Tre livelli per un sistema integrato di formazione: è quella dei Vigili del Fuoco dove si addestrano veri professionisti della sicurezza.

Dietro l’immagine valorosa dei pompieri, c’è un mondo di professionisti della sicurezza: ingegneri, architetti, ricercatori che seguono una formazione permanente per essere sempre al passo con le innovazioni tecnologiche che consentono di affrontare le continue e diverse crisi e rispondere alle sempre più esigenti richieste dei cittadini.

Come diventare vigli del fuoco

Diventare Vigili del fuoco significa superare i tre livelli in cui è strutturato il proprio percorso formativo.

L'ingresso nell'arma è curato dalla Scuola di Formazione di Base che ha tra i suoi compiti fondamentali quello di formare e addestrare i nuovi vigili del Fuoco, di dare loro una preparazione propedeutica, finalizzata all’ingresso nel Corpo Nazionale, prima che vengano assegnati ai differenti Comandi provinciali.

I corsi per vigile del fuoco

Il corso ha la durata di circa un anno, di cui nove mesi presso la Scuola di Formazione di Base e tre di applicazione pratica nei Comandi provinciali del Corpo. I futuri Vigili del fuoco, oltre ad acquisire nozioni teoriche di base di fisica e di chimica, imparano a conoscere e ad utilizzare correttamente attrezzature e dispositivi di protezione individuale, effettuano esercitazioni pratiche e simulazioni di interventi combinando l'utilizzo di mezzi ed attrezzature per imparare ad operare in sicurezza.

La scuola per "pompieri"

Presso la Scuola, inoltre, si svolgono anche corsi di aggiornamento ed adeguamento delle capacità professionali a nuovi standard, di coloro che fanno già parte del Corpo e che provengono da ogni parte d’Italia.
I corsi sono organizzati in modo tale da garantire l’acquisizione di competenze tecniche in tempi relativamente brevi , assicurando gli standard d’esperienza operativa sul campo propria di tutti i vigili permanenti, in particolare per quanto riguarda il soccorso tecnico urgente.

Dove si svolgono i corsi

Mentre i corsi professionalizzati si svolgono presso la Scuola di Formazione Operativa, a Montelibretti vicino Roma. La Scuola di Formazione Operativa offre la possibilità di esercitarsi all’interno di strutture di simulazione che riproducono scenari reali di intervento.

L’alta formazione per il personale dirigenziale del Corpo, si svolge, invece, presso l’Istituto Superiore Antincendi, vero e proprio centro di ricerca e sperimentazione, anche di livello internazionale, sulle tematiche relative alla sicurezza e della prevenzione.

La peculiarità di questo sistema integrato fa sì che ciascun Vigile segua la stessa formazione e sia dotato dello stesso equipaggiamento di attrezzatura e mezzi, in questo modo, uomini provenienti da diverse parti d’Italia possono intervenire in modo coordinato e tempestivo sui luoghi dell’emergenza.

Concorsi: aggiornamenti settembre 2014

E’ stato pubblicato il bando di ammissione per dieci posti come vice direttore nel settore dei direttivi del corpo dello Stato. I requisiti richiesti sono: essere italiani, massima età consentita 35 anni, idoneità fisica e psichica, in possesso di laurea magistrale in architettura o ingegneria, condotta impeccabile e qualità morali. La prova sarà costituita da due esami scritti dove il candidato dovrà formulare un elaborato. Tutte le informazioni sono consultabili sul sito dei concorsi pubblici alla sezione del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

I compiti dei Vigili del Fuoco: eroismo e coraggio

vigile del fuoco all'opera

Forse non ci rendiamo veramente conto dell’importanza dei Vigili del Fuoco e del rischio che ogni volta prendono quando devono risolvere pericoli in corso, siano incendi o danni di altra natura. Questo corpo è molto ben addestrato ed entra in opera ogni qualvolta ci siano problemi che mettono in pericolo l’incolumità della persona o della cittadinanza. Sarebbe sbagliato e superfluo ridurre tutto alla gestione degli incendi.

