Il corso di perfezionamento Metodologia ABA, erogato da ICOTEA, ha come obiettivo quello di approfondire e fornire gli strumenti per l’applicazione di tale metodo in vari contesti sociali, educativi e di sviluppo. Il metodo ABA è composto da tecniche che si basano sull’uso dei principi relativi alla Scienza del Comportamento con il fine di cambiare delle condotte non proprio adeguate o di imparare nuove abilità.

È un metodo che si basa sull’applicazione di teorie comportamentali che osservano i principi e le leggi del comportamento umano. Infatti, la traduzione è Analisi Comportamentale Applicata e la sua pratica consiste nell’osservazione e nella registrazione dei modi di fare del soggetto in esame, sulla progettazione e attuazione  delle strategie di intervento dirette al cambiamento di criticità nella maniera di comportarsi e all’apprendimento delle nuove abilità.

In maniera concreta e funzionale le azioni che il soggetto compie nel suo ambiente danno vita a dei cambiamenti che a loro volta influenzano tutto l’ambiente circostante ridando un feedback al soggetto che sarà poi motivo di accettazione o di rifiuto operato dal soggetto valutando eventuali incentivi o premi e punizioni. tale processo avviene per ogni essere umano qualunque sia il suo stato mentale o patologia che lo affligge.

Perfezionarsi nella metodologia aba

Questo procedimento è nato 40 anni fa circa e racchiude in se differenti modalità di impiego che hanno molteplici potenzialità. La metodologia ABA, affonda le sue radici proprio nell’osservazione applicata, ma era stata strutturato solamente per il trattamento dell’autismo infatti, le capacità applicative presenti nel modellamento dei comportamenti sui soggetti affetti da Autismo, hanno contribuito a rendere questo, un metodo stabile nell’applicazione e nei trattamenti dei soggetti in questione.

Inoltre, l'offerta formativa di ICOTEA, l'ente di formazione accreditato al MIUR, viene arricchita con il Corso di perfezionamento del Metodo ABA da 1500 ore di durata annuale e dai Master in Metodologia ABA da 1500 ore, con 60 CFU, della durata annuale.

Master di primo livello si rivolgono, invece, ai docenti delle scuole di qualsiasi ordine e grado, a psicologi e a laureati in psicologia; a logopedisti; a educatori professionali; a pedagogisti; a tecnici riabilitazione psichiatrica; a terapisti di neuro e psicomotricità nell’Età Evolutiva; a laureati in ogni area disciplinare, che desiderano accedere ai Concorsi Docenti.

Il titolo è valutabile per le classi di concorso allo scopo dell’aggiornamento di graduatorie scolastiche; si precisa che il Master permette di ottenere la certificazione per il possesso di 24 CFU (i Crediti Formativi Universitari) per le discipline antropo-psico-pedagogichemetodologie e tecnologie didattiche, con sei crediti formativi in 4 degli ambiti formativi sopracitati.

Approfondimento sul metodo ABA

Con l’acronimo ABA in genere si intende indica l’ Applied Behavioral Analysis che tradotto dalla madrelingua in modo letterale indica l’analisi applicata di un comportamento. Essa, difatti, si pone come obiettivo primario quello di valutare possibili programmi al fine di intervenire e modificare le abitudini comportamentali di una determinata tipologia di soggetti.
Essa basa il proprio lavoro su uno step principale: ovvero l’osservazione. Viene infatti analizzato il soggetto in questione a 360°, valutandone atteggiamenti, limiti e possibilità: a questo punto viene stilato un programma da seguire in modo assiduo al fine di modificare radicalmente il ‘behavior’ del soggetto stesso.

Il metodo ABA è figlio della corrente di pensiero che fa fede al comportamentismo: basa le proprie metodologie sui rinforzi positivi al fine di far apprendere anche nuovi comportamenti alle persone interessate. Esistono, però, anche i cosiddetti rinforzi negativi che ovviamente non nascono con l’intento di penalizzare la persona per diletto ma sono tesi a far ‘dimenticare’ o comunque modificare comportamenti ritenuti sbagliati a livello sociale.

Tali programmi educativi vengono preparati e supervisionati solo ed esclusivamente da psicologici che hanno avuto una preparazione specifica a riguardo. Le tipologie di interventi sono tre e si dividono in:

  • Clinic/home base: ovvero il programma viene effettuato e quindi supervisionato all’interno di alcune cliniche specializzate;
  • School base: è il programma che viene effettuato in ambito scolastico e riguarda anche e soprattutto i bambini che si apprestano ad inserirsi nel mondo delle elementari;
  • Parents managed: è il metodo che prevede ‘l’ingaggio’ di un supervisore ovviamente specializzato da parte dei genitori al fine di far seguire il bambino per gran parte della giornata e non solo a scuola o all’interno di talune cliniche.

Tra i tre programmi, ovviamente, esistono delle differenze in quelle che sono le riuscite. È normale che un bambino seguito per 8 ore al giorno possa avere maggiori possibilità di veder premiati i propri sforzi ma è altrettanto vero che in tanti paesi del mondo tale ‘servizio’ non è gratuito e non tutti sono in grado di potervi accedere a livello economico.

