La manovra anti-corona virus è stata approvata oggi a seguito di un’importante riunione del Consiglio dei Ministri. È stata infatti finalmente approvato il decreto denominato "Cura Italia". In esso sono contenute le norme a sostegno dell’Italia e le misure economiche necessarie a rispondere all'emergenza dovuta al coronavirus. Giuseppe Conte, presidente del Consiglio, ha tenuto una conferenza dopo la riunione, esprimendo prima di tutto la vicinanza agli italiani e mettendo in campo circa 25 miliardi di denaro e attivando flussi per circa 350 miliardi. Si tratta di una manovra economica importanti che preannuncia nel prossimo futuro nuove misure come un piano di investimenti ingenti, semplificazione e riduzione delle tasse atte a rilanciare il Paese.

Insieme a Conte, ha preso la parola anche Roberto Gualtieri, ministro dell'Economia, che chiarisce come il governo ha adoperato immediatamente tutte le risorse appena messe a disposizione per combattere il COVID-19.

3,5 miliardi per emergenza sanitaria, il primo intervento

In base alle indicazioni fornite in conferenza stampa dal ministro, sono stati confermati i principali provvedimenti tanto attesi. Sono stati identificati 5 assi di intervento; primo fra tutti l’aggiuntivo, e significativo, finanziamento il SSN (Sistema Sanitario Nazionale) e per la Protezione civile per un totale di quasi 3,5 miliardi.

Nel dettaglio, si parla in primis dell'assunzione di 20 mila persone circa con le relative coperture. Sale anche il Fondo emergenze nazionali con ben 1,65 miliardi di cui 150 milioni circa stanziati per gli straordinari dei lavoratori sanitari e 340 milioni circa per aumentare i posti letto nelle terapie intensive. Poi, ci sono 50 milioni destinati a finanziamenti agevolati oppure contributi per le imprese produttrici di mascherine e simili (gestiti da Invitalia). Fra le altre cose, si è parlato della possibilità di confiscare alberghi per far fronte all’emergenza con una disposizione di 150 milioni.

Lavoro: aziende con un solo dipendente anche per voi cassa integrazione in deroga

Questo argomento “vale oltre 10 miliardi" e riguarda il sostegno per l'occupazione, per il mantenimento del reddito e la difesa del lavoro. Nessuno, infatti dovrà perdere il posto a causa del coronavirus. Ciò è quello che ha ribadito Nunzia Catalfo, ministra del Lavoro, che ha dettagliato le risorse di 1,3 miliardi destinate al Fondo integrazione salariale e i 3,3 miliardi destinati alla cassa integrazione in deroga. Quest’ultima coprirà anche le aziende che hanno un solo dipendente. Precisiamo che il Governo ha disposto un massimo di 9 settimane di cig.

È stata quindi confermata anche la copertura dei lavoratori autonomi e stagionali o altre forme, mediante un assegno di 600 euro nel mese di marzo. Questo rappresenta un indennizzo per quasi 5 milioni di persone. Inoltre, per autonomi e liberi professionisti, questo decreto stanzia 3 miliardi circa per tutelare nel periodo di inattività. In più viene confermato il Fondo per reddito ultima istanza che va a coprire gli esclusi dall'indennizzo dei 600 euro, inclusi i professionisti iscritti agli ordini; si tratta di una dotazione di 300 milioni.

Abbiamo visto anche la sospensione dei contributi previdenziali, per tali categorie, infatti Gualtieri ha parlato di un taglio al cuneo fiscale destinato ai lavoratori dipendenti: ecco quindi il premio di 100 euro per chi va sul posto di lavoro nel mese di marzo, sino a u reddito di 40 mila euro.

Sempre in tema lavoro viene prevista un'estensione del congedo parentale fino a 15 giorni (retribuiti al 50%) o un voucher baby-sitter per il valore di 600 euro (speciale bonus per personale sanitario e Forze dell'ordine che vale mille euro) per coloro che devono stare a casa con figli sino a 12 anni.

