Le offerte di lavoro nel week end offrono una speranza di trovare un impiego in una realtà dove firmare un contratto lavorativo si sta rivelando sempre più difficile. Vedremo, nell'articolo che segue, quali siano i vantaggi per chi non si fa scrupoli nel lavorare di Sabato e Domenica.

Perché un lavoro nei fine settimana

Il fine settimana per molti è intoccabile: guai a chi parla di lavoro nel week end. Eppure molte società e aziende fanno leva proprio su chi decide di sacrificare il proprio tempo libero, impiegandolo in un lavoro nel weekend.

La scarsa appetibilità di queste proposte ne rappresenta proprio il punto di forza: da un lato, infatti, i concorrenti all'occupazione saranno meno che negli altri casi; dall'altro, generalmente, la retribuzione è più elevata proprio per compensare questo elemento. Molto spesso questa tipologia di occupazione viene ricercata da studenti, soprattutto universitari, che si sdoppiano tra studio e lavoro. Uno dei motivi principali è il fatto di mantenersi gli studi in ragione delle rette universitarie molto alte e dall’altra c’è sempre la voglia di avere una certa indipendenza economica dai genitori, magari per permettersi una vacanza o togliersi uno sfizio quando si avranno i soldi necessari.

I lavori più diffusi nel fine settimana

la cameriera è un tipico lavoro per il week end

Al solito, le figure più ricercate per un lavoro durante il week end sono quelle di camerieri e operatori nei ristoranti, oppure in locali come pub e bar. In questi giorni infatti la clientela raddoppia e l'offerta di lavoro risulta molto alta e anche meglio remunerata rispetto al resto della settimana. Questo perchè il sabato o il venerdì sera sono gli unici due giorni dove la gente può uscire e scaricare le tossine di un’intera settimana lavorativa: poche persone infatti escono anche durante la settimana, sia per motivi economici che di tempo, per cui nel weekend i locali hanno bisogno di più personale per gestire la clientela. In questo senso rientra anche il fatto di fidelizzare la stessa clientela: se il locale viene ritenuto poco affidabile, con tempi lunghissimi di attesa, quelle persone non torneranno più ed è quindi premura del titolare dotarsi del giusto numero di ragazzi che possano lavorare bene nel weekend.
Ma spesso in questi giorni della settimana, in cui molti negozi rimangono chiusi, vengono ricercate anche figure come addetti all'inventario o allo stoccaggio.

Ultimamente poi sono ricercate figure legate al marketing o alla vendita, come i consiglieri e hostess nei punti vendita, ausiliari alla vendita o semplice attività di vendita. Per tutte queste occupazioni, viene richiesta capacità di lavorare in team, velocità e attitudine al cliente. Lavorare in questo settore, per quanto ci sia molta richiesta, non è facile perchè nel Paese dove avvengono ogni giorno delle truffe, non è facile parlare con il cliente che ha sempre una sorta di pregiudizio quando viene fermato negli ipermercati o nelle grandi catene commerciali.

Le competenze richieste

Come è facile intuire, le competenze richieste per ottenere l'impiego sono solitamente non troppo elevate: questo da la possibilità anche a chi non abbia un curriculum di un certo peso di accedere al mondo del lavoro, anche nell'ambiente per il quale ci si sta preparando (si pensi, ad esempio, all'incarico di magazziniere in un esercizio per il quale si intende essere assunti per altre mansioni). Ci sono tuttavia alcuni lavori, come quelli spiegati nel precedente paragrafo relativi alla vendita, che necessitano di alcune qualità nel Curriculum Vitae, come appunto la pro-attività e la propensione a trattare con il cliente. Per quanto riguarda invece i lavori in pub o chioschi, non è richiesta una specifica competenza anche se una pregressa esperienza può aiutare, così come in tutti gli altri ambiti.

Come trovare un lavoro nel weekend

Come per moltissimi altri casi, i motori di ricerca forniscono una serie di opportunità a quanti siano in cerca di un lavoro nel week end: portali dedicati riservati ad annunci di questo tipo abbondano nella rete, lasciando agli interessati la possibilità di scegliere.

 

Come utilizzare i siti di ricerca del lavoro

La maniera corretta di utilizzare questo tipo di programmi consiste nel confrontare, tramite l'immissione dei dati richiesti, le competenze che si possiedono con le caratteristiche dell'impiego desiderato.
Un consiglio da tenere a mente è quello di essere precisi nel comunicare le proprie capacità: i datori di lavoro che si affidano a questi sistemi, infatti, effettuano rigorosi controlli.

I siti da cercare sono quelli generalisti dove si cerca lavoro anche per le altre tipologie richieste: ovviamente la parola chiave da inserire sarà weekend e poi si potrà andare avanti con la ricerca selezionando la provincia o la città di riferimento. E’ consigliabile infine una ricerca di ciò che si trova per non rimanere intrappolati in truffe oppure in posti fantasma che non esistono.





Potrebbe interessarti

Ufficio di collocamento a Milano: iscrizione al centro per l'impiego

Il centro per l'impiego (CPI) è l'ufficio pubblico con cui le Province si gestiscono, controllano il mercato del lavoro al livello locale. Eroga e promuove, inoltre, offerte lavorative delle aziende pubbliche e private, mettendo in contatto domanda e offerta in un mercato sempre più ramificato e complesso.

Pensione di cittadinanza: scopriamo che cos’è e come funziona

La pensione di cittadinanza

Con la recente vittoria del Movimento 5 stelle nelle elezioni politiche che ci sono state il 04 marzo 2018 si è affacciata sempre di più la possibilità di richiedere la pensione di cittadinanza 2019.