Come visto, dunque, gli studi scientifici hanno dimostrato che anche problemi come l’autismo possono essere superati o quantomeno limitati: servono formazione, qualità ma anche e soprattutto costanza e molte cose possono apparire meno ‘pesanti’ di quello che in realtà non sono.





Potrebbe interessarti

Pensione sociale: requisiti. Come funziona il tutto?

Immagine esemplificativa dell'assistente sociale grazie alla quale si potrà ottenere la pensione sociale

La pensione sociale corrispondeva all’impegno dello Stato di garantire un sostegno economico ai cittadini che necessitavano di mezzi concreti per la sopravvivenza. Non richiedeva requisiti assicurativi o contributivi. La pensione è stata riconosciuta (in base ai requisiti) ai cittadini che ne hanno fatto domanda entro il 1995.

Riforma pensioni 2012: novità del calcolo contributivo

Immagine usata nell'articolo Riforma pensioni 2012: novità del calcolo contributivo

La riforma pensioni varata dal Governo Monti prevede che dal 1° gennaio 2012, le anzianità raggiunte dopo il 31 dicembre 2011 saranno calcolate con il sistema di calcolo contributivo.

Lavoro interinale: normativa e giurisprudenza

contratto di lavoro interinale

Le Agenzie per il lavoro sono imprese private dedicate alla somministrazione di lavoro interinale, ovvero prestazioni lavorative di carattere temporaneo. Questa tipologia è stata introdotta in Italia nel 1977; la normativa per il lavoro interinale ha subito svariate modifiche sino alla cosiddetta Legge Biagi . La L. 30/2003, inoltre, è quella che autorizza proprio queste agenzie.

La comunicazione di licenziamento alla Colf: ecco come e quando farla

comunicazione di licenziamento alla colf

I lavoratori addetti ai servizi domestici sono denominati colf, ovvero collaboratori familiari. Possono svolgere varie mansioni presso il datore di lavoro domestico: camerieri, badanti, cuochi, giardinieri, baby sitter, precettori.

Testo Legge Biagi: spiegazione della piaga dei contratti a progetto

testo di legge biagi

Il testo della Legge Biagi, nota anche come Legge 30 fa riferimento ad uno dei giuslavoristi che hanno contribuito alla sua stesura, è stata promulgata nel febbraio del 2003, e si occupa di Delega al Governo in materia di occupazione e mercato del lavoro.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Mansioni della Receptionist: accoglienza e professionalità

Immagine usata nell'articolo Mansioni della Receptionist: accoglienza e professionalità

Il lavoro di receptionist nel campo del turismo è una figura importante. Il ruolo del personale della receptionist è fondamentale perché sono i primi ad accogliere i clienti.

Turni di lavoro e del riposo settimanale: parte integrante di un piano d'Impresa

turni di lavoro

In base all’art. 1, comma 2, lett. b), D.Lgs. n. 66/2003 si intende per “periodo di riposo” qualsiasi periodo che non rientra nell’orario di lavoro (pause, riposi giornalieri, riposi settimanali, ferie). Il riposo giornaliero, in base a tale decreto legislativo, consiste nel diritto del lavoratore a 11 ore di riposo consecutivo ogni 24 ore, ad eccezione:

Livelli contrattuali del settore metalmeccanico: ecco un approfondimento

Immagine usata per illustrare l'articolo I livelli del contratto dei metalmeccanici

Oggi parliamo dei Livelli contrattuali del settore metalmeccanico. Per assumere un lavoratore le suddette imprese devono rispettare quanto stabilito dalla legge e dal CCNL Metalmeccanici.

Regime fiscale agevolato: come funziona questo tipo di Partita IVA

Nel panorama lavorativo italiano ci sono ancora oggi poche prospettive per i giovani, soprattutto in alcune zone del paese e in alcuni settori commerciali. Sono molti i ragazzi, con età inferiore ai 35 anni, che avviano un’impresa individuale, lavorando come collaboratori non assunti per aziende di varia tipologia.

Contratto cococo: ancora conviene?

Immagine esemplificativa utilizzata all'interno dell'articolo Contratto cococo: ancora conviene?

Il contratto di collaborazione coordinata e continuativa (Co.Co.Co) esiste ancora oppure no? 

Leggi anche...

Come scrivere un autocertificazione e i casi in cui utilizzarla

La dichiarazione sostitutiva di certificazione può essere necessaria anche nel campo lavorativo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

L'Ammortizzatore sociale: tutto sulla riforma che cambia l'Italia

Immagine esemplificativa di ammortizzatore sociale

Secondo quanto previsto dall'attuale Governo, i nuovi ammortizzatori sociali entreranno a regime non più nel 2015, ma molto più probabilmente la transizione sarà effettuata a partire dal 2017. Attualmente, il sistema di ammortizzatori sociali, all'analisi del Governo per la riforma, mostra una serie di disomogeneità fra i vari settori del lavoro, per quanto riguarda la tutela e le tipologie contrattuali.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavorare come corriere espresso: il vantaggio di un'ottima retribuzione!

immagine per lavorare come corriere espresso

Lavorare come corriere espresso è un impiego caratterizzato principalmente da: una buona paga, orari di lavoro diurni o notturni, mansioni di responsabilità (in relazione al carico che si trasporta), flessibilità, possibilità di trasferte.

Leggi tutto...
Go to Top