochi giorni in tutto il mondo.

Consigli su come evitare distrazioni alla guida

immagine per lavorare come corriere espresso

Lavorare come corriere espresso significa, naturalmente, guidare per ore, alcune delle quali intense perché si svolgono in mezzo al traffico, altre meno intense perché magari si svolgono sulle autostrade, in entrambi i casi, però, è necessario rimanere sempre vigili.

Saprete anche voi quanto siano comuni gli incidenti stradali, dai più gravi ai meno gravi, per questo può risultare essenziale conoscere le modalità che vi permettano di rimanere concentrati.
Il primo consiglio che abbiamo scelto per voi è quello di essere completamente pronti prima di mettervi alla guida: molto spesso notiamo donne che scelgono di truccarsi tra un semaforo e l’altro o uomini che controllano lo stato della propria barba: cercate di effettuare entrambe le operazioni prima, qualora non abbiate proprio tempo, portate il necessario e occupatevene a destinazione.
Mettete in sicurezza tutti gli eventuali oggetti mobili, il loro movimento durante la guida potrebbe distrarvi perché si tende inevitabilmente a volerli recuperare e questo potrebbe risultare pericoloso.
Pianificate il vostro percorso in anticipo, soprattutto se non si tratta di strade che conoscete bene, cercate di analizzare con l’aiuto di internet le strade da percorrere e, se utilizzate il navigatore, impostatelo sulla funzione vocale in modo tale da non dover distogliere lo sguardo.

Regolate la stazione radio ed il relativo volume prima di partire, in questo modo non vi distrarrete e potrete comunque godervi un po’ di sana musica o, perché no, un bel podcast.
Evitate la maggior parte delle distrazioni che impiegano l’utilizzo delle mani, pertanto cercate di non mangiare (il cibo potrebbe rovesciarsi e quindi farvi distogliere lo sguardo), ma anche di non fumare poiché spesso l’accensione della sigaretta può richiedere l’uso di entrambe le mani e quindi causare problematiche.

Ma ancora, vi consigliamo di non guidare con troppi passeggeri chiassosi, questo potrebbe distrarvi soprattutto se non avete molta dimestichezza alla guida, ma se viaggiate con qualcuno potrete chiedergli di regolare, laddove lo riteneste necessario, il volume della musica, o il navigatore o, perché no, di rispondere per voi ad eventuali chiamate: sarà un modo per entrambi di rimanere concentrati.
Infine, forse il consiglio più banale ma allo stesso tempo quello più necessario viste le notizie degli ultimi tempi, per chi desidera lavorare come corriere espresso, è quello di non utilizzare il cellulare, evitate qualsiasi distrazione ad esso legata, soprattutto all’utilizzo di app di messaggistica o i social: per essi c’è sempre tempo; se si tratta, invece, di chiamate importanti, vi basterà accostare per rispondere.
Seguite i nostri consigli, sia che si tratti di lavorare come corriere espresso che di vita quotidiana e finirete per risentirne.

 

Potrebbe interessarti

Requisiti per aprire un asilo nido: conosci le normative al riguardo?

aprire un asilo nido

Aprire un asilo nido? Oggi l'iter burocratico per aprire quest'attività è abbastanza chiaro e significa l'inizio di una attività imprenditoriale a tutti gli effetti. In primis è bene considerare la domanda per tale tipo di servizio. Oggi in Italia si registrano più di 3000 asili nido pubblici, oltre alcune centinaia di strutture per l'infanzia convenzionate; ciò nonostante sono numerosi i bimbi sotto ai 3 anni esclusi dalla graduatoria dagli asili nido pubblici.

Come scrivere un autocertificazione e i casi in cui utilizzarla

La dichiarazione sostitutiva di certificazione può essere necessaria anche nel campo lavorativo.

Lavoro congruo: scopriamo insieme le norme a favore dei lavoratori

La circolare del ministero del lavoro nr. 39 del 19 novembre 2010 esige, mediante l'articolo 19 del decreto legge 185/2008, l'obbligo per il lavoratore che percepisce una prestazione di sostegno al reddito di dichiararsi disponibile a una nuova attività, nota anche come lavoro congruo, oppure a un percorso di riqualificazione professionale, per percepire gli incentivi statali.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Abilitazione all'Insegnamento alla scuola secondaria: dalla SSIS al TFA

Come scegliere un master di abilitazione insegnamento scuola secondaria

E' ormai un dato certo il passaggio del testimone dell'abilitazione all'insegnamento da SISS al TFA: si parla dei tirocini formativi attivi, ovvero il corso che va ad abilitare l'insegnamento nelle scuole di 1 e 2 grado. Il tirocinio annulla definitivamente le Scuole di Specializzazione dell'Insegnamento Secondario, non più funzionanti dall'anno di corso 2008/2009.

Livelli contrattuali del settore metalmeccanico: ecco un approfondimento

Immagine usata per illustrare l'articolo I livelli del contratto dei metalmeccanici

Oggi parliamo dei Livelli contrattuali del settore metalmeccanico. Per assumere un lavoratore le suddette imprese devono rispettare quanto stabilito dalla legge e dal CCNL Metalmeccanici.

Contratti con Partita Iva: ecco quali tipologie esistono

Immagine esemplificativa contenuta nell'articolo Contratti con Partita Iva: ecco quali tipologie esistono

Il contratto con partita Iva prevede in primis l'inserimento del lavoratore, con annessa iscrizione, alla Gestione Separata dell'Inps.. Molte persone, oggi più che nel passato, tendono a lavorare con diverse tipologie di contratto, da quello a tempo indeterminato tradizionale fino a quello cosiddetto con partita Iva. Ciascun genere di forma contrattuale offre vantaggi e svantaggi. 

Leggi anche...

Come funziona il recupero crediti? Ti spieghiamo come organizzarti

Come funziona il recupero crediti

L'attività di recupero crediti consente ad aziende e privati di essere tutelati nei loro diritti, consentendo infatti l'incasso di un credito che non è stato possibile ottenere.

Leggi anche...

CCNL Artigianato: un approfondimento che non ti puoi perdere

ccnl artigianato

Il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) è riservato a tutti i tipi di lavoratori delle aziende appartenenti ai settori legati al commercio e al terziario.