Quanti desiderino richiedere una licenza per tabacchi si ha necessità di questo certificato grazie al quale sarà quindi possibile svolgere un mestiere sicuramente ben retribuito e dotato di una notevole indipendenza.

Il proprietario di una tabaccheria avrà inoltre dei clienti fissi che abitano nelle vicinanze della stessa, sempre pronti a richiedere sigarette oppure gratta e vinci per tentare la fortuna.

Ottenere la documentazione necessaria

È possibile aprire una tabaccheria dal nulla oppure prendere in gestione una già esistente. È necessario, per ottenere la licenza per tabacchi, fare la partita Iva, essendo questo un futuro luogo di scambio commerciale.

La licenza per tabacchi viene rilasciata dai monopoli di stato; per ottenerla, serve la consegna di una domanda presso gli uffici della regione dove si intende aprire il tabacchino. I termini di scadenza per la consegna della domanda di licenza per tabacchi sono relativi ai primi tre mesi dell’anno solare, decorsi i quali sarà necessario aspettare un anno. Nei casi in cui un gestore voglia vendere la propria attività, sarà invece sufficiente il passaggio di proprietà da redigere di fronte a un notaio evitando tutte le altre fasi burocratiche.

Redigere la domanda per ottenere la licenza per tabacchi

immagine per  licenza per tabacchi

La domanda per la licenza per tabacchi dovrà essere compilata in ogni sua parte; se essa viene accettata, si farà un’asta pubblica nelle zone con più 30.000 abitanti, mentre nelle altre aree si procederà attraverso un concorso pubblico. La risposta alla domanda consegnata non è di sicuro positiva ma potrà essere anche di parere opposta. Qualora prevalga il sì (di solito atteso verso il mese di aprile), il richiedente di licenza riceverà presso la sua dimora una raccomandata con la data della gara che sarà indetta. La risposta contenente il “no” potrebbe verificarsi invece per non aver rispettato i criteri delle distanze, la scelta errata della zona dove aprire il negozio oppure una compilazione errata della domanda presentata all’AAMS (Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato).

Aprire una nuova tabaccheria: le distanze dagli altri rivenditori

Riguardo al luogo dove aprire la tabaccheria in questione, per ottenere la licenza per tabacchi e d esercitare tale attività, esistono dei limiti territoriali ben definiti che variano da comune a comune e in base anche alla densità di popolazione della zona prescelta.

Le distanze tra una attività e l'altra

La licenza per tabacchi viene ad esempio rilasciata se: essa si trova a non meno di 200 metri per i comuni con più di 100.000 abitanti; 300 metri, tra i 10.000 e i 30.000 250 per quelli che hanno popolazione compresa tra i 30.000 a i 100.000 abitanti. Per i comuni che abbiano meno di 10.000 abitanti, la distanza sarà invece di 200 metri. Esistono tuttavia anche altri fattori da considerare: con meno di 30 mila abitanti viene indetto un concorso privato e in caso di condizioni di parità vengono privilegiati o data prelazione a soggetti con invalidità al 40%, invalidi di guerra oppure famiglie numerose con diversi figli a carico. Qualora il limite invece sia superiore a quello appena citato, si procederà per asta pubblica.

Perché aprire questa attività in tempo di crisi

In un momento in cui la gente tende a spendere il meno possibile, verrebbe da pensare che aprire un esercizio commerciale oggi non sia la scelta più saggia; il discorso delle tabaccherie è leggermente differente.

Un' attività abilmente posta nei pressi di scuole o uffici pubblici, ad esempio, avrà una inesauribile vendita di materiali di cancelleria, consentendo così di arginare l'ostacolo crisi.
Altra menzione va fatta per i gratta e vinci, un tipo di prodotto che sta prendendo sempre più piede tra gli acquisti degli italiani. I gratta e vinci stanno diventando infatti un passatempo tra i più utilizzati dai nostri concittadini: sarà per la crisi che induce le persone a tentare la fortuna per risolvere i problemi economici, sarà per l’adrenalina del gioco derivante soprattutto dagli ultimi concorsi (per esempio il Win for Life che assegna una vincita mensile per venti anni oppure addirittura una casa), fatto sta che questo gioco sta colpendo milioni di italiani. Purtroppo alcune volte il gioco si trasforma in ludopatia e non sono pochi i casi di persone che si rovinano per aver speso lo stipendio o la pensione nei gratta e vinci nell’attesa di una vincita milionaria. Ovviamente, sia per i gratta e vinci che per gli altri prodotti del tabacchino, come per esempio le sigarette, la percentuale al negozio sarà minima perchè il maggior gettito finirà nelle casse dello Stato.

Le rapine e i furti

Purtroppo non è tutto rose e fiori perchè basta digitare questa parola sul motore di ricerca Google per leggere le ultime notizie. Sono tutte notizie infatti relative a furti e rapine di negozi svaligiate: tabaccherie assalite o spaccate sono l’altra faccia della medaglia di chi si apre questo locale e deve registrare un danno da migliaia di euro oltre i danni morali e psicologici. Se questi locali vengono puntualmente presi d’assalto dai delinquenti, sarebbe necessario un cambiamento delle regole o un controllo più stringente delle forze dell’ordine per evitare simili guai e dare più serenità ai titolari di poter lavorare serenamente, senza la paura di poter subire una rapina da un momento all’altro.





