Una nota di riguardo va dedicata alla nascita e alla diffusione delle cripto valute, anche dette monete virtuali, di cui la più diffusa e conosciuta è sicuramente il bitcoin.  Tra le più significative applicazioni della tecnologia digitale al settore finanziario, quella delle criptovalute è sicuramente la più incisiva.

Il termine crittovalute nasce da un’italianizzazione della parola cryptocurrency, che sta a indicare una rappresentazione digitale  di valore basata sulla criptografia. La tecnologia che sfruttano tutte le crittovalute è quella peer-to-peer, ovvero su reti in cui i dispositivi lavorano tra pari. Se avete presente il paradigma client-server, con il peer-to-peer non ci sarà mai una gerarchia: i nodi della rete risultano costituiti da computer di utenti, collocati potenzialmente su tutto il pianeta.L'etimologia del vocabolo deriva dalla fusione della parola crittografia e della parola valuta: la corretta traduzione italiana è dunque crittovaluta, ovvero un asset digitale paritario e decentralizzato.

La criptovaluta non la si può però prendere in mano, on esiste in forma fisica e anche per questo viene definita virtuale: si genera e si scambia esclusivamente per via telematica. Dimenticatevi dunque di carta e monete: questo è il futuro. Oggi la moneta Cryptocurrency sta cambiando il paesaggio finanziario drasticamente, ma quali sono i fattori che la differenziano dalla nostra attuale moneta legale?

Bitcoin e Cryptocurrency, la storia e le differenze

Quando parliamo di bitcoin, ci riferiamo soltanto a una delle tante criptovalute in circolazione. Esattamente come l’euro, insomma, che di certo non è la sola moneta che circola ovunque nel mondo. D’altro canto, è bene ricordare che il Bitcoin è stata la prima criptovaluta universalmente riconosciuta, sia dal pubblico che da un punto di vista mediatico. Questo primato è indubbiamente dipeso dal suo elevato valore. Questo metodo di pagamento risale al lontano 2009 e il suo inventore è conosciuto in tutto il mondo soltanto con uno pseudonimo, ovvero Satoshi Nakamoto. Questo tipo di moneta, esattamente come le altre criptovalute non viene controllata da banche, ma il suo valore dipende soltanto dalla domanda e dall’offerta.

Ogni criptvaluta viene gestita su una piattaforma specifica e ha il proprio valore e Bitvavo rappresenta una delle piattaforme più semplici e immediate da utilizzare per i piccoli investitori che decidono di muovere i primi passi nel grande mare delle monete elettroniche. Ma perché nascono queste monete elettroniche? Senza dubbio per non perdere valore a causa dell’inflazione, come invece accade alle normali monete in circolazione oggi. Inoltre, consideriamo anche che la Banca Centrale Europea (BCE) emettendo denaro deve far perdere alla moneta in circolazione, l’euro, una minima parte del suo valore. La criptovaluta invece si comporta all’opposto, perché mira ad acquisire maggiore valore col passare del tempo.

Perché? Perché, al contrario di quello che avviene per la moneta “stampata”, in questo caso non viene immessa nuova moneta sul mercato elettronico o comunque una quantità molto esigua. Per comprendere meglio in cosa consiste davvero una criptovaluta, dobbiamo parlare di blockchain. Partiamo da qui: da una immaginaria catena di blocchi che venga distribuita in tutto il mondo, alla catena si può agganciare chiunque, prendendosi una parte di “chain”. Ognuno è certo di essere il solo proprietario della sua parte, in quanto eventuali modifiche o duplicazioni comporterebbero delle ulteriori modifiche a pezzi della catena che non sono di proprietà dello specifico utente. Insomma, questa immagine sta alla base di quello che avviene con le criptovalute, che consentono sempre di registrare transazioni e spostamenti di valore, esattamente come accade in una normale banca. Inoltre, la catena di blocchi rende davvero difficile furti o duplicazioni.

Inoltre le transazioni avvengono attraverso degli automatismi, senza intermediari, al contrario delle operazioni bancarie che facciamo, in cui è sempre l’istituto bancario a fare da tramite. In questo modo, invece, effettuando un pagamento con una criptovaluta, facciamo a meno degli intermediari.

Le differenze tra valuta fiat è moneta criptata: vantaggi indiscutibili delle Cryptocurrency

Cryptocurrency

La moneta virtuale non richiede ponti di passaggio o intermediazioni: Chiunque decida di investire all’interno di questo settore, ottiene una metodologia sicura per quanto riguarda il possesso, senza doverla prestare ad una banca fisica. Chi possiede per cui il capitale della propria moneta, ne è il legittimo proprietario e non deve dipendere da un creditore di una banca. 

