Per motivi di diversa natura, il lavoratore è spesso costretto a richiedere dei determinati periodi di assenza dal lavoro, al di fuori delle ferie stabilite e che gli spettato. Questo tipo di astensioni dall’attività lavorativa vengono chiamati permessi lavoro.

Essi non sono assolutamente uguali alle ferie, bensì sono dei periodi che il lavoratore richiede perché gli servono a risolvere determinate questioni o perché impossibilitato a lavorare per motivi fisici o altro.

Che cosa è il permesso di lavoro

Il permesso di lavoro è dunque una richiesta fatta dal lavoratore al suo datore di lavoro, per sospendere la propria attività per un lasso di tempo stabilito in precedenza. Il permesso di lavoro può essere sia retribuito che non retribuito; questo dipende dalla tipologia del congedo che si richiede. Solitamente serve compilare un modulo di richiesta che varia a seconda della natura per permesso di lavoro richiesto.

Il datore di lavoro può anche decidere di non concedere il permesso di lavoro al proprio dipendente, perché non ritiene sia necessario o perché non condivide o non accetta le motivazioni dategli dal lavoratore che lo richiede. Il permesso di lavoro è regolamentale inoltre dal CCNL, dalle leggi dello Stato e dai Contratti Collettivi. Il permesso di lavoro, ai sensi della legge, consente inoltre la possibilità del mantenimento del posto di lavoro e il riconoscimento dell’anzianità di servizio.

Tipologie permesso di lavoro

I principali tipi di permessi lavoro sono i seguenti:

  • per lutto;
  • per maternità e per paternità;
  • per handicap mentale o fisico;
  • per formazione;
  • per matrimonio;
  • per motivi familiari;
  • per studio.

Sono solitamente permessi di lavoro retribuiti i seguenti: matrimoniale; parentale; per l’assistenza dei disabili; per motivi personali e/o familiari; per studio; formativi; per visite mediche; per i donatori di midollo osseo o di sangue; per attività sociali e di volontariato; per cariche pubbliche ed elettive.

I permessi lavorativi relativi alla maternità

Per quanto riguarda le lavoratrici, esiste una particolare forma di trattamento economico relativo alla possibilità che la donna entri in gravidanza durante il rapporto di lavoro. Solitamente si va fin da subito, in sede di contratto, a definire la tipologia di stipendio e permesso, che prenda in causa anche la possibilità di maternità, sia naturale che in caso di adozioni e affidamenti.

Questo tipo di permessi riguardano naturalmente la donna, ma anche per gli uomini è previsto il riconoscimento di una serie di diritti legati alla possibilità di assentarsi da lavoro in caso di paternità.

In particolare, per quanto riguarda la possibilità di godere di periodi di permessi retribuiti da parte delle future mamme, si parla innanzitutto di un periodo di astensione obbligatoria che va dai due mesi che precedono il parto (o comunque la data presunta tale) fino ai tre mesi successivi alla data in cui è avvenuto realmente il parto. In questo periodo viene garantita la totale sospensione del lavoro “causa maternità”.

Esiste poi un periodo di astensione definita facoltativa, in cui sia il padre che la madre, in seguito al parto, possono fare ricorso. Si tratta di 10 mesi di permesso complessivo, da sfruttare a partire dalla data del parto, fino al compimento degli 8 anni da parte del bambino.

Sempre per garantire alla mamma un periodo di serenità da dedicare alle cure del figlio, la legge prevede anche una serie di permessi da dedicare all'allattamento. Durante il primo anno di vita, per la madre sono garantite due ore al giorno di pausa dal lavoro. Anche nel caso di malattia del bambino, padre e madre possono godere di permessi particolari, sempre fino al compimento degli 8 anni.



Potrebbe interessarti

Istat, a giugno frena l'occupazione

A giugno torna a crescere la disoccupazione, in Italia, soprattutto tra i lavoratori con più di 35 anni, e si registra il record di contratti a termine. 

Leggi tutto...