Potrebbe interessarti

Dimissioni senza preavviso: numero di giorni e casi particolari

Immagine esemplificativa utilizzata all'interno dell'articolo Dimissioni senza preavviso: numero di giorni e casi particolari

Le dimissioni hanno effetto dal momento in cui il datore di lavoro ne viene a conoscenza (non è richiesta l’accettazione). 

L'Ammortizzatore sociale: tutto sulla riforma che cambia l'Italia

Immagine esemplificativa di ammortizzatore sociale

Secondo quanto previsto dall'attuale Governo, i nuovi ammortizzatori sociali entreranno a regime non più nel 2015, ma molto più probabilmente la transizione sarà effettuata a partire dal 2017. Attualmente, il sistema di ammortizzatori sociali, all'analisi del Governo per la riforma, mostra una serie di disomogeneità fra i vari settori del lavoro, per quanto riguarda la tutela e le tipologie contrattuali.

Modulistica INAIL: ecco la guida definitiva che stavi cercando

Immagine esemplificativa per l'articolo Modulistica INAIL: ecco la guida definitiva che stavi cercando

La sicurezza all'interno del proprio settore lavorativo è fondamentale; è un diritti di tutti i lavoratori che va protetto e assicurato a chiunque. 

Manovra anti-coronavirus: ecco le norme del decreto a sostegno dell'Italia

La manovra anti-corona virus è stata approvata oggi a seguito di un’importante riunione del Consiglio dei Ministri. È stata infatti finalmente approvato il decreto denominato "Cura Italia". In esso sono contenute le norme a sostegno dell’Italia e le misure economiche necessarie a rispondere all'emergenza dovuta al coronavirus.

Come scrivere un autocertificazione e i casi in cui utilizzarla

La dichiarazione sostitutiva di certificazione può essere necessaria anche nel campo lavorativo.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Contratto di lavoro a tempo indeterminato: tutto sull'argomento

immagine per contratto di lavoro a tempo indeterminato

Esistono infatti diverse forme di contratti di lavoro. C’è quello a tempo determinato, quello di collaborazione occasionale e il Co.Co.pro. Il più ambito tra le tipologie di contratti lavorativi però, nonché quello solitamente più utilizzato dai datori di lavoro, è sicuramente il contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Libero professionista: scopriamo questa figura lavorativa

Il libero professionista è colui che, dopo aver acquisito determinate nozioni di natura pratica e intellettuale mediante specifici percorsi di studio e formazione, offre le sue prestazioni professionali per uno o più committenti.

Legge sull'imprenditoria giovanile: scopri gli incentivi per te!

giovani imprenditori

La legge 95/95 per l’imprenditoria giovanile prevede finanziamenti per i giovani ragazzi che hanno un’idea imprenditoriale, ma non hanno attuarla per mancanza di fondi.

Quota 100: tutto sul progetto rilanciato dal M5s

Imagine esemplificativa che rimanda alla quota 100

Con il termine Quota 100 si intende la proposta diretta ad anticipare l'età pensionabile dei lavoratori che sono regolarmente iscritti ai fondi di previdenza che gestisce l'assicurazione generale obbligatoria, ovvero l’AGO; alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi, alla gestione separata per i fondi sostitutivi e per quelli esclusivi dell'assicurazione generale obbligatoria. 

Dichiarazione redditi: 730 o modello Unico? Scopri le differenze

Immagine esemplificativa utilizzata all'interno dell'articolo Dichiarazione redditi: 730 o modello Unico? Scopri le differenze

La dichiarazione dei redditi rappresenta uno strumento fiscale con il quale il contribuente va a dichiarare i propri redditi e corrisponde i relativi tributi al fisco. Sulla base del D.P.R. 600/73, le dichiarazioni dei redditi sono un atti pubblici che possono essere consultati gratuitamente. 

Leggi anche...

Il calcolo per la ritenuta d'acconto: una guida completa

Lavorare come hostess richiede il pagamento attraverso ritenuta d'acconto

Cosa deve utilizzare un lavoratore dipendente per dichiarare le sue ritenute fiscali? Quali sono i moduli che deve presentare? Per il diritto tributario italiano, e quindi in area fiscale, il termine ritenuta d'acconto identifica una trattenuta fatta dallo Stato su un compenso assoggettato a tassazione, che viene corrisposto dal sostituto di imposta verso un altro soggetto, chiamato percipiente. Ecco una guida dettagliata sul metodo per calcolare e dichiarare la ritenuta d'acconto.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Il calcolo per la ritenuta d'acconto: una guida completa

Lavorare come hostess richiede il pagamento attraverso ritenuta d'acconto

Cosa deve utilizzare un lavoratore dipendente per dichiarare le sue ritenute fiscali? Quali sono i moduli che deve presentare? Per il diritto tributario italiano, e quindi in area fiscale, il termine ritenuta d'acconto identifica una trattenuta fatta dallo Stato su un compenso assoggettato a tassazione, che viene corrisposto dal sostituto di imposta verso un altro soggetto, chiamato percipiente. Ecco una guida dettagliata sul metodo per calcolare e dichiarare la ritenuta d'acconto.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavoratori esposti all'amianto: conosci i benefici pensionistici?

Immagine usata per illustrare l'articolo Lavoratori esposti all'amianto: conosci i benefici pensionistici?

La legge prevede degli incentivi e dei benefici per i lavoratori esposti all'amianto, ovvero per tutti quei dipendenti costretti a lavorare in edifici costruiti con polvere d'amianto e sostanze affini quali crisotilo, crocidolite, tremolite ecc.

Leggi tutto...
Go to Top