Di recente, il gruppo Poste Italiane ha comunicato un piano strategico che vede un coinvolgimento nei prossimi anni per il lavoro alle poste che ha da poco presentato un piano strategico importante relativo ai periodi 2015 - 2019 con delle proposte di trasformazione del gruppo e più di 8000 assunzioni, con vari posti di lavoro dedicati a giovani laureati!

Dal 1862 fino ad oggi

Poste Italiane S.p.A è una delle società di servizi più rilevante in Italia che si occupa prettamente della gestione postale italiana; venne fondata a partire dal 1862 come un azienda che autonomamente gestiva tutto il monopolio dei servizi postali e telegrafici dello stato. Attualmente il gruppo è una forte società per azioni, il cui capitale al 100% è tenuto dal Ministero dell’Economia e fino al 2016, con un altissima possibilità di proroga fino al 2026, Poste Italiane deve tenere ed erogare il “servizio universale” ossia tutti quei servizi di consegna sia di lettere che di pacchi, a prezzi contenuti!

Dopo essersi trasformata in società per azioni, attorno agli anni 90, Poste Italiane S.p.A ha cominciato a prendere di mira e seguirne l’esempio, alcune delle importanti aziende europee dedicate sempre al mondo della posta, acquisendo in tal modo, partecipazioni in aziende di trasporto merci e ampliando i servizi offerti a tutta la sua clientela; ad esempio, le 1998, la società è entrata nel gruppo SDA Express Courier.

Poste recruiting: la situazione del 2015/2016

In un recente comunicato stampa l’azienda italiana dedicata al servizio postale ha annunciato importanti obiettivi, primo tra tutti l’investimento in piattaforme e servizi digitali, seguiti dalla trasformazione aziendale in tre principali aree: logistica e servizi postali, pagamenti e transazioni, risparmio e assicurazioni; tale cambiamento è in risposta alle esigenze di un mercato completamente nuovo, che attraverso la digitalizzazione sta via via cambiando sempre di più.

Proprio per questo motivo, potrebbe essere il momento giusto per lavorare nelle poste, l’azienda ha previsto oltre 8000 assunzioni e una riqualificazione del personale di altre 7000 persone, così come per i dipendenti per i quali sono previsti alcuni importanti investimenti nella formazione specialistica e manageriale, grazie alla nascita della Corporate Academy, che aiuterà l’azienda in todos per il completo cambio “culturale”.

Come candidarsi (anche per posti da 6 ore)

Se desideri provare a lavorare nel mondo delle Poste Italiane, azienda leader dei servizi postali italiani, puoi tranquillamente inviare il tuo curriculum vitae attraverso la sezione del sito web Poste Italiane “Lavora con noi”, è possibile scegliere se inviare una candidatura spontanea oppure in risposta ad una delle posizioni aperte al momento.

Attenzione però, molto spesso la società, lascia online annunci visibili solo nei periodi in cui ha necessità di nuovi candidati; questo annunci possono durare giorni o settimane a seconda delle esigenze dell’azienda stessa.

Come avviene la selezione dei candidati per Poste recruiting

Dopo aver inviato il proprio curriculim vitae in risposta ai differenti annunci di lavoro presenti sul sito web aziendale, Poste Italiane ha introdotto una nuovissima procedura che prevere dei test online, che i candidati selezionati dovranno essere in grado di affrontare. Tale processo di selezione, viene svolto essenzialmente in due principali fasi:

  • Fase 1: i candidati che, dopo aver inviato il proprio curriculum vitae, risultano idonei verranno contattati attraverso un e-mail spedita all’indirizzo indicato nel momento della candidatura. L’e-mail ricevuta altro non è che un semplice invito ad effettuare un piccolo test attitudinale direttamente online, questa è la prima parte del processo di selezione dei candidati. Tale e-mail, spedita da una società incaricata direttamente da Poste Italiane per il poste recruiting, SHL Italy S.r.l., contiene un semplice indirizzo a cui bisognerà collegarsi per eseguire la prova online.
  • Fase 2: per tutti coloro che superano il test online, verranno direttamente contattati da un personale addetto dell’azienda, il quale inviterà il candidato alla seconda fase di selezione, che prevede un colloquio ed una prova pratica a seconda della mansione scelta. Per i portalettere ad esempio verrà eseguita una prova di guida su un motorino 125 cc a pieno carico, è ovvio che per tale mansione, il superamento del test pratico di guida è una condizione essenziale per l’assunzione.

Poste recruiting Per l’ambiente

Negli ultimi anni il gruppo Poste Italiane ha avuto un occhio di riguardo verso l’ambiente circostante, impegnandosi sia nella riduzione delle emissioni di gas serra, sia nel migliorare ed ottimizzare i consumi energetici, con un risultato molto sorprendente, in tre anni le emissioni di CO2 nell’atmosfera da parte di Poste Italiane ha avuto una riduzione del 30%, così come ormai oltreil 50% dell’energia utilizzata dalla società viene dalle fonti rinnovabili. Per quel che riguarda la flotta dei veicoli, dei 38.000 veicoli oltre 2000 sono ad impatto ambientale molto basso in quanto sono mezzi elettrici o blu-fuel.

In particolare, per gli interessati al Poste Recruiting, è necessario tener d'occhio il sito dell'azienda costantemente, ma soprattutto nelle settimane precedenti al periodo natalizio ed estivo. In quanto vengono banditi posti a tempo determinato sia per portalettere che per lo smistamento della posta, per fronteggiare il maggior lavoro durante tali periodi. 

