Le nuove tecnologie, esponenzialmente, giorno dopo giorno, stanno registrando un cambiamento radicale nella vita più pratica della società e, proprio a causa di ciò, pilastri dell’organizzazione mondiale, come quello economico, con particolare riferimento all’area finanziaria, ne vengono influenzati significativamente. 

Alla luce di ciò, sicuramente una nota di riguardo va dedicata alla nascita e alla diffusione delle cripto valute, anche dette monete virtuali, di cui la più diffusa e conosciuta è sicuramente il bitcoin.  Tra le più significative applicazioni della tecnologia digitale al settore finanziario, quella delle criptovalute è sicuramente la più incisiva.

Il termine crittovalute nasce da un’italianizzazione della parola cryptocurrency, che sta a indicare una rappresentazione digitale  di valore basata sulla criptografia. La tecnologia che sfruttano tutte le crittovalute è quella peer-to-peer, ovvero su reti in cui i dispositivi lavorano tra pari. Se avete presente il paradigma client-server, con il peer-to-peer non ci sarà mai una gerarchia: i nodi della rete risultano costituiti da computer di utenti, collocati potenzialmente su tutto il pianeta.L'etimologia del vocabolo deriva dalla fusione della parola crittografia e della parola valuta: la corretta traduzione italiana è dunque crittovaluta, ovvero un asset digitale paritario e decentralizzato. La criptovaluta non la si può però prendere in mano, on esiste in forma fisica e anche per questo viene definita virtuale: si genera e si scambia esclusivamente per via telematica. Dimenticatevi dunque di carta e monete: questo è il futuro. Oggi la moneta criptocurrency sta cambiando il paesaggio finanziario drasticamente, ma quali sono i fattori che la differenziano dalla nostra attuale moneta legale?

Bitcoin e criptovalute, la storia e le differenze

Quando parliamo di bitcoin, ci riferiamo soltanto a una delle tante criptovalute in circolazione. Esattamente come l’euro, insomma, che di certo non è la sola moneta che circola ovunque nel mondo. D’altro canto, è bene ricordare che il Bitcoin è stata la prima criptovaluta universalmente riconosciuta, sia dal pubblico che da un punto di vista mediatico. Questo primato è indubbiamente dipeso dal suo elevato valore. Questo metodo di pagamento risale al lontano 2009 e il suo inventore è conosciuto in tutto il mondo soltanto con uno pseudonimo, ovvero Satoshi Nakamoto. Questo tipo di moneta, esattamente come le altre criptovalute non viene controllata da banche, ma il suo valore dipende soltanto dalla domanda e dall’offerta. Ogni criptvaluta viene gestita su una piattaforma specifica e ha il proprio valore e Bitvavo rappresenta una delle piattaforme più semplici e immediate da utilizzare per i piccoli investitori che decidono di muovere i primi passi nel grande mare delle monete elettroniche. Ma perché nascono queste monete elettroniche? Senza dubbio per non perdere valore a causa dell’inflazione, come invece accade alle normali monete in circolazione oggi. Inoltre, consideriamo anche che la Banca Centrale Europea (BCE) emettendo denaro deve far perdere alla moneta in circolazione, l’euro, una minima parte del suo valore. La criptovaluta invece si comporta all’opposto, perché mira ad acquisire maggiore valore col passare del tempo. Perché? Perché, al contrario di quello che avviene per la moneta “stampata”, in questo caso non viene immessa nuova moneta sul mercato elettronico o comunque una quantità molto esigua. Per comprendere meglio in cosa consiste davvero una criptovaluta, dobbiamo parlare di blockchain. Partiamo da qui: da una immaginaria catena di blocchi che venga distribuita in tutto il mondo, alla catena si può agganciare chiunque, prendendosi una parte di “chain”. Ognuno è certo di essere il solo proprietario della sua parte, in quanto eventuali modifiche o duplicazioni comporterebbero delle ulteriori modifiche a pezzi della catena che non sono di proprietà dello specifico utente. Insomma, questa immagine sta alla base di quello che avviene con le criptovalute, che consentono sempre di registrare transazioni e spostamenti di valore, esattamente come accade in una normale banca. Inoltre, la catena di blocchi rende davvero difficile furti o duplicazioni. Inoltre le transazioni avvengono attraverso degli automatismi, senza intermediari, al contrario delle operazioni bancarie che facciamo, in cui è sempre l’istituto bancario a fare da tramite. In questo modo, invece, effettuando un pagamento con una criptovaluta, facciamo a meno degli intermediari.

