Quando sono in cerca di personale, sempre più aziende liquidano la questione della privacy delle informazioni del curriculum del candidato con la richiesta generica di autorizzare il trattamento dei dati. Sebbene questo possa far presumere che l’impresa si tuteli da qualsiasi eventuale problema, in realtà questa procedura non è molto corretta, in quanto chi scrive il documento dovrebbe essere consapevole di cosa sta comunicando e delle relative tutele da parte della legge.

La privacy nel curriculum: dati comuni e sensibili

Quando si parla di privacy nel curriculum, bisogna innanzi tutto distinguere i tipi di informazioni che si stanno condividendo, suddividendoli in dati comuni e sensibili, come sancito dal D.L. 186/2003:

  • dati comuni: sono quelli che non necessitano di alcun permesso per essere divulgati da chi li riceve per motivi slegati dall’assunzione;
  • dati sensibili: sono quelli che obbligano l’azienda che li volesse utilizzare per altri scopi a richiedere il permesso; includono ad esempio l’appartenenza ad una categoria protetta.

Poiché spesso un candidato non è consapevole della distinzione tra le tipologie di informazioni, dovrebbe essere pratica comune inserire nell’annuncio di lavoro un riepilogo che ne specifichi le differenze; per approfondire l’argomento, consigliamo di visitare la sezione dedicata del sito del Ministero del lavoro.

Cosa cercare nel bando di lavoroUn’offerta di lavoro che tratti nei giusti termini la privacy nel curriculum, è segno della cura che l’azienda ha nei confronti della legge e dei dipendenti, una garanzia non da poco in una realtà in cui spesso alle selezioni del personale effettuate a norma se ne affiancano altre che rilasciano formule contrattuali non proprio limpide.

Per farsi un’idea del datore di lavoro, la prima cosa da cercare è quindi la modalità con la quale vengono trattati i dati: un riepilogo che illustri al candidato i suoi diritti e quali siano i dati sensibili, insieme allo scopo dell’autorizzazione al loro trattamento, mostra chiaramente la serietà dell’impresa.

Informativa carente: il lavoro del Garante

informativa sulla privacy da inserire nel curriculum

L’attenzione alla tutela dei dati nel curriculum non è solo da parte di chi lo scrive: il Garante della privacy ha infatti giudicato carenti la condotta di numerosece aziende (che offrissero lavoro o che fossero direttamente specializzate nella selezione del personale) per aver scritto annunci che non includessero l’utilizzo finale nella divulgazione dei dati.

Garante Privacy

Il garante per la privacy è l'organo che vigila sul rispetto del codice in materia di protezione dei dati personali, ovvero sul d. lg. 30 giugno 2003, n. 196. Il Codice in materia di protezione della privacy riconosce al “proprietario dei dati” diverse tutele in merito al trattamento dei suoi dati personali; in particolare egli può, in base all'articolo 7 del Codice:

  • di accedere ai dati che lo riguardano,
  • di ottenerne l’aggiornamento, la rettificazione o l’integrazione,
  • di ottenerne la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco, se trattati in violazione di legge,
  • di opporsi al trattamento effettuato a fini promozionali, pubblicitari o commerciali oppure in presenza di motivi legittimi.

Come compilare il proprio Curriculum Vitae - dal canale ufficiale di AreaLavoro

Modello per presentare istanza

Per presentare un'istanza al titolare o al responsabile dell'uso improprio dei dati personali di terzi, è necessario inviare tramite raccomandata, fax o mail il modello predisposto dal Garante per la Privacy.

Una volta ricevuta l'istanza, il responsabile del trattamento dei dati personali deve rispondere entro 15 giorni dal suo ricevimento. In alcuni casi di particolare complessità tale periodo può estendersi a 30 giorni. Una volta scaduti tali termini, l'interessato può rivolgersi all'autorità giudiziaria o al Garante della Privacy attraverso:

  • una segnalazione
  • un reclamo
  • un ricorso

Se vuoi, in alternativa al fai da te, puoi affidarti ad aziende che si occupano di revisione curriculum in maniera professionale o acquistare delle guide che, in maniera guidata, ti illustrano nel dettaglio come procedere nella compilazione di un Cv di successo. Noi di AreaLavoro abbiamo creato un pratico eBook per guidarti in questa sfida: si tratta dell'eBook "Come scrivere un Curriculum".

Clicca sulla copertina che trovi qui sotto per scaricare e leggere un estratto dell'eBook! Se desideri acquistare il docuemento non ti rimane che scegliere la modalità di pagamento e seguire le istruzioni (il suo prezzo? Soli € 2,99).

Una volta completati tutti i passaggi di pagamento tramite la piattaforma Paypall riceverai via mail il documento (in formato ePub). 



