Le nuove tecnologie, esponenzialmente, giorno dopo giorno, stanno registrando un cambiamento radicale nella vita più pratica della società e, proprio a causa di ciò, pilastri dell’organizzazione mondiale, come quello economico, con particolare riferimento all’area finanziaria, ne vengono influenzati significativamente. 

Alla luce di ciò, sicuramente una nota di riguardo va dedicata alla nascita e alla diffusione delle cripto valute, anche dette monete virtuali, di cui la più diffusa e conosciuta è sicuramente il bitcoin.  Tra le più significative applicazioni della tecnologia digitale al settore finanziario, quella delle cprittovalute è sicuramente la più incisiva.

Il termine crittovalute nasce da un’italianizzazione della parola cryptocurrency, che sta a indicare una rappresentazione digitale  di valore basata sulla criptografia. La tecnologia che sfruttano tutte le crittovalute è quella peer-to-peer, ovvero su reti in cui i dispositivi lavorano tra pari. Se avete presente il paradigma client-server, con il peer-to-peer non ci sarà mai una gerarchia: i nodi della rete risultano costituiti da computer di utenti, collocati potenzialmente su tutto il pianeta.L'etimologia del vocabolo deriva dalla fusione della parola crittografia e della parola valuta: la corretta traduzione italiana è dunque crittovaluta, ovvero un asset digitale paritario e decentralizzato. La criptovaluta non la si può però prendere in mano, on esiste in forma fisica e anche per questo viene definita virtuale: si genera e si scambia esclusivamente per via telematica. Dimenticatevi dunque di carta e monete: questo è il futuro. Oggi la moneta criptocurrency sta cambiando il paesaggio finanziario drasticamente, ma quali sono i fattori che la differenziano dalla nostra attuale moneta legale?

Le differenze tra valuta fiat è moneta criptata: vantaggi indiscutibili

La moneta virtuale non richiede ponti di passaggio o intermediazioni: Chiunque decida di investire all’interno di questo settore, ottiene una metodologia sicura per quanto riguarda il possesso, senza doverla prestare ad una banca fisica. Chi possiede per cui il capitale della propria moneta, ne è il legittimo proprietario e non deve dipendere da un creditore di una banca. È essenziale fare presente che nell’attuale sistema, i cittadini non sono affatto proprietari dei soldi che possiedono( eccetto che del denaro contante), perché soldi tenuti all’interno della  banca sono, come specificato anche dal codice civile, di proprietà della banca.

Per di più, sfruttando la moneta virtuale, vengono meno tutti i costi di intermediazione, eccetto che per la bassa commissione per la formazione dei blocchi della blockchain Non è bastevole fidarsi di un ente  che garantisca il valore del denaro scambiato, il denaro crittografato non è sequestrabile e, la transazione, è riconosciuta da tutti coloro che accettino un protocollo. I costi di transazione, nel caso della moneta virtuale, sono fissati e molto bassi ma attenzione, perché nel caso di Bitcoin i costi sono al momento tenuti artificialmente elevati, causa un limite posto al blocksize per promuovere nuove tecnologie per diminuire i costi. Con una moneta immateriale i tempi si velocizzano notevolmente e, la distanza geografica non ha mai costituito un problema A causa del fatto che non sono necessarie delle banche fisiche all’interno di questo sistema, ed essendo la quantità di criptomoneta non modificabile arbitrariamente, una banca è nella totale  impossibilitata ad operare un’espansione monetaria in modo così indiscriminato. Lo Stato ha minori strumenti di controllo sull’economia virtuale, lasciando aria ad un più efficiente equilibrio di libero mercato.

Bitvavo: il più grande ed economico sistema di cambi

Oggi, per connettersi facilmente a diverse valute da un’unica piattaforma sicura, molti utenti utilizzano Bitvavo, una piattaforma che garantisce metodi di pagamento affidabili perché puoi comprare direttamente valuta digitale con i tuoi metodi di pagamento preferiti. Bitvavo non applica in alcun caso commissioni di trasferimento per i depositi in euro. In secondo luogo questa piattaforma è sicura, perché gestisce la maggior parte delle tue risorse nei cosiddetti "Cold Wallets" e protegge il tuo account con l'autenticazione a due fattori, le notifiche di sicurezza e le conferme via email. Infine Bitvavo è semplice, non devi creare un wallet per la valuta digitale che compri e vendi.

Bitvavo è inoltre accessibile sul tuo cellulare e da qualsiasi luogo.Bitvavo è il più grande ed economico sistema di cambi o criptovaluta exchange dei Paesi Bassi dove è presente anche la possibilità di acquistare, vendere, depositare e  infine prelevare valuta digitale in modo semplice e sicuro. La valuta digitale deve essere accessibile a tutti e Bitvavo offre questa possibilità attraverso le seguenti caratteristiche:

  • Una piattaforma intuitiva, di immediata lettura, capace di adattarsi sia ai trader principianti che a quelli più esperti. 
  • Presenta uno "sportello unico" dove è possibile negoziare, prelevare, depositare e conservare la valuta digitale.
  •  Una struttura di commissioni estremamente competitiva che ci permette di essere uno dei clienti di cambio più economici d'Europa, che ha anche la possibilità di ottenere dei bonus-sconti.
  •  Una piattaforma altamente sicura dove la maggior parte della valuta digitale viene salvata nei portafogli freddi.

