Il Contratto Collettivo Nazionale Commercio e Servizi, suddivide le categorie di lavoratori in diversi livelli, differenziati in base alle competenze e alle qualifiche degli stessi. La classificazione del personale delle imprese commerciali è dunque strutturata in sette livelli.

I livelli iniziali del CCNL commercio

Il primo dei livelli ccnl commercio è quello dei lavoratori ad alto contenuto professionale e aventi anche importanti responsabilità esecutive. Il secondo livello raggruppa invece i lavoratori detti di concetto, che lavorano come autonomi o che svolgono mansioni di controllo e coordinamento. Al secondo livello fanno inoltre parte tutte quelle attività che presentano una componente creativa legata una determinata professionalità tecnica e scientifica.

Livelli avanzati CCNL

Il terzo dei livelli ccnl commercio rappresenta invece l'ambito lavorativo di coloro che necessitano di specifiche e adeguate competenze tecniche per svolgere la loro attività. Al quarto livello appartengono i lavoratori che hanno compiti di natura operativa, nonché di vendita, con annesse operazioni complementari. Di questo livello fanno parte anche i lavoratori adibiti che svolgono mansioni, richiedenti specifiche conoscenze tecniche e particolari capacità tecnico-pratiche.

Livelli per i più qualificati

Il quinto dei livelli ccnl commercio è quello dei lavoratori che svolgono attività qualificate, nelle quali sono richieste normali conoscenze e adeguate capacità tecnico pratiche. Il sesto livello raccoglie coloro che svolgono lavori che prevedono la conoscenza di semplici conoscenze pratiche.

Il settimo dei livelli ccnl commercio è infine rappresentato dai lavoratori che svolgono attività di pulizia o affini.

A quali sfere si riferisce il contratto

Contratto collettivo nazionale di lavoro (CCNL) del commercio per i dipendenti di aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi disciplina tutta la penisola italiana e si riferisce ai contratti a tempo indeterminato, ai rapporti di lavoro a tempo determinato, che si attuano in tutte le aziende che operano nel settore terziario di distribuzione, mercato e servizi. E’importante sapere che sono comprese anche le società che svolgono la vendita di prodotti e servizi per corrispondenza e il commercio elettronico, che fanno parte dei settori merceologici, servizi e commercio. Esistono due differenti settori che appartengono a queste categorie , all’interno dei quali collaborano diverse aziende e società che operano nel settore della distribuzione e dei servizi , nell’elenco che segue sono illustrate le aree di attività che operano all’interno del settore del commercio.

  • Dettaglio, che riguarda i negozi o le piccole attività svolte da privati o società.
  • Ingrosso, vale a dire i negozi dove i commercianti acquistano la merce che poi venderanno al pubblico, all’interno della propria attività.
  • Distribuzione organizzata e moderna.
  • Importazione, vale a dire l’acquisto di beni che arrivano dai paesi esteri.
  • Esportazione, cioè la vendita di prodotti all’estero.
  • Commercializzazione, tutte le attività legate alla vendita dei prodotti.
  • Assistenza veicoli.
  • Ausiliari del commercio e attività commerciali con i paesi che si trovano all’estero.

L’elenco che segue illustra invece le attività che appartengono al settore definito dei servizi.

  • ICT.
  • Ausiliari dei servizi.
  • Servizi rivolti alle organizzazioni, imprese, alle persone e ai servizi di rete.

E’importante sapere che ogni anno, le Organizzazioni Sindacali Nazionali e la Confcommercio si riuniscono per fare un esame della situazione produttiva ed economica di ogni settore. Durante la seduta le due organizzaioni si occupano anche di trovare le eventuali prospettive di sviluppo, la possibilità di attuare processi di affiliazione e terziarizzazione ecc. Lo Stato tramite diverse risorse operative, come la Guardia di Finanza, controlla l’attuazione del CCNL ed è importante sapere che le aziende che per diversi motivi non rispettano le norme contrattuali in esso contenute, sono tenute al pagamento di onerose sanzioni e nei casi più gravi alla chiusura dell’attività.

