Parlare di un’applicazione come Oberlo senza prima parlare del dropshipping, risulterebbe fuorviante e poco contestualizzante, motivo per cui, se siete interessati a conoscere i meccanismi sottostanti all’e-commerce, questo articolo fa assolutamente per voi.

Ogni dropshipper, ovvero chi gestisce il dropshipping (una modalità di vendita online che è sempre esistita ma che ha riscontrato maggior successo negli ultimi anni) ha sostanzialmente un desiderio: far si che in pochi minuti si possano importare tantissimi prodotti indirizzati nel proprio negozio Shopify, in modo che questi possano essere proposti direttamente ai clienti. Apparentemente questa operazione richiederebbe tempi d’attesa impossibili, ma Oberlo ottimizza drasticamente i tempi d’attesa per aggiungere nuovi prodotti a Shopify, ovvero una piattaforma per il commercio in cui gli utenti sono liberi di creare il proprio negozio online, con il proprio URL e di gestire un vero e proprio e-commerce singolo o aggregato ad uno shop fisico.

Quindi alla domanda cos’è il dropshipping, la risposta è molto semplice: un modello di business. Il negozio online non ha un suo magazzino, perché gli articoli vengono spediti direttamente dal produttore, motivo per cui un dropshipper può amministrare la propria attività ovunque ci sia una postazione computer, usufruendo di bassi costi iniziali, di flessibilità, di una delocalizzazione e di un basso rischio:ma come fa il venditore a velocizzare così tanti ordini in poco tempo?

Istallare Oberlo: un business facile con AliExpress

Immagine d'esempio usata nell'articolo Oberlo per il dropshipping: scopriamo come funziona

Oberlo è una pratica risposta per il dropshipping, perché consente di aggiungere al proprio shop i prodotti di AliExpress in pochissimo tempo. Proprio all’interno dell’app store di Shopify, l’applicazione vanta più di 300 feedback positivi e viene attualmente utilizzata da più di 6.500 negozi. AliExpress è un vero colosso della rete e Oberlo funziona esclusivamente con esso perché il portale web di statistiche riporta che la società madre di AliExpress è il più noto hosting provider di e-commerce in Asia, il che rende AliExpress un marketplace dove le aziende cinesi offrono prodotti ai clienti internazionali.

Ma come ci si iscrive a Overlo? Attraverso il sito ufficiale o accedendo all’app store di Shopify: nella misura in cui si crea il proprio negozio attraverso la pagina di destinazione a Oberlo sul sito di Shopify, sulla home page di riferimento del nuovo sito comparirà un link per l’istallazione. Per attivare il servizio, basterà semplicemente cliccare sul link di riferimento e, come per tutte le app di Shopify, sarà obbligatorio registrare una carta di credito, affinché si possa accedere alla versione di prova. Oberlo mette a disposizione una prova senza alcun costo di 30 giorni del piano più costoso e, in seguito alla scadenza,  si passerà al piano più economico per un costo di 4,90 $ al mese. Purtroppo è necessario approvare l’addebito per attivare l’app sul proprio e-commerce, perché sennò non c’è nessuna possibilità di avviare la propria attività. Solo dopo aver approvato l’addebito, sarà possibile usare Oberlo sul proprio negozio di Shopify. Inoltre ricorda che si ha la possibilità  acquistare su Exchange (il marketplace di Shopify) un sito già “confezionato” e pronto all’uso che combina Shopify + Oberlo, molto utile perché si  tratta di una soluzione interessante dato che è necessario avere un account Oberlo per ciascun negozio Shopify. 

Come Avviare il Dropshipping con Oberlo

Dopo aver realizzato un account su Oberlo e di un negozio con Shopify, tutto ciò che ti rimane da fare è aprire la prima pagina destinata del tuo profilo attività e cercare (con molta attenzione) ed importare sul pannello di controllo di Oberlo i prodotti che sono a disposizione. Proprio da AliExpress è possibile fare delle importazioni con un solo click!