Ciò che accade nelle abitazioni, dalla semplice fuga di gas a problemi più gravi, chiamano in causa proprio questo corpo dello Stato, che grazie al loro intervento salvono tante vite e fanno sì che non si vengano a creare danni irreparabili alle strutture e conseguenze gravi per la comunità. Non è raro infatti sentire notizie di giornale o apprese dalla televisione di un super lavoro dei Vigili del Fuoco o di un lavoro no stop dei pompieri per risolvere le problematiche più gravi. Durante l’estate, poi, questo corpo è chiamato in causa più spesso del dovuto a causa dei tanti incendi che si accendono nella penisola italica. Alcuni sono dovuti al grande caldo ma la maggior parte è causata da piromani che rovinano il paesaggio e la natura per la loro indole folle, costringendo i Vigili del Fuoco a un lavoro straordinario per riportare la quiete e la tranquillità. Purtroppo in alcuni casi, l’alto servizio di queste persone non basta per evitare la tragedia e sentiamo storie di persone che non tornano a casa e muoiono sul posto di lavoro. Uno scenario che fa venire alla mente la tragedia delle Torri Gemelle del 2001, dove pompieri eroici morirono nelle Twin Towers per salvare migliaia di vite in quel giorno tristissimo per tutto il pianeta.

Equipaggiamento e attrezzature

I membri di una qualsiasi squadra di vigili del fuoco, necessita inevitabilmente di un equipaggiamento che preservi la loro integrità fisica.Lo scopo principale del completo di protezione dal calore, è quello essenzialmente di proteggere il corpo di chi lo indossa, con unica esclusione per mani e piedi: le fiamme libere ed  gli effetti del calore possono essere alquanto lesivi per la pelle umana. Per di più, la tuta protettiva, garantisce una conservazioni da azioni di corpi laceranti, schizzi di sostanze liquide aggressive e/o di agenti estinguenti (schiume, acqua), protezione da agenti atmosferici (pioggia, freddo) e da polveri nocive (particolati, polveri estinguenti). A far parte della strumentazione comune che ogni squadra tiene nella propria caserma, abbiamo le attrezzature da taglio chimico o meccanico, che vengono  utilizzate in tutti quei casi in cui occorre tagliare, bruciare e fondere praticamente qualsiasi materiale, metallico o inerte che sia di impedimento nel momento in cui si è nelle condizioni di dover salvare una vita umana. Tra le varie attrezzature abbiamo: lancia termica, martello perforatore o demolitore e motosega. In questo senso, con la finalità di saper gestire situazioni di varia natura e pericoli la cui entità più essere rilevante, non possono mancare le numerose attrezzature collocate sugli automezzi pubblici, in grado di raggiungere prontamente il luogo dell’incidente.

Questi mezzi, di fatto, si diversificano sia per le dimensioni (che condizionano la praticità e la capacità di carico e che li rendono consoni ad impieghi in diverse situazioni ambientali), sia per la ripartizione delle attrezzature tra risorse idriche ed antincendio, risorse per operazioni di forza, risorse per l'accesso a luoghi impervi, risorse per la protezione dei soccorritori e dei soccorsi di emergenza, sempre pronti a rispondere alle esigenze del pubblico. Ultimo punto da trattare, ma non per questo trascurabile, è quello del simbolo per eccellenza del pompiere: la scala.Le scale infatti costituiscono una voce molto importante, quasi fondamentale, nell'attrezzatura dei vigili del fuoco, sia nel corso delle manovre di salvataggio, che per lo spegnimento pratico di incendi e altre mansioni. Un frequente uso della scala, sia in segmenti esclusivi che innestati tra di loro, è quello  più comune a passerella, ossia poggiata in orizzontale tra due punti fissi, che non si possono staccare dalla loro postazione. In questo caso è necessario adoperare particolari cautele, perchè la scala, in particolare quella italiana, non possiede organi di aggancio all'estremità lontana e potrebbe quindi scivolare dall'appoggio trovato. I vigili del fuoco ogni giorno svolgono opere di grande forza e, il tutto, sarebbe non sarebbe comunque senza la giusta attrezzatura da impiegare nelle missioni.