 



Potrebbe interessarti

Modello curriculum tedesco: per chi cerca lavoro in Germania

Come scrivere un curriculum? Quanti di voi si pongono questa domanda? Non è difficile scrivere un curriculum vitae se si tengono a mente delle semplici regole di base, la difficoltà sta nel saper comunicare di essere la persona ideale per la posizione ricercata, esprimere il proprio interesse e far emergere le proprie competenze attraverso un foglio. Scrivere un buon curriculum, questo è difficile.

Leggi tutto...

Licenza tabaccheria: come fare per aprirla?

Quanti desiderino gestire una tabaccheria hanno bisogno della relativa licenza; grazie a questo certificato sarà quindi possibile svolgere un mestiere sicuramente ben retribuito e dotato di una notevole indipendenza.

Leggi tutto...

Il contratto a tempo determinato: durata e proroga

Tra le cose da valutare quando si cerca un lavoro, è importante in primis informarsi sulla miriade di contratti di lavoro possibili e previsti dalla Legge italiana, al fine di conoscere e sapere cosa si andrà a firmare e se la tipologia contrattuale sia la più consona alle proprie esigenze.

Leggi tutto...

Estratto conto contributivo

Prima di riscuotere la rata della pensione, è bene controllare il suo ammontare e quello che eventualmente non quadra in merito. Un lavoratore ha la possibilità di valutare la propria posizione previdenziale servendosi dell'estratto conto contributivo.

Leggi tutto...

Lavoro tempo indeterminato: tutto su contratti e licenziamenti

La ricerca di un posto di lavoro è sempre complicata. È necessario valutare diversi fattori, quali attitudini personali e percorso di formazione di colui che lo sta cercando. È inoltre importante conoscere a fondo i tipi di contratto presenti in Italia al fine di evitare errori.

Leggi tutto...

I più condivisi

Lavorare come hostess: ecco alcuni spunti

Chi ancora studia o coloro che hanno già un impiego full o part time possono trovare interessanti le offerte di lavoro come hostess o promoter.

Leggi tutto...

Lavoro baby sitter: i compiti, la selezione, il contratto e lo stipendio

Il lavoro di baby sitter è forse sottovalutato. La "tata" è colei che si occupa dei nostri piccoli quando siamo fuori casa. Un mestiere del genere, un tempo tanto importante, oggi sembra essere diventato un'occupazione (preferita dalle giovani) per ottenere un pò di denaro ed avere un lavoro part-time.

Leggi tutto...

Trasferte di lavoro: caratteristiche e indennità di trasferta

Le trasferte di lavoro comportano un cambiamento provvisorio, rispetto a quanto scritto nel contratto, del luogo in cui il lavoratore svolge le sue mansioni.

Leggi tutto...

Livello CCNL: tutto quello che devi sapere!

Ciascun CCNLsi basa su l’accordo di diversi soggetti in merito a determinate materie. In base al livello del CCNL vengono prese decisioni diverse, ma significative per la contrattazione stessa.

Leggi tutto...

Il contratto a intermittenza: in cosa consiste questo contratto?

Il contratto di lavoro a intermittenza (detto anche “a chiamata” oppure “job on call”) è regolamentato dagli articoli 33-40 del decreto legislativo 276/03 modificato in parte dalla legge 92/2012. Il lavoratore si presta a offrire le proprie prestazioni per periodi specifici e stabiliti durante la settimana, il mese o l'anno, dedicandosi ad attività di natura saltuaria.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Licenza tabaccheria: come fare per aprirla?

Quanti desiderino gestire una tabaccheria hanno bisogno della relativa licenza; grazie a questo certificato sarà quindi possibile svolgere un mestiere sicuramente ben retribuito e dotato di una notevole indipendenza.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavorare in Abruzzo: conosci queste opportunità?

Ampliamo la nostra sezione dedicata alle offerte di lavoro sul territorio nazionale, regione per regione. In questa pagina suggeriamo alcuni dei link utili per chi è interessato alle offerte per lavorare in Abruzzo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Contributi in conto esercizio

Il contributo in conto esercizio viene erogato per facilitare le spese di gestione (personale, pubblicità, viaggi, locazioni immobiliari, oneri finanziari, ecc.), che le imprese devono sostenere a fronte di un determinato progetto.

Leggi tutto...
Go to Top