Riguardo ai permessi della legge 104, questi, nei mesi di marzo e aprile saranno aumentati a 12 giorni (sono stati stanziati 500 milioni).

Viene confermato anche l’intervento sui licenziamenti, che saranno congelati. Questa misura riguarda le procedure avvenute dal 23 febbraio in poi, ovvero, da quando è esplosa scoppiata l'emergenza sanitaria.

Inoltre, per i lavoratori in quarantena, è confermato il computo nel periodo di astensione come malattia.

Imprese e famiglie: scattano le garanzie pubbliche

Un altro argomento trattato è stato il sistema del credito e le agevolazioni dell'erogazione di liquidità. Si conferma la sospensione di rate del mutuo e dei prestiti a garanzia pubblica (dalle anticipazioni, dovrebbe parlarsi di 5 miliardi). Il titolare delle Finanze ha citato l'intervento statale sia con potenziamento del Fondo di garanzia che con il Fondo Gasparrini per sospendere le rate dei mutui per i lavoratori autonomi o per chi ha perso il lavoro e con una garanzia pubblica che permetta al sistema bancario di bloccare le rate dei prestiti ed estendere i finanziamenti.

Potenziato anche il Fondo centrale di garanzia per le piccole e medie imprese grazie all’attivazione della gratuità di garanzia prestata dal fondo.

Obblighi e versamenti slittano

In campo fiscale, è confermato il rinvio di obblighi fiscali e sospensione dei pagamenti delle ritenute, contributi previdenziali assistenziali e premi per assicurazione obbligatoria. Per imprese che fatturano sino a 2 milioni, il ministro dell'Economia, ha citato un differimento sino al 31 maggio. Per determinate categorie che sono direttamente state colpite da questa crisi, la data si allunga oltre il termine stabilito. Quindi si parla di turismo, ristorazione, trasporti, cinema e teatri, istruzione, sport, fiere ed eventi).

Differito anche il versamento dell’Iva nel mese di marzo. Si pensa ad un futuro versamento in unica soluzione o tramite cinque rate mensili.

Fra le more, vediamo un bonus di 100 euro esentasse destinato ai lavoratori dipendenti con reddito annuo sotto i 40 mila euro, e che svolgano la professione sul luogo di lavoro (quindi non smart working).

Giunge notizia anche di un credito d'imposta pari al 60% sull'affitto di marzo per i negozi ed estesa deducibilità per le donazioni elargite dalle imprese per l'emergenza. Le persone fisiche, invece, godono della detraibilità sino a 30 mila euro.

Fra le altre misure, vi saranno anche 85 milioni destinati alle scuole per dotazioni tecnologiche atte a supportare le lezioni a distanza.

 





Potrebbe interessarti

Ape Social: l’anticipo pensionistico a carico dello Stato

Imagine sull'anticipo pensionistico

La Pensione, come tutti noi ben sappiamo, è l’insieme di contributi che abbiamo versato nel corso dei decenni che ci vengono riconosciuti in parte e ci permettono nella vecchiaia di avere un sussidio economico per continuare ad avere uno stile di vita quanto meno dignitoso. 

Riforma del lavoro: la storia degli ultimi interventi

Immagine esemplificativa di un contratto dopo la riforma del lavoro

Il Governo Monti ha presentato, dopo delle riunioni con partiti e associazioni sindacali, la sua riforma per il lavoro. Si prevedono modifiche per l’articolo 18, ammortizzatori sociali, contratti di lavoro e cassa integrazione.

Busta paga badante: regolarizza l'assistente domestica!

La figura della badante si occupa di fornire assistenza presso il domicilio degli anziani; molto utilizzata in Italia, gode di regolare inquadramento. Prima di soffermarci ad analizzare gli elementi che costituiscono la busta paga della badante, approfondiremo alcune notizie circa questa risorsa così preziosa per la società odierna.