Potrebbe interessarti

Modello per il curriculum vitae: come compilarlo passo passo?

come compilare il curriculum vitae

Il curriculum vitae è composto solitamente da più sezioni le quali non differiscono poi di molto tra il formato tradizionale, quello europeo o lo schema europass (che mostreremo più avanti nel corso del nostro approfonimento).

Esclusione per gli studi di settore

Gli studi di settore sono strumenti statistici realizzati in funzione dei diversi fattori economici riguardanti l’attività di alcune categorie di lavoratori autonomi. 

Reversibilità pensione: cos'è e chi ne ha diritto?

Reversibilità della pensione del coniuge

Che cosa è? In sostanza, la reversibilità della pensione è l’importo della pensione (o Pensione Inpdap) che un tale beneficiario appartenente al nucleo familiare riceverà alla morte di un lavoratore assicurato o del pensionato.

Calcolo della tredicesima per la badante

Coloro che svolgono lavori domestici, come le colf e le badanti devono essere regolarizzate, soprattutto se provenienti da Paesi esteri, per poter esercitare tale professione senza problemi.

Curriculum vitae in francese: sai cosa scrivere?

Attualmente sono tante le persone che cercano lavoro all'estero e necessitano di modelli di curriculum da scrivere in lingua straniera; oltre all'inglese, anche il francese è una lingua molto usata nel mondo lavorativo europeo.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Calcolo della tredicesima per la badante

Coloro che svolgono lavori domestici, come le colf e le badanti devono essere regolarizzate, soprattutto se provenienti da Paesi esteri, per poter esercitare tale professione senza problemi.

Pace Fiscale 2019 e condono: ecco come funzionerà

Immagine esemplificativa che rimanda alla pace fiscale

Il condono fiscale rappresenta un dispositivo di legge che si fissa l’obiettivo di andare a sanare dei comportamenti irregolari o illeciti dei contribuenti e, in particolare, riguarda gli errori fatti nelle dichiarazioni dei redditi.

Oberlo per il dropshipping: scopriamo come funziona

Parlare di un’applicazione come Oberlo senza prima parlare del dropshipping, risulterebbe fuorviante e poco contestualizzante, motivo per cui, se siete interessati a conoscere i meccanismi sottostanti all’e-commerce, questo articolo fa assolutamente per voi.

Offerte di lavoro Marche: sai come trovarle?

in cerca di lavoro nella marche

Ampliamo la nostra sezione dedicata alle offerte di lavoro sul territorio nazionale, regione per regione. In questa pagina suggeriamo alcuni dei link utili per chi è interessato alle offerte di lavoro Marche.

Il lavoro dell'assistente sociale: tutte le informazioni

lavorare come assistente sociale

L'Assistente sociale lavora sulle situazioni di disagio e di emarginazione di singole persone, di nuclei familiari e di particolari categorie.

Lavorare nella comunicazione: le evoluzioni, gli obiettivi e gli strumenti per sfondare!

lavorare nel mondo della comunicazione

Tutti i soggetti partecipanti al mercato comunicano. La comunicazione è di per sé un fattore di costo ma le imprese e anche le organizzazioni no profit decidono di comunicare: per questa ragione trovare un lavoro nella comunicazione può rivelarsi una scelta efficace a patto che si seguano delle linee guida sicure.

Leggi tutto...

Legge sulla Privacy nel Curriculum Vitae

informativa sulla privacy da inserire nel curriculum

Quando sono in cerca di personale, sempre più aziende liquidano la questione della privacy delle informazioni del curriculum del candidato con la richiesta generica di autorizzare il trattamento dei dati.

Leggi tutto...
Go to Top