Non si tratta di un lavoro in cui si svolge semplicemente un'attività...il cuoco è anche un pò un'artista che colpisce i commensali tra combinazioni speciali di gusti e una straordinaria mes en place.

È per questa ragione che non esiste una vera e propria scuola per chef. In linea generale, infatti, esistono due strade per poter svolgere il lavoro di cuoco: seguire un corso professionale e fare tanta gavetta.
Non è comunque detto che le due ipotesi non possano convivere: il vero nodo della questione è se serve oppure no un background accademico a riguardo.

Per chi volesse intraprendere questa carriera e fosse in giovane età, si consiglia l'iscrizione all'istituto professionale alberghiero. Un corso di questa scuola è infatti specializzato nella formazione in cucina. Inoltre – elemento da non sottovalutare assolutamente – sono previsti dei periodi di stage, per permettere agli alunni di toccare con mano questa realtà lavorativa.

Lo stesso dicasi dei corsi professionali che molte agenzie private organizzano: tutti, dopo numerose ore di lavoro in aula, prevedono stage presso grandi strutture. Tali corsi sono consigliati a chiunque: non basta infatti saper cucinare bene per lavorare in cucina. Sempre più chef oggi sono specializzati in un tipo di piatti in particolare e questo corsi permettono proprio di raggiungere un alto grado di capacità in un settore, che siano i piatti di pesce, ad esempio, o i dolci.

Dove si svolge il lavoro? In cucina!

La maggior parte del tempo si trascorre nelle cucine degli alberghi, ristoranti, mense ovunque ci siano dei fornelli. Una attività del genere richiede molte ore in piedi, in ambienti caldi.

Quali opportunità di lavoro per gli chef?

L'opportunità classica è definita dal lavoro come cuoco presso i ristoranti. Ovviamente per raggiungere posizioni di prestigio in cucina occorre tanta gavetta ed esperienza. Questo aspetto comporta anche un positivo rovescio della medaglia: chiunque può diventare primo chef anche se inizia come cameriere.

Un'alternativa alle cucine italiane può essere la possibilità di lavorare fuori dai confini nazionali: gli chef italiani sono molto ricercati in tutto il mondo, ad esempio Londra o Dubai. In questi casi è d'obbligo l'uso della lingua locale (o, per lo meno, dell'inglese).

Lavorare come Chef a domicilio

I requisiti per questa tipologia di cucina sono gli stessi della precedente (talento e gavetta), ma a questi si aggiunge l'obbligo di seguire un corso professionale di tre mesi sulle norme igienico-sanitarie, l'iscrizione alla Camera di Commercio e l'apertura della partita Iva. Tutto questo vale assolutamente la candela per intraprendere una professionalità in espansione.

Lo chef a domicilio è un cuoco che viene chiamato a cucinare in casa di privati per le grandi occasioni. Si occupa della spesa, della preparazione dei piatti, dell'organizzazione del catering e della pulizia della cucina. Da notare come agli chef a domicilio possa venir richiesto di portare i propri strumenti, e quindi tutti i cuochi devono avere coltelli, taglieri, padelle, bilance e così via.

Iniziare un'attività del genere dal nulla può essere difficile: si lavoro molto col passa parola e col web marketing: un buon sito web e una buona presenza sui social network è fondamentale.

Come aprire un ristorante?

È probabilmente il sogno di tutti gli chef. Per aprire un'attività nel settore alimentare, comunque, occorre aver frequentato un corso ad hoc presso la Camera di Commercio, aver guadagnato un'esperienza di due anni nel settore, aver frequentato un corso accademico di qualsiasi livello purché inerente alla professione.

In ogni caso, requisiti a parte, è ovvio che aprire un'attività in proprio richieda conoscenze amministrativo-legali non indifferenti. Ma si tratta di una scelta che può essere esportata oltre l'Italia per sfruttare la nomea che la nostra cucina ha guadagnato nel mondo.

I contro del lavoro di cuoco

  • Si lavora in tutte le feste.
  • Gli orari sono duri. Si lavora in piedi per molte ore al giorno ( o di notte).
  • Gavetta e routine. una volta ottenuto il titolo di cuoco è comunque necessario passare del tempo a pelarele patate o lavare i piatti prima di passare ai fornelli.




Potrebbe interessarti

Laurea in Scienze della Mediazione Linguistica: uno sbocco verso il futuro

l'importanza di avere una laure nell'ambito della mediazione linguistica

In un’epoca sempre più caratterizzato dalla multiculturalità, la conoscenza delle lingue straniere diventa sempre più una prerogativa imprescindibile per l’accesso nel mondo del lavoro.