Calcolo ISEE: come richiederlo online?

il calcolo dell'isee è possibile richiederlo on line

L’acronimo ISEE significa "Indicatore di Situazione Economica Equivalente". Con il calcolo ISEE si definisce la condizione economica di un singolo o di un nucleo familiare. 

Leggi tutto...

Testo Legge Biagi: la piaga dei contratti a progetto

testo di legge biagi

La legge 30, nota anche come Legge Biagi in riferimento ad uno dei giuslavoristi che hanno contribuito alla sua stesura, è stata promulgata nel febbraio del 2003, e si occupa di Delega al Governo in materia di occupazione e mercato del lavoro.

Leggi tutto...

Pensione alle casalinghe: come ottenerla?

In data 1 gennaio 1997 è stato realizzato uno speciale fondo di previdenza per tutti coloro che svolgono delle attività di cura di familiari e non ricevono un compenso economico, ad esempio le casalinghe che dedicano gran parte delle giornata alla cura della casa e della propria famiglia. E’ importante sapere che possono registrarsi a questo fondo di previdenza anche gli uomini, i requisiti che tutti devono possedere sono legati all’età, che può variare dai 15 ai 65 anni.

Leggi tutto...

Estratto conto contributivo

come ottenere l'estratto conto contributivo

Prima di riscuotere la rata della pensione, è bene controllare il suo ammontare e quello che eventualmente non quadra in merito. Un lavoratore ha la possibilità di valutare la propria posizione previdenziale servendosi dell'estratto conto contributivo.

Leggi tutto...

I più condivisi

Calcolo busta paga: a mano o con i software online?

La busta paga è un prospetto che il datore di lavoro fornisce al proprio dipendente e che contiene l’importo al netto, percepito in un determinato periodo di lavoro.

Leggi tutto...

Lavoro congruo: le norme a favore dei lavoratori

La circolare del ministero del lavoro nr. 39 del 19 novembre 2010 esige, mediante l'articolo 19 del decreto legge 185/2008, l'obbligo per il lavoratore che percepisce una prestazione di sostegno al reddito di dichiararsi disponibile a una nuova attività, nota anche come lavoro congruo, oppure a un percorso di riqualificazione professionale, per percepire gli incentivi statali.

Leggi tutto...

Offerte di lavoro nella professione di architetto: progetta il tuo futuro!

progetto disegnato da un architetto

La creatività e l'ingegno va spesso a braccetto anche con la realizzazione e la costruzione di case e interni per le stesse. Esistono infatti figure professionali che si occupano proprio di questo, ovvero di realizzare progetti per le vostre abitazioni seguendo i vostri gusti e le vostre esigenze.

Leggi tutto...

Tredicesima Colf: spetta davvero?

Come molti altri professionisti e lavoratori, anche le colf a contratto hanno diritto alla tredicesima mensilità durante il periodo di Dicembre.

Leggi tutto...

Pensione ai superstiti: tutti i beneficiari

pensione ai superstiti

La pensione ai superstiti è la quota di quella Inps che viene corrisposta ai famigliari del lavoratore assicurato o pensionato, dopo la sua morte

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavorare in Australia: le offerte più interessanti

opportunità di lavoro in australia

Hai deciso di mollare tutto? Hai già letto i nostri approfondimenti su come scrivere un curriculum vitae e su come presentare la lettera di dimissioni? Allora sei pronto per partire.

Per trovare un lavoro in Australia è necessario essere provvisti di permesso di soggiorno. Prima di affrontare una scelta del genere, è dunque indispensabile munirsi di informazioni riguardo alle regole australiane in materia. La fonte più accreditata presso la quale si possono reperire notizie a riguardo è il governo australiano.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Riforma del lavoro: la storia degli ultimi interventi

Il Governo Monti ha presentato, dopo delle lunghe riunioni con partiti e associazioni sindacali, la propria riforma per il lavoro. Sono previste modifiche per l’articolo 18, ammortizzatori sociali, contratti di lavoro e cassa integrazione.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Master e laurea: primo o secondo livello?

Oggi la formazione post universitaria è curata da enti ed aziende pubbliche e private. La varietà dell’offerta dei master postlaurea può rendere più difficile la scelta.

Leggi tutto...
Go to Top