Infatti, nei mesi estivi diversi dipendenti vanno in ferie e quindi si necessita di una loro sostituzione temporanea, al fine di non ridurre l'attivitá lavorativa del gruppo. Nel periodo natalizio, invece, l'intensitá della corrispondenza si accresce, cosí come l'invio di pacchi nell'intero territorio nazionale ed europeo, con la conseguente necessitá di fronteggiare picchi di lavoro considerevoli. Naturalmente, le opportunitá lavorative di Poste Recruiting non si limita solo a queste figure importanti e a determinati periodi stagionali, nelle singole sedi postali. 

Immagine di poste italiane che rimanda al poste recruiting

Infatti, il gruppo Poste Italiane offre opportunitá di lavoro e ricerca personale anche qualificato, per ruoli impiegatizi e dirigenziali e a tempo indeterminato. Il tutto, come abbiamo accennato, rientra sempre nel piano strategico della societá, che mira a qualificare e rinnovare la propria struttura organizzativa ed il personale. Da questo punto di vista, ad essere ricercati possono essere diverse tipologie di diplomati o laureati, spesso con esperienza lavorativa e senza limitazioni di etá. Si va quindi da ragionieri ad ingegneri, passando per informatici o economisti, tra gli altri. 

Importante è, comunque, verificare sempre i requisiti richiesti per ciascun offerta di lavoro. Per quanto riguarda il poste recruiting inerente a portalettere, sono generalmente richiesti, tra gli altri, un voto di diploma superiore di almeno 70/100 o di laurea di 102/100, oltre che il possesso della patente di guida di tipo B. Invece quando il Poste Recruiting è relativo a figure di tipo impiegatizio o dirigenziale, allora vi possono essere ulteriori requisiti, quali ad esempio esperienza precedente in settori professionali specifici.

Come vedremo meglio in seguito, con l'invio spontaneo del proprio CV oppure in risposta ad un'offerta di lavoro, magari proprio relativo ad un piano strategico di Poste Italiane, si avvia un iter particolare per il candidato interessato al Poste Recruiting appunto.

Potrebbe interessarti

Giornate massime di disoccupazione agricola: soggetti e procedura per richiederla

Immagine d'esempio usata nell'articolo Disoccupazione agricola: soggetti e procedura per richiederla

Anche chi lavora nel settore agricolo ha diritto a delle indennità in caso di perdita del lavoro; a tal proposito infatti l'Inps ha stabilito un compenso speciale detto di disoccupazione agricola.

Pensione minima INPS: di quale importo hai diritto?

persone anziane in pensione felici

In questo caso lo Stato aiuta gli interessati una somma di denaro integrativa rispetto alla pensione maturata. L’entità dell’Inps pensioni minime varia ogni anno. Il compito della riscossione dei contributi previdenziali spetta a determinati organismi, tra i quali l’Inps, l’Istituto nazionale per la Previdenza Sociale. I lavoratori che prestano sevizio nelle pubbliche amministrazioni invece versano i propri contributi all’Inpdap.

Pensione di reversibilità Inps: vediamo nel dettaglio in cosa consiste

pensione di reversibiltà

L'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (Inps) italiano si occupa da tempo di tutte le dinamiche previdenziali, pensionistiche e assistenziale. L'Inps gestisce inoltre anche l'erogazione e l'emissione di tutte le tipologie di pensione comprese quelle legate ai superstiti, nonché indennizzi particolari.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Contributi in conto impianti: di cosa si tratta? Ecco una piccola guida

Contributi in conto impianti

I contributi in conto impianti vengono erogati per ridurre i costi di acquisizione di beni ammortizzabili; non producono ricavi o sopravvivenze attive, pur concorrendo alla formazione del reddito per competenza.

Iscrizione all'albo dei giornalisti: ecco come iscriversi all'albo

iscrizione albo giornalisti

Chi è il pubblicista? Il giornalista pubblicista è la figura professionale disciplinata dalla legge 69/1963. L'art. 1 della suddetta legge afferma che “Sono pubblicisti coloro che svolgono attività giornalistica non occasionale e retribuita anche se esercitano altre professioni o impieghi”.

Lavorare come promoter? Ecco un approfondimento da non perdere

lavorare come promoter: un'immagine di questa professione

Lavorare come promoter può rappresentare la soluzione lavorativa ideale per chi cerca un’attività non a tempo pieno. Solitamente le offerte di lavoro promoter durano qualche giorno o al massimo 1 o 2 settimane. Le offerte di lavoro promoter sono ben remunerati, circa 6 – 7 euro l’ora e la durata media di lavoro è di 8 ore al giorno.

Leggi anche...

Quota 100 per la Pensione: tutto sul progetto rilanciato dal M5s

Imagine esemplificativa che rimanda alla quota 100

Con il termine Quota 100 si intende la proposta diretta ad anticipare l'età pensionabile dei lavoratori che sono regolarmente iscritti ai fondi di previdenza che gestisce l'assicurazione generale obbligatoria, ovvero l’AGO; alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi, alla gestione separata per i fondi sostitutivi e per quelli esclusivi dell'assicurazione generale obbligatoria. 

Leggi anche...

Come fare una busta paga: gli elementi da indicare sul cedolino

immagine esemplificativa di come fare una busta paga

Se volete sapere come fare una busta paga, sappiate che l’intestazione dei dati dell’azienda e l’intestazione dei dati del lavoratore, la posizione INPS e la posizione INAIL, dovranno essere riportati nella parte superiore o testa del documento.