Leggi tutto...

Formazione scuola: ICOTEA triplica i vantaggi

Immagine che rimanda alla formazione scolastica

Oggi il settore dell’istruzione è il contesto strategico sul qual investire e la formazione professionale del personale è il punto di partenza per rilanciare il sistema educativo italiano.

Leggi tutto...

Curriculum vitae in francese: sai cosa scrivere?

Attualmente sono tante le persone che cercano lavoro all'estero e necessitano di modelli di curriculum da scrivere in lingua straniera; oltre all'inglese, anche il francese è una lingua molto usata nel mondo lavorativo europeo.

Leggi tutto...

Inail: una guida alla modulistica

La sicurezza all'interno del proprio settore lavorativo è fondamentale; è un diritti di tutti i lavoratori che va protetto e assicurato a chiunque. Ecco perché in Italia è stato istituito un ente pubblico apposito, non economico regolato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Tale istituto è l'Inail (Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro e le Malattie Professionali).

Leggi tutto...

Domanda maternità obbligatoria: come ottenere il congedo?

la domanda per il congedo di maternità obbligatoria

Il congedo per la maternità è obbligatorio per una serie di categorie di lavoratori dipendenti: occupate, lavoratrici a domicilio, colf, lavoratrici sospese, badanti, agricole, ecc.

Leggi tutto...

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Tredicesima Colf: spetta davvero?

Come molti altri professionisti e lavoratori, anche le colf a contratto hanno diritto alla tredicesima mensilità durante il periodo di Dicembre.

Leggi tutto...

Telelavoro da casa: tipologie, classificazioni e vantaggi

telelavoro da casa

Il telelavoro da casa è oggi sempre più diffuso grazie ai nuovi mezzi telematici ed informatici, che consentono di lavorare dalla propria abitazione o da qualsiasi altro posto superando i limiti fisici e logistici dell'azienda.

Leggi tutto...

Ultimissime novità sulle pensioni di anzianità e sulla quota 96

le nuove normative sulle pensioni di anzianità

Ultimissime novità sulla pensione di anzianità: negli scorsi anni rispetto a quella di vecchiaia, veniva percepita indipendentemente dall'età pensionabile. Si ottiene prima del raggiungimento dell'età pensionabile, o del limite massimo di anzianità di servizio, e in presenza di determinati requisiti assicurativi e anagrafici.

Leggi tutto...

Concorso interno: vediamo di cosa si parla

La ricerca di un lavoro è spesso lunga e difficile. È necessario infatti munirsi di tanta pazienza e di buona volontà in primis per mettersi a cercare l'offerta di lavoro più adatta alle proprie competenze e agli studi precedentemente acquisiti.

Leggi tutto...

L'Ammortizzatore sociale: tutto sulla riforma che cambia l'Italia

Immagine esemplificativa di ammortizzatore sociale

Secondo quanto previsto dall'attuale Governo, i nuovi ammortizzatori sociali entreranno a regime non più nel 2015, ma molto più probabilmente la transizione sarà effettuata a partire dal 2017. Attualmente, il sistema di ammortizzatori sociali, all'analisi del Governo per la riforma, mostra una serie di disomogeneità fra i vari settori del lavoro, per quanto riguarda la tutela e le tipologie contrattuali.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Pace Fiscale 2019 e condono: ecco come funzionerà

Immagine esemplificativa che rimanda alla pace fiscale

Il condono fiscale rappresenta un dispositivo di legge che si fissa l’obiettivo di andare a sanare dei comportamenti irregolari o illeciti dei contribuenti e, in particolare, riguarda gli errori fatti nelle dichiarazioni dei redditi.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Vacanza lavoro: scopri quali occasioni ci sono

Per lavoro, bisogna spesso spostarsi in una località diversa dalla sede della propria azienda; molte altre volte si cerca invece volutamente una vera e propria formula alternativa come quella della vacanza lavoro, diffusissima soprattutto tra i ragazzi che intendono andare all'estero per imparare una lingua

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavorare in Australia: le offerte più interessanti

opportunità di lavoro in australia

Hai deciso di mollare l'Europa? Hai già letto i nostri approfondimenti su come scrivere un curriculum vitae e su come presentare la lettera di dimissioni? Allora sei pronto per partire.

Per trovare un lavoro in Australia è necessario essere provvisti di permesso di soggiorno. Prima di affrontare una scelta del genere, è dunque indispensabile munirsi di informazioni riguardo alle regole australiane in materia. La fonte più accreditata presso la quale si possono reperire notizie a riguardo è il governo australiano.

Leggi tutto...
Go to Top