La figura dell'operaio è una delle quattro tipologie di lavoro subordinato insieme al ruolo di quadri, dirigenti e impiegati. La caratteristica principale di questa categoria è quella di essere legata allo svolgimento di mansioni di tipo manuale o tecnico.

Vedremo, nell'articolo che segue, quali siano le qualità richieste per il lavoro di operai e quali siano le norme che regolano questa occupazione.

Le mansioni di chi lavora manualmente

Mentre l'impiegato collabora nell'azienda sopratutto con mansioni di tipo intellettuale e attività che si svolgono negli uffici dell'impresa, gli operai al contrario svolgono mansioni di tipo pratico legate al processo produttivo.

Le tipologie di lavoro degli operai

Il lavoro degli operai si differenzia in varie tipologie, in base a quanto fissato dai Contratti Collettivi Nazionali del Lavoro.
Basandosi sul grado e la tipologia di preparazione tecnica del lavoro di operai, si hanno pertanto:

  • operai comuni,
  • operai qualificati,
  • operai specializzati.

Il capo reparto degli operai

Per alcune tipologie di contrattazione collettiva esiste anche la figura dell'operaio intermedio, detto anche caporeparto, capo cantiere o capo officina, che controlla e gestisce il lavoro di operai ed ha una maggiore responsabilità.

Le caratteristiche richieste agli operai

Le peculiarità del lavoro di operai sono principalmente le seguenti:

  • non è richiesta una formazione articolata e complessa;
  • l'apprendimento avviene solitamente sul luogo di lavoro;
  • si timbra il cartellino per vedersi pagate le ore “effettive” di lavoro;
  • la retribuzione è più bassa di quella prevista per gli impiegata;
  • le mansioni richiedono a volte un buono stato di salute fisica e possono essere faticose.

Gli operai e i contratti a tempo determinato

Con la nascita dei contratti a tempo determinato, molti soggetti che svolgono il lavoro di operai sono stati assunti con tale tipo di contratto.
Per quanto questo sistema consenta di trovare un'occupazione in tempi più rapidi, è altrettanto vero che si corre il rischio di perdere l'impiego con altrettanta facilità; questo ha portato i sindacati a richiedere norme sempre più rigorose che disciplinino più equamente la materia.

I Contratti Collettivi Nazionali del Lavoro

Il lavoro degli operai è tutelato dai CCNL e dai sindacati che cercano di garantire i diritti della categoria, trattando con imprenditori e Stato circa i salari, le norme di sicurezza e eventuali benefit.
Questi Contratti Collettivi garantiscono la tutela dei dipendenti per mezzo di una disciplina che vincoli le imprese che operano su tutto il suolo nazionale a adottare una sola linea di condotta.

I problemi: le morti bianche

Purtroppo questo mondo è spesso colpito dalle morti sul posto di lavoro. Quante volte abbiamo sentito sui telegiornali o abbiamo letto notizie sulla stampa quotidiana di persone decedute mentre stavano lavorando? Si parla delle cosiddette morti bianche, tema affrontato più volte da istituzioni, ministri e arrivate addirittura a fare parte di un discorso di Sua Santità Papa Francesco. Oltre che questo triste fenomeno si verifica da Nord a Sud Italia, addirittura si deve registrare un andamento negativo su questo fronte, come testimoniano alcuni dati del giugno 2014 secondo i quali i morti sono aumentati rispetto al mese precedente in alcune Regioni come Lombardia o Emilia Romagna. Ma anche Sicilia, Veneto, Lazio e Piemonte hanno una situazione negativa. Passando dalle Regioni alle città, troviamo al primo posto Roma seguita da Milano e Torino. La maggior parte degli incidenti sul lavoro avvengono nel settore delle costruzioni e nelle attività manifatturiere. Una situazione così drammatica richiederebbe lo sforzo imminente e rapido delle istituzioni per far fronte a un quadro intollerabile: è inaccettabile infatti che in Italia, oltre che si ha difficoltà a trovare occupazione, si debba morire semplicemente perchè si fa il proprio lavoro. Urgono interventi urgenti per risolvere la questione in tempi rapidissimi. Gli ultimi dati infatti non ammettono altri rinvii.

I problemi: la crisi economica

Spesso sono proprio gli operai a pagare la crisi economica con il licenziamento o la messa in mobilità. Questo viene spiegato dalle tante aziende, soprattutto piccole e medie imprese, che non riescono più ad andare costringendo a licenziare il personale che si ritrova in mezzo a una strada con tutte le conseguenze del caso, come il mantenimento della famiglia o il pagamento di bollette e mutui. Il prezzo più alto viene quindi fatto pagare a questi lavoratori che si trovano a dover combattere contro un nemico più grande di loro: dall’inizio della crisi infatti il numero delle imprese che hanno abbassato la saracinesca si è alzato vertiginosamente e anche in questo caso serve una politica governativa efficace per evitare queste chiusure e fare in modo che gli operai mantengano il proprio posto di lavoro. Storie di licenziamenti, gente mandata a casa, cassa integrazione sono all’ordine del giorno. E’ arrivato il momento di non dover far pagare tutto alla classe operaia, che ha la sua dignità da difendere.