Per di più, sfruttando la moneta virtuale, vengono meno tutti i costi di intermediazione, eccetto che per la bassa commissione per la formazione dei blocchi della blockchain Non è bastevole fidarsi di un ente  che garantisca il valore del denaro scambiato, il denaro crittografato non è sequestrabile e, la transazione, è riconosciuta da tutti coloro che accettino un protocollo. I costi di transazione, nel caso della moneta virtuale, sono fissati e molto bassi ma attenzione, perché nel caso di Bitcoin i costi sono al momento tenuti artificialmente elevati, causa un limite posto al blocksize per promuovere nuove tecnologie per diminuire i costi. Con una moneta immateriale i tempi si velocizzano notevolmente e, la distanza geografica non ha mai costituito un problema A causa del fatto che non sono necessarie delle banche fisiche all’interno di questo sistema, ed essendo la quantità di criptomoneta non modificabile arbitrariamente, una banca è nella totale  impossibilitata ad operare un’espansione monetaria in modo così indiscriminato. Lo Stato ha minori strumenti di controllo sull’economia virtuale, lasciando aria ad un più efficiente equilibrio di libero mercato.

Bitvavo: il più grande ed economico sistema di cambi

cryptocurrency

Oggi, per connettersi facilmente a diverse valute da un’unica piattaforma sicura, molti utenti utilizzano Bitvavo, una piattaforma che garantisce metodi di pagamento affidabili perché puoi comprare direttamente valuta digitale con i tuoi metodi di pagamento preferiti. Bitvavo non applica in alcun caso commissioni di trasferimento per i depositi in euro. In secondo luogo questa piattaforma è sicura, perché gestisce la maggior parte delle tue risorse nei cosiddetti "Cold Wallets" e protegge il tuo account con l'autenticazione a due fattori, le notifiche di sicurezza e le conferme via email. Infine Bitvavo è semplice, non devi creare un wallet per la valuta digitale che compri e vendi.

Bitvavo è inoltre accessibile sul tuo cellulare e da qualsiasi luogo.Bitvavo è il più grande ed economico sistema di cambi o criptovaluta exchange dei Paesi Bassi dove è presente anche la possibilità di acquistare, vendere, depositare e  infine prelevare valuta digitale in modo semplice e sicuro. 

 Un'API multifunzionale, capace di essere utilizzata per costruire numerose applicazioni.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Ammortizzatore sociale: tutto sulla riforma che ha cambiato l'Italia

 ammortizzatore sociale

Per ammortizzatore sociale si intendono le misure volte al sostegno economico dei lavoratori che hanno perso il posto di lavoro. Si tratta di strumenti a cui le aziende ricorrono in momenti di crisi per provvedere al riordino e riorganizzazione della propria struttura e per ridimensionare il costo del lavoro.

CO CO PRO: tutte le caratteristiche di questo tipo di contratto

CO CO PRO

Il contratto co.co.pro. è nato dalla Legge Biaggi come sostituzione del contratto di collaborazione coordinata e continuativa (altrimenti detto co.co.co.).

Come fare una busta paga: gli elementi da indicare sul cedolino

immagine esemplificativa di come fare una busta paga

Se volete sapere come fare una busta paga, sappiate che l’intestazione dei dati dell’azienda e l’intestazione dei dati del lavoratore, la posizione INPS e la posizione INAIL, dovranno essere riportati nella parte superiore o testa del documento.

I più condivisi

Pensione minima INPS: di quale importo hai diritto?

persone anziane in pensione felici

In questo caso lo Stato aiuta gli interessati una somma di denaro integrativa rispetto alla pensione maturata. L’entità dell’Inps pensioni minime varia ogni anno. Il compito della riscossione dei contributi previdenziali spetta a determinati organismi, tra i quali l’Inps, l’Istituto nazionale per la Previdenza Sociale. I lavoratori che prestano sevizio nelle pubbliche amministrazioni invece versano i propri contributi all’Inpdap.

Trovare lavoro come architetto: scopri come progettare il tuo futuro!

progetto disegnato da un architetto

Vuoi trovare lavoro come architetto? La creatività e l'ingegno va spesso a braccetto anche con la realizzazione e la costruzione di case e interni per le stesse. Esistono infatti figure professionali che si occupano proprio di questo, ovvero di realizzare progetti per le vostre abitazioni seguendo i vostri gusti e le vostre esigenze.

Contributi per l’imprenditoria giovanile: a chi rivolgersi?

Non è facile ottenere dei contributi per un giovane imprenditore, ma è fattibile se si ha la tenacia di mantenersi informati e un’idea in cui credere, competitiva e convincente.

Leggi anche...

Nido aziendale: vi sveliamo quali sono i vantaggi di questi Asili

Nido aziendali: vi sveliamo quali sono i vantaggi di questi Asili

Anche nella nostra società "moderna", nella coppia la cura dei figli è affidata quasi sempre alla madre, che si trova costretta a scegliere un lavoro part-time o a rinunciare al proprio lavoro fuori casa. Per tali ragioni, sempre più spesso, le neo-mamme affidano la propria prole a nonni, famigliari o amici. Anche se a volte con non poche preoccupazioni.Durante la propria assenza, una mamma vorrebbe lasciare il proprio figlio in strutture gestite da personale specializzato particolarmente attento all’aspetto pedagogico e al rapporto con i genitori.

Leggi anche...

Outplacement individuale: conosci questo strumento di supporto al lavoro?

L'outplacement è il servizio offerto da alcune imprese autorizzate che si occupano della ricollocazione professionale dei dipendenti usciti da una azienda. Si tratta quindi di uno strumento moderno di supporto per il dipendente nel passaggio da un'azienda all'altra.