 Un'API multifunzionale, capace di essere utilizzata per costruire numerose applicazioni.





Potrebbe interessarti

Calcolo della tredicesima per la badante

Coloro che svolgono lavori domestici, come le colf e le badanti devono essere regolarizzate, soprattutto se provenienti da Paesi esteri, per poter esercitare tale professione senza problemi.

Il contratto Co.co.pro.: tutte le caratteristiche

Il contratto co.co.pro. è nato dalla Legge Biaggi come sostituzione del contratto di collaborazione coordinata e continuativa (altrimenti detto co.co.co.).

Pensione parasubordinati e autonomi

Con la legge n.98 del 26 luglio 2010, anche i parasubordinati, gli autonomi occasionali, i lavoratori con contratti co.co.co. e gli associati in partecipazione, possono richiedere la pensione all'Inps; che ha creato gestioni separate (Legge 8 agosto 1995 n. 335) apposite per regolare tali categorie di lavoratori.

Tredicesima mensilità: come si calcola (in base alla tassazione)

calcolare il pagamento della tredicesima

La tredicesima mensilità nasce con il con il CCNL, ovvero il contratto collettivo nazionale di lavoro 5 agosto 1937 e nel 1960, con il Decreto Presidente della Repubblica n. 1070, è diventato un diritto di tutti i lavoratori dipendenti, sia con contratto a tempo indeterminato che a tempo determinato.

Corsi per la sicurezza sul lavoro: perché frequentarli?

nuovi corsi sulla sicurezza sul lavoro

I corsi per la sicurezza sul lavoro vengono proposti in tutta Italia da tantissime organizzazione e da enti sparsi sul nostro territorio: ogni percorso formativo è, solitamente, caratterizzato da una parte teorica e da un apprendimento pratico, fondamentale per comprendere alla perfezione manovre e strategie necessarie per preservare sicurezza e salute sul luogo di lavoro. La formazione si conclude, poi, con dei test di verifica, superati i quali è possibile ottenere delle importanti qualifiche, degli attestati da inserire come risorsa nel proprio curriculum!

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Parliamo di Flat Tax: ecco che cos’è e come funziona!

La Flat Tax rappresenta un sistema fiscale che è caratterizzato da una, non progressiva, aliquota fissa. Essa trova applicazione in una proposta contenuta nel contratto di Governo fra M5s e Lega ed include due aliquote, di cui del 15 e del 20% per quanto riguarda i redditi da lavoro di persone fisiche, famiglie e Partite IVA; ed una, invece, fissa destinata alle imprese che reinvestono i loro utili del 15 + 5%. Inoltre, è previsto un sistema di detrazioni e deduzioni atto a garantire la progressività delle imposte.

Livello CCNL: tutto quello che devi sapere!

Ciascun CCNLsi basa su l’accordo di diversi soggetti in merito a determinate materie. In base al livello del CCNL vengono prese decisioni diverse, ma significative per la contrattazione stessa.

Calcolo pensione Inarcassa: come fare?

calcolo della pensione inarcassa

In materia di pensione e di previdenza esistono delle strutture pensionistiche apposite chiamate casse di previdenza. Le casse di previdenza sono degli organismi ben precisi ai quali fanno riferimento specifiche categorie di lavoratori: vediamo come muoversi per il calcolo pensione Inarcassa.

Telelavoro da casa: tipologie, classificazioni e vantaggi

telelavoro da casa

Il telelavoro da casa è oggi sempre più diffuso grazie ai nuovi mezzi telematici ed informatici, che consentono di lavorare dalla propria abitazione o da qualsiasi altro posto superando i limiti fisici e logistici dell'azienda.

Colloquio di gruppo: come affrontarlo?

Il colloquio di gruppo, anche detto Assesment Center, è un tipo di selezione in cui i candidati vengono invitati alla fase di recruitment insieme ad altri allo scopo di verificarne il potenziale tecnico, ma anche psico-sociale.

Contratti con Partita Iva: quali tipologie?

Il Dlgs n. 276/2003, che include al suo interno i dettami della legge delega n. 30 del 14 febbraio 2003 (legge Biagi), prevede l'inserimento di nuovi tipi di contratti, tra i quali c'è quello con partita Iva destinato alle classi di lavoratori autonomi (cooperatori, liberi professionisti, consulenti ecc.).

Leggi tutto...

Libretto Formativo del cittadino: scopriamo cos'è

Il Libretto Formativo del cittadino raccoglie e documenta le diverse esperienze di apprendimento e le competenze dei cittadini lavoratori, acquisite in ambito lavorativo e scolastico.

Leggi tutto...
Go to Top