Potrebbe interessarti

L'Ammortizzatore sociale: tutto sulla riforma che cambia l'Italia

Immagine esemplificativa di ammortizzatore sociale

Secondo quanto previsto dall'attuale Governo, i nuovi ammortizzatori sociali entreranno a regime non più nel 2015, ma molto più probabilmente la transizione sarà effettuata a partire dal 2017. Attualmente, il sistema di ammortizzatori sociali, all'analisi del Governo per la riforma, mostra una serie di disomogeneità fra i vari settori del lavoro, per quanto riguarda la tutela e le tipologie contrattuali.

Leggi tutto...

Modello curriculum tedesco: per chi cerca lavoro in Germania

bandiera tedescaCome scrivere un curriculum? Quanti di voi si pongono questa domanda? Non è difficile scrivere un curriculum vitae se si tengono a mente delle semplici regole di base, la difficoltà sta nel saper comunicare di essere la persona ideale per la posizione ricercata, esprimere il proprio interesse e far emergere le proprie competenze attraverso un foglio. Scrivere un buon curriculum, questo è difficile.

Leggi tutto...

Curriculum vitae in spagnolo: come scriverlo?

Tra le varie località europee molto in voga per la ricerca del lavoro molti italiani, negli ultimi 15-20 anni, si sono avventurati nella penisola iberica in cerca di una occupazione: chi ancora volesse tentare questa esperienza, deve naturalmente concentrarsi al momento di stilare il Curriculum in spagnolo.

Leggi tutto...

Calcolo ISEE: come richiederlo online?

il calcolo dell'isee è possibile richiederlo on line

L’acronimo ISEE significa "Indicatore di Situazione Economica Equivalente". Con il calcolo ISEE si definisce la condizione economica di un singolo o di un nucleo familiare. 

Leggi tutto...

Come scrivere un autocertificazione e i casi in cui utilizzarla

La dichiarazione sostitutiva di certificazione può essere necessaria anche nel campo lavorativo.

Leggi tutto...

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Perfezionarsi nella metodologia ABA

Perfezionarsi nella metodologia aba

Il corso di perfezionamento di Metodologia ABA, erogato da ICOTEA, ha come obiettivo quello di approfondire e fornire gli strumenti per l’applicazione di tale metodo in vari contesti sociali, educativi e di sviluppo. Il metodo ABA è composto da tecniche che si basano sull’uso dei principi relativi alla Scienza del Comportamento con il fine di cambiare delle condotte non proprio adeguate o di imparare nuove abilità.

Leggi tutto...

Offerte di lavoro in Toscana: scopri gli annunci online

Immagine di un giornale con offerte di lavoro in Toscana

Trovare offerte di lavoro in Toscana, anche in tempi di crisi come questi, è meno difficile di quanto possa sembrare: tra le regioni più ricche di storia e cultura che ogni anno attira ogni anno moltissimi turisti, rendendo il settore terziario una fra le risorse più importanti per chi cerca un impiego.

Leggi tutto...

CCNL studi professionali: le caratteristiche

Il CCNL: ecco tutti i dettagli

Riguardo ai rapporti di lavoro avere un contratto collettivo nazionale del lavoro per studi professionali è importante perché  aiuta a definire le modalità lavorative e i diritti e doveri del datore di lavoro e del lavoratore. I CCNL esistono per ogni categoria lavorativa e sono suddivisi in vari livelli per meglio definire la dinamica interna relativa al singolo settore. Anche i dipendenti degli studi professionali hanno il loro specifico contratto collettivo nazionale del lavoro. 

Leggi tutto...

Abilitazione all'Insegnamento alla scuola secondaria: dalla SSIS al TFA

Come scegliere un master di abilitazione insegnamento scuola secondaria

E' ormai un dato certo il passaggio del testimone dell'abilitazione all'insegnamento da SISS al TFA: si parla dei tirocini formativi attivi, ovvero il corso che va ad abilitare l'insegnamento nelle scuole di 1 e 2 grado. Il tirocinio annulla definitivamente le Scuole di Specializzazione dell'Insegnamento Secondario, non più funzionanti dall'anno di corso 2008/2009.

Leggi tutto...

Trattenute in busta paga: vediamo dove finiscono i nostri soldi!

Ogni lavoratore che ha la fortuna di percepire la busta paga, deve però considerare che la stessa prevede anche delle trattenute da parte del datore di lavoro, che daranno, come risultato finale, la paga netta che il lavoratore percepirà.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Il lavoro in hotel: sai come farti assumere?

Il lavoro in hotel è una delle occupazioni del settore turistico alberghiero e dell'hospitality; nella maggior parte dei casi, coloro che desiderano ottenere un impiego in questo campo devono possedere una buona conoscenza e preparazione del settore turistico.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Ccnl chimici: il contratto di lavoro per il settore chimico-farmaeutico

Il Ccnl per i chimici – contratto collettivo nazionale del lavoro per il settore chimico-farmaceutico – è presente in Italia per ogni categoria lavorativa e aiuta a delineare i rapporti di lavoro tra il datore e il lavoratore stesso, nonché le dinamiche legate alle attività da svolgere con annesse modalità contrattuali e di retribuzione.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Il periodo di prova: conosci questa opportunità?

In un momento anteriore o contestuale all'inizio del rapporto di lavoro, le parti possono definire per iscritto un periodo di prova. Lo scopo è quello di consentire al datore di lavoro e al dipendente di valutare il rapporto di lavoro.

Leggi tutto...
Go to Top