Ci sono alcune leggi e articoli della Costituzione italiana che sono nati appositamente per definire e regolamentare il lavoro nel nostro Paese. La Legge 30 ad esempio e l'articolo 18 sono solo alcune delle legislazioni emesse a livello lavorativo. La nuova Riforma del Lavoro prevista dal Governo Monti prevede inoltre delle modifiche sulle norme legate al lavoro stesso.

Intanto, tra le leggi più importanti relative al mondo del lavoro, c'è proprio la Legge 30, meglio conosciuta come Legge Biagi, dal nome di colui che l'ha pensata e si è occupato di redigerla, assieme ad altri (Maurizio sacconi, Paolo Reboani, Paolo Sestito, Natale Forlani e Carlo Dell'Aringa), Marco Biagi.

La genesi della Legge Biagi

La Legge Biagi è dunque il nome che è stato adottato per chiamare la Legge numero 30, entrata in vigore il 14 febbraio 2003. Tale legge prevede che vengano delegate al Governo tutte le questioni di natura occupazionale e lavorativa.

Il disegno di legge 848, utile alla successiva entrata in vigore della Legge Biagi, ha avuto però come primo firmatario l'allora Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Roberto Maroni. Marco Biagi fu infatti ucciso dalla Brigate Rosse un anno prima che la legge venisse approvata e diventasse tale.

Il disegno di legge 848 venne dunque presentato al Senato il 15 novembre 2001, approvato il 25 settembre 2002 e approvato dalla Camera il 5 febbraio 2003, dopo alcune modifiche.

I contenuti della Legge Biagi

La Legge Biagi è una delle Riforme nata per attuare delle riforme legate al mercato del lavoro attraverso la presentazione del “Libro Bianco sul mercato del lavoro in Italia. Proposte per una società attiva e per un lavoro di qualità”.

Uno dei punti cardini e delle idee base presenti all'interno della Legge 30 è sicuramente quella legata alla flessibilità del mercato del lavoro. Tale idea di flessibilità in ambito lavorativo venne realizzata attraverso la nascita dei contratti a progetto (co.co.pro.).

I contratti a progetti sono stati introdotti dalla Legge Biagi come un'alternativa al contratto a tempo indeterminato. Nel caso di contratto a progetto il lavoratore viene definito collaboratore e viene assunto per portare a termine un determinato progetto.

Il contratto a progetto è dunque un tipo di contratto a scadenza che una una durata ben precisa; se ci sono infine dei motivi validi, il datore di lavoro può recidere tale contratto prima della scadenza stabilita.

Altre caratteristiche fondamentali contenute agli articoli 54-59 sono l'obbligo del posto di lavoro per gli individui poco favoriti dall'ambiente lavorativo e le agevolazioni per le donne.

I motivi delle critiche alla Legge Biagi

Le principali critiche alla Legge Biagi scaturiscono proprio dall'introduzione del contratto a progetto (co.co.pro.) e della sua quasi totale sostituzione di altre tipologie di contratti a tempo determinato o di formazione. Le critiche alla Legge Biagi partono dunque da tale tipologia di contratto che prevede l'assunzione solo ai fini di un progetto ben definito e con prestazioni lavorative che possono essere di massimo un anno. Inoltre il co.co.pro.

Non prevede assolutamente il cosiddetto periodo di prova e nemmeno la possibilità di essere assunti a tutti gli effetti in seguito anche solo attraverso un altro tipo di contratto a tempo determinato.

Una critica alla Legge Biagi è dunque quella di creare sempre più giovani che vivono di lavoro precario, non sicuro e instabile. È dunque una legge che accresce le incertezze sul futuro lavorativo dei giovani, che già difficilmente riescono a trovare lavoro dopo anni e anni di studi.

Le pensioni secondo la legge 30

Critiche arrivano inoltre anche sul versante pensionistico e assistenziale. Con queste tipologie di contratti le imprese versano meno contributi con la conseguenza che i lavoratori precari hanno così una pensione davvero minima.

La critica maggiore alla Legge Biagi resta quindi quella di incrementare la situazione di precariato lavorativo in Italia, rendendo i giovani che si affacciano al mondo del lavoro sempre più incerti e accrescendo le debolezze salariali ed economiche dei lavoratori stessi.