Inps: modulistica online e attività dell'Ente

Il sito dell'Inps dispone di un'assistenza virtuale, utile a guidare l'utente tra i vari moduli Inps presenti all'interno del portale e ad aiutarlo nella compilazione degli stessi. Il servizio di modulistica Inps è molto comodo soprattutto se si è impossibilitati a recarsi presso gli uffici più vicini al luogo di residenza a recuperare i moduli cartacei.

La tessera sindacale: la voce del lavoratore

Iscriversi ad un sindacato è un diritto di tutti i lavoratori: possedere una tessera sindacale equivale ad avere una garanzia e un sostegno in tutte le difficili situazioni che si possono presentare nella vita lavorativa.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Contratto collettivo nazionale del lavoro (CCNL)

Scopri tutto sul contratto nazionale del lavoro

Il contratto collettivo nazionale di lavoro è il contratto che ha per contraenti: le associazioni sindacali di lavoratori e datori di lavoro. Il contratto collettivo nazionale di lavoro ha come fine quello di regolare il contenuto dei contratti individuali tra singolo lavoratore e il datore di lavoro.

Il lavoro in hotel: sai come farti assumere?

Il lavoro in hotel è una delle occupazioni del settore turistico alberghiero e dell'hospitality; nella maggior parte dei casi, coloro che desiderano ottenere un impiego in questo campo devono possedere una buona conoscenza e preparazione del settore turistico.

Contratto a intermittenza: in cosa consiste questo contratto?

tipologia di contratto ad intermittenza

Il contratto a intermittenza (detto anche “a chiamata” oppure “job on call”) è regolamentato dagli articoli 33-40 del decreto legislativo 276/03 modificato in parte dalla legge 92/2012. Il lavoratore si presta a offrire le proprie prestazioni per periodi specifici e stabiliti durante la settimana, il mese o l'anno, dedicandosi ad attività di natura saltuaria.

Lavoro baby sitter: i compiti, la selezione, il contratto e lo stipendio

Il lavoro di baby sitter è forse sottovalutato. La "tata" è colei che si occupa dei nostri piccoli quando siamo fuori casa. Un mestiere del genere, un tempo tanto importante, oggi sembra essere diventato un'occupazione (preferita dalle giovani) per ottenere un pò di denaro ed avere un lavoro part-time.

Doppio lavoro: quando è lecito?

svolgere un doppio lavoro

Il doppio lavoro è lecito? Un secondo lavoro si può integrare con un part-time? È sempre vietato il doppio lavoro per un dipendente nella pubblica amministrazione? In questa guida cercheremo di rispondere a tutte le domande e considerare i casi, nel pubblico e nel privato, in cui fare un secondo lavoro è lecito e non può essere impedito dal datore. 

Leggi anche...

Imprenditoria femminile a fondo perduto: quali sono le novità?

Immagine esemplificativa contenuta nell'articolo Imprenditoria femminile a fondo perduto: quali sono le novità?

L’acuirsi della crisi economica e la mancanza di lavoro, hanno negli ultimi anni ingenerato un forte aumento dell’interesse dei cittadini italiani verso l’imprenditoria femminile e i finanziamenti a fondo perduto

Leggi tutto...

Leggi anche...

Il lavoro in hotel: sai come farti assumere?

Il lavoro in hotel è una delle occupazioni del settore turistico alberghiero e dell'hospitality; nella maggior parte dei casi, coloro che desiderano ottenere un impiego in questo campo devono possedere una buona conoscenza e preparazione del settore turistico.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Riforma pensioni 2012: novità del calcolo contributivo

Immagine usata nell'articolo Riforma pensioni 2012: novità del calcolo contributivo

La riforma pensioni varata dal Governo Monti prevede che dal 1° gennaio 2012, le anzianità raggiunte dopo il 31 dicembre 2011 saranno calcolate con il sistema di calcolo contributivo.

Leggi tutto...
Go to Top