Le differenze tra valuta fiat è moneta criptata: vantaggi indiscutibili

Immagine d'esempio usata nell'articolo Le monete criptocurrency cambiano il paesaggio finanziario: scopriamo Bitvavo

La moneta virtuale non richiede ponti di passaggio o intermediazioni: Chiunque decida di investire all’interno di questo settore, ottiene una metodologia sicura per quanto riguarda il possesso, senza doverla prestare ad una banca fisica. Chi possiede per cui il capitale della propria moneta, ne è il legittimo proprietario e non deve dipendere da un creditore di una banca. È essenziale fare presente che nell’attuale sistema, i cittadini non sono affatto proprietari dei soldi che possiedono( eccetto che del denaro contante), perché soldi tenuti all’interno della  banca sono, come specificato anche dal codice civile, di proprietà della banca.

Per di più, sfruttando la moneta virtuale, vengono meno tutti i costi di intermediazione, eccetto che per la bassa commissione per la formazione dei blocchi della blockchain Non è bastevole fidarsi di un ente  che garantisca il valore del denaro scambiato, il denaro crittografato non è sequestrabile e, la transazione, è riconosciuta da tutti coloro che accettino un protocollo. I costi di transazione, nel caso della moneta virtuale, sono fissati e molto bassi ma attenzione, perché nel caso di Bitcoin i costi sono al momento tenuti artificialmente elevati, causa un limite posto al blocksize per promuovere nuove tecnologie per diminuire i costi. Con una moneta immateriale i tempi si velocizzano notevolmente e, la distanza geografica non ha mai costituito un problema A causa del fatto che non sono necessarie delle banche fisiche all’interno di questo sistema, ed essendo la quantità di criptomoneta non modificabile arbitrariamente, una banca è nella totale  impossibilitata ad operare un’espansione monetaria in modo così indiscriminato. Lo Stato ha minori strumenti di controllo sull’economia virtuale, lasciando aria ad un più efficiente equilibrio di libero mercato.

Bitvavo: il più grande ed economico sistema di cambi

Oggi, per connettersi facilmente a diverse valute da un’unica piattaforma sicura, molti utenti utilizzano Bitvavo, una piattaforma che garantisce metodi di pagamento affidabili perché puoi comprare direttamente valuta digitale con i tuoi metodi di pagamento preferiti. Bitvavo non applica in alcun caso commissioni di trasferimento per i depositi in euro. In secondo luogo questa piattaforma è sicura, perché gestisce la maggior parte delle tue risorse nei cosiddetti "Cold Wallets" e protegge il tuo account con l'autenticazione a due fattori, le notifiche di sicurezza e le conferme via email. Infine Bitvavo è semplice, non devi creare un wallet per la valuta digitale che compri e vendi.

Bitvavo è inoltre accessibile sul tuo cellulare e da qualsiasi luogo.Bitvavo è il più grande ed economico sistema di cambi o criptovaluta exchange dei Paesi Bassi dove è presente anche la possibilità di acquistare, vendere, depositare e  infine prelevare valuta digitale in modo semplice e sicuro. La valuta digitale deve essere accessibile a tutti e Bitvavo offre questa possibilità attraverso le seguenti caratteristiche:

  • Una piattaforma intuitiva, di immediata lettura, capace di adattarsi sia ai trader principianti che a quelli più esperti. 
  • Presenta uno "sportello unico" dove è possibile negoziare, prelevare, depositare e conservare la valuta digitale.
  •  Una struttura di commissioni estremamente competitiva che ci permette di essere uno dei clienti di cambio più economici d'Europa, che ha anche la possibilità di ottenere dei bonus-sconti.
  •  Una piattaforma altamente sicura dove la maggior parte della valuta digitale viene salvata nei portafogli freddi.

 Un'API multifunzionale, capace di essere utilizzata per costruire numerose applicazioni.

Potrebbe interessarti

Lavoro parasubordinato: caratteristiche di questa tipologia di contrattoi

caratteristiche di un contratto parasubordinato

Il rapporto di lavoro subordinato è disciplinato dall’articolo 2094 del Codice Civile: “è prestatore di lavoro subordinato chi si obbliga mediante retribuzione a collaborare nell’impresa, prestando il proprio lavoro intellettuale o manuale alle dipendenze e sotto la direzione dell’imprenditore.”