Potrebbe interessarti

Borse di studio in USA: un’occasione per crescere

Il sogno americano non è un mito, ma una realtà che resiste nel tempo. Le opportunità di ottenere borse di studio per lavorare o studiare e dottorati post laurea negli Stati Uniti sono concreti, basta saper cercare.

Leggi tutto...

Pensione di reversibilità erogata dall'Inps

pensione di reversibiltà

L'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (Inps) italiano si occupa da tempo di tutte le dinamiche previdenziali, pensionistiche e assistenziale. L'Inps gestisce inoltre anche l'erogazione e l'emissione di tutte le tipologie di pensione comprese quelle legate ai superstiti, nonché indennizzi particolari.

Leggi tutto...

Abilitazione all'Insegnamento alla scuola secondaria: dalla SSIS al TFA

E' oramai fatto assodato il passaggio di testimone dell'abilitazione all'insegnamento dalle SISS al TFA: si tratta dei tirocini formativi attivi, il corso che abilita all'insegnamento nelle scuole di primo e secondo grado. Il tirocinio pensiona definitivamente le Scuole di Specializzazione per l'Insegnamento Secondario, non più in funzione dall'anno di corso 2008-2009.

Leggi tutto...

Il congedo matrimoniale per l'INPS: conosci questo diritto?

ottenere il congedo matrimoniale

La legge prevede che in occasione del matrimonio, alcune categorie di lavoratori, abbiano diritto al congedo matrimoniale e dell’assegno ad esso relativo. Il congedo matrimoniale corrisponde ad un periodo di astensione al lavoro di 15 giorni consecutivi che non possono essere goduti durante il periodo delle ferie o nel preavviso del licenziamento.

Leggi tutto...

Corsi lavorativi: sai scegliere il meglio per il tuo futuro?

i corsi di formazione per aziende e studenti

Per affrontare al meglio il mondo del lavoro, è anche necessario ampliare le conoscenze acquisite durante precedenti gli studi precedenti.

Leggi tutto...

I più condivisi

Giornalista pubblicista: ecco come iscriversi all'albo

Chi è il pubblicista? Il giornalista pubblicista è la figura professionale disciplinata dalla legge 69/1963. L'art. 1 della suddetta legge afferma che “Sono pubblicisti coloro che svolgono attività giornalistica non occasionale e retribuita anche se esercitano altre professioni o impieghi”.

Leggi tutto...

Il giudice del lavoro: di cosa si occupa?

Il giudice del lavoro è parte della magistratura e dei procedimenti processuali italiani; il suo compito è quello di giudicare e regolamentare le controversie in ambito lavorativo.

Leggi tutto...

Taglio del cune fiscale

Il cuneo fiscale, parlando ovviamente di lavoro, analizza gli effetti delle tasse che gravano sui lavoratori e sull'occupazione in generale. Viene rappresentato da un indicatore percentuale che corrisponde al rapporto tra le tasse appunto che gravano sui dipendenti e il costo del lavoro complessivo.

Leggi tutto...

L'Ufficio di Collocamento dello Spettacolo di Roma

Fino all'anno 2008, i romani che avessero aspirato a lavorare come attori professionisti o semplici comparse, avrebbero dovuto registrarsi presso l'Ufficio di Collocamento dello Spettacolo di Roma: superato l'iter burocratico il richiedente si sarebbe ritrovato iscritto in un'apposita lista unica.

Leggi tutto...

Offerte di lavoro in Giappone: non serve la laurea!

In tempi di crisi come quelli che viviamo è legittimo pensare di fuggire e di costruirsi una vita nuova altrove. Trovare un lavoro in Giappone può costituire una buona alternativa di vita; tuttavia, è chiaro che per fuggire è necessario sapere di poter lavorare: ergo, quale che sia il luogo dove vogliamo emigrare, dobbiamo almeno avere chiara in testa l’idea di un lavoro da cercare e trovare in tempi brevi.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Licenziare un dipendente: vediamo quali sono le conseguenze per entrambe le parti

La riforma del lavoro voluta dal governo Monti intervenne in tema di licenziamenti. Grazie all'articolo 18, licenziare un dipendente non è una impresa semplice per le aziende, in quanto i lavoratori sono appunto tutelati da questa norma presente nello Statuto dei Lavoratori.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavorare nel cinema: scopri tutte le opportunità!

Al giorno d'oggi sono tantissimi i giovani che desiderano lavorare nel mondo del cinema ed entrare a far parte di un giro che ha confidenza con la macchina cinematografica (a pieno titolo).

Leggi tutto...

Leggi anche...

L'importo delle pensioni minime dell'Inps

persone anziane in pensione felici

Tutti coloro che durante la propria carriera lavorativa hanno effettuato i versamenti contributivi, hanno diritto alla pensione.

Leggi tutto...
Go to Top