Potrebbe interessarti

Vacanza lavoro: scopri quali occasioni ci sono

Per lavoro, bisogna spesso spostarsi in una località diversa dalla sede della propria azienda; molte altre volte si cerca invece volutamente una vera e propria formula alternativa come quella della vacanza lavoro, diffusissima soprattutto tra i ragazzi che intendono andare all'estero per imparare una lingua

Quota 100: tutto sul progetto rilanciato dal M5s

Imagine esemplificativa che rimanda alla quota 100

Con il termine Quota 100 si intende la proposta diretta ad anticipare l'età pensionabile dei lavoratori che sono regolarmente iscritti ai fondi di previdenza che gestisce l'assicurazione generale obbligatoria, ovvero l’AGO; alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi, alla gestione separata per i fondi sostitutivi e per quelli esclusivi dell'assicurazione generale obbligatoria. 

Preavviso delle dimissioni per il tempo determinato

preavviso delle dimissioni

Il preavviso è il tempo, successivo alla data in cui il lavoratore ha presentato le dimissioni, in cui il dipendente continua a svolgere la propria attività lavorativa.

Riforma del lavoro: la storia degli ultimi interventi

Immagine esemplificativa di un contratto dopo la riforma del lavoro

Il Governo Monti ha presentato, dopo delle riunioni con partiti e associazioni sindacali, la sua riforma per il lavoro. Si prevedono modifiche per l’articolo 18, ammortizzatori sociali, contratti di lavoro e cassa integrazione.

CCNL per i settori edili: retribuzione e ferie

contratto nazionale edilizia

Il CCNL relativo ai lavoratori edili è stato rinnovato . Vediamo in sintesi quali sono le caratteristiche principali relative al contratto nazionale di questo settore, nato dall'accordo fra ANCE, Feneal UIL, Filca CISL e Fillea CIGL. Ogni triennio è prevista chiaramente una nuova riformulazione, per cui si rimanda al triennio in questione per verificare tutti gli aggiornamenti del caso.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

LA REDAZIONE CONSIGLIA

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Nido aziendali: vi sveliamo quali sono i vantaggi di questi Asili

Nido aziendali: vi sveliamo quali sono i vantaggi di questi Asili

Anche nella nostra società "moderna", nella coppia la cura dei figli è affidata quasi sempre alla madre, che si trova costretta a scegliere un lavoro part-time o a rinunciare al proprio lavoro fuori casa. Per tali ragioni, sempre più spesso, le neo-mamme affidano la propria prole a nonni, famigliari o amici. Anche se a volte con non poche preoccupazioni.Durante la propria assenza, una mamma vorrebbe lasciare il proprio figlio in strutture gestite da personale specializzato particolarmente attento all’aspetto pedagogico e al rapporto con i genitori.

Domanda maternità obbligatoria: come ottenere il congedo?

la domanda per il congedo di maternità obbligatoria

Il congedo per la maternità è obbligatorio per una serie di categorie di lavoratori dipendenti: occupate, lavoratrici a domicilio, colf, lavoratrici sospese, badanti, agricole, ecc.

Lavoro in Molise: scopri come trovarlo!

Scopriamo tante entusiasmanti offerte di lavoro in Molise

Trovare lavoro in Molise può risultare difficile, specie quando molti sono disposti ad attraversare l’Italia pur di ottenere un impiego. 

La cassa previdenza per i commercialisti: aliquote e modalità d'iscrizione

La cassa previdenza per i commercialisti: aliquote e modalità d'iscrizione

In materia di pensione, previdenza e assistenza legata ai lavoratori professionisti e ai lavoratori autonomi esistono casse di previdenza speciali create appositamente per queste categorie lavorative.

CCNL per l'industria: un approfondimento che non puoi perdere

Immagine usata nell'articolo CCNL per l'industria: un approfondimento che non puoi perdere

La presenza di un CCNL per l'industria, ovvero di un Contratto collettivo nazionale del Lavoro e di settore, è fondamentale per regolare al meglio le dinamiche di lavoro e le direttive di una determinata categoria lavorativa.

Leggi anche...

La tessera sindacale: la voce del lavoratore

Iscriversi ad un sindacato è un diritto di tutti i lavoratori: possedere una tessera sindacale equivale ad avere una garanzia e un sostegno in tutte le difficili situazioni che si possono presentare nella vita lavorativa.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Come fare una busta paga: gli elementi da indicare sul cedolino

immagine esemplificativa di come fare una busta paga

Se volete sapere come fare una busta paga, sappiate che l’intestazione dei dati dell’azienda e l’intestazione dei dati del lavoratore, la posizione INPS e la posizione INAIL, dovranno essere riportati nella parte superiore o testa del documento.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavoro in Molise: scopri come trovarlo!

Scopriamo tante entusiasmanti offerte di lavoro in Molise

Trovare lavoro in Molise può risultare difficile, specie quando molti sono disposti ad attraversare l’Italia pur di ottenere un impiego. 

Leggi tutto...
Go to Top