Contratto per il commercio nel settore terziario: tutte le informazioni!

Immagine d'esempio usata nell'articolo Contratto per il commercio nel settore terziario: tutte le informazioni!

Il CCNL commercio o terziario è legato alle categorie dei lavoratori aziendali di questo tipo e comprende tutti quei lavori che si occupano di beni industriali, alimentari, fiori, piante e affini, nonché ti tutto quello che concerne il commercio italiano e straniero e i servizi alle Imprese/Organizzazione, i Servizi di rete e i Servizi alle persone.

Busta paga badante: regolarizza l'assistente domestica!

La figura della badante si occupa di fornire assistenza presso il domicilio degli anziani; molto utilizzata in Italia, gode di regolare inquadramento. Prima di soffermarci ad analizzare gli elementi che costituiscono la busta paga della badante, approfondiremo alcune notizie circa questa risorsa così preziosa per la società odierna.

Modulo Social Card: tutte le informazioni in un approfondimento dedicato

Immagine esemplificativa presente nell'articolo Modulo Social Card: tutte le informazioni in un approfondimento dedicato 

La social card (o Carta Acquisti) prevede 40 euro al mese per un anno; funziona come una qualsiasi carta ricaricabile e viene ricaricata ogni due mesi di 80.00 euro, per un massimo di 480.00 euro.
 La domanda di ammissione alla classe di cittadini beneficiari può essere presentata direttamente alle poste.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Licenziare un dipendente: vediamo quali sono le conseguenze per entrambe le parti

Immagine esemplificativa utilizzata all'interno dell'articolo Licenziare un dipendente: vediamo quali sono le conseguenze per entrambe le parti

La riforma lavoro attuata dal governo Monti è intervenuta anche in tema di licenziamenti. Con l'articolo 18, quella di licenziare un dipendente non risulta una impresa facile per le aziende, perchè i lavoratori sono tutelati proprio da questa norma dello Statuto dei Lavoratori.

Aprire un'attività: quali sono le cose da sapere per diventare imprenditori?

come aprire un attività

Aprire un’impresa è cosa seria; il più delle volte è necessario metter da parte l’entusiasmo e ponderare bene tutte le opzioni. Per prima cosa è necessario scegliere che tipo di impresa si vuole creare, in seguito fare una stima dei costi di avvio e di amministrazione dell’impresa e valutare, se previste, le agevolazioni fiscali e finanziarie per i neo imprenditori.

Le novità di ICOTEA: la formazione professionale per utenti non vedenti e ipovedenti

Nonostante i considerevoli passi avanti compiuti dal punto di vista normativo, dell'offerta scolastico-formativa, dell'uso della tecnologia nei diversi ambiti esistenziali e della sensibilità generale alle loro problematiche, tali persone vedono il loro percorso di crescita umano e professionale non sempre privo di ostacoli concreti. Tutto ciò nonostante le loro considerevoli capacità di cui sono esempio concreto e che possono offrire e mettere a disposizione della società in generale e della realtà lavorativa in particolare.

Livello contrattuale nel commercio: conosci i dettagli?

i livelli della ccnl commercio

Il Contratto Collettivo Nazionale Commercio e Servizi, suddivide le categorie di lavoratori in diversi livelli, differenziati in base alle competenze e alle qualifiche degli stessi. La classificazione del personale delle imprese commerciali è dunque strutturata in sette livelli.

Contributi co.co.pro: chi, come e quando versarli

I contributi co.co.pro sono versati in parte dal datore di lavoro e in parte dal lavoratore con contratto a progetto. Come i contributi degli altri lavoratori autonomi o dipendenti, i contributi co.co. pro vengono versati per 2/3 della contribuzione Inps dall’azienda, mentre la restante parta (1/3) è versata direttamente dal dipendente.

Leggi anche...

Lettera di accompagnamento al curriculum: sai come scriverla?

lettera di accompagnamento

La lettera di accompagnamento del curriculum è un documento che viene inviato in allegato, o addirittura precede, il CV. In un mercato del lavoro che si fa sempre più competitivo e nel quale i titoli di studio iniziano ad essere inflazionati, attirare l’interesse del perito selettore con una nota personale può significare la differenza tra un colloquio positivo ed uno negativo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Assicurazione RC professionale per architetti e ingegneri

Immagine esemplificativa utilizzata all'interno dell'articolo Assicurazione RC professionale per architetti e ingegneri

Il 14 agosto 2013 è entrata in vigore la riforma delle professioni introdotta con la Legge 148/2011 e disciplinata dal D.P.R. 137/2012 che rende obbligatoria la stipula di un’assicurazione professionaleper esempio, un’assicurazione professionale per architetti, una per i commercialisti, ingegneri, geometri, psicologi, medici, avvocati, consulenti del lavoro e così via. L’assicurazione protegge il professionista dai rischi legati al normale svolgimento della propria attività. A titolo esemplificativo, si riportano le specifiche riguardanti una RC professionale tipo per architetti e ingegneri. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Pensione Enasarco: ecco la riforma e tutte le sue novità

Immagine esemplificativa utilizzata all'interno dell'articolo Pensione Enasarco: ecco la riforma

La Fondazione Enasarco, istituita nel 1938, è l' Ente Nazionale di Assistenza per gli Agenti e Rappresentanti di Commercio; grazie alla pensione Enasarco, gli oltre 100.000 agenti e rappresentanti di commercio (che lavorano a commissione) che abbiano concluso la loro esperienza lavorativa, possono usufruire di formule pensionistiche integrative. Di seguito un approfondimento sul regolamento da rispettare per usufruirne.

Leggi tutto...
Go to Top