Curriculum vitae: esempio pratico. Ecco come compilarlo passo passo

come compilare il curriculum vitae

Il curriculum vitae è composto solitamente da più sezioni le quali non differiscono poi di molto tra il formato tradizionale, quello europeo o lo schema europass (che mostreremo più avanti nel corso del nostro approfonimento).

Ispettorato del lavoro a Roma: ecco l'indirizzo e le funzioni

Ispettorato del lavoro a Roma

Il compito del Servizio Ispezione del Lavoro della Direzione Territoriale del Lavoro di Roma (ex ispettorato del lavoro di Roma) è anche quello di verificare, intervenire su eventuali violazioni in campo lavorativo e svolgere attività di conciliazione e consulenza.

Tirocini formativi attivi: scopri i requisiti e le prove di esame

ragazzi pronti per il tirocinio

La riforma d'insegnamento voluta dal Ministro Gelmini, prevede i Tirocini Formativi Attivi (TFA), utili a ottenere l'abilitazione all'insegnamento, che sarà a numero chiuso accedendovi mediante un concorso nazionale. Scopriamo cosa sono attraverso questo approfondimento.

Contributi co.co.pro: chi, come e quando versarli

I contributi co.co.pro sono versati in parte dal datore di lavoro e in parte dal lavoratore con contratto a progetto. Come i contributi degli altri lavoratori autonomi o dipendenti, i contributi co.co. pro vengono versati per 2/3 della contribuzione Inps dall’azienda, mentre la restante parta (1/3) è versata direttamente dal dipendente.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Contenuti correlati 

I più condivisi

Test selezione personale: MBTI

test di selezione per il personale

Il MBTI è probabilmente il test di selezione del personale più conosciuto ed usato negli Stati Uniti (e non solo lì). Sviluppato da Isabel Briggs Myers e da sua madre, Katharine Cook Briggs, fu pubblicato per la prima volta nel lontano 1956.

Lavoro stagionale invernale: scopri tante opportunità di guadagno

immagine per lavoro stagionale invernale

Le stagioni fredde come quella attualmente in pieno atto non portano solo le festività e il freddo, ma anche tante offerte di lavoro stagionale invernale... sulla neve!

Finanziamenti della Regione Lazio: progetti per le imprese locali

finanziamenti per la regione lazio

La Filas, acronimo per finanziaria locale di sviluppo, è una delle società strumentali che la Regione Lazio ha creato per supportare i processi di di sviluppo e di innovazione del settore imprenditoriale laziale.

Lavorare nella moda: passione, stile e guadagno. Ecco come

Per queste professionalità il percorso passa assolutamente attraverso corsi specifici, staccati dalle università, ma piuttosto nati da istituti e istituzioni diverse. Per citarne alcuni, il Polimoda di Firenze, l'Istituto Marangoni di Milano, l'Accademia Italiana di Arte, Moda e Design e, per finire, lo Ied. Molti dei corsi proposti offrono la possibilità di uno stage all'estero ma soprattutto conoscenze concrete e formative.

Contratti di lavoro atipici: quali sono?

Contratti di lavoro atipici: quali sono i contratti di lavoro atipici e quali sono le caratteristiche di ciascun tipo di contratto di lavoro atipico.

Leggi anche...

Domande colloquio: quali aspettarsi dal selezionatore

Durante un incontro motivazionale, l’esaminatore tende a fare numerosissime domande al suo interlocutore. A volte ci si chiede se alcune siano domande per un colloquio di lavoro? Non si tratta di conoscere la vostra vita privata o cose banali, l’obiettivo è quello di far emergere dalle domande la personalità oltre al profilo del candidato.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Dichiarazione redditi: 730 o modello Unico? Scopri le differenze

Immagine esemplificativa utilizzata all'interno dell'articolo Dichiarazione redditi: 730 o modello Unico? Scopri le differenze

La dichiarazione dei redditi rappresenta uno strumento fiscale con il quale il contribuente va a dichiarare i propri redditi e corrisponde i relativi tributi al fisco. Sulla base del D.P.R. 600/73, le dichiarazioni dei redditi sono un atti pubblici che possono essere consultati gratuitamente. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Outplacement individuale: conosci questo strumento di supporto al lavoro?

L'outplacement è il servizio offerto da alcune imprese autorizzate che si occupano della ricollocazione professionale dei dipendenti usciti da una azienda. Si tratta quindi di uno strumento moderno di supporto per il dipendente nel passaggio da un'azienda all'altra.

Leggi tutto...
Go to Top