Successivamente ad aver aggiunto i prodotti desiderati, è necessario selezionare il paese target e tutte le opzioni di spedizione. A questo punto, è consigliabile modificare le descrizioni dei prodotti presenti, il che ti permetterà di uniformare il tono con quello del resto del sito personale, migliorare le performance della SEO, e magari arricchire bene il tutto  nella speranza di vendere più prodotti. Dopo aver eseguito questi primi passi, puoi approcciarti alla conclusione della tua prima vendita con il Dropshipping di Oberlo.Il pagamento viene elaborato mediante Shopify, motivo per cui non dovrai occupartene tu personalmente, il software procede  direttamente. Chiaramente esistono diverse modalità di pagamento a seconda del paese in cui decidi di basarti, quindi stai attento a quello che selezioni.Nel momento in cui un cliente clicca su “Compra” sul tuo sito, sei tu, venditore, l’unico responsabile  dell’acquisto del prodotto dal fornitore. Il fornitore ti addebiterà a conclusione dell’operazione il prezzo del prodotto con aggiunte le spese di spedizione. A conclusione di questa operazione potrai visualizzare il tuo margine di profitto.

L’assistenza di Oberlo

Nel caso in cui avessi bisogno di aiuto, purtroppo devi essere a conoscenza che non esiste una vera linea diretta via telefono o live chat. La documentazione a disposizione si trova online e solo in lingua inglese ma, nonostante le difficoltà, è estremamente completa. Esiste un Help Center dove ricercare tra i problemi usando delle parole chiave. Le risposte sono chiare e spesso accompagnate da video e spiegazioni che aiutano idealmente l’utente. Esiste in oltre un forum, sempre attivo e frequentato che purtroppo richiede comunque delle ottime competenze di lingua inglese. Nonostante ciò il forum rappresenta il posto più adatto per condividere aneddoti, aggiornarsi sulle nuove mode della clientela del dropshipping e ricevere consigli di marketing. Sei pronto ad avviare la tua attività? Pensa in grande con Oberlo.

Dropshipping: i meccanismi interni e le funzionalità vincenti

Spesso, quando ci si approccia alla vendita online, comunicare con fornitori, reperire delle merci e pensare a scorte e spedizioni risulta spesso un grande stress e dispendio di energie. Ecco che sfruttando il dropshipping, tutto viene agevolato. Per chi si sta chiedendo cosa sia, è un semplice modello di business pensato per negozi online, che prevede solo un investimento iniziale, ovvero il costo per la realizzazione del sito. Quella del Dropshipping è una soluzione diffusa tra molti venditori che vogliono proporre agli utenti l’acquisto di articoli non posseduti in passato, ma messi alla mercé del pubblico attraverso legami contrattuali tra esercenti e produttori.

La pratica risulta tecnicamente facile , basta avere un po’ di dimestichezza iniziale con tutto il circuito e, in seguito, avviare la propria attività. Il margine di profitto dell’intera operazione, ha una sua corrispondenza al totale pagato direttamente dall’utente, meno il prezzo che il fornitore impone. Bisogna inoltre detrarre i costi pubblicitari utili e funzionali alla sponsorizzazione sia del sito e-commerce, che del prodotto specifico. In conclusione, cosa rappresenta il dropshipping? È un sistema sicuramente articolato e al contempo interessante, da utilizzare al massimo delle sue potenzialità, soprattutto oggi. Nell’era contemporanea infatti, nel nostro stato, non è ancore accessibile nel modo facile in cui lo è negli Stati Uniti.  Quale è la chiave di successo di questo settore?

In primis lo sviluppo di una manovra marketing che funzioni, e che permetta di trovare e attirare quanti più clienti possibili, servendosi di servizi di posizionamento dei siti e della pubblicità online su Google o Facebook. Il secondo punto vincente riguarda la ricerca di un fornitore affidabile che sappia il fatto suo. Egli si dovrà occupare autonomamente di fattori prettamente tecnici e inventari. Buttarsi sull’e-commerce porta in primis il venditore alla libertà di scelta del target di utenti a cui vuole rivolgersi, gli articoli da proporre i i paesi su cui puntare la propria vendita. Inoltre, non essendo obbligato in alcun modo a possedere tutti i prodotti in casa, può tranquillamente evitare di gestire problematiche logistiche e tecniche legate a magazzino e acquisto-consegna dei prodotti. In secondo luogo il produttore, che spesso non ha strumenti e tempo di portare online la propria attività, trova un grande appoggio, perché ha la possibilità di aumentare le vendite senza perdere necessariamente tempo nella presentazione del prodotto. Il dropshipping ha delle funzioni e delle chiavi d’accesso alla nuova economia, basta solo capirne i meccanismi e fare le mosse più giuste.





Potrebbe interessarti

Autocertificazione della laurea: quando è possibile?

Immagine usata per illustrare l'articolo Autocertificazione della laurea: quando è possibile?

Soprattutto nell’ambito dei colloqui di lavoro, capita di dover fornire una serie di dati personali legati, spesso e volentieri, alla nostra esperienza professionale e ai titoli di studio da noi conseguiti.

Contributi previdenziali: un approfondimento che non puoi perderti

Immagine d'esempio usata nell'articolo Contributi previdenziali: un approfondimento che non puoi perderti

I contributi previdenziali sono pagamenti obbligatori che in Italia si effettuano all'INPS (Settore privato) e all'INPDAP (settore pubblico), al fine di successivamente una prestazione pensionistica.

Master e laurea: primo o secondo livello?

Oggi la formazione post universitaria è curata da enti ed aziende pubbliche e private. La varietà dell’offerta dei master postlaurea può rendere più difficile la scelta.

Laurea in Scienze della Mediazione Linguistica: uno sbocco verso il futuro

l'importanza di avere una laure nell'ambito della mediazione linguistica

In un’epoca sempre più caratterizzato dalla multiculturalità, la conoscenza delle lingue straniere diventa sempre più una prerogativa imprescindibile per l’accesso nel mondo del lavoro.

Pensione ai superstiti: tutti i beneficiari

pensione ai superstiti

La pensione ai superstiti è la quota di quella Inps che viene corrisposta ai famigliari del lavoratore assicurato o pensionato, dopo la sua morte

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

LA REDAZIONE CONSIGLIA

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Disoccupazione: requisiti ridotti

Si definisce disoccupazione, la condizione in cui si trovi un soggetto in età di lavoro che non sia una forza attiva nel mondo del lavoro.

Tipi di contratti di lavoro: vediamo in quest'articolo quali sono!

immagine esemplificativa di tipi di contratto di lavoro

I tipi di contratti di lavoro sono vari ma la definizione di contratto è una sola, ovvero si tratta di un negozio giuridico. quindi “una manifestazione di volontà destinata a produrre effetti giuridici ammessi dall’ordinamento giuridico”.

Come si calcola la tredicesima in base alla tassazione?

calcolare il pagamento della tredicesima

La tredicesima mensilità nasce con il con il CCNL, ovvero il contratto collettivo nazionale di lavoro 5 agosto 1937 e nel 1960, con il Decreto Presidente della Repubblica n. 1070, è diventato un diritto di tutti i lavoratori dipendenti, sia con contratto a tempo indeterminato che a tempo determinato.

Il contratto Co.co.pro.: tutte le caratteristiche

Il contratto co.co.pro. è nato dalla Legge Biaggi come sostituzione del contratto di collaborazione coordinata e continuativa (altrimenti detto co.co.co.).

Buonuscita per il licenziamento: chi ne ha diritto?

Immagine d'esempio usata nell'articolo Buonuscita per il licenziamento: chi ne ha diritto?

Definita anche “trattamento di fine rapporto” (o TFR), la buonuscita per il licenziamento è una retribuzione alla quale ha diritto il lavoratore dipendente alla fine della prestazione lavorativa, a prescindere dalla sua ragione.

Leggi anche...

Autocertificazione della laurea: quando è possibile?

Immagine usata per illustrare l'articolo Autocertificazione della laurea: quando è possibile?

Soprattutto nell’ambito dei colloqui di lavoro, capita di dover fornire una serie di dati personali legati, spesso e volentieri, alla nostra esperienza professionale e ai titoli di studio da noi conseguiti.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Pensione ai superstiti: tutti i beneficiari

pensione ai superstiti

La pensione ai superstiti è la quota di quella Inps che viene corrisposta ai famigliari del lavoratore assicurato o pensionato, dopo la sua morte

Leggi tutto...

Leggi anche...

Come scegliere il software contabilità migliore

Immagine esemplificativa utilizzata all'interno dell'articolo Come scegliere il software contabilità migliore

In ogni azienda, la scelta di un software contabilità adeguato alle proprie esigenze è in capace di garantire dei vantaggi clamorosi specialmente sotto l'aspetto del business. I principali  benefici di cui si può godere hanno a che fare da una parte con la semplificazione delle procedure e dall'altra con il risparmio.

Leggi